Seguici anche su

Ciclismo

Woods un Pirata a Saturnia

Il canadese diventa la nuova maglia Azzurra. Affonda Froome, Nibali da rivedere.

Pubblicato

il

Il corridore canadese Michael Woods della EF Pro Cycling ha vinto la terza tappa della Tirreno-Adriatico EOLO, 217 km con partenza da Follonica e arrivo a Saturnia. Woods ha fatto valere le sue doti da grimpeur ed ha battezzato alla grande il Muro del Pirata, muro dedicato all’indimenticabile Marco Pantani.
Sul traguardo ha preceduto Rafal Majka della Bora – Hansgrohe e Wilco Kellerman della Team Sunweb
Woods è la nuova Maglia Azzurra, leader della Classifica Generale.

RISULTATO FINALE
1 – Michael Woods (EF Pro Cycling) – 217 km in 5h19’46”, media 40.717km/h
2 – Rafal Majka (Bora – Hansgrohe) a 1″
3 – Wilco Kelderman (Team Sunweb) a 20″


CLASSIFICA GENERALE
1 – Michael Woods (EF Pro Cycling) 
2 – Rafal Majka (Bora – Hansgrohe) at 5″
3 – Wilco Kelderman (Team Sunweb) at 26″.

Le MAGLIE

  • Maglia Azzurra, leader della classifica generale, sponsorizzata da Gazprom – Michael Woods (EF Pro Cycling)
  • Maglia Arancio, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Sportful – Pascal Ackermann (Bora – Hansgrohe)
  • Maglia Verde, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Enel – Nathan Haas (Cofidis)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Sara Assicurazioni – Aleksandr Vlasov (Astana Pro Team)

Il commento del vincitore: Il vincitore di tappa Michael Woods, nuova Maglia Azzurra, subito dopo l’arrivo, ha dichiarato: “Un grandissimo lavoro da parte di tutto il mio team, i miei compagni hanno spinto a tutta nel finale per tenermi davanti prima del mio attacco: è grazie a loro se oggi ho potuto ottenere questo successo. È un sogno!”.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ciclismo

Tao “An English man” a Milano

Vince Geoghegan Hart l’edizione 103 del Giro. È il ciclismo della nouvelle vague, per noi la speranza futura si chiama Filippo Ganna

Pubblicato

il

Teo Geoghegan Hart è il vincitore dell’edizione 103 del Giro d’Italia. Si potrà definire il Giro della prima volta visto che mai nessuno finora aveva vinto la corsa rosa senza mai aver indossato la stessa nei 21 giorni precedenti; mai si era partiti con due corridori all’ultima tappa con lo stesso tempo e mai si era corso ad ottobre.

La crono della verità: 16,7 km, da Cernusco sul Naviglio a Milano Piazza Duomo questa la distanza che separava Hindley o Geoghegan Hart dal “Paradiso Rosa”. Trionfava Teo il Londinese della Ineos Granadiers che più cronoman dell’avversario volava sul tragitto lombardo. La tappa veniva vinta dal nostro Filippo Ganna, alla quarta vittoria personale, settima della squadra inglese che perso il suo capitano Thomas sembrava avviata ad un giro di sofferenza.

Filippo Ganna in azione. Foto rcs

Il vincitore del 103^ Giro d’Italia Tao Geoghegan Hart, subito dopo l’arrivo, ha dichiarato: “È incredibile! Non avrei mai immaginato che avrei vinto il Giro quando siamo partiti dalla Sicilia. Per tutta la mia carriera ho sognato di essere tra i primi 10 o tra i primi 5 in una gara come questa. Durante la crono il mio DS mi ha detto che stavo guadagnando su Jay Hindley, poi quando mi hanno chiesto di non correre rischi nella parte finale ho capito che ero vicino alla vittoria”.

Il vincitore di tappa Filippo Ganna, subito dopo l’arrivo, ha dichiarato: “Sono felice di aver vinto questa crono ma sono ancora più felice per il mio compagno di squadra Tao, è fantastico, ha vinto il Giro! Sapevo che avrebbe potuto farcela. Adesso non vedo l’ora di festeggiare le nostre vittorie questa sera con Tao e con tutto il team”.

Continua a leggere

Ciclismo

Giro: la battaglia “del cronometro” di Milano

Ultima tappa con il verdetto finale

Pubblicato

il

Di

Giro: la battaglia “del cronometro” di Milano. Gran finale delle Corsa Rosa con la Cernusco sul Naviglio – Milano – TISSOT ITT, cronometro individuale da Cernusco sul Naviglio, Città Europea dello Sport 2020, a Milano in Piazza Duomo sotto la Madonnina. Percorso pianeggiante di 15,7 chilometri per chiudere questa 103^ edizione.

Una situazione senza precedenti nella storia del Giro e dei grandi giri, con due corridori, Hindley e Geoghegan Hart, a pari merito in testa alla generale alla vigilia dell’ultima tappa, separati solo dai centesimi della cronometro (86 centesimi). 

Jonathan Dibben (Lotto Soudal) sarà il primo corridore a partire alle 13:40. La Maglia Rosa Jai Hindley (Team Sunweb) partirà per ultima alle 16:12.

Continua a leggere

Ciclismo

UN GIRO PER 2

Geoghegan Hart vince al Sestriere, Hindley maglia rosa ex aequo con l’inglese, domani la crono decisiva.

Pubblicato

il

Sarà un finale storico per le grandi corse a tappe quello di domani a Milano. Nell’ultima crono a giocarsi il giro saranno l’australiano e nuova Maglia Rosa Jai Hindley e il londinese Tao Geoghegan Hart che partirà con lo stesso tempo. Le montagne non mentono mai e il triplo passaggio sul Sestriere indica il nome dei 2 dominatori della terza settimana del Giro. Geoghegan Hart sfrutta al meglio il grande lavoro di Dennis e da all’Ineos Granadiers la vittoria di tappa numero 6 battendo in volata l’australiano della Sunweb, che si consola con la maglia rosa nonostante la nuova resa di Kelderman. Nota di merito per Joao Almeida che dopo lo Stelvio da segnali di riscossa dimostrando che nei prossimi anni avrà l’occasione per puntare al bersaglio grosso.

RISULTATO DI TAPPA
1 – Tao Geoghegan Hart (Team Ineos Grenadiers) – 190 km in 4h52’45”, media 38.941 km/h
2 – Jai Hindley (Team Sunweb) s.t 
3 – Rohan Dennis (Team Ineos Grenadiers) a 25″

CLASSIFICA GENERALE
1 – Jai Hindley (Team Sunweb)
2 -Tao Geoghegan Hart (Team Ineos Grenadiers) s.t.
3 – Wilco Kelderman (Team Sunweb) a 1’32”
4 – Pello Bilbao (Bahrain – McLaren) a 2’51”
5 – João Almeida (Deceuninck – Quick-Step) a 3’14”

Le duciarazioni: Il vincitore di tappa Tao Geoghegan Hart, subito dopo l’arrivo, ha dichiarato: “Sono felice per me, per la mia squadra e per il Giro, oggi è stata una tappa bellissima! La crono di domani sarà questione di gambe, il percorso è breve, spero di avere una buona giornata e un po’ di fortuna, poi si vedrà”.

La Maglia Rosa Jai Hindley, subito dopo l’arrivo, ha dichiarato: “Incredibile, non ho parole. Fin da piccolo sognavo di indossare la Maglia Rosa: è un enorme onore per me, non ci credo ancora. Nella cronometro di domani io e Tao partiremo con lo stesso tempo, farò del mio meglio”.


Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti