fbpx
Seguici anche su

Altri sport

Virtus Arechi, derby contro Sant’Antimo

Coach Parrillo: “Pronti per domenica”

Pubblicato

il

Pronti per il derby”, suona la carica coach Adolfo Parrillo nel presentare la prima delle ultime quattro partite che chiuderanno il girone D1.

Domenica alle 18:00, palla a due in programma al Pala Longo di Capriglia, la Virtus Arechi Salerno inizierà il rush finale con la sfida casalinga con la PSA Sant’Antimo:

Una squadra molto forte, ma sono fiducioso.

Ci siamo allenati con grande agonismo per tutta la settimana.

Sotto tutti i punti di vista ci siamo preparati nel modo corretto in vista del derby”.

Per iniziare nel migliore dei modi l’ultimo ciclo del primo girone stagionale, nonché per regalare ai tifosi la quarta vittoria consecutiva nei derby di campionato

Indubbiamente in quella occasione andò tutto bene, ma anche questa volta vogliamo far sì che le cose funzionino nel modo corretto .

Se in attacco le cose stanno andando bene, le buone spaziature e i tiri presi in ritmo sono la conferma di tutto questo, in difesa dobbiamo ancora migliorare quelle situazioni in cui siamo un po’ carenti”.

Ciclismo

La squadra di Nibali al Tour

Non ci sarà l’abruzzese Ciccone

Pubblicato

il

La squadra di Vincenzo Nibali al Tour, mancherà Giulio Ciccone per la corsa a tappe più famosa del mondo.

La squadra Trek che partirà al Tour de France: Julien Bernard (FRA), Kenny Elissonde (FRA), Bauke Mollema (NED), Vincenzo Nibali (ITA), Mads Pedersen (DEN), Tom Skujins (LAT), Jasper Stuyven (BEL), Edward Theuns (BEL).

Continua a leggere

Altri sport

Ripartenza Jomi Salerno tra conferme e saluti

Paola Fiorillo. “Porteremo sempre nel cuore chi ha onorato la nostra maglia. Ripartiamo da una base solida”

Pubblicato

il

Conferme e addii. E’ entrata ormai nel vivo la programmazione tecnica della Jomi Salerno. Come già anticipato, parte un nuovo ciclo per il sodalizio salernitano che non ha alcuna intenzione di dormire sugli allori.

“Quello al quale stiamo dando vita – osserva il vice presidente Paola Fiorillo – è un ricambio fisiologico. Chi va via, avrà sempre un posto particolare nella storia del nostro club, abbiamo memoria e rispetto per chi ha indossato la nostra maglia ma, al tempo stesso, è inevitabile, dopo un certo numero di anni, cambiare qualcosa anche per infondere nuovi stimoli a tutto l’ambiente e aumentare la concorrenza interna.

Il pericolo che si corre dopo aver collezionato così tanti successi è che ci si accontenti di quello che si è fatto. E’ un errore che il nostro club non vuole commettere e che non commetterà e per questo abbiamo deciso di cambiare tanto e a tutti i livelli”.

Intanto le conferme. Rimarranno ancora in forza alla Jomi: il portiere Elisa Ferrari, i terzini Ramona Manojlovic e Ilaria Dalla Costa, Lucila Stettler, Cyrielle Lauretti Matos, Victoria Romeo e, soprattutto, il capitano Pina Napoletano. Sarà valutata in seguito la posizione di Natasa Krnic che intanto è ritornata in Montenegro.

“Il capitano resta il punto di riferimento per la squadra e le compagne, per chi resta e per chi verrà. E’ fondamentale – osserva Paola Fiorillo – soprattutto in un momento di grande trasformazione avere dei punti di riferimento ben solidi all’interno dello spogliatoio.

Non è stato facile trattenere queste ragazze perché le offerte non sono mancate. I terzini della Nazionale Dalla Costa e Manojlovic, ma anche Lauretti, Ferrari, Stettler e Romeo hanno rinunciato a proposte molto allettanti, riconfermando il loro amore per questo club.

Ai saluti autentiche veterane della Jomi, giocatrici che hanno fatto la storia del club: Suleiky Gomez, Valentina Landri, Laura Casale e le “matricole” Canessa e Di Giugno.

“A tutte loro, come ho già detto, va il nostro ringraziamento. Una menzione particolare – aggiunge Fiorillo – mi preme farla per Gomez, Landri e Casale che sono state colonne portanti del nostro progetto per diversi anni. Con loro abbiamo vinto tanto, abbiamo scritto la storia della pallamano italiana e dello sport salernitano, avranno sempre un posto speciale nei nostri cuori.

E’ la dura legge dello sport, nulla può essere per sempre, importante, però, aver vissuto intensamente e con grande trasporto il periodo trascorso insieme. A tutte loro, oltre che a Canessa e Di Giugno che sono state a Salerno per meno tempo, auguriamo le migliori fortune sportive e professionali”.

Continua a leggere

Altri sport

Jomi Salerno, la stella cubana Gomez chiude la sua carriera

“A Salerno ho dato tutto, non avrei mai potuto indossare un’altra maglia. Pronta a nuove sfide”

Pubblicato

il

Conserverà per sempre un posto di primissimo piano nella storia della Jomi e dello sport salernitano. Suleiky Gomez, la fuoriclasse cubana, a 37 anni ha deciso di appendere le scarpette al chiodo.

Aveva cerchiato in rosso questa stagione, sapeva che sarebbe stata l’ultima di una carriera straordinaria e l’interruzione dello scorso campionato (2019/20) l’aveva ancor di più motivata e spronata.

Conquistato a maggio l’ennesimo scudetto (il quarto consecutivo) della sua dorata esperienza salernitana, Gomez ha deciso di chiudere con la pallamano giocata nonostante le richieste fioccassero. “C’è un tempo per tutto – sottolinea – il mio tempo da giocatrice è terminato, ora comincia una nuova fase della mia vita”.

Giunta a Salerno, da Nuoro, nell’estate del 2016, la 37enne cubana, stella di prima grandezza dello sport del suo paese, ha fatto incetta di titoli e riconoscimenti personali. Per anni è stata un indiscusso punto di riferimento della Jomi e del Movimento nazionale.

“A Salerno ho dato tutto ed ho ricevuto tutto. Sono stati cinque anni fantastici, cinque anni in cui abbiamo vinto tutto quello che c’era da vincere, cinque anni durante i quali ho avuto la fortuna e l’onore di dividere tante gioie, e qualche amarezza, con una società splendida, allenatori fantastici e straordinarie compagne di squadra.

Poi il rapporto con la città, con i nostri tifosi, con la gente di Salerno. Ringrazio Dio per avermi dato la fortuna cinque anni fa di incontrare sulla mia strada questo tesoro. Per questo – aggiunge – non avrei mai preso in considerazione il trasferimento in un altro club.

Salerno è ormai la città mia e della mia famiglia. Qui ho messo radici e qui trascorrerò la mia vita”.

Realizzatrice straordinaria, giocatrice di classe sopraffina, leader silenziosa e mai ingombrante, Gomez ha le idee molto chiare circa il suo futuro. “Ho cominciato da tempo a programmare il dopo carriera. Ho conseguito il diploma di preparatore atletico, a breve otterrò il riconoscimento di allenatore di primo livello e completerò gli studi per il diploma in Marketing e Finanza.

A settembre, poi, avvierò il mio percorso di laurea in Scienze Motorie già intrapreso a Cuba. Con il Club stiamo già immaginando un percorso tecnico, rimarrò nella famiglia della PDO e a breve stabiliremo con precisione ruolo e incarichi.

Come sempre sono aperta a tutte le soluzioni, lo sono sempre stata, né – aggiunge – mi spaventano le nuove sfide. Quando decisi di lasciare Cuba non avevo certezze sul mio futuro, ma avevo solo tanta fiducia nelle mie capacità e tanta fede.

A distanza di anni posso dire di aver realizzato i miei sogni. Ora trascorrerò un’estate in relax con mia figlia, ricaricherò le batterie e mi preparerò ad una nuova sfida. E’ terminata solo una parte del mio percorso e non vedo l’ora di ripartire”.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group s.r.l.s. | Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€