fbpx
Seguici anche su

Calcio

Tonfo Torres: il Monterosi passa con Sevilla

Uno sguardo nel calcio sardo

Pubblicato

il

Sardi fermi a zero punti: parte la contestazione, presidente e società riuniti per decidere le sorti della società

SASSARI TORRES 0

MONTEROSI 1

Allo stadio Vanni Sanna vincere è la delusione più che il calcio. Una Torres svuotata che si è arresa al Monterosi neopromosso, non è riuscita a concretizzare né a rendersi pericolosa in nessuna delle fasi della partita. Colpa un pochettino di tutti sia dell’allenatore che l’arbitraggio che spesso e volentieri ha concesso un po’ troppo alla squadra ospite, la quale ne ha approfittato per mettere a terra i giocatori di casa, seppur senza troppa foga, all’oscuro di tutto.

Tuttavia l’arbitraggio non ha colpe, a detta nostra, in quanto la partita è stata molto confusa soprattutto nel secondo tempo, allorché la Torres si è fatta avanti senza riuscire a concludere: colpa anche della rosa che non ha subìto i giusti cambi. In particolare il pubblico reclama sull’uscita della punta Ladu e sull’inserimento troppo in ritardo di un Sarritzu che sarebbe stato più che necessario Insomma un harakiri per trovare il primo punto c’è bisogno di mentalità diversa e anche di persone diverse.

Torres leone all’inizio

I primi minuti vedono un sostanziale equilibrio tra le due squadre: grossolano errore di Ruiu, una delle delusioni della partita, con conseguente tiro di Sevilla non riesce ad approfittarne De Iulis, che cosa verso Fadda ma non riesce a concretizzare.

Tuttavia la seconda decina del primo tempo porta molta sfortuna al Monterosi: se Drago e attento all’11’ su una punizione di buono, al 20′ non c’è tango che tenghe per Rea, che lascia in 10 la sua squadra a seguito di un problema visivo forse con le lenti a contatto.

De Iulis ne approfitta tre volte: al 13′ recupera un pallone sporco di Ruiu, scaglia il diagonale ma troppo debole; un minuto dopo recupera di testa e s’invola tutto solo verso la porta, ma non fa in tempo a tirare che viene intercettato in contropiede; infine, al 17′ ha invece l’occasione di segnare di destro, complice una difesa incompleta, ma viene eccellentemente liberato dalla fascia destra.

Ecco gli ospiti

Approfittando degli errori della Torres il Monterosi costruisce qualche palla gol giocando in difesa e ragionando e al ventisettesimo trova il tanto vituperato vantaggio: Rutjens commette un liscio sacrissimo, Sevilla ne approfitta e scaglia un destro secco, parato eccellentemente da Drago, il quale atterra non riesce poi a impedire il tap-in del vantaggio.

L’azione scuote la Torres che prova a reagire seduta tante approfittando di un lato un po’ noioso di riscatto: dapprima si procura un corner al 31′, sul quale la punta non riesce a concludere definitivamente, e poi tenta di propiziare il pareggio di Russo, non concretizzatosi.

Nonostante ciò il pubblico hai deluso non si aspettava uno svantaggio simile contro una squadra alquanto deludente è chiusa per lo più in difesa se non per un’occasione al 37′ con il tridente Rea-Lucatti-Sevilla, che viene spento da un Ruiu ora più attento.

Secondo tempo già scritto

Si torna in campo con la voglia di ripartire, ma la miopia arbitrale è di casa: al 50′ De Iulis viene atterrato da Piroli, ma per Migliorini non c’è fallo. Nonostante ciò, la Torres continua ad attaccare, ma non riesce a sfondare, seppur con gli avversari che difendono la porta con 9 uomini.

Neppure le azioni cross combinate (es. Mesina verso Torelli) e l’aumento di pressione giovano ai padroni di casa, che appaiono arresi, frolli ed incapaci di approfittare di una difesa laziale assente e sofferente, scatenando le proteste del pubblico che chiede l’ingresso del jolly Sarritzu.

A lui, Gardini preferisce Pinna, che appena entrato al 76′ mura un tiro di Lucatti dai 18 metri. Ma la Torres deve anche prendersela con se’ stessa, se oltre ai problemi tattici si trova in 10 per l’espulsione di Sante Russo, che all’80’ protesta dopo esser stato ammonito per un entrata pesante ai danni di Borrelli.

Lo scorcio finale vede soltanto due occasioni sarde ed una laziale: all’85’ il tridente Sarritzu-Ruzzittu-De Iulis tenta la palla del pareggio, parata da Salvato, al 90′, dopo aver decretato 3′ di recupero, De Iulis tenta la conclusione solitaria, ma finisce a lato, ed infine al 91′ Montanari risponde con un cross-traversone, troppo lungo.

Ma l’azione fallita viene compensata al fischio finale, quando la gioia Monterosi diventa realtà, ponendo una pietra sulla rincorsa ai 3 punti della Torres, snobbata anche dal suo pubblico che lascia prima della fine e chiede alla società di fare un’esame di coscienza, e all’arbitro di mettere occhiali e grinta per evitare di concedere troppo.

Calcio

Ascoli, Movimenti di Mercato: arriva un difensore (Video)

Pubblicato

il

Baschirotto: “Ascoli ottima occasione per la mia carriera”.L’Ascoli Calcio 1898 FC S.p.A. comunica di aver acquisito a titolo definitivo dalla Viterbese il difensore Federico Baschirotto.

Veronese di Isola della Scala, classe ’96, Baschirotto ha sottoscritto un accordo biennale. Dopo essersi fatto le ossa in Promozione col Nogara e in Serie D col Legnago Salus, nella s.s. 2014/15 viene acquistato dalla Cremonese (Serie C). Coi lombardi non esordisce e l’anno seguente si trasferisce al Seregno in D per proseguire il percorso di crescita. In Brianza scende in campo 36 volte fra regular season e play off mettendo a segno un gol. Nella s.s. 2016/17 torna in Serie C con la maglia del Forlì (11 presenze) e l’anno successivo con quella del Cuneo (24 presenze e 1 gol). Nella s.s. 2018/19 approda alla Vigor Carpaneto (Serie D) e in 33 presenze realizza due gol e tre assist. E’ reduce dalle due stagioni in C con la Viterbese, squadra con cui si è messo in evidenza realizzando nelle 59 partite disputate 4 gol e 2 assist.

L’intervista a cura dell’Addetto Stampa bianconero Valeria Lolli

Federico Baschirotto da ieri sera si è aggregato al gruppo bianconero nel ritiro di Cascia:

“I nuovi compagni mi hanno accolto subito a braccia aperte, sono contento di essere qui, è un’ottima occasione per la mia carriera”.

Per il difensore bianconero è l’esordio assoluto in Serie B:

“Sono partito da piccolo coi giovani del Chievo Verona, poi ho fatto tanta gavetta, un’esperienza che non è andata come avrei sperato, poi in Promozione col Nogara e in Serie D col Legnago Salus. Pian piano sono riuscito ad arrivare dove sono oggi”.

Baschirotto racconta i suoi inizi, da quando ha iniziato a giocare da centrocampista offensivo fino a diventare difensore:

“Da piccolo mi piaceva tanto stare vicino alla porta, fare gol ed esultare coi miei compagni; crescendo ho sviluppato caratteristiche più difensive che offensive, così sono diventato difensore. Ho ricoperto i ruoli di centrale e di terzino, mi sono trovato molto bene in entrambe le posizioni, forse oggi mi sento più esterno. Sono uno molto fisico, esplosivo, rapido anche se dalla stazza potrebbe non sembrare”.



#Calciomercato: Maurizii in prestito all’Ancona-Matelica.L’Ascoli Calcio 1898 FC S.p.A. comunica il trasferimento a titolo temporaneo di Emanuele Maurizii all’Ancona-Matelica. Il terzino, lo scorso anno in forza al Matelica, prosegue così il suo percorso di crescita nel club nato dalla fusione con l’Anconitana.

Ad Emanuele l’augurio dell’Ascoli Calcio per un soddisfacente prosieguo di stagione.



#Cascia2021 Notiziario: tattica al mattino, partite nel pomeriggio.Doppia seduta di allenamento oggi per i bianconeri sul campo dell’Hotel La Reggia di Cascia: in mattinata la squadra è stata impegnata in un circuito con cambi di direzione e in un lavoro tattico per reparti; nel pomeriggio il gruppo ha svolto giochi di posizione, circuito metabolico, partita a tema e partita finale.

Nel pomeriggio hanno raggiunto il ritiro il Direttore Generale Ducci e il Direttore Sportivo Lupo (nella foto col capitano Dioniai) che prima dell’allenamento serale si sono intrattenuti coi calciatori.

Anche per domani sono in programma due allenamenti, a partire dalle 9:00 e dalle 18:00.


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Continua a leggere

Serie B

Ascoli, Patron Pulcinelli sui club esclusi: “Necessità di operare riforme. Solidarietà alle cinque società”

Pubblicato

il

Patron Pulcinelli sui club esclusi: “Necessità di operare riforme. Solidarietà alle cinque società”.”L’esclusione dai campionati professionistici di Chievo, Carpi, Casertana, Novara, Sambenedettese fa riflettere ed è sintomatico della necessità di operare riforme nel mondo del calcio. Da Patron dell’Ascoli Calcio sento di esprimere solidarietà a ciascuno di questi club, in un periodo in cui tante aziende, senza eccezione per il settore calcio, devono fare i conti con una crisi economica che non ha risparmiato davvero nessuno. L’augurio che rivolgo a tutti questi club è di tornare al più presto nelle categorie professionistiche che meritano, con sommo dispiacere saluto tutti loro”.

Max Pulcinelli

Continua a leggere

Calcio

La Samb lascia il ritiro di Sefro

“Rompete le righe” dopo la decisione del CONI.

Pubblicato

il

Il rigetto del ricorso della Samb da parte del Collegio di Garanzia del CONI, con conseguente esclusione confermata dal prossimo campionato di Serie C, ha indotto il nuovo tecnico Massimo Donati a concedere ai suoi giocatori qualche giorno libero dal raduno precampionato nel paesino delle montagne del maceratese. In attesa della decisione definitiva, che avverrà dopo la discussione del ricorso al Tar del Lazio, i calciatori sarebbero liberi di accasarsi altrove in caso di conferma dell’esclusione dai campionati professionistici.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group s.r.l.s. | Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€