fbpx
Seguici anche su

Olimpiadi

Tokyo 2020: Prova di forza dell’Italvolley

Trascinate dalla solita Egonu le azzurre conquistano la seconda vittoria

Pubblicato

il

Prova di forza delle azzurre, battuta con un secco 3-1 (25-22, 23-25, 25-20, 25-15) la Turchia.

Seconda partita e seconda convincente vittoria per l’Italvolley femminile a Tokyo 2020: la Nazionale del c.t. Davide Mazzanti batte per 3-1 la Turchia, trascinata dalla solita, strepitosa prova di Paola Egonu, autrice di 29 punti.

Reduce dal netto successo contro la rappresentativa russa, l’Italia del volley femminile supera anche la Turchia e prosegue la marcia in testa al gruppo B, rimanendo a punteggio pieno.

Già dalle primissime battute il match sembra ben indirizzato a favore delle azzurre: grazie alla solita prova di forza di Paola Egonu, ma anche alle brillanti giocate, tra le altre, di Caterina Bosetti e Miryam Sylla, l’Italia vola fino al 15-7, e gestisce con perizia il tentativo di rientro delle turche fino al 25-22 finale.

Diversa la storia del secondo set: anche in questo caso le ragazze azzurre partono bene e arrivano fino al 14-11 quando il muro turco tocca la palla fuori sulla schiacciata di Sylla.

Poi, però, qualche meccanismo si inceppa, soprattutto al servizio, e la Turchia rimonta nel finale di frazione, aggiudicandosi a sorpresa il set sulla free ball di Meliha Ismailoglu.

Si tratta, però, solo di un fuoco di paglia da parte delle avversarie di giornata, con le azzurre che ritrovano rapidamente la concentrazione. 

Già all’inizio della terza frazione l’Italia riprende a martellare, guidata in campo da Egonu, oltre che da una Fahr in crescita costante.

Le turche escono progressivamente dalla partita e cedono 25-20, prima di crollare definitivamente.

Nella quarta frazione, che le ragazze guidate da coach Mazzanti dominano dall’inizio alla fine, con il punteggio di 25-15.

Prossima avversaria l’Argentina, giovedì: l’Albiceleste ha perso entrambe le partite giocate finora, contro le americane e la selezione russa, senza vincere nemmeno un set.

ITALIA-TURCHIA 3-1 (25-22, 23-25, 25-20, 25-15)
ITALIA: Malinov 3, Egonu 29, Danesi 6, Fahr 10, Pietrini 4, Bosetti 13, De Gennaro (L). Sylla 9, Sorokaite, Orro. Ne: Chirichella, Folie. All: Mazzanti
TURCHIA: Ozbay 1, Baladin 5, Ismailoglu 6, Erdem Dundar 11, Gunes 14, Karakurt 6, Akoz (L). Aydemir 2, Boz 11, Ercan, Senoglu. Ne: Akman All: Guidetti
Arbitri: Cespedes (DOM), Casamiquela (ARG)
Durata set: 27’, 29’, 27’, 25’
Italia: a 6 bs 12 mv 15 et 26
​Turchia: a 4 bs 10 mv 12 et 24

Atletica

Tripletta nei 100 metri femminili a Tokyo

Oro per Ambra Sabatini

Pubblicato

il

Storica tripletta nella finale dei 100 metri femminili categoria T63 (atleti che competono con protesi a un arto) alle Paralimpiadi di Tokyo nel nostro pomeriggio e nella serata giapponese, sotto una forte pioggia.

Medaglia d’oro per Ambra Sabatini, 19enne originaria di Livorno e residente a Porto Ercole (Grosseto), che in 14″11 ha stabilito anche il nuovo record del mondo. Argento per Martina Caironi, 31enne originaria di Alzano Lombardo (Bergamo) con 14″46 e bronzo a Monica Graziana Contrafatto, 40enne originaria di Gela (Caltanissetta) con 14″73. 

L’Italia ha raggiunto 69 medaglie.

Continua a leggere

Altri Sport

Record di medaglie alle Paralimpiadi di Tokyo

Sono 61, superata Seul 1988

Pubblicato

il

Nel decimo giorno di gare l’Italia supera il record di medaglie di 58medaglie di Seul 1988 grazie a 3 ottimi risultati.

Assunta Legnante è argento nel lancio del peso F12

Ndiaga Dieng alla sua prima Paralimpiade è bronzo nei 1500m T20

Federico Mancarella conquista la prima medaglia Azzurra nella canoa nella nella storia,

Continua a leggere

Altri Sport

Paralimpiadi, ancora medaglie per l’Italia

Ottimi risultati per gli azzurri in diverse discipline

Pubblicato

il

Di

Continua in maniera piuttosto positiva ed esaltante la spedizione azzurra alle Paralimpiadi. Anche oggi il medagliere si arricchisce di due ori, un argento e tre bronzi.

Dopo i successi di ieri, il nuoto regala altri due ori alla spedizione azzurra: il primo lo firma sempre Arjola Trimi, questa volta nei 100 stile S3, il secondo è invece quello nei 200 misti SM13 di Carlotta Gilli, che ha anche stabilito il nuovo record del mondo. Argento poi per staffetta 4×100 sl maschile 34 punti  Podio anche nell’atletica con Oney Tapia, bronzo nel getto del peso maschile F11. La giornata si è aperta con altri due bronzi: il primo vinto da Maria Andrea Virgilio nel tiro con l’arco (compound open), il secondo da Andrea Liverani nella carabina mista 10 metri standing Sh2.

In totale, finora, l’Italia ha ottenuto 33 medaglie di cui dieci d’oro. Nel medagliere adesso è ottava. In testa c’è la Cina, seguita da Gran Bretagna e Stati Uniti.

Maria Andrea Virgilio conquista la medaglia di bronzo nel tiro con l’arco (compound open), battendo per 142-139 la russa Stepanida Artakhinova. Andrea Liverani vince il bronzo nella carabina mista 10 metri standing Sh2. Con 230.7 di punteggio il 31enne milanese si è piazzato dietro allo svedese Philip Jonsson (oro) e allo sloveno Francek Gorazd Tirsek (argento). “Poteva essere di un metallo più pesante, ma alla fine il gioco è quello: uno può entrare ottavo e finire primo come può entrare primo e finire ottavo. Sono comunque molto contento della medaglia che è arrivata, perché è stata il frutto di tanti sacrifici e tanto allenamento, quindi non mi lamento. Sono contentissimo”, ha commentato il tiratore, anche lui all’esordio a una Paralimpiade.

Arjola Trimi ha conquistato l’oro nei 100 stile libero di nuoto categoria S3. È la seconda medaglia d’oro individuale della 34enne di Milano (dopo quella di ieri nei 50 dorso), che si è imposta in 1’30″22 precedendo l’americana Leanne Smith (1’37″68) e la russa Iuliia Shishova (1’49″63). 

Oro e record del mondo per Carlotta Gilli nei 200 misti nella categoria Sm13 (ipovedenti) con il crono di 2’21″44. Quella ottenuta dala ventenne di Moncalieri (Torino) è la sua quinta medaglia a questi Giochi.

E’ poi arrivato anche l’argento nella staffetta 4×100 sl maschile 34 punti. La formazione azzurra composta da Antonio Fantin (classe S6), Simone Ciulli (S9), Simone Barlaam (S9) e Stefano Raimondi (S10) ha chiuso alle spalle dell’Australia e davanti all’Ucraina.

Medaglia di bronzo per Oney Tapia nel getto del peso maschile F11. Il lanciatore azzurro ha centrato il suo record personale con 13,60 metri nella finale disputata all’Olympic Stadium. L’oro è andato all’iraniano Mahdi Olad (14,43), l’argento al brasiliano Alessandro Rodrigo da Silva (13,89).

da Virgilio Sport

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group s.r.l.s. | Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€