Seguici anche su

Motori

Supermulta alla Racing Point

Dopo il reclamo ufficiale della Renault

Pubblicato

il

Supermulta alla Racing Point. La scuderia perderà punti nel campionato del mondo costruttori : 7,5 punti per ogni vettura iscritta al campionato, ovvero 15 punti in totale; inoltre una supersanzione economica di 200000 euro a vettura per un totale 400000 euro.

E’ quanto ha deciso la FIA che accolto il ricorso della Renault che aveva denunciato come le monoposto Racing Point fossero del tutto simili alle Mercedes dell’anno scorso.

Altri ricorsi sono ancora attivi per tutte le gare svolte.

Continua a leggere
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Motori

Formula 1: impresa Hamilton, disastro Ferrari. Mamma mia Ricciardo….

Secondo Verstappen

Pubblicato

il

Rischiava l’eliminazione dal Q3, poi ha centrato la 96^ pole in carriera: c’è però un’investigazione in corso. Si attendono novità,non dovrebbe essere compromessa la sua posizione.
In Russia l’inglese della Mercedes scatterà davanti a tutti con il tempo di 1’31″304, circa sei decimi meglio di Max Verstappen (Red Bull), che nel finale ha sorpreso Valtteri Bottas, terzo. In seconda fila anche Sergio Perez (Racing Point). Ferrari fuori dalla Top 10: 11° Leclerc e 15° Vettel, vittima di un’uscita di pista.
Nel Q2 Vettel a muro e Leclerc non supera il taglio. Amarezza per la rossa, l’incubo continua,veder festeggiare scuderie che fino a poco tempo fa erano nettamente al di sotto sia come reparto motore sia come organizzazione sta diventando un vero e proprio colpo secco al cuore.
Dure le parole nel post qualifica:
“Ho avuto un messaggio dalla radio che mi diceva che avevo margine, è così. Sono arrabbiato, devo smaltire e calmarmi .La gara è domani, dove si mettono punti. Weekend difficile, non ho guidato bene. Stavo prendendo ritmo in qualifica, mi spiace non aver visto cosa avevamo come potenziale. Gomme? Se c’è un vantaggio è buono, ma non è così netto. Avrei preferito partire 8^ senza scelta gomme, cercheremo di massimizzare il risultato con quello che abbiamo”. Leclerc,Ferrari

Daniel Ricciardo è contento di un buon sabato dopo le prove libere di Sochi: l’australiano ha portato la Renault ai piani alti centrando un giro da qualifica perfetto, ma non si nasconde, perché nelle simulazioni di gara il suo ritmo è stato buono, ma non eccezionale nel confronto diretto con Verstappen e altri piloti rivali come in neo acquisto Ferrari 2021 , Carlos Sainz. Si giocherà molto in gara.

Ricciardo è stato tra i pochi piloti a completare una simulazione di qualifica perfetta, riuscendo a mettere insieme i suoi migliori tempi nei tre settori, e questo gli ha assicurato la terza posizione davanti a Carlos Sainz, ma Daniel non si sbilancia molto in vista del proseguo del weekend.

La notizia positiva per lui è che la Red Bull ha iniziato il fine settimana russo con diversi problemi nonostante il 2° posto di Verstappen , ma c’è anche una McLaren molto vicina.

“Oggi ci siamo espressi su un livello molto alto, ho fiducia per il weekend” ha commentato il pilota giallo

Incidente per Sebastian Vettel al termine del Q2 nelle qualifiche del GP di Russia. In uscita dalla curva 3, il tedesco perde il controllo della SF1000 e va a muro. Leclerc sopraggiunge ad alta velocità ed evita per un soffio la monoposto del compagno. Nessuna conseguenza per Seb, uscito dalla vettura sulle proprie gambe.


Continua a leggere

Motori

MotoMondiale , GP Catalunya: pole di Morbidelli a Montmeló

2° Quartararo, 3° Valentino Rossi

Pubblicato

il

Moto: cancellate gare in Argentina Thailandia e Malesia

Ruggito Yamaha nella terra dei Campioni. Morbidelli, si gode la prima pole della carriera in top-class. Alle sue spalle ci sono altre due Yamaha: quella di Quartararo e quella di Rossi, nel giorno dell’annuncio ufficiale del suo passaggio in Petronas per il 2021. Dovizioso è 17°, la migliore Ducati è Miller solo nella 4 ^ postazione.
Squillo Mondiale per Fabio Quartararo,che può esorcizzare la pessima figura nelle scorse gare e minacciare la vetta del collega Dovi,ormai nelle ultime zone della griglia quest’oggi.

Sorride dunque la Yamaha e sorridono i tifosi italiani: Franco Morbidelli, in sella alla M1 del team Petronas, ha conquistato la pole nel gran premio di Catalogna in Spagna.
Per Morbidelli si tratta della 7^ prima fila in carriera , 27^ prima fila in tutte le classi, l’ultima pole risale addirittura a Sepang 2017 in Moto2 .

Le qualifiche sul circuito di Montmelò sono state un dominio della casa di Iwata: secondo Fabio Quartararo (con l’altra Petronas) e terzo un grande Valentino Rossi, che ritrova la prima fila proprio nel giorno in cui ha ufficialmente prolungato per un altro anno la sua permanenza in MotoGp.

Continuano a cadere invece le Ducati ufficiali con Andrea Dovizioso ,leader della classifica Mondiale, eliminato in Q1: partirà diciassettesimo. Nono il suo compagno di squadra Danilo Petrucci.

In seconda fila scatteranno due moto Ducati, quelle di Jack Miller (Team Pramac) e Johan Zarco (Team Avintia): insieme a loro in quinta posizione c’è l’altra Yamaha di Maverick Vinales.

Interviste post qualifiche dedicate al Dottore, Valentino Rossi:
“Abbiamo lavorato bene, già a partire dal venerdì. Sapevo di avere un bel passo e di poter essere competitivo, ma fare un buon giro in qualifica è sempre difficile. Sono riuscito a guidare bene, al limite, senza fare errori, quindi sono contento”
“Essere in prima fila è sempre bello, perché è molto importante per la gara, in una giornata così è ancora più bello”

Trova spazio anche l’italiano Morbidelli:
“Bellissima la prima pole in top class, mi sentivo molto carico, avevo voglia di andare forte, sono partito solo e sono rimasto concentrato, sono contento di questa giornata”
Avviso della federazione per i fan:
Domani cambiano gli orari delle gare: MotoGP alle 15, preceduta dalla Moto3 alle 12 e dalla Moto2 alle 13.20

Continua a leggere

Motori

F1, Sochi: Ferrari da top ten

Prime prove libere, domani le qualifiche

Pubblicato

il

Giornata di libere a Sochi, a dare il buongiorno ai team del circus è stato un cielo sereno e soleggiato, che ha fatto registrare una temperatura di 27°, un clima ideale per lo svolgimento della prima sessione di prove del week-end. A dominare la mattinata di libere 1 ci ha pensato il finlandese Bottas, al secondo posto troviamo invece Daniel Ricciardo che è riuscito a tenere ad un solo decimo di distanza il pilota della Red Bull; Verstappen, nono e undicesimo per le Rosse di Maranello, Leclerc è apparso fiducioso dopo aver testato le nuove modifiche aerodinamiche, al diciannovesimo invece Hamilton che ha preferito lavorare sul lungo termine, concentrandosi sul set up della vettura e rinunciando al giro lanciato, prove concluse a muro per il canadese Latifi e lo spagnolo Carlos Sainz, entrambi hanno pagato il prezzo di un circuito presentatosi inizialmente scivoloso e che a tratti ha fatto trattenere il fiato anche ai piloti della stella dopo qualche bloccaggio durante i giri di qualifica.

La giornata si è conclusa con le FP2, che hanno rivisto di nuovo Bottas al comando con un tempo di 1:33.519 seguito con il distacco di soli due decimi dal compagno di scuderia Hamilton, tutto sommato un buon risultato dopo che l’inglese ha sfiorato le barriere della curva 13 per via di un altro bloccaggio alle ruote, al terzo l’alpha man della Renault Daniel Ricciardo che ha messo a segno un 1:34.577, settimo posto sfortunato per l’olandese volante della Red Bull che è andato in testacoda durante uno dei suoi giri veloci, top ten invece per le due monoposto del cavallino rampante con il monegasco Charles Leclerc che concquista l’ottava posizione in 1:35.052 al decimo invece il compagno di scuderia Vettel che con qualche difficoltà in più porta un tempo di 1:35.183.

Arriva finalmente la notizia che va diretta a gonfiare l’orgoglio degli italiani, con l’ufficialità che l’oramai Ex direttore della Lamborghini, Stefano Domenicali è il nuovo CEO della formula 1, sostituendo l’americano Chase Carey. “Sono molto entusiasto” dice, in una delle prime interviste da lui rilasciate “ho da sempre amato questo sport, fa parte della mia vita, ho mantenuto rapporti con la FIA anche durante la mia permanenza in Lamborghini ed ora essere al comando dell’intero circus è per me un vero onore”, parole piene di passione quelle di Domenicali, che vengono subito appoggiate dal sei volte campione del mondo Lewis, che lo descrive come il più simpatico e allo stesso tempo la miglior scelta possibile per sostituire Chase

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti