Seguici anche su

Ciclismo

Simon Yates vince la Tirreno-Adriatico

Vittoria di tappa per Filippo Ganna

Pubblicato

il

Simon Yates vince la Tirreno-Adriatico.

Il podio finale della Corsa dei Due Mari è completato da Geraint Thomas (Team Ineos) e Rafal Majka (Bora – Hansgrohe).
Filippo Ganna (Team Ineos) vince l’ultima frazione, la cronometro individuale di San Benedetto del Tronto di 10,050 m.

CLASSIFICA GENERALE
1 – Simon Yates (Mitchelton – Scott)
2 – Geraint Thomas (Team Ineos) at 17″
3 – Rafal Majka (Bora – Hansgrohe) at 29″
4 – Wilco Kelderman (Team Sunweb) at 56″
5 – Aleksandr Vlasov (Astana Pro Team) at 58″

RISULTATO DI TAPPA
1 – Filippo Ganna (Team Ineos) – 10,1km in 10’42” alla media di 56.636kph
2 – Victor Campenaerts (NTT Pro Cycling) a 18”
3 – Rohan Dennis (Team Ineos) a 26”LE MAGLIE

  • Maglia Azzurra, leader della classifica generale, sponsorizzata da Gazprom – Simon Yates (Mitchelton – Scott)
  • Maglia Arancio, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Sportful – Pascal Ackermann (Bora – Hansgrohe)
  • Maglia Verde, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Enel – Hector Carretero (Movistar Team)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Sara Assicurazioni – Aleksandr Vlasov (Astana Pro Team)

Ma passiamo ai commenti.

Il vincitore della 55^ Tirreno-Adriatico EOLO Simon Yates ha dichiarato in conferenza stampa: “Sono un corridore diverso. Al Giro del 2018 correvo su troppi fronti: provavo a vincere le tappe, la Maglia Rosa e anche i traguardi volanti. Adesso sono più vecchio ma anche più esperto: ho imparato a gestire lo stress. Credo di aver dimostrato in questa Tirreno-Adriatico di saper gestire meglio certe situazioni, sono più tranquillo e anche la squadra si fida di più di me.
Oggi ho fatto un’ottima cronometro. Non ero sicuro di quanto avrei potuto guadagnare o perdere contro Thomas e Majka, ma i risultati dimostrano che ho corso bene. A volte riesco a fare delle buone prove a cronometro, oggi è andata bene. Dopo questo successo voglio riposarmi qualche giorno e fare dei lavori specifici per il Giro per finalizzare la mia forma. Mi aspettano le grandi montagne, vorrei fare un po’ di allenamento in altura per presentarmi al meglio.

Il secondo della Generale Geraint Thomas ha detto: “Sono contento di come sia andata questa settimana – il 2° posto è un buon risultato. Sento che al Giro sarò più forte ma lo saranno anche tanti altri! La cronometro è andata bene, forse avrei potuto guadagnare qualche secondo in più ma non i 17 secondi che alla fine mi separano dal Simon Yates. Non vedo l’ora di essere al Giro d’Italia. I ragazzi dell’Astana saranno tra i principali rivali, ci saranno tanti buoni corridori e squadre molto forti. Nibali sarà più forte di quello che ha fatto vedere in questi giorni. Sarà una Corsa Rosa con tanti corridori molto forti in lotta per la vittoria”.

Il secondo della Generale Rafal Majka ha detto: “Sono davvero contento perché la condizione sta migliorando e il Giro d’Italia si avvicina. Oggi ho perso la seconda posizione in classifica generale contro Geraint Thomas ma le sensazioni sono buone. Tutto il team ha vissuto una settimana fantastica con 2 vittorie di tappa di Ackermann, molti podi e un terzo posto in classifica generale.
Adesso la mia testa è alla Corsa Rosa, voglio puntare al podio e penso di essere pronto per arrivarci, magari vincendo anche una tappa”.

Il vincitore di tappa Filippo Ganna ha dichiarato in conferenza stampa: “È una bellissima vittoria per me, abbiamo lavorato tanto tutta la Tirreno-Adriatico per Geraint [Thomas]. Anche lui stamattina mi ha detto di dare tutto e provare a vincere, ci sono riuscito. Sono contento anche perché riporto l’Italia a vincere una tappa e perchè ho stabilito il nuovo record del percorso, battendo quello di Fabian Cancellara. Adesso mi concentrerò sulla prova a cronometro Mondiali, dove dovrò vedermela contro il mio compagno di squadra Rohan Dennis.”

Foto LaPresse – Fabio Ferrari14 Settembre 2020 San Benedetto del Tronto (Italia)Sport Ciclismo55a edizione Tirreno Adriatico – San Benedetto delTronto (Cronometro Individuale) 10,1 km, Filippo Ganna

La Maglia Arancio Pascal Ackermann ha dichiarato: “Non salivo su una bici cronometro da un sacco di tempo! Oggi è stato un po’ come un giorno di riposo, sicuramente più rilassante delle ultime tappe. Sono davvero molto felice di aver vinto la Maglia Arancio e sono molto contento delle mie prestazioni di questa settimana. I risultati che ho ottenuto sono stati ottimi, sia per la forma che per il morale.”

La Maglia Verde Hector Carretero ha dichiarato: “La Maglia Verde è un grande premio per me e per la squadra. Siamo venuti qui con l’obiettivo di provare a vincere una o due tappe ma è bello portare a casa la Maglia Verde, inoltre questa gara è stata un’ottima preparazione per il Giro d’Italia. Ho alcune tappe su cui punterò, mi piacerebbe davvero ottenere un successo di tappa alla Corsa Rosa! Ora è il momento di riposare e prepararsi prima di ripartire a Ottobre”.

La Maglia Bianca Aleksandr Vlasov ha dichiarato: “Non pensavo di poter guadagnare molto tempo sui miei avversari oggi – il percorso era breve e molto pianeggiane, non proprio in linea con le mie caratteristiche. Lavorerò per migliorare nelle prove a cronometro per fare si che la prossima volta sia un po’ più veloce. Nel complesso però sono contento della mia prestazione e del mio risultato alla Tirreno-Adriatico. Per me questo è stato un grande test in vista del Giro d’Italia e credo che sia andato bene. Ora mi riposerò un po’ e mi preparerò per essere al top. Non vedo l’ora. “

Continua a leggere
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ciclismo

Ciclismo donne: le selezionate per Imola

11 le convocate per prova in linea e crono

Pubblicato

il

Il selezionatore delle Nazionali femminili di ciclismo, Edoardo Salvoldi, ha comunicato i nomi delle convocate per i Mondiali di Ciclismo a Imola la prossima settimana.

Le convocate – Prova in linea: Elisa Balsamo, Elisa Longo Borghini, Marta Cavalli, Elena Cecchini, Tatiana Guderzo, Erica Magnaldi, Soraya Paladin, Katia Ragusa, Debora Silvestri.

 Per la Crono: Vittoria Bussi e Vittoria Guazzini.

Continua a leggere

Ciclismo

Tour: Bennett chiude in verde e tris per Pogacar

Vittoria dell’irlandese a Parigi

Pubblicato

il

Tour: Bennett chiude in verde e tris per Pogacar. Classica volatona finale a Parigi vinta dalla maglia Verde Sam Bennett davanti a Pedersen, Sagan, Kristoff e Viviani.

L’irlandese prende la maglia verde della classifica a punti, che era per anni il “simbolo” di Sagan. Lo slovacco cercherà di rifarsi al Giro.

Di seguito le quattro maglie del Tour 2020. Tre sono di una sola persona, che viene dalla Slovenia e si chiama Tadej POGACAR.

maglia gialla – classifica finale – Tadej POGACAR (UAE Emirates)

maglia verde – classifica a punti – Sam BENNETT (Deceuninck Quick Step)

maglia a pois – classifica degli scalatori – Tadej POGACAR (UAE Emirates)

maglia bianca – classifica miglior giovane – Tadej POGACAR (UAE Emirates)

Continua a leggere

Ciclismo

Pogacar ribalta il Tour.

Il re del Tour è Tadej Pogacar con una cronometro spaziale.

Pubblicato

il

Tadej Pogacar firma una delle imprese più belle del ciclismo contemporaneo e con una cronometro fenomenale si va a prendere l’edizione 107 della Grande Boucle. Il giovane sloveno del Team UAE Emirates, 22 anni lunedì, si fa uno dei regali più belli per il suo compleanno vincendo la cronometro individuale con arrivo a Planche des Belles Filles.

L’impresa: In patria è considerato il predestinato delle 2 ruote ed oggi in un duello cronometro appassionante ha travolto il suo connazionale ed ex maglia gialla Primoz Roglic infliggendogli 1’57” di ritardo. Sul traguardo un abbraccio commovente tra i 2 due entrambi lacrimanti: Pogacar incredulo per la felicità e l’impresa compiuta, Roglic affranto per la sconfitta inaspettata. Al secondo posto della cronometro sono arrivati l’olandese Tom Doumolin e il tasmaniano Richie Porte con un distacco di 1’21”. Porte domani salirà sul gradino più basso del podio del tour. Ecco le prime parole di un emozionatissim Pogacar ai microfoni di Eurosport : “Un sogno, non posso credere a quello che ho fatto”.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti