fbpx
Seguici anche su

Calcio

Serie C, Matelica-Carpi 1-0

Pubblicato

il

MACERATA – Torna a far punti nel fortino dell’Helvia Recina il Matelica, che nel recupero con il Carpi si impone sulla squadra di mister Pochesci grazie alla rete di Volpicelli che permette ai biancorossi di conquistare i primi tre punti del 2021 e di balzare a quota 28 punti in classifica.
Uno squalificato per parte, capitan Sabotic e Cason nelle fila locali, e qualche acciacco costringono entrambi i tecnici a ridisegnare i propri pacchetti arretrati.
Carpi reduce dal successo sul Ravenna in rimonta, Matelica voglioso di riscatto dopo il doppio stop con Perugia e Imolese. Mister Colavitto avvicenda Maurizii (alle prese con una botta rimediata nell’ultimo incontro) con Di Renzo. Siede in panchina il neo acquisto Zigrossi. A centrocampo Calcagni prende il posto di Pizzutelli. Confermato invece il tridente offensivo.
Mister Pochesci, alle prese con il primo dei tre recuperi dopo l’emergenza Covid e con un calendario già di per sè affollato di impegni, visti anche i numerosi rinforzi messi a disposizione dalla società nelle prime battute di mercato, non applica un turnover massiccio ma fa debuttare in difesa il neo arrivo Ercolani. Non convocato Venturi per problemi muscolari, a riposo Marino, in campo, benché affaticati, Ghion, De Cenco e Mastour, con questi ultimi due autori di una prestazione positiva contro il Ravenna.
Ritmi non troppo elevati nella prima frazione che procede a fasi alterne: meglio il Matelica ai punti e come numero di occasioni. Proprio nel finale sospetto atterramento di Moretti in area carpigiana non sanzionato e doppio tentativo ribattuto a Calcagni.
Ripresa che si apre sulla stessa falsariga con i padroni di casa più briosi e reattivi a fare la gara ed uno splendido guizzo di Moretti che dà solo l’illusione del gol.
Al 18’ st gli ospiti restano in inferiorità numerica per il rosso diretto a Varoli: Rossini si oppone benissimo alla punizione conseguente calciata dallo specialista Volpicelli. Il gol è nell’aria e il numero 7 di casa servito da Balestero al minuto 24’ della seconda frazione danza sul pallone e lo deposita in fondo al sacco alle spalle di Rossini per il vantaggio locale. I ragazzi di Colavitto potrebbero arrotondare con Moretti, il subentrato Alberti ed ancora con una splendida girata ed un altro paio di occasioni firmate Volpicelli, ma l’estremo emiliano fa sempre buona guardia ai propri pali.
Domenica sarà di nuovo campionato: i biancorossi affronteranno per la prima gara del girone di ritorno la blasonata Triestina, battuta nello storico esordio del “Nereo Rocco”.

La cronaca

Prima frazione
4’ pt Leonetti diagonale da due passi out
9’ pt Bayeye non aggancia in area da ottima posizione
14’ pt punizione dalla destra per il Matelica, calcia Calcagni per la testa di De Santis
20’ pt Fracassini serve per Leonetti
22’ pt Rossini si oppone a Calcagni che si era coordinato bene al centro dell’area servito da Balestrero
34’ pt si libera al tiro dal limite dopo aver eluso il fuorigioco De Cenco, ma il numero 9 ospite calcia fuori bersaglio 35’ pt rispondono Bordo e Leonetti, anche per loro difetto di mira dal limite.
39’ pt corner di Volpicelli, sfiora Magri di testa
44’ pt tambureggiante azione in area del Carpi, con un sospetto atterramento di Moretti non sanzionato e Rossini e Gozzi a respingere il doppio tentativo di Calcagni.

Seconda frazione
5’ st splendido guizzo di Moretti che conclude ostacolato a fil di palo conquista un corner
7’ st Volpicelli centrale dal limite
16’ st rosso per Varoli per fallo su Moretti. Rossini respinge la punizione di Volpicelli.
22’ st Carpi alle corde, ottimo traversone messo in mezzo con nessuno che riesce a raccogliere il suo suggerimento
24’ st GOL!! Matelica in vantaggio con Volpicelli servito dà Balestrero
31’ st: Maurizi ci prova dalla distanza e conquista un corner
32’ st Leonetti spara alto dal limite
35’ st murato il tentativo di Moretti
37’ st bellissima girata di Volpicelli
42’ st ancora pericoloso Volpicelli
47’ st occasionissima Alberti

IL TABELLINO

MATELICA – CARPI 1-0

MATELICA (4-3-3): 1 Cardinali; 2 Fracassini, 4 De Santis, 18 Magri, 3 Di Renzo); 19 Calcagni, 5 Bordo, 11 Balestrero; 7 Volpicelli, 17 Moretti (43’ st 21 Peroni), 10 Leonetti (34’ st 29 Alberti). A disposizione: 22 Martorel, 28 Puddu, 6 Barbarossa, 8 Pizzutelli, 9 Zigrossi, 13 Santamarianova, 16 Baraboglia, 23 Franchi, 24 Masini, 26 Ruani. Allenatore Gianluca Colavitto.
CARPI (3-4-1-2): 22 Rossini; 3 Ercolani, 25 Gozzi, 6 Varoli; 19 Bayeye (6’ st 10 Maurizi, 34’ st 30 Salata), 16 Ghion (34’ st 24 Ceijas), 21 Fofana, 26 Lomolino; 7 Mastour (6’ st 18 Ferretti); 9 De Cenco (18’ st 8 Bellini), 15 Giovannini. A disposizione: 12 Rossi, 2 Danovaro, 17 Marcellusi, 20 Offidani, 27 Ridzal, 31 Motoc, 33 Marino. Allenatore Sandro Pochesci.
ARBITRO: Sig. Andrea Ancora della sezione di Roma1.
ASSISTENTI: Sig.ri Paolo Cipolletta della sezione di Avellino e Giuseppe Cesarano della sezione di Castellammare di Stabia.
QUARTO UOMO: Sig. Tommaso Zamagni della sezione di Cesena.
RETE: 24’ st Volpicelli
NOTE: gara a porte chiuse; ospiti in divisa grigia con inserti rossi, pantaloncini e calzettoni bianchi e portiere blu elettrico; locali in divisa biancorossa, pantaloncini e calzettoni rossi portiere verde; corner 7-4; espulso Varoli al 17’st; ammoniti Magri, Balestrero, Fracassini, Bayeye, Varoli e mister Colavitto per proteste; recupero 0’pt, 5’ st.

Calcio

La Roma fa tris e si regala gli ottavi

Prestazione convincente dei giallorossi che strapazzano il Braga nel doppio confronto.

Pubblicato

il

La Roma batte lo Sporting Braga 3 a 1 nel ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League qualificandosi agli ottavi di finale. Fonseca alla vigilia era preoccupato per questa gara che poteva risultare insidiosa sia per l’ottimo valore della squadra portoghese e sia dalle assenze in difesa della squadra giallorossa. I giocatori in campo hanno interpretato bene la gara dimostrando la loro superiorità già manifestata 7 giorni fa a Braga. Nel primo tempo dopo una fase di assestamento la Roma passava con Dzeko abile a ribadire in rete una giocata di El Sharawy che si era stampata sul palo. Il Braga provava a rimettersi in carreggiata con un buon possesso palla ma troppo sterile. Sul finire del tempo era la Roma con una traversa di Pedro, dopo assist del faraone, ad andare più vicino al goal del raddoppio.

La ripresa: Nel Secondo tempo Fonseca ruotava i suoi titolari pensando alla partita di domenica sera col Milan. Pellegrini, subentrato a Villar prima sbagliava un calcio di rigore procurato da Carles Perez ma subito dopo confezionava un assist al bacio sempre per il giovane spagnolo che realizzava il raddoppio. Qualificazione al sicuro e partita che si concludeva con l’autorete di Cristante ed il goal del definitivo 3 a 1 di Borja Mayoral. Da segnalare la prestazione di Diawara e del subentrante Carles Perez che entrava con le giuste motivazioni facendo la differenza nell’ultima mezz’ora. Unica nota negativa l’infortunio di Dzeko sostituito per un problema inguinale, che lo mette a rischio per la partita di domenica.

Continua a leggere

Calcio

Due pareggi, ma il Milan va agli ottavi

Pubblicato

il

La partita di andata è terminata 2-2 a Belgrado, sette giorni dopo si gioca la gara di ritorno al Meazza, i rossoneri hanno segnato due reti in trasferta e partono con il favore del pronostico. Dopo 9’minuti di gioco, i padroni di casa ricevono un calcio di rigore a favore, trasformato da Frank Kessie. Il Milan però, si porta dietro gli strascichi del derby e concede  il pari agli uomini di Stankovic, dopo 24′ minuti segna Ben ed é 1-1. Le due squadre vanno a riposo con questo parziale che qualificherebbe il diavolo. Nella ripresa entra anche Ibra per il Milan, ma non ci saranno ulteriori reti. Al minuto 70′, Gobeljic si fa espellere e la Stella Rossa resta in dieci, ma la sua squadra continua a spingere senza trovare goal. Il Milan con il doppio pari, stacca il pass per gli ottavi di Europa League.

Continua a leggere

Calcio

Europa League, vittoria amata del Napoli contro il Granada: gli azzurri vengono eliminati dalla competizione

Pubblicato

il

Zienilski fa, la difesa disfa. Il polacco illude il Napoli per una ipotetica rimonta ai danni del Granada segnando al 3′, ma a metà primo tempo la retroguardia azzurra fa un pasticciaccio incredibile che permette a Montoro di realizzare la rete della tranquillità spagnola. I ragazzi di Rino Gattuso escono così ai sedicesimi di Europa League, condizionati dai troppi infortuni avuti tra andata (finita 2-0 per il Granada) e ritorno. Nella ripresa Fabian Ruiz mette a tabellino il 2-1 definitivo, che però non dà mai un’ulteriore carica emotiva ai suoi compagni per tentare di segnare altre due reti che avrebbero garantito la qualificazione.

L’eliminazione del Napoli è un grave danno per il calcio italiano, perché i partenopei potevano competere per arrivare fino in fondo in Europa League.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group s.r.l.s. | Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti |