Seguici anche su

Calcio

Serie C: la Samb non c’è e dopo 63 anni il Modena esce corsaro

Pubblicato

il

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Una Samb sotto tono esce sconfitta in casa dal Modena.

Era dal 5 maggio 1957 che i canarini, allenati allora da Manlio Bacigalupo fratello del più famoso Valerio portiere del Grande Torino perito a Superga, non tornavano vincitori da San Benedetto (0-2) in quella che fino a ieri era l’unica vittoria emiliana in terra marchigiana.

Un successo costruito nella seconda frazione di gioco quando i ragazzi di Mignani realizzavano le due reti vincenti senza in pratica subire il gioco di una spenta sambenedettese.

Nel primo tempo i ragazzi di Montero potevano anche pervenire al vantaggio ma è ingiustificabile una ripresa alquanto sottotono.

Domenica prossima trasferta a Bolzano in casa del SudTirol.

CRONACA

Primo tempo

18 Botta sulla trequarti lancia al millimetro sulla sinistra Bacio Terracino che in area tenta il pallonetto vincente sull’uscita dell’estremo canarino: palla di poco sopra la traversa.

21 risponde il Modena con un lancio dalla sinistra per la testa di Spagnoli che tutto solo dagli undici metri non inquadra la porta.

22 Federico Angiulli dal limite dell’area lascia partire un tiro secco che fa la barba al palo alla sinistra di Gagno.

La gara incomincia a lievitare.

23 Nobile respinge un tiro insidioso sulla sua destra.

25 Ammonito Liporace.

26 doppia occasione Modena: prima Bearzotti scalda le mani a Nobile in una respinta rasoterra raccolta da Prezioso che manca il bersaglio.

28 palo della Samb su cross innocuo dalla destra di Lavilla: Gagno non trattiene e la sfera batte sul legno alla sua destra.

31 Sodinha dal limite costringe Masini all’angolo.

40 entra Nocciolini per Bacio Terracino, lievemente infortunatosi.

42 Ammonito Gerli.

Dopo due minuti di recupero termina la prima frazione di gioco.

 

Secondo tempo

6 Botta smista a sinistra per Masini che rasoterra tira in area dove non c’è nessuno a ribadire in rete.

9 nel Modena entrano Davì e Muroni per Castiglia e Sodinha.

10 Angiulli dalla distanza a mezza altezza, fuori di poco alla destra di Gagno.

18 ancora un doppio cambio nel Modena: entrano Laurenti e Monachello per Prezioso e Scappini.

20 nella Samb entra Malotti per Masini.

24 da un’azione dalla destra di Bearzotti, rimpallo in area e Spagnoli si trova la sfera sui piedi ai cinque metri e mezzo per il vantaggio canarino.

Gli undici di Montero accusano il colpo, il Modena ora sembra gestire la gara.

30 nella Samb entrano Lescano e Scrugli per Maxi Lopez e Lavilla.

34 Monachello dal limite chiama Nobile alla deviazione di pugno in angolo.

35 ammonito Laurenti.

38 entra Milesi esce Spagnoli.

39 raddoppio di Muroni che indovina l’angolo alla destra di Nobile. 0-2.

 

IL TABELLINO

 

SAMB – MODENA 0 – 2 (pt 0 – 0)

Reti: 24st Spagnoli, 39st Muroni.

SAMB (4-3-2-1): Nobile; Lavilla (30st Scrugli), D’Ambrosio, Di Pasquale, Liporace; Shaka Mawuli, Angiulli, Masini (20st Malotti); Botta, Bacio Terracino (40pt Nocciolini); Maxi Lopez (30st Lescano). A disp. Laborda, Biondi, Enrici, Occhiato, De Ciancio, Malotti, D’Angelo, Serafino, Scrugli, De Goicoechea, Lescano. All.: Montero.

 

MODENA (4-3-1-2): Gagno; Bearzotti, Ingegneri, Zaro, Varutti; Prezioso (18st Laurenti), Gerli, Castiglia (9st Davì); Sodinha (9st Muroni); Scappini (18st Monachello), Spagnoli (38st Milesi). A disp.: Narciso, Stefanelli, Chiossi, Mignanelli, Pergreffi, Muroni, Davì, Milesi, Laurenti, Abiuso, Monachello. All.: Mignani.

 

Arbitro: Mattia Caldera della sezione di Como.

Assistenti: Dario Garzelli di Livorno e Francesco Santi di Prato.

Quarto ufficiale: Andrea Ancora di Roma 1.

Recupero: 2pt, 4st.

Ammoniti: 25pt Liporace, 42pt Gerli, 43pt D’Ambrosio; 35st Laurenzi, 44st Shaka Mawuli

Espulsi:

Angoli: 3-5 (pt 1-2).

NOTE: spettatori 830 per un incasso di € 16546,00. Samb in maglia blu con inserto verticale centrale rosso, Modena in tenuta bianca. Cielo sereno, temperatura 18°C.


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Calcio

Vince il Bologna, sempre più ultimo il Crotone

Pubblicato

il

Seconda sconfitta di fila per gli squali che non riescono a rialzare la testa, neanche contro il Bologna.  I padroni di casa invece, ottengono il secondo successo consecutivo dopo la vittoria di Genova contro la Samp. L’unico goal segnato nella partita, arriva nel recupero del primo tempo ed ha segnarlo, é Soriano. La situazione del Crotone é molto delicata, i calabresi restano ultimi un classifica con solo due punti conquistati. Il Bologna di Mihajlovic sale al decimo posto a quota dodici punti in Serie A.

Continua a leggere

Calcio

Una Samb sprecona non va oltre il pari. Contro il Legnago è 1-1

Pubblicato

il

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un pareggio acciuffato a tre minuti dalla fine per la Samb di Zironelli che per quanto visto complessivamente e soprattutto nella ripresa avrebbe meritato la vittoria.

Nel primo tempo Zironelli lascia in panchina Nocciolini e forse questa è stata una grossa pecca per quanto visto poi all’entrata dell’attaccante ex Ravenna.

Due rigori nel primo tempo (uno per parte) che l’arbitro, però, vede soltanto il secondo, quello a favore dei veneti realizzato da Luppi al quarto d’ora.

Poi la Samb colpisce un palo con Shaka e colleziona occasioni anche clamorose nella ripresa.

Lavilla addirittura sbaglia da due metri della linea bianca e a portiere battuto.

L’estremo difensore avversario, poi, un classe 2001, si erge a protagonista sventandio almeno due occasioni limpide da gol per i rossoblu.

E’ un suo coetaneo, Masini della Samb a ristabilire la parità di testa.

Il Legnago guadagna un altro pari, il sesto in sei partite giocate in trasferta.

Per la Samb un punto che va molto stretto e mercoledì c’è il recupero in casa dell’Arezzo.


CRONACA 

Primo tempo

1 Tiro di Rolfini parata di Nobile.

2 Risponde la Samb con Malotti che chiama alla parata sul palo destro Pizzignacco.

Piove copiosamente.

10 intervento dubbio in area Samb, l’arbitro sorvola.

12 Cristini interviene in area su Rolfini. Questa volta Garofalo indica il dischetto.

13 Dagli undici metri realizza Luppi spiazzando Nobile. Samb 0 Legnago 1.

16 angolo dalla destra d’attacco rossoblu incorna Shaka sotto la traversa il portiere dei veneti devia provvidenzialmente in angolo.

25 ammonito Perna del Legnago.

26 PALO SAMB. Shaka, in piena area, si gira e trova il palo basso alla destra del portiere avversario.

33 ammonito Antonelli del Legnago.

34 Lavilla dalla destra per Maxi Lopez che, al centro dell’area, si gira e lascia partire il tiro, sopra la trasversale.

42 ammonito Zanoli per il Legnago.

43 punizione Samb dai venti metri, Pizzignacco para a terra in tuffo sul palo destro

43 ammonito D’Angelo per la Samb.

Primo tempo deciso dal calcio di rigore realizzato dai veneti. Samb con possesso palla, colpisce un palo. Più giusto il pareggio. 

Secondo tempo

10 esce Luppi per Grandolfo, esce Bulevardi per Giacobbe.

13 ammonito Giacobbe per il Legnago.

14 Botta da calcio di punizione dai 25 metri sfiora il montante alla sinistra dell’estremo difensore ospite.

18 Malotti da sinistra col mancino, fuori di poco.

21 esce Morselli per Senese.

22 clamorosa occasione per la Samb: Maxi Lopez gira per l’intervento d’istinto del portiere, raccoglie Lavilla che a porta vuota manca clamorosamente il bersaglio….

25 escono Lavilla e D’Angelo per Masini e Nocciolini.

31 ammonito Gasperi

32 altra clamorosa occasione della Samb: punizione dai venti metri di Nocciolini diretta verso l’angolino basso alla sinistra di Pizzignacco, classe 2001, che si stende e compie un miracolo, ricacciando la sfera dalla rete.

33 ammonito Maxi Lopez.

33 entra Lescano per Maxi Lopez ed Enrici per  Di Pasquale.

36 esce Rolfini per Chakir.

42 PAREGGIO SAMB!!!!! Masini, classe 2001, di testa insacca, finalmente. Primo gol in maglia rossoblu.

43 ammonito D’Ambrosio.

50 dalla sinistra fronte d’attacco rossoblu sfiora il palo più lontano.

Finisce qui, la samb avrebbe meritato la vittoria soprattutto per quanto visto nella ripresa.


 IL TABELLINO

SAMB – LEGNAGO  1 – 1 (pt 0 – 1)

Reti: 13pt rigore Luppi; 42st Masini .

SAMB (3-5-2) Nobile; Cristini, D’Ambrosio, Di Pasquale; Lavilla(71’ Masini), Shaka, Angiulli, D’Angelo( 71’ Nocciolini), Malotti; Botta., Maxi Lopez.
A disposizione
Laborda, Fusco, Biondi, Enrici, Chacon, Nocciolini, Occhiato, Serafino, Masini, De Cianci, Lescano, Liporace

LEGNAGO (4-3-1-2) Pizzignacco, Zanoli, Bondioli, Perna, Ricciardi; Gasperi, Antonelli, Luppi; Morselli(65’Senese), Bulevardi, Rolfini(82’Chakir)

A disposizione
Pavoni, Colobo, Pellizzari, Girgi, Giacobbe, Ferraro, Senese, Chakir, Zanetti, Grandolfo, Mazzali

ARBITRO: Gino Garofalo della sezione di Torre del Greco.

Assistenti: Giovanni Dell’Orco della sezione di Policoro (Ass. 1) e Federico Votta della sezione di Moliterno (Ass. 2).

Quarto ufficiale: Daniele Rutella della sezione di Enna.

Recupero: 2pt, 5st.

Ammoniti:  25pt Perna, 33pt Antonelli, 42pt Zanoli, 43pt D’Angelo, 13st Giacobbe.

Espulsi:

Angoli: 9-0 (pt 5-0).

NOTE: gara a “Porte Chiuse” causa CoViD19. Prima dell’ingresso in campo delle due squadre il ricordo di Franco Spinelli, factotum della Samb. Minuto di raccoglimento per la scomparsa in settimana di Diego Armando Maradona. Samb in maglia blu con inserto verticale centrale rosso, Legnago con la classica maglia a strisce verticali bianco azzurra. Pioggia a tratti copiosa, temperatura circa 11°C.

Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Continua a leggere

Calcio

L’Udinese si impone per 3 a 1 in casa della Lazio. Il tabellino.

Pubblicato

il

La Lazio perde l’occasione di agganciare la Juventus in classifica, finisce 3 a 1 per i friulani che giocano una gran partita.

Nella partita andata in scena ad ora di pranzo l’Udinese vince e si porta a quota 10 punti scalando 5 posizioni. In gol nel primo tempo Arslan che grazie ad una deviazione di Acerbi trova un gol da fuori area. Il raddoppio firmato da Pussetto porta i bianconeri all’intervallo con il parziale di 2-0.

Nella ripresa il gol di Forestieri chiude definitivamente i giochi. La Lazio prova a riaprirla nel finale con Ciro Immobile che si procura e mette a segno un rigore.

La squadra di Inzaghi ha cercato in tutti i modi di bucare la retroguardia friulana con scarsi risultati. All’Udinese va dato merito di aver giocato con grande compattezza creando molta densità al limite dell’area , impedendo così ai biancocelesti di trovare spazio per scambi ravvicinati oppure per battere a rete.

Il tabellino

Lazio ( 3-5-2 ):  Strakosha; Patric (76′ Pereira), Acerbi, Radu; Lazzari, Parolo (46′ Akpa Akpro), Cataldi (46′ Leiva), Luis Alberto (62′ Caicedo), Fares (46′ Marusic); Correa, Immobile. All. :S. Inzaghi.

Udinese ( 3-5-2 ): Musso; Becao, Nuytinck, Samir; Stryger Larsen, De Paul, Arslan (57′ Jajalo), Pereyra, Zeegelaar (57′ Molina); Forestieri (79′ Walace), Pussetto. All.: G. Cioffi.

MARCATORI: Arslan (U) 19′; Pussetto (U) 48′; Forestieri (U) 71′; Immobile (L) 74′

AMMONITI: Arslan(U); Patric(L); Fares(L); Samir(U); Leiva (L); Akpa Akpro(L)

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group s.r.l.s. | Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti |