Seguici anche su

Calcio

Serie C: ecco il pallone ufficiale

Presentato ‘Connector’, il pallone della nuova stagione 2020-2021 di Lega Pro ed Erreà.

Pubblicato

il

Presentato ‘Connector’, il pallone della nuova stagione 2020-2021 di Lega Pro ed Erreà.

(durata lettura articolo 3’10” circa. In fondo la versione audio).

E’ ‘il pallone che fa bene al paese’: innovativo, giovane, allegro e colorato, con i nomi delle regioni di tutta Italia dove la Lega Pro è presente quasi completamente. Si chiama ‘Connector’ – l’iniziale omaggia la categoria di appartenenza – il nuovo pallone della stagione 2020-2021 di Lega Pro ed Erreà Sport, e che è stato presentato questa mattina sui canali social di entrambe. Il nome vuol fare riferimento proprio alla volontà di essere connessi e presenti il più possibile sul territorio, mantra della Lega Pro e del suo Presidente Francesco Ghirelli. Un’unicità simbolo dell’Italia e delle sue regioni, ognuna con caratteristiche, particolarità e valori diversi ma unite nella determinazione di esserci e di dare un segnale forte.

“Vogliamo rappresentare sempre di più il legame tra calcio, club e territorialità. E questo pallone ne è la sintesi perfetta. Guardiamo al futuro, guardiamo ai giovani, il calcio ha bisogno di loro negli stadi. Il nostro messaggio è esattamente questo. Un pallone parla più di mille parole e racconta emozioni. Spero che Connector ne trasmetta tantissime in questo nuovo anno calcistico che vorremmo fosse quello della rinascita. Mi auguro che sia simbolicamente l’inizio del ritorno del pubblico negli stadi e che ci sia una seria attenuazione dei protocolli sanitari. Il pallone Connector ci aiuti a riannodare i fili della normalità”. Anche Angelo Gandolfi, Presidente Erreà Sport, sottolinea l’importanza del significato di ‘Connector’: “Siamo estremamente felici e soddisfatti di questo risultato. Abbiamo, in questi mesi, lavorato con grande impegno ed entusiasmo a stretto contatto con Lega Pro, anche noi “interconnessi” a livello di valori, intenti e messaggio che il nuovo pallone ufficiale voleva portare. Credo ci sia davvero bisogno, specialmente in questo momento, di unirsi, capirsi, di riconoscere i valori più belli insiti nell’altro. Solo attraverso questo riconoscimento sarà possibile costruire qualcosa di importante per il nostro futuro. Solo grazie a questa volontà di stringersi e far fronte comune le società del calcio italiano potranno portare nuova linfa vitale, continuare a vivere e ad evolvere. Siamo orgogliosi di aver realizzato ‘il pallone che fa bene al paese’. E’ una mission che ci piace molto e che siamo fieri di sostenere insieme a Lega Pro”.

Connector’, grazie all’innovativa struttura composta da 32 pannelli termosaldati, racchiude un mix di tecnologia e innovazione ideale per le competizioni ai massimi livelli. Su ogni pannello c’è stampato il nome di una regione: anche il colore bordeaux è una scelta audace e brillante che punta al futuro. Ci sarà poi una seconda versione, identica, ma in un vivace giallo.


VERSIONE AUDIO

Calcio

Verso Juventus-Dynamo Kiev, Pirlo: “Dobbiamo gestire meglio i momenti della partita”. Alex Sandro: “Stiamo andando verso la strada giusta”

Pubblicato

il

In vista di Juventus-Dynamo Kiev di Champions League, Andrea Pirlo ha presentato il match in conferenza stampa. Ad affiancare il tecnico bianconero c’è il rientrante Alex Sandro, queste sono le loro parole:

ALEX SANDRO

“Stiamo lavorando benissimo e siamo in crescita. Nella Juve è così: quando non vince tutti iniziano a parlare, ma siamo abituati e sappiamo in cosa dobbiamo migliorare. Ogni giorno mi sento meglio e mi sento pronto per giocare, sono a disposizione. Sono stato tanti giorni fuori, però la mentalità non è cambiata, ma con il mister è cambiato il modo di giocare però sapevo già come voleva giocare, perché abbiamo fatto tanti allenamenti prima del mio infortunio. Vedo i giocatori che capiscono già bene cosa vuole il mister. Domani mi piacerebbe vedere un bel gioco con tutti concentrati che vogliono la palla, perché sappiamo che il dna della Juve è quello che devi sapere giocare anche senza la palla e quando hai la palla invece devi sfruttare al meglio le giocate: con questa mentalità penso che faremo una bella partita perché siamo concentrati. È stato un po’ duro il mio infortunio perché non sono mai stato così tanto tempo fuori dal campo, abbiamo fatto un bel lavoro di recupero e mi sento bene. In Champions bisogna fare più attenzione, perché sono partite difficili e ci sono giocatori forti, sono sicuro che loro vorranno fare una bella prestazione, quindi siamo sicuri che sarà una partita difficile. La responsabilità di questo momento sia la stessa sia da quelli più giovani che quelli più vecchi, però è sempre importante avere i giocatori di più esperienza. La Juve quando gioca la Champions deve sempre arrivare in fondo. Ogni partita vogliamo sempre vincere e questa mentalità che porta la Juve sempre al fondo della Champions, però sappiamo che la stagione è lunga e dobbiamo esser preparati“.

ANDREA PIRLO

“Non credo di aver detto cose così forti dopo la partita di Benevento, poi sono state frasi di circostanza dopo quello che ho visto e ho detto ai ragazzi che bisogna avere più voglia di raggiungere il risultato. Pensiamo partita per partita per la crescita, domani c’è la Dynamo e pensiamo di mettere i giocatori che abbiamo a disposizione per fare una buona partita. Chi ha giocato di più come Cuadrado e Danilo possono riposare. Kulusevski alla Juventus ha sempre giocato nello stesso ruolo, sulla trequarti partendo da una posizione esterna per trovare la posizione a fianco al nostro attaccante e quindi la posizione è sempre quella. Ha fatto partite buone e altre meno buone, però ha sempre detto che ho un ragazzo giovane e tutti i giovani che sono arrivati alla Juventus hanno fatto tutti lo stesso percorso. Non sono assolutamente preoccupato per questo periodo, la personalità non è un peccato di gioventù ma un peccato non aver vinto la partita sabato perché dovevamo vincere e avevamo avuto le occasioni per chiuderla. Dybala gioca vicino all’attaccante, ma nella sua indole è normale abbassarsi e toccare un po’ più di palloni senza avere l’uomo attaccato, però glielo ripeto tutti i giorni che deve giocare in certi tipi di spazi ed esser libero di trovare la giocata vincente. Quando viene a giocare al di là del centrocampo deve giocare facile e non deve perdersi per portare palla anche perché se no si stanca e deve esser lucido nel stare vicino all’attaccante per esaltare le sue qualità. Non dovrebbero esserci diversità tra campionato e Champions, dovremmo affrontare tutte le partite con lo stesso atteggiamento, perché sono tutte importanti e ci sono sempre i tre punti in palio. Non sono soddisfatto al massimo, perché abbiamo fatto risultati altalenanti e volevo avere più continuità nei risultati, però siamo una squadra nuova con un allenatore nuovo con un tipo di calcio diverso, quindi con poca preparazione perciò un po’ più di tempo era normale avercelo per meccanizzare alcuni movimenti e conoscersi. Sono sicuro che i giocatori mi seguono e sanno quello che vogliono fare, quindi non mi preoccupo. Non pensavo che Ramsey fosse un giocatore così bravo e intelligente, purtroppo l’abbiamo avuto al 100% solo per poche partite poi ha avuto qualche problema con la nazionale, però adesso è tornato sabato e non era ancora al meglio e può fare di più. Pian piano con gli allenamenti e partite speriamo di poterlo riportare nella sua condizione, perché per me e per la squadra è importante”.

Continua a leggere

Calcio

Ascoli: seduta tattica per Delio Rossi

Il nuovo tecnico prepara il derby con il Pescara

Pubblicato

il

Di

Ascoli: seduta tattica per Delio Rossi. Prosegue al Picchio Village la preparazione dei bianconeri in vista della sfida di venerdì sera con il Pescara. Oggi il gruppo ha svolto una seduta incentrata su riscaldamento tecnico, sviluppi di gioco e partitelle.

Domani è in programma un allenamento alle 14:30 al Picchio Village.

Continua a leggere

Calcio

Champions League: le italiane in TV oggi

Inter su Sky e Atalanta anche su Canale 5

Pubblicato

il

Di

Gruppo B | VfL Borussia Mönchengladbach vs FC Internazionale Milano ore 21:00 
da Borussia-Park – Monchengladbach [GER]
Satellite e Fibra: diretta esclusiva su Sky Sport Uno (canale 201) e Sky Sport 252
Digitale Terrestre: diretta esclusiva su Sky Sport Uno (in SD can. 482, in HD can. 472)
Streaming: diretta esclusiva su NOW TV e Sky Go
Telecronaca: Fabio Caressa – commento Beppe Bergomi
Bordocampo ed interviste: Gianluca Di Marzio

Gruppo D | Atalanta BC vs FC Midtjylland ore 21:00 
da Atalanta Stadium – Bergamo [ITA]
Satellite e Fibra: diretta su Sky Sport Arena (canale 204) e Sky Sport 253
Digitale Terrestre: diretta su Sky Sport Canale 484
Streaming: diretta su NOW TV e Sky Go
Telecronaca: Andrea Marinozzi – commento Massimo Ambrosini
Bordocampo ed interviste: Massimiliano Nebuloni e Vanessa Leonardi

Diretta anche su Canale 5 con Pardo- Paganin e post partita

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group s.r.l.s. | Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti |