fbpx
Seguici anche su

Calcio

Serie B: Chievo-Ascoli 3-0. Da stasera bianconeri liberi

Voce ai protagonisti

Pubblicato

il

VERONA – Ultima gara stagionale per i bianconeri dopo la salvezza raggiunta venerdì scorso al termine di una grandiosa rimonta.

I bianconeri di Andrea Sottil escono sconfitti dal “Bentegodi” di Verona contro il Chievo dell’ex Aglietti.

L’Ascoli scende in campo con mezza squadra titolare. Il mister dà spazio ai giocatori con meno minutaggio.

Gli scaligeri sbloccano il risultato a metà primo tempo con Luigi Canotto che si ripete al quarto d’ora della ripresa. La terza rete clivense è firmata da Garritano a dieci minuti dalla fine.

I GialloBlu si piazzano all’ottavo posto e nel primo turno dei PlaYoff affronteranno il Venezia.

Per l’Ascoli, che non perdeva da sei gare (venerdì di Pasqua contro il Cosenza, poi cinque vittorie e un pareggio), c’è il “rompete le righe”: da stasera non ci saranno più allenamenti, la squadra è libera.

IL TABELLINO

CHIEVOVERONA – ASCOLI  3 – 0  (1 – 0)

RETI: 19′ e 57′ Canotto (C), 79′ Garritano (C).

CHIEVOVERONA (4-4-2): Semper; Bertagnoli, Vaisanen, Rigione, Renzetti (8′ Cotali); Garritano, Viviani (68′ Palmiero), Obi (84′ Zuelli), Di Gaudio (68′ Mogos); Fabbro, Canotto (84′ Margiotta).

A disp.: Seculin, Leverbe, Giaccherini, Pavlev, Djordjevic, Vignato, Gigliotti.

All.: Aglietti

ASCOLI (4-3-1-2): Sarr; Corbo, Brosco (59′ Pucino), Quaranta, D’Orazio; Eramo, Danzi, Caligara (59′ Bidaoui); Mosti (70′ Kragl); Simeri (59′ Dionisi), Bajic (70′ Charpentier).

A disp.: Leali, Venditti, Cangiano, Parigini, Sabiri, Cacciatore, Buchel.

All. Sottil

ARBITRO: Di Martino di Teramo

NOTE: ammoniti Danzi (A), Eramo (A), Viviani (C), Cotali (C).

Rec. 2′ pt, 3′ st.


VOCE AI PROTAGONISTI

Al termine della partita col Chievo, Mister Sottil ha commentato così la prestazione della squadra bianconera:

“Avevo chiesto ai ragazzi di finire la stagione cercando di vincere la partita, pur sapendo che inconsciamente le motivazioni non potevano essere uguali al Chievo, questo è umano. Come avevo detto, ho dato spazio a chi era stato impiegato meno nel corso del campionato, lasciando a riposo qualche infortunato come Saric, Buchel, Avlonitis e lo stesso Pucino. Gol a parte, nel primo tempo non abbiamo fatto male, ma nella ripresa mi aspettavo qualcosa in più da parte dei ragazzi. Aver chiuso con un passivo di 3-0 è stato un peccato per quello che abbiamo fatto in questa stagione. Questa gara non deve cancellare quello che di grandioso è stato fatto. Adesso andiamo tutti in vacanza, ce lo meritiamo, come ho già detto mi piacerebbe molto continuare questo progetto perché ho le idee molto chiare, ci confronteremo col Patron anche per capire le sue idee”.


Questo il commento di Gabriele Corbo al termine del match del Bentegodi:

“Peccato perché avremmo voluto dedicare una vittoria al tifoso Domenico “Iena”, scomparso questa mattina. Quanto alla gara, credo che abbiamo disputato un buon primo tempo, abbiamo subìto un gol sciocco, che potevamo evitare, abbiamo reagito, nel secondo tempo siamo rientrati in campo con l’intenzione di riprendere la gara, ma il raddoppio del Chievo ha chiuso un po’ il match. Eravamo venuti a Verona con l’intento di terminare in bellezza un campionato straordinario da parte di tutti, ma non è andata così. Abbiamo incassato due gol a causa di tante palle perse, che avremmo potuto gestire meglio. Oggi sono stato impiegato dall’inizio, ho cercato di fare il mio, ma, quando subisci tre gol, è chiaro che qualcosa dietro non è andato. A livello personale questa stagione è stata di alti e bassi; i primi mesi ho avuto più minutaggio rispetto alla seconda parte di stagione, ma ho dato sempre il massimo negli allenamenti e in campo. Quest’anno credo di essere cresciuto molto mentalmente, sono riuscito a gestire i momenti in cui non giocavo. Ho trovato gruppo eccezionale, Dionisi è il mio secondo papà, così come Brosco, Kragl, Eramo e Pucino. La salvezza è stato un risultato straordinario, tante volte mi ha chiamato Orsolini per dirmi “Mi raccomando, salvate il mio Ascoli!”.


Mirko Eramo al termine della partita ha dichiarato:

“La gara l’abbiamo giocata fin da subito a viso aperto, il primo gol del Chievo ci ha tagliato un po’ le gambe, abbiamo cercato di recuperare, poi il raddoppio ha chiuso la partita. Probabilmente ha influito il fatto che l’avversario avesse qualche motivazione in più”.

Il centrocampista fa un bilancio della sua stagione in bianconero:

“Lasciamo stare i primi sei mesi perché ero ai margini, il mio campionato è iniziato con Mister Sottil e col DS Polito che mi hanno dato l’opportunità di dare una mano sia in capo che fuori. Credo di essere riuscito a dare mio contributo insieme ad altri, siamo riusciti a creare un gruppo straordinario. Mi è dispiaciuto tanto per i miei primi sei mesi, non mi davo una spiegazione, ma, come ho detto, ho lasciato da parte quel periodo e ho messo tutto me stesso in campo quando sono stato chiamato in causa. Voglio ringraziare pubblicamente Mister e DS perché non era facile rimettere in gruppo un giocatore che con due allenatori era stato fuori. Adesso mi godo un po’ la famiglia, mia moglie Daniela è in attesa del terzo bimbo, facciamo un po’ di mare, stacchiamo la spina perché sono stati mesi duri mentalmente e mi ricarico per il prossimo campionato in bianconero”.


ARTICOLI CORRELATI

L’Ascoli resta in B: voce ai protagonisti. Festa a fine gara


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Calcio

Monza-Pordenone, le statistiche

Pubblicato

il

Di

● Il Monza è rimasto imbattuto nei due precedenti contro il Pordenone in Serie B, entrambi nello scorso campionato: pareggio 1-1 in trasferta e vittoria per 2-0 in casa.

● A partire dallo scorso campionato, solo il Cittadella (12) ha registrato più clean sheet in gare interne del Monza (11) in Serie B.

● Il Monza ha vinto tre delle ultime cinque partite casalinghe di Serie B di regular season (1N, 1P), tante quante nelle nove precedenti.

● Il Pordenone ha perso nove delle ultime 10 trasferte di Serie B (1N), segnando solo due reti nel periodo.

● Il Monza, che ha perso con il Pisa nell’ultimo turno, non incappa in due sconfitte consecutive in Serie B da giugno 2001.

● Tra le squadre presenti sia nel campionato 2020/21 che nel campionato 2021/22, il Pordenone è quella che ha conquistato meno punti in Serie B da inizio maggio ad oggi (solo quattro in nove partite).

● Il Monza ha incassato solo due gol nei secondi tempi di questo campionato: soltanto il Pisa (uno) ha fatto meglio finora.

● Il Pordenone è la squadra con la percentuale più bassa di tiri nello specchio nella Serie B in corso (17%).

● Christian Gytkjær ha già segnato un gol contro il Pordenone in Serie B, lo scorso marzo all’U-Power Stadium su rigore.

● Patrick Ciurria è a quota 99 presenze in Serie B (regular season), 71 delle quali sono arrivate con la maglia del Pordenone. In più, 14 delle 15 reti del classe ’95 nel torneo cadetto sono state realizzate con i neroverdi.

Fonte: StatsPerform

Continua a leggere

Calcio

Serie A Femminile: Inter-Roma rinviata per positività

Pubblicato

il

FC Internazionale Milano comunica che, a causa di alcune positività riscontrate all’interno del gruppo squadra, l’attività sportiva della Prima Squadra Femminile è stata sospesa e la gara in programma domenica contro la Roma è rinviata a data da destinarsi, come comunicato dalla Divisione Calcio Femminile.

Continua a leggere

Calcio

Il commento del Direttore su Milan-Venezia

Pubblicato

il

Dal San Siro Marco Capriotti e Benedetta Mura.

https://www.facebook.com/oggisport2/videos/280178757038692

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group s.r.l.s. | Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€