fbpx
Seguici anche su

Calcio

Serie B, 4a giornata: i precedenti

Pubblicato

il

serie B

4a giornata Serie BKT 2021/2022: i precedenti

Ascoli, Brescia e Pisa per un’altra vittoria. Pordenone nel fortino Cittadella, Ternana per il riscatto

Como – Frosinone 0-2 giocata ieri, venerdì 17 settembre

Un solo precedente ufficiale fra le due squadre a Como, datato 17 aprile 2005 in Serie C-1, vittoria dei ciociari per 2-1.

Frosinone in serie utile da 8 gare ufficiali, fra vecchia e nuova stagione: score di 4 vittorie ed altrettanti pareggi, con ultimo stop che risale al 17 aprile scorso, 0-2 a casa del Pordenone (Serie BKT).

Frosinone a porta chiusa in B da 218’: ultima rete subita da Man (Open Day Frosinone-Parma 2-2 del 20 agosto scorso); da allora si contano i minuti residui contro i crociati e le due gare contro Vicenza (2-0 esterno ciociaro) e Perugia (0-0 in casa).

Inedito il confronto tecnico fra Giacomo Gattuso e Fabio Grosso.

Brescia – Crotone 2-2 giocata ieri, venerdì 17 settembre

9 precedenti ufficiali a Brescia tra le due squadre: 7 le vittorie lombarde, 1 pareggio e 2 successi calabresi.

Il Brescia non partiva con 3 vittorie nelle prime 3 giornate di serie B dal 2007/08: quell’anno le “rondinelle” si spinsero fino alle semifinali playoff.

Crotone a porta aperta da 14 trasferte consecutive, per un totale di 48 reti al passivo, oltre 3 di media ad incontro. Ultima porta inviolata dei rossoblù fuori casa nello 0-0 di Udine, Serie A, lo scorso 15 dicembre.

2° incrocio tecnico tra Pippo Inzaghi e Francesco Modesto, un mese dopo la gara in Coppa Italia allo “Scida”: 16 agosto scorso, 2-2 al 120’ tra le due squadre e qualificazione ai rigori per la squadra calabrese (4-2 i tiri dal dischetto).

Ascoli – Benevento (sabato 18 settembre, ore 14.00)

9 precedenti ufficiali nelle Marche: bilancio di 2 successi bianconeri, 4 pareggi e 3 vittorie sannite.

Ascoli reduce, tra vecchia e nuova stagione, da 5 vittorie consecutive al “Del Duca”, di cui le ultime 4 senza subire reti (clean sheet di 360’): ultimo gol subito risale ad Ascoli-Vicenza 2-1 del 5 aprile scorso, autore Gori; ultima squadra uscita indenne dallo stadio dei bianconeri è stata la Cremonese, lo scorso 19 marzo: 0-0.

Federico Dionisi ha segnato sabato scorso a Como la sua rete numero 105 in Serie BKT, considerando la sola regular season, e si è issato al 15° posto della classifica marcatori all-time del torneo cadetto, agganciando Denis Godeas. La punta bianconera vede ora a quota 107 la quattordicesima poltrona, occupata da Emanuele Calaiò.

Ascoli da record: mai nella propria storia in cadetteria aveva iniziato il campionato con 3 vittorie nelle prime 3 partite.

Benevento senza gol da 215’: ultima marcatura sannita firmata Improta durante il match vinto 4-3 al “Vigorito” sull’Alessandria il 22 agosto scorso; poi si contano i minuti residui di quella gara e le intere contro Parma (0-1 esterno) e Lecce (0-0 in casa).

Tra Andrea Sottil e Fabio Caserta confronto tecnico ufficiale numero 2: il 17 novembre 2018 in serie C pareggio 0-0 fra la Juve Stabia di Caserta ed il Catania di Sottil, allo stadio “Menti”.

Lecce – Alessandria (sabato 18 settembre, ore 14.00)

3 incroci ufficiali a Lecce tra le due squadre. I giallorossi cercano la prima vittoria, dopo 2 pareggi ed 1 successo ospite.

In trasferta – in Serie B – l’ultima vittoria dell’Alessandria risale al 24 novembre 1974, 2-1 a Taranto. Poi 16 gare esterne cadette, con score di 6 pareggi e 10 sconfitte.

Michele Marconi riparte da 99 gol in carriera (384 le sue presenze totali), di cui 1 in serie A, 28 in B, 58 in Lega Pro, 7 in Coppa Italia, 5 nei playoff delle varie categorie. La prima rete siglata in Serie A, Atalanta-Genoa 2-0 del 18 maggio 2008.

2 precedenti tecnici ufficiali tra Marco Baroni e Moreno Longo, nel doppio Benevento-Pro Vercelli della Serie B 2016/17: bilancio di 1 successo ed 1 pareggio in favore del mister giallorosso salentino.

Monza – Ternana (sabato 18 settembre, ore 14.00)

16 precedenti ufficiali in Brianza fra le due squadre: score di 8 successi dei biancorossi di casa, 6 pareggi e 2 vittorie delle “fere”, nelle ultime 2 sfide disputate al “Brianteo”.

La Ternana arriva da 8 sconfitte consecutive in Serie BKT, di cui 5 nel finale del torneo 2017/18 e le prime 3 dell’attuale stagione. L’ultimo risultato positivo in Serie BKT delle “fere” risale al successo 3-2 al “Curi” di Perugia nel derbyssimo regionale, in data 22 aprile 2018.

Nelle ultime 23 trasferte in Serie B, Ternana a porta chiusa solo nel successo per 3-0 a Novara datato 14 aprile 2018.

Giovanni Stroppa e Cristiano Lucarelli al quarto incrocio tecnico ufficiale: coach biancorosso sempre vittorioso e sue squadre a porta chiusa, nei 270’ presi in esame.

Perugia – Cosenza (sabato 18 settembre, ore 14.00)

6 precedenti ufficiali in Umbria fra le due squadre: il bilancio è di 2 successi dei padroni di casa, 3 pareggi ed 1 vittoria calabrese.

Cosenza reduce da 7 sconfitte esterne consecutive, fra vecchia e nuova stagione: ultimo risultato positivo a casa-Reggiana, 1-1 in B lo scorso 20 marzo, ultima vittoria il 2-1 di Chiavari sull’Entella in data 30 gennaio 2021.

Un solo precedente tecnico ufficiale fra Massimiliano Alvini e Marco Zaffaroni: il 18 ottobre 2017 in coppa Italia di C 0-0 tra AlbinoLeffe e Monza.

Reggina – Spal (sabato 18 settembre, ore 14.00)

In Calabria 3 precedenti ufficiali fra le squadre. I padroni di casa a caccia della prima vittoria contro gli spallini, dopo 1 pareggio e 2 successi estensi.

Spal a porta aperta da 7 trasferte di fila, fra vecchia e nuova stagione: 12 i gol al passivo per gli estensi, ultima porta inviolata nella vittoria a Pescara per 1-0 del 6 marzo scorso.

Tra Alfredo Aglietti e Pep Clotet secondo confronto tecnico ufficiale dopo Brescia-ChievoVerona 1-0 del 14 febbraio scorso, Serie B.

Aglietti prova a sfatare il tabù “Settembre”: media punti-partita di 1,20, frutto di un bilancio formato da 9 vittorie, 14 pareggi ed 11 sconfitte in 34 match disputati.

L.R. Vicenza – Pisa (sabato 18 settembre, ore 16.15)

Sono 15 i confronti ufficiali a Vicenza fra le due squadre: in bilancio 7 successi biancorossi, 4 pareggi e 4 vittorie toscane.

Pisa in rete da 10 gare ufficiali, tra vecchia e nuova stagione: 22 marcature totali nel periodo – oltre 2 in media ad incontro – con ultimo digiuno il 12 aprile scorso, 0-2 a Verona dal Chievo.

Pisa da record: mai a punteggio pieno nella sua storia in Serie B dopo 3 giornate.

2 precedenti tecnici ufficiali tra Domenico Di Carlo e Luca D’Angelo, entrambi finiti in parità nel doppio Vicenza-Pisa della Serie B dello scorso anno.

Cittadella – Pordenone (sabato 18 settembre, ore 18.30)

3 precedenti ufficiali fra le due squadre al “Tombolato”: 2 vittorie granata, 1 successo friulano e nessun pareggio.

100 in Serie B, considerata la sola regular season, per Simone Branca, che ha esordito il 26 agosto 2018, Cittadella-Crotone 3-0 ed ha sempre vestito la maglia dei granata veneti.

Incredibile “Citta”: l’unica sconfitta interna nelle ultime 12 gare ufficiali disputate al “Tombolato” dai granata è stata proprio la finale playoff contro il Venezia, 0-1 lo scorso 23 maggio; nel mezzo 8 successi e 3 pareggi.

Pordenone cerca la via del gol dopo 270’ di digiuno: l’ultima rete friulana in campionato risale al 2-0 casalingo sul Cosenza del 10 maggio scorso.

Ultima vittoria esterna del Pordenone a Ferrara, 3-1 il 9 febbraio scorso; nelle successive 9 trasferte i “ramarri” hanno collezionato 1 pareggio e 8 sconfitte. La formazione friulana a caccia di gol fuori casa: ultima rete firmata Zammarini del match perso 1-2 a Cremona lo scorso 10 aprile. Da lì si sommano i minuti residui allo “Zini”, le trasferte a casa di Reggiana (0-1) e Venezia (0-0) l’anno scorso e Ferrara (0-5) quest’anno.

Inedito il confronto tecnico fra Edoardo Gorini e Massimo Rastelli.

Settembre mese d’oro per le formazioni del neo coach neroverde Rastelli: 1,87 la media punti-partita, frutto di un bilancio formato da 23 vittorie, 8 pareggi e 10 sconfitte in 41 partite disputate.

Parma – Cremonese (domenica 19 settembre, ore 20.30)

26 precedenti ufficiali al “Tardini” fra le due squadre: bilancio di 16 successi emiliani, 6 pareggi e 4 vittorie grigiorosse. La Cremonese non segna al “Tardini” da 298’, ultima rete firmata Maspero (Parma-Cremonese 2-1, Serie A, in data 27 febbraio 1994).

Parma imbattuto in casa – in Serie B – da 17 partite consecutive, di cui 12 vinte e 5 pareggiate. Ultimo k.o. contro il Pescara, 1-2 in data 14 ottobre 2017. Sempre al “Tardini” ed in B, ducali a porta chiusa da 306’, con ultima rete subita da Poli in Parma-Carpi 2-1 del 21 aprile 2018.

La Cremonese non va in gol fuori casa da 342’: ultima rete esterna firmata Gaetano durante ChievoVerona-Cremonese 1-1 del 4 maggio scorso (Serie B).

Sfida tecnica inedita tra Enzo Maresca e Fabio Pecchia. Da giocatori 5 incroci con coach del Parma in vantaggio per 3 successi ad 1, con 1 pareggio a completare i conti.

Fonte: Football Data


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

analisi

La pulce che divenne leo(ne): Fedro? No Messi e sono 7 balon de oro

Leo per la settima volta vince il pallone d’oro. La solida realtà del suo sogno, il sogno infuocato della sua realtà

Pubblicato

il

Chissà cosa staranno pensando quei potreri di terra battuta dalle parti di Rosario e dintorni, i primi stadi della pulce. Chissà cosa staranno pensando adesso, tra buio e polvere, del settimo sigillo del loro leo.

Sono stati i primi testimoni di quel passo, i primi fruitori, sulla loro pelle, di quella forza sovversiva di ridicolizzare l’avversario, i primi spettatori del suo andarsene via, palla al piede, dalla banalità.

Messi ha fatto sette. Il primo balon de oro, conquistato sotto la tour Eiffel, lui che del pallone, è torre di controllo, luminosissima.

Tutti noi siamo stati un po’ Messi, all’oratorio o fuori dall’autogrill, quando con la cicca in bocca e il super tele ai piedi, lasciavamo sul posto i nostri amici.

Messi lo abbiamo visto negli infiniti pomeriggi d’estate, quando al mare arrivava il ragazzino di turno e puf, in un batter baleno, mentre gli altri usavano il surf, lui sceglieva di stare sulla sabbia e fotteva tutti con granelli di tunnel.

Messi è stato tutti noi quando ha deciso di fare questo, sempre. Non solo come professione anche come missione o messione

Quando uno vince bisogna prenderne atto, indipendentemente che ci piaccia o no il vincitore.

La pulce ha ricevuto un dono immenso alla nascita, il suo merito è quello di averlo coltivato, alimentato, migliorato, con una continuità spaventosa.

Sin da quando giocava da piccolo nei “potreri” (i campetti di terra tipicamente argentini) pensava ed agiva, nelle giocate, già da grande. Mentre molti suoi colleghi di oggi, da grandi, continuano a pensare in un modo limitato e limitante, a volte, irritante.

Il sogno di creare, dal nulla, un dribbling in più, non ha mai smesso di farlo. Una pulce? Piuttosto un leo(ne) Un mago, che tira fuori un jolly, da un mazzo di carte al buio.

Capace di trasformare la frustrazione (mondiale 2014) in nuova emozione (copa America 2021). Intelligente, infine, la mossa di andare a Parigi, dopo che in blaugrana, aveva completato ogni collezione.

Gli sceicchi a capo del Psg hanno agevolato questo nuovo suo premio? Può darsi, ma probabilmente lo avrebbe vinto anche se fosse andato a giocare al Saint’ Etienne o al Pachuca in Messico…

Si, allora potreri fate festa, sollevate sette volte la vostra terra: quella pulce è diventato un leone, o forse, lo è sempre stato.

Goditelo tutto, Leo.

Continua a leggere

Calcio

Vittoria della Ternana contro il Crotone

Primo anticipo di Serie B

Pubblicato

il

Di

La Ternana vince in casa contro il Crotone in giocando per più di un tempo con l’uomo in meno per l’espulsione di Proietti per somma di ammonizioni. Decide un gol di Cesar Falletti all’11 del primo tempo. Per i rossoverdi si tratta del quarto risultato utile consecutivo. Continua invece il periodo assolutamente negativo del Crotone che perde la terza partita di fila. La squadra di Marino però ha avuto nell’arco della partita più di un’occasione per pareggiare con Mulattieri che nel primo tempo ha colpito un palo a Iannarilli immobile, mentre in avvio di ripresa ha colpito una traversa dalla distanza.

da Serie B

Continua a leggere

Calcio

Pallone d’Oro 2021: la classifica finale

Vince Messi

Pubblicato

il

Pallone d’Oro 2021, la classifica finale:

1) Lionel Messi (Barcellona/Psg)

2) Robert Lewandowski (Bayern Monaco)

3) Jorginho (Chelsea)

4) Karim Benzema (Real Madrid)

5) N’Golo Kante (Chelsea)

6) Cristiano Ronaldo (Juventus/Manchester United)

7) Mohamed Salah (Liverpool)

8) Kevin De Bruyne (Manchester City)

9) Kylian Mbappé, (Psg)

10) Gianluigi Donnarumma, (Milan/Paris Saint Germain)

11) Erling Haaland, (Borussia Dortmund)

12) Romelu Lukaku, (Inter/Chelsea)

13) Giorgio Chiellini, (Juventus)

14) Leonardo Bonucci, (Juventus)

15) Raheem Sterling, (Manchester City)

16) Neymar, (Paris Saint Germain)

17) Luis Suarez, (Atletico Madrid)

18) Simon Kjaer, (Milan)

19) Mason Mount, (Chelsea)

20) Riyad Mahrez, (Manchester City)

21) Lautaro Martinez, (Inter); Bruno Fernandes, (Manchester United) (ex aequo)

23) Harry Kane, (Tottenham)

24) Pedri, (Barcellona)

25) Phil Foden, (Manchester City)

26) Nicolò Barella, (Inter); Ruben Dias, (Manchester City); Gerard Moreno, (Villarreal) (ex aequo)

29) Cesar Azpilicueta, (Chelsea); Luka Modric, (Real Madrid) (ex aequo)

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group s.r.l.s. | Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€