fbpx
Seguici anche su

Calcio

Samb-Imolese: i precedenti in casa

Pubblicato

il

Sono 8 gli scontri in casa Samb contro l’ Imolese, 7 in Campionato (i primi quattro e l’ultimo in serie C poi nel CND e in C2) e uno nei Play Off del CND, giocato a Cupra Marittima e vinto dalla Samb 2-1 in rimonta con le reti di Lunerti e De Feis.

In Campionato le prime quattro sfide si sono giocate sul terreno del “Fratelli Ballarin”, le ultime tre al “Riviera delle Palme”: 4 vittorie Samb, un pareggio (ad “occhiali”) e due vittorie per i romagnoli.

Comincia proprio con una vittoria di misura dell’ Imolese la storia degli scontri giocati in casa Samb.

E’ il 26 gennaio 1941 quando i rossoblù avversari vincono 1-0, poche settimane prima che la Samb abbandonasse il torneo per motivi legati anche allo scoppio della seconda guerra mondiale.

Quasi trent’anni dopo Samb e Imola si ritrovano ancora in serie C e qui si scontrano per altre tre stagioni consecutive.

Il 24 maggio 1970, i rossoblù di Natale Faccenda battono l’ Imola 2-0 grazie alle reti di Di Pucchio al 5° del primo tempo e di Carnevali al 5° della ripresa. A tre giornate dalla fine si trovano in testa alla classifica, distanziate di un punto, nell’ordine Massese, Samb, SPAL e Del Duca Ascoli; il torneo verrà vinto dai toscani.

Cinque mesi dopo, l’ 11 ottobre, con Faccenda ancora in panchina, matura l’unico pareggio in casa Samb, 0-0.

Il 23 aprile 1972 i rossoblù di casa, guidati da Piero Persico, superano gli emiliani 3-0.

Carnevali realizza due reti, entrambe dal dischetto degli undici metri, il difensore Pilone il gol del momentaneo 2-0: è l’ultimo scontro giocato al “Ballarin”.

Dopo l’incontro di PlayOff CND dell’estate 1997 a Cupra Marittima, le due compagini si ritrovano mercoledì 24 febbraio 1999 al “Riviera”, recupero della gara rinviata per neve in programma dieci giorni prima sul campo neutro di Castel Sant’Angelo.

Proprio alla vigilia della gara Mauro Viviani rassegna le dimissioni; la squadra viene subito affidata a Domenico Izzotti.

La Samb parte bene e dopo due minuti si porta in vantaggio con Matticari. Il gol illude i rossoblù che subiscono la rimonta degli avversari, a segno con Pari alla fine del primo tempo e con Bonetti a metà ripresa: 1-2 per l’Imola.

Due anni dopo, il 28 ottobre 2001, i rossoblù di casa, allenati da Paolo Beruatto, vincono 2-0.

A rete vanno Sergi al 36° del primo tempo e Soncin al 4° della ripresa.

A fine stagione la Samb di patron Gaucci e mister Colantuono (coadiuvato in panchina da Italo Schiavi) conquisterà la C1 nell’atto conclusivo della finale di ritorno dei PlayOff contro il Brescello al Tardini di Parma, pulsante di oltre settemila cuori rossoblù.

Il 17 ottobre 2018, un mercoledì sera, la Samb di Giorgio Roselli ribalta il risultato nella ripresa e ottiene la prima vittoria stagionale dopo sei gare senza successi.

I romagnoli di Dionisi vanno in vantaggio con Lunini dopo appena quattro minuti di gioco. Sospinti dal tifo della Curva Nord, nella ripresa c’è la grande reazione rossoblù. Al terzo minuto Stanco firma il pareggio su lancio di Russotto. A metà tempo Ilari finalizza al volo un assist dello stesso Stanco: rimonta e vittoria.

In programma sabato di Pasqua, 11 aprile 2020, Samb-Imolese non è stata disputata per Emergenza CoViD-19.

Luigi Tommolini

TABELLA PRECEDENTI IN CASA SAMB


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Calcio

La Roma fa tris e si regala gli ottavi

Prestazione convincente dei giallorossi che strapazzano il Braga nel doppio confronto.

Pubblicato

il

La Roma batte lo Sporting Braga 3 a 1 nel ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League qualificandosi agli ottavi di finale. Fonseca alla vigilia era preoccupato per questa gara che poteva risultare insidiosa sia per l’ottimo valore della squadra portoghese e sia dalle assenze in difesa della squadra giallorossa. I giocatori in campo hanno interpretato bene la gara dimostrando la loro superiorità già manifestata 7 giorni fa a Braga. Nel primo tempo dopo una fase di assestamento la Roma passava con Dzeko abile a ribadire in rete una giocata di El Sharawy che si era stampata sul palo. Il Braga provava a rimettersi in carreggiata con un buon possesso palla ma troppo sterile. Sul finire del tempo era la Roma con una traversa di Pedro, dopo assist del faraone, ad andare più vicino al goal del raddoppio.

La ripresa: Nel Secondo tempo Fonseca ruotava i suoi titolari pensando alla partita di domenica sera col Milan. Pellegrini, subentrato a Villar prima sbagliava un calcio di rigore procurato da Carles Perez ma subito dopo confezionava un assist al bacio sempre per il giovane spagnolo che realizzava il raddoppio. Qualificazione al sicuro e partita che si concludeva con l’autorete di Cristante ed il goal del definitivo 3 a 1 di Borja Mayoral. Da segnalare la prestazione di Diawara e del subentrante Carles Perez che entrava con le giuste motivazioni facendo la differenza nell’ultima mezz’ora. Unica nota negativa l’infortunio di Dzeko sostituito per un problema inguinale, che lo mette a rischio per la partita di domenica.

Continua a leggere

Calcio

Due pareggi, ma il Milan va agli ottavi

Pubblicato

il

La partita di andata è terminata 2-2 a Belgrado, sette giorni dopo si gioca la gara di ritorno al Meazza, i rossoneri hanno segnato due reti in trasferta e partono con il favore del pronostico. Dopo 9’minuti di gioco, i padroni di casa ricevono un calcio di rigore a favore, trasformato da Frank Kessie. Il Milan però, si porta dietro gli strascichi del derby e concede  il pari agli uomini di Stankovic, dopo 24′ minuti segna Ben ed é 1-1. Le due squadre vanno a riposo con questo parziale che qualificherebbe il diavolo. Nella ripresa entra anche Ibra per il Milan, ma non ci saranno ulteriori reti. Al minuto 70′, Gobeljic si fa espellere e la Stella Rossa resta in dieci, ma la sua squadra continua a spingere senza trovare goal. Il Milan con il doppio pari, stacca il pass per gli ottavi di Europa League.

Continua a leggere

Calcio

Europa League, vittoria amata del Napoli contro il Granada: gli azzurri vengono eliminati dalla competizione

Pubblicato

il

Zienilski fa, la difesa disfa. Il polacco illude il Napoli per una ipotetica rimonta ai danni del Granada segnando al 3′, ma a metà primo tempo la retroguardia azzurra fa un pasticciaccio incredibile che permette a Montoro di realizzare la rete della tranquillità spagnola. I ragazzi di Rino Gattuso escono così ai sedicesimi di Europa League, condizionati dai troppi infortuni avuti tra andata (finita 2-0 per il Granada) e ritorno. Nella ripresa Fabian Ruiz mette a tabellino il 2-1 definitivo, che però non dà mai un’ulteriore carica emotiva ai suoi compagni per tentare di segnare altre due reti che avrebbero garantito la qualificazione.

L’eliminazione del Napoli è un grave danno per il calcio italiano, perché i partenopei potevano competere per arrivare fino in fondo in Europa League.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group s.r.l.s. | Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti |