fbpx
Seguici anche su

Rugby

Rugby, Sei Nazioni 2021: Il recap della quinta giornata

Pubblicato

il

France - Wales, 20/03/2021

SCOZIA – ITALIA 52-10
“La speranza è l’ultima a morire”, così recita un famoso adagio… ma oggettivamente anche i più speranzosi hanno ormai poca fiducia nel futuro.
Vincere ad Edimburgo, si sapeva alla vigilia, sarebbe stato difficile, almeno per l’ItalRugby di questo deprimente “Sei Nazioni 2021” ma almeno ci si aspettava un’Italia gagliarda fin da subito e sempre sul pezzo. Ad onore del vero bisogna però dire che segni di risveglio ci sono stati, solo che sono durati la miseria di 6 minuti. Tanto ha impiegato infatti la nazionale azzurra per entrare nel match, segnando la prima meta dalla partita, e per uscirne altrettanto velocemente come vi era entrata.
Per l’Italia è la 32esima sconfitta consecutiva nel Sei Nazioni, lo scarto più ampio mai subito contro la Scozia e, per quanto riguarda la singola edizione, è stato stabilito il record del peggior passivo di punti: -184.

Della gara ne abbiamo comunque parlato nell’articolo dedicato https://oggisport.it/rugby-sei-nazioni-2021-in-scozia-arriva-per-litalia-la-quinta-sconfitta-nel-torneo/


IRLANDA – INGHILTERRA 32-18
A Dublino l’Irlanda ha sconfitto l’Inghilterra con il punteggio finale di 32-18. Partita comandata con giusto piglio dai padroni di casa, che con questa vittoria raggiungono i francesi in classifica, seppure con una partita in più, a quota 15 punti.
Soddisfazione doppia per gli inglesi d’Irlanda, il CT Andy Farrell e l’assistente Mike Catt, che relegano l’Inghilterra di Eddie Jones, campione uscente, al penultimo posto in classifica.

Il tabellino

Irlanda: 15 Hugo Keenan, 14 Keith Earls, 13 Robbie Henshaw, 12 Bundee Aki, 11 Jacob Stockdale, 10 Jonathan Sexton (c), 9 Conor Murray, 8 Jack Conan, 7 Josh van der Flier, 6 CJ Stander, 5 Tadhg Beirne, 4 Iain Henderson, 3 Tadhg Furlong, 2 Rob Herring, 1 Dave Kilcoyne

Marcatori Irlanda
Mete: Keith Earls (23′), Jack Conan (37′)
Conversioni: Jonathan Sexton (24′, 38′, 51′, 62′)
Punizioni: Jonathan Sexton (18′, 30′, 69′, 74′)

Inghilterra: 15 Max Malins, 14 Anthony Watson, 13 Elliot Daly, 12 Owen Farrell (c), 11 Jonny May, 10 George Ford, 9 Ben Youngs, 8 Billy Vunipola, 7 Tom Curry, 6 Mark Wilson, 5 Charlie Ewels, 4 Maro Itoje, 3 Kyle Sinckler, 2 Luke Cowan-Dickie, 1 Mako Vunipola

Marcatori Inghilterra
Mete: Ben Youngs (64′), Jonny May (79′)
Conversioni: Elliot Daly (79′)
Punizioni: Owen Farrell (9′, 27′)


FRANCIA – GALLES 32-30
Al minuto 82 il Galles si è visto stoppare sul nascere la festa per la vittoria del Sei Nazioni. Almeno fino a venerdì prossimo. In un finale al cardiopalma, proprio al minuto 82, la Francia con Brice Dulin ha trova to la meta del 32-30, che vale vittoria per la Francia con tanto di punto bonus. Il Galles, che fino a quel momento aveva in tasca Sei Nazioni, adesso, con la Francia salita a quanto 15 punti (il Galles è a 20), dovrà attendere altri 5 giorni e fare il tifo per la Scozia. Venerdì prossimo infatti, sempre a Parigi, i galletti francesi ospiteranno la Scozia nel recupero della terza giornata. 

Il tabellino

Francia: 15 Brice Dulin, 14 Teddy Thomas, 13 Virimi Vakatawa, 12 Gael Fickou, 11 Damian Penaud, 10 Matthieu Jalibert, 9 Antoine Dupont, 8 Gregory Alldritt, 7 Charles Ollivon (c), 6 Dylan Cretin, 5 Paul Willemse, 4 Romain Taofifenua, 3 Mohamed Haouas, 2 Julien Marchand, 1 Cyril Baille
A disposizione: 16 Camille Chat, 17 Jean-Baptiste Gros, 18 Uini Atonio, 19 Swan Rebbadj, 20 Anthony Jelonch, 21 Baptiste Serin, 22 Romain Ntamack, 23 Arthur Vincent

mete: Taofifenua (6′), Dupont (15′), Ollivon (77′), Dulin (82′)
trasformazioni: Jalibert (7′, 15′), Ntamack  (54′, 77′)

Galles: 15 Liam Williams, 14 Louis Rees-Zammit, 13 George North, 12 Jonathan Davies, 11 Josh Adams, 10 Dan Biggar, 9 Gareth Davies, 8 Taulupe Faletau, 7 Justin Tipuric, 6 Josh Navidi, 5 Alun Wyn Jones (c), 4 Adam Beard, 3 Tomas Francis, 2 Ken Owens, 1 Wyn Jones

mete: Biggar (7′), Navidi (19′), Adams (50′)
trasformazioni: Biggar (7′, 20′, 51′)
punizioni: Biggar (26′, 59′)


Risultati 5ª giornata

Edimburgo
20 marzo 2021
Scozia 52 – 10 ItaliaMurrayfield 
Arbitro:  Pascal Gaüzère
Dublino
20 marzo 2021
Irlanda 32 – 18 InghilterraAviva Stadium 
Arbitro:  Mathieu Raynal
Saint-Denis
20 marzo 2021
Francia 32 – 30 GallesStade de France 
Arbitro:  Luke Pearce

Classifica

SquadraGVNPP+P-BPT
1 Galles540116410361420
2 Irlanda53021368848315
3 Francia43011177641315
4 Scozia42021116843311
5 Inghilterra5203112121−9210
6 Italia500555239−18400

Per infohttps://www.world.rugby/ – https://www.federugby.it/ – https://oggisport.it/category/altri-sport/rugby/ – https://www.sixnationsrugby.com/it/calendario-e-risultati/

Rugby

Rugby, al via il raduno per Women’s Six Nations 2021

Pubblicato

il

Grande attesa per il Women’s Six Nations 2021, che si terrà sabato 10 aprile alle 15, presso lo Stadio Lanfranchi di Parma. La partita verrà trasmessa in diretta su Eurosport 2.

Parte da oggi, 6 Aprile il raduno della Nazionale Italiana femminile di rugby in vista della partita contro l’Inghilterra di sabato, a Parma. Sara Seye sostituirà la rugbista Silvia Turani.

Di seguito, la lista delle Azzurre convocate: Ilaria ARRIGHETTI; Sara BARATTIN; Melissa BETTONI; Lucia CAMMARANO; Alyssa D’INCA’; Giordana DUCA; Valeria FEDRIGHI; Giada FRANCO; Manuela FURLAN- capitano; Lucia GAI; Elisa GIORDANO; Isabella LOCATELLI; Veronica MADIA; Maria MAGATTI; Gaia MARIS; Aura MUZZO; Vittoria OSTUNI MINUZZI; Beatrice RIGONI; Sofia ROLFI; Sara SEYE; Francesca SGORBINI; Michela SILLARI; Erika SKOFCA; Sofia STEFAN; Sara TOUNESI; Beatrice VERONESE.

Continua a leggere

Altri Sport

Rugby, Sei Nazioni 2021: La Scozia espugna Parigi consegnando il Torneo al Galles!

Pubblicato

il

van der Merwe (try), France vs Scotland. 26/03/2021

E’ proprio il caso di dire che il prologo del Sei Nazioni 2021 è stato con il botto…
Dopo la vittoria contro il Galles di una settimana fa la Francia, in casa contro la Scozia, nel recupero della terza giornata, aveva in mano il match point per portarsi a casa l’edizione 2021 del Sei Nazioni.

Si sapeva alla vigilia che non sarebbe stato semplice perchè i galletti avevano bisogno di un successo ampio, con bonus e almeno 21 punto di scarto, per agguantare la prima posizione in mano al Galles.
Allo Stade de France i Bleus le hanno tentate tutte per provare a vincere largamente la sfida ma si sono scontrati contro una Scozia “dura” e ben organizzata che non ha mai accettato il ruolo di “agnello sacrificale”.
Dopo essere stati sempre attaccati alla partita il XV del Cardo, sotto per 23-20,,a tempo ormai scaduto, e con il Torneo nelle mani del Galle, ha un ultimo colpo di coda. Grazie ad un azione da ben 20 fasi, l’ovale va ad Hastings che apre a van der Merwe che schiaccia in meta per il 23-25, con tanto di conversione successiva di Hastings per il 23-27 finale.

Sei Nazioni 2021 che va quindi al Galles e Scozia che si prende la soddisfazione di essere riuscita a espugnare Parigi per la prima volta dal 1999.

FRANCIA -SCOZIA 23-27
Francia: 15 Brice Dulin, 14 Damian Penaud, 13 Virimi Vakatawa, 12 Arthur Vincent, 11 Gael Fickou, 10 Romain Ntamack, 9 Antoine Dupont, 8 Gregory Alldritt, 7 Charles Ollivon (c), 6 Anthony Jelonch, 5 Swan Rebbadj, 4 Bernard le Roux, 3 Mohamed Haouas, 2 Julien Marchand, 1 Cyril Baille

Marcatori Francia
Mete: Brice Dulin (36′), Damian Penaud (47′), Rebbadj (66′)
Conversioni: Romain Ntamack (37′)
Punizioni: Romain Ntamack (9′, 27′)

Scozia: 15 Stuart Hogg (c), 14 Darcy Graham, 13 Chris Harris, 12 Sam Johnson, 11 Duhan van der Merwe, 10 Finn Russell, 9 Ali Price, 8 Nick Haining, 7 Hamish Watson, 6 Jamie Ritchie, 5 Grant Gilchrist, 4 Sam Skinner, 3 Zander Fagerson, 2 George Turner, 1 Rory Sutherland

Marcatori Scozia
Mete: van der Merwe (15′, (80’+6), David Cherry (61′),
Conversioni: Finn Russell (16′, 62′), Adam Hastings (80’+7)
Punizioni: Finn Russell (19′, 53′)


Highlights


Classifica Finale

SquadraGVNPP+P-BPT
1 Galles540116410361420
2 Francia530214010337416
3 Irlanda53021368848315
4 Scozia53021389147315
5 Inghilterra5203112121−9210
6 Italia500555239−18400

Per infohttps://www.world.rugby/ – https://www.federugby.it/ – https://oggisport.it/category/altri-sport/rugby/ – https://www.sixnationsrugby.com/it/calendario-e-risultati/

Continua a leggere

Altri Sport

Rugby, Sei Nazioni 2021: In Scozia arriva per l’Italia la quinta sconfitta nel Torneo.

Pubblicato

il

Scozia-Italia

“La speranza è l’ultima a morire”, così recita un famoso adagio… ma oggettivamente anche i più speranzosi hanno ormai poca fiducia nel futuro.

Vincere ad Edimburgo, si sapeva alla vigilia, sarebbe stato difficile, almeno per l’ItalRugby di questo deprimente “Sei Nazioni 2021” ma almeno ci si aspettava un’Italia gagliarda fin da subito e sempre sul pezzo.

Ad onore del vero bisogna però dire che segni di risveglio ci sono stati, solo che sono durati la miseria di 6 minuti. Tanto ha impiegato infatti la nazionale azzurra per entrare nel match, segnando la prima meta dalla partita, e per uscirne altrettanto velocemente come vi era entrata.
Dopo la meta di Bigi, trasformata da Garbisi, la Scozia ha impiegato 4′ per segnare la meta del 5-7 e altri 3 per sorpassare sul 12-7.
Al 17′ arrivava l’ultimo sussulto azzurro con un bel piazzato di Garbisi (12-10). Da lì in poi si assisteva però ad un lungo monologo scozzese.
Al 20′ Mori si beccava un cartellino giallo, peraltro evitabilissimo, e la Scozia andava altre due volte in meta, con Graham e Jones, chiudendo il primo tempo sul 24-10. L’Italia, in difesa commetteva troppi errori, tanto da concedere il punto di bonus in soli 29 minuti (!) di gioco.

Ci si aspettava dall’Italia almeno un sussulto al ritorno in campo dopo la pausa lunga e invece, pronti-via, arriva al 44′ la meta di Cherry (31-10).
Nonostante la Scozia giocasse un rugby tutt’altro che trascendentale, l’Italia era troppo imprecisa e fallosa (ben 3 cartellini gialli), oltre che mancante di un’accettabile fase difensiva. Troppi i placcaggi sbagliati e i placcaggi rotti dagli scozzesi (ben 13 in 64′ di gioco) e nessuna fase di gioco a cui appigliarsi per non sprofondare sotto il peso delle mete scozzesi, che a fine gara saranno ben 8, per il 52-10 che chiude un “Sei Nazioni” tutto da dimenticare per i colori azzurri.

Eppure per l’ItalRugby i presupposti, dopo un più che discreto Autumn Nations Cup, erano ben diversi. Ci si aspettava un passo in avanti che invece non c’è stato. Si sono viste buone individualità come Varney, Garbisi e Ioane, per fare un paio di nomi, ma queste rischiano di perdersi se non si corregge subito il tiro.
Purtroppo però non si può pretendere una nazionale vincente se a livello di club arrivano perlopiù sconfitte. In Pro14 il Benetton è a quota 0 vittorie e 14 sconfitte, le Zebre invece poco meglio con 4 vinte e 12 perse. Il campionato italiano invece è di livello troppo basso per essere probante per i giocatori potenzialmente arruolabili per la nazionale. Temi che la nuova presidenza federale dovrà affrontare quanto prima, se non vogliamo che il treno, dove faticosamente siamo riusciti a salire 20 anni fa, riparta senza di noi a bordo.

L’Italia si appresta quindi a concludere (mancano da disputare solo i test estivi) l’ennesimo anno “Zero” dal 2001 a questa parte… a quando l’anno “uno”?

Il tabellino

Scozia: 15 Sean Maitland, 14 Darcy Graham, 13 Huw Jones, 12 Sam Johnson, 11 Duhan van der Merwe, 10 Stuart Hogg (c), 9 Scott Steele, 8 Matt Fagerson, 7 Hamish Watson, 6 Jamie Ritchie, 5 Grant Gilchrist, 4 Sam Skinner, 3 Zander Fagerson, 2 David Cherry, 1 Rory Sutherland

mete: Cherry (10′, 45′), van der Merwe (15′, 72′), Graham (22′), Jones, Steele (53′), Johnson (65′)
trasformazioni: Hogg (16′, 46′, 54′, 66′, 73′)
punizioni:

Italia: 15 Edoardo Padovani, 14 Mattia Bellini, 13 Juan Ignacio Brex, 12 Federico Mori, 11 Montanna Ioane, 10 Paolo Garbisi, 9 Stephen Varney, 8 Michele Lamaro, 7 Johan Meyer, 6 Sebastian Negri, 5 Federico Ruzza, 4 Niccolò Cannone, 3 Marco Riccioni, 2 Luca Bigi (c), 1 Danilo Fischetti

mete: Bigi (7′)
trasformazioni: Garbisi (7′)
punizioni: Garbisi (17′)

Per infohttps://www.world.rugby/ – https://www.federugby.it/ – https://oggisport.it/category/altri-sport/rugby/ – https://www.sixnationsrugby.com/it/calendario-e-risultati/

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group s.r.l.s. | Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€