fbpx
Seguici anche su

Altri Sport

Rugby, Sei Nazioni 2021: Il recap della quarta giornata

Pubblicato

il

Scozia vs Irlanda

ITALIA – GALLES 10-48
Se potessimo attribuire un titolo di un film alla prestazione del Galles vista a Roma contro l’Italia, nella quarta giornata del Sei Nazioni 2021, sicuramente il primo che ci viene in mente è: “Vacanze Romane”.
Per il XV di Wayne Pivac la trasferta romana, purtroppo per l’Italrugby, si è trasformata in poco più di una formalità… quasi una bella vacanza in un caldo sabato di metà marzo.
La partita, finita con il punteggio di 7-48 in favore del Galles, è durata poco più di 13′, il tempo di vedere gli ospiti issarsi sul 0-15 grazie alla meta di Faletau. Al 29′ andava definitivamente in ghiaccio, con il Galles che, con la seconda meta di Owens in 8 minuti, aveva già conquistato il punto di bonus (0-27), avendo segnato già 4 mete (!).

Della gara ne abbiamo comunque parlato nell’articolo dedicato https://oggisport.it/rugby-sei-nazioni-2021-vacanze-romane-per-il-galles-contro-litalia/


INGHILTERRA – FRANCIA 23-20
Scatto di orgoglio dell’Inghilterra che, in una gara emozionantissima, regalano a coach Eddie Jones la prima vittoria nel Sei Nazioni 2021 e complicano i piani ai Francesi, che per rimanere in corsa dovranno battere necessariamente il Galles la prossima settimana.
Dopo un primo tempo che ha visto i galletti chiudere avanti 13-17, grazie alla segnatura di Penaud,  al 49’ Jalibert portava i suoi sul +7. Ci pensavano Farrell, con un calcio di punizione, e Maro Itoje, con un meta al 77′, a punire i francesi, giunti a fine partita veramente troppo stanchi.

Tabellino: 1’ m. Dupont tr. Jalibert (0-7), 9’ m. Watson tr. Farrell (7-7), 14’ c.p. Farrell (10-7), 19’ c.p. Farrell (13-7), 28’ c.p. Jalibert (13-10), 32’ m. Penaud tr. Jalibert (13-17); 49’ c.p. Jalibert (13-20), 53’ c.p. Farrell (16-20), 78’ m. Itoje tr. Farrell (23-20)

Calciatori: Farrell (Inghilterra) 5/5, Jalibert (Francia) 4/4

Inghilterra: 15 Max Malins, 14 Anthony Watson, 13 Henry Slade, 12 Owen Farrell (c), 11 Jonny May, 10 George Ford, 9 Ben Youngs, 8 Billy Vunipola, 7 Tom Curry, 6 Mark Wilson, 5 Charlie Ewels, 4 Maro Itoje, 3 Kyle Sinckler, 2 Luke Cowan-Dickie, 1 Mako Vunipola

Francia: 15 Brice Dulin, 14 Teddy Thomas, 13 Virimi Vakatawa, 12 Gael Fickou, 11 Damian Penaud, 10 Matthieu Jalibert, 9 Antoine Dupont, 8 Gregory Alldritt, 7 Charles Ollivon (c), 6 Dylan Cretin, 5 Paul Willemse, 4 Romain Taofifenua, 3 Mohamed Haouas, 2 Julien Marchand, 1 Cyril Baille


SCOZIA – IRLANDA 24-27
Partita molto bella e intensa quella tra Scozia e Irlanda. Alla fine sono i verdi irlandesi a espugnare il Murrayfield di Edimburgo e, con la vittoria, lanciarsi verso il secondo posto sorpassando la Francia, seppure con una partita in meno, e l’Inghilterra. Primo posto saldamente nelle mani del Galles quasi vincitore del torneo. La Scozia invece rimane al penultimo posto, sicura di non essere sorpassata dall’Italia.
La vittoria ha sorriso all’Irlanda solo negli ultimi minuti di gara. Ci ha pensato infatti Sexton, con un calcio di punizione a 4 minuti dalla fine, a stoppare la furiosa rimonta scozzese che al 73′ avevano pareggiato con una meta di Watson.

Scozia: 15 Stuart Hogg (c), 14 Sean Maitland, 13 Chris Harris, 12 Sam Johnson, 11 Duhan van der Merwe, 10 Finn Russell, 9 Ali Price, 8 Matt Fagerson, 7 Hamish Watson, 6 Jamie Ritchie, 5 Jonny Gray, 4 Scott Cummings, 3 WP Nel, 2 George Turner, 1 Rory Sutherland
A disposizione: 16 David Cherry, 17 Jamie Bhatti, 18 Simon Berghan, 19 Grant Gilchrist, 20 Nick Haining, 21 Scott Steele, 22 Huw Jones, 23 Darcy Graham

Marcatori Scozia:
Mete: Russel (27’), Jones (59’), Watson (73’)
Trasformazioni: Russel (28’), Hogg (60’, 74’)
Calci piazzati: Russel (11’)

Irlanda: 15 Hugo Keenan, 14 Keith Earls, 13 Garry Ringrose, 12 Robbie Henshaw, 11 James Lowe, 10 Jonathan Sexton, 9 Jamison Gibson-Park, 8 CJ Stander, 7 Will Connors, 6 Tadhg Beirne, 5 James Ryan, 4 Iain Henderson, 3 Tadhg Furlong, 2 Rob Herring, 1 Cian Healy
A disposizione: 16 Ronan Kelleher, 17 Dave Kilcoyne, 18 Andrew Porter, 19 Ryan Baird, 20 Jack Conan, 21 Conor Murray, 22 Billy Burns, 23 Jordan Larmour

Marcatori Irlanda:
Mete: Henshaw (7’), Beirne (48’)
Trasformazioni: Sexton (49’)
Calci piazzati: Sexton (4’, 34’, 41’, 76’)


Risultati 4ª giornata

Roma
13 marzo 2021,
ore 15:15 UTC+1
Italia 7 – 48 GallesStadio Olimpico
Arbitro:  Wayne Barnes
Londra
13 marzo 2021,
ore 16:45 UTC+0
Inghilterra 23 – 20 FranciaTwickenham
Arbitro:  Andrew Brace
Edimburgo
14 marzo 2021,
ore 15 UTC+0
Scozia 24 – 27 IrlandaMurrayfield
Arbitro:  Romain Poite

CLASSIFICA

SquadraGVNPP+P-BPT
1 Galles44001347163319
2 Irlanda42021047034311
3 Francia3201854639210
4 Inghilterra420294895210
5 Scozia31025958126
6 Italia400445187−14200

Per infohttps://www.world.rugby/ – https://www.federugby.it/ – https://oggisport.it/category/altri-sport/rugby/ – https://www.sixnationsrugby.com/it/calendario-e-risultati/

Altri Sport

Helbiz Live offre contenuti NFL

Pubblicato

il

Helbiz Live offre contenuti NFL, oltre agli appuntamenti della Serie B di calcio italiano.

I contenuti NFL che saranno disponibili su Helbiz Live includono:

  • NFL GameDay: Show settimanale di 30 minuti sugli highlights
  • Peyton’s Places: Serie a tema football condotta da Peyton Manning
  • Undiscovered: Serie documentaria che segue i giocatori internazionali mentre inseguono il loro sogno di entrare in una roster NFL
  • NFL Films Presents: Documentari individuali che si concentrano su storie avvincenti all’interno della NFL
  • Timeline: Serie di documentari incentrati su partite storiche della NFL

Continua a leggere

Ciclismo

Ciclismo:Mondiali Master UCI Sarajevo

Martinelli d’oro, Carlini d’argento e D’Ascenzo ai piedi del podio

Pubblicato

il

E’ un periodo ricco di soddisfazioni per l’HG Cycling Team che ha impreziosito il finale di stagione con un titolo di campione del mondo UCI ad appannaggio Ivan Martinelli e un argento con Ettore Carlini in Bosnia a Sarajevo.

Non è passata inosservata l’impresa del sodalizio amatoriale di Piane di Montegiorgio che ha piazzato due corridori di primo piano nella gara di 100 chilometri riservata ai master 1 con un meteo inclemente tra pioggia, freddo e neve. Martinelli è riuscito a fare la differenza con un assolo che gli è valso la conquista della maglia iridata, staccando di 11 secondi il valoroso compagno di squadra Carlini, terzo Fabio Cini a 40″ dal vincitore.

Ho tenuto duro, dando il tutto per tutto e, alla fine è arrivata questa vittoria – ha spiegato con una punta d’orgoglio e con emozione Martinelli, abruzzese di Mozzagrogna – La gara si è decisa tutta sull’ultima salita dove a 3 dell’arrivo ha attaccato Ettore a ripetizione per fare selezione. All’ultimo km siamo andati via io e Ettore è sono arrivato con qualche secondo di vantaggio. Sono contentissimo per la vittoria e per il podio di Ettore che è stato fondamentale per la vittoria. Un autentico trionfo di squadra, dopo una tattica perfetta con lo scopo della vittoria di entrambi. Voglio dedicare questo successo e il podio al nostro presidente Fabrizio Petritoli che fa molti sacrifici per noi insieme a tutti gli sponsor e a tutti i nostri compagni di squadra“.

Gli ha fatto eco Carlini (anche lui abruzzese di Fossacesia) nonché detentore del titolo italiano: “È stata una gara dura a causa della pioggia del freddo e del percorso, sulla prima salita siamo andati via in cinque. Eravamo io, Ivan Martinelli, Fabio Cini, un tedesco, l’ex prof olandese Johnny Hoogerland poi abbiamo ripreso un altro olandese che era andato in fuga. Poi la gara si è decisa tutta sull’ultima salita dove ai 3 chilometri dal traguardo ho attaccato io a ripetizione per fare selezione e mettere in difficoltà gli altri. All’ultimo chilometro siamo andati via io e Ivan e quest’ultimo è arrivato con qualche secondo di vantaggio. Questo argento è fonte di soddisfazione che ripaga i sacrifici della stagione e anche del nostro presidente Fabrizio Petritoli a cui va la dedica di questa performance che ci ha permesso di essere tra i più forti al mondo“.

La spedizione iridata in Bosnia è stata contraddistinta dal piazzamento ai piedi del podio di Vladimiro D’Ascenzo: quarto di categoria tra i master 5 per l’atleta di Bellante. 

Continua a leggere

Altri Sport

EHF European Cup, la Jomi affronta il ROOMZ Jags Voslau alla Palumbo

Krnic: “Vogliamo ben figurare davanti al nostro caloroso pubblico”

Pubblicato

il

Doppio impegno internazionale per la Jomi Salerno.

Le salernitane saranno di scena sabato 16 ottobre (ore 17) e domenica 17 ottobre (ore 17) contro il ROOMZ Jags Voslau nel Round 2 della EHF European Cup.

Entrambe le gare si disputeranno alla Palestra Caporale Maggiore Palumbo grazie all’accordo tra il club caro al presidente Mario Pisapia e la società austriaca.

Sabato è in programma il match d’andata, teoricamente in casa del ROOMZ Jags Voslau, mentre domenica è in programma la sfida di ritorno. “Questo weekend – afferma Natasa Krnic – giocheremo il secondo round dell’European Cup. E’ sempre una grande emozione confrontarsi in ambito europeo, nonostante Salerno abbia già esperienza in queste tipologie di competizione. Affronteremo la squadra austriaca del JAGS Voslau e daremo il massimo per vincere, contando anche sull’apporto del nostro caloroso pubblico. Ci stiamo allenando bene e vogliamo mettere in pratica il nostro duro lavoro, figurando bene davanti ai nostri tifosi! Vi aspettiamo numerosi sabato e domenica in questo weekend molto ricco per la pallamano salernitana, sia con la squadra femminile che con la maschile”.

LE PARTECIPAZIONI DELLA JOMI ALLE COPPE EUROPEE:

Nella stagione 2009 – 2010 il team salernitano ha affrontato le danesi del KIF Vejen nella Cup Winners Cup, nella stagione 2013 – 2014 la Jomi Salerno ha affrontato Vardar (MKD) e Rostov (RUS) in Champions League, in seguito all’eliminazione ha preso poi parte alla Cup Winners Cup dove ha affrontato SPONO Nottwil (SVZ) – Tertnes Bergen (NOR).

Nella stagione 2014 – 2015 il sodalizio salernitano ha preso parte alla EHF Cup affrontando prima l’IBF Vestmannaeyiar (ISL) e successivamente il Bera Bera (ESP).

Nella stagione 2015 – 2016 impegno internazionale in Cup Winners Cup per il team salernitano contro il Kraguijevac (SRB).

Nel 2016 – 2017 la Jomi Salerno vola in Islanda per affrontare l’Haukar in Challenge Cup mentre nella stagione successiva (2017 – 2018) sfida le francesi del Dijone Bourgogne nella EHF Cup.

Nel 2018 – 2019 il team campano prende parte prima alla Champions League dove affronta le polacche del Lublin e le spagnole del Bera Bera e successivamente alla EHF Cup dove sfida le russe del Zvezda.

Nella stagione successiva (2019 – 2020) partecipa alla EHF European Cup dove affronta le rumene del SCM Craiova. Infine nella scorsa stagione (2020 – 2021) la Jomi Salerno ha preso parte nuovamente alla EHF European Cup affrontando l’HC Lokomotiva Zagreb.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group s.r.l.s. | Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€