fbpx
Seguici anche su

Olimpiadi

Basket: Prima sconfitta a Tokyo 2020 per l’ItalBasket che viene battuta dall’Australia per 83-86.

Pubblicato

il

ita-aus_fontecchio

La nazionale italiana ha lottato caparbiamente contro i forti australiani ma alla fine di un partita molto combattuta è arrivata una sconfitta per 83-86, nonostante i 22 punti di Fontecchio e i 21 di Mannion. Decisivi il predominio a rimbalzo degli “Aussie” (44 a 30, e 16 a 6 in attacco) e i 47 punti complessivi dei lunghi BaynesLandaleKay, supportati dagli ottimi Mills e Ingles.

Nella seconda gara del girone coach Sacchetti provava ad ampliare le rotazioni dando fiducia a giocatori poco, o per nulla utilizzati, nella gara di domenica scorsa contro la Germania.

L’Australia, terza nel ranking FIBA, è avversario tosto, ben allenato da coach Brian Goorjian e infarcito di giovatori NBA come Ingles, Dellavedova, Thybulle e Mills, solo per citarne alcuni.

Gli azzurri però sono squadra coriacea e ci hanno fatto vedere in questi ultimi mesi di non avere paura di alcun avversario, come dimostrato ampiamente poco meno di un mese fa sul parquet del Pionir di Belgrado.

I primi due quarti sono stati all’insegna dell’equilibrio (25-25 al 10′ e 45-44 al 20′) con l’Italia, per utilizzare una terminologia cara alla boxe, a farsi preferire ai “punti”. In attacco Fontecchio (12 punti a metà gara), Tonut e Mannion hanno creato non pochi problemi alla difesa “Aussie”, in difficoltà contro il gioco senza palla degli italiani… un paio di assist di Melli sono stati da stropicciarsi gli occhi.

Dall’altra parte del campo la difesa azzurra ha tenuto botta, nonostante i 44 punti subiti in 20′ farebbero pesare diversamente, e l’Australia è riuscita a contenere i tentativi di fuga degli italiani (30-25 al 11’30), solo grazie alla fisicità sotto canestro e alle iniziative personali di Mills e Thybulle nel primo quarto e di Ingles nei secondi 10′ di gioco.

La maggiore fisicità degli australiani, con il terzetto BaynesLandaleKay (38 punti in tre in 30′) a far danni sotto le plance italiane, ben imbeccati dagli scarichi di Mills, consentivano agli “Aussie” di prendere il comando della contesa (52-58 al 25′) ma l’Italia non mollava di un centimetro (62-65 al 30′), trovando buone cose da Mannion, Polonara e Fontecchio, con quest’ultimo vera spina del fianco della difesa australiana.

Negli ultimi 10′ però la nazionale azzurra si disuniva in attacco anche perchè perdeva certezze in difesa. L’Australia infatti sotto canestro era dominate, aumentando il gap a rimbalzo, e conquistando grazie ai suoi lunghi troppi extra-possessi, che si tramutavano in canestri facili (67-75 al 36′). Fontecchio con 6 punti in fila (73-77) provava a svegliare i suoi ma Ingles con la sua quarta tripla della serata e i tap-out di Landale e Baynes consentivano agli Aussie di conservare un paio di possessi di vantaggio fino al 83-86 finale, nonostante i tentativi di riaprire la gara di un indomito Nico Mannion.

per info:   https://oggisport.it/category/basket/ – https://oggisport.it/category/olimpiadi/https://olympics.com/tokyo-2020/en/

Atletica

Tripletta nei 100 metri femminili a Tokyo

Oro per Ambra Sabatini

Pubblicato

il

Storica tripletta nella finale dei 100 metri femminili categoria T63 (atleti che competono con protesi a un arto) alle Paralimpiadi di Tokyo nel nostro pomeriggio e nella serata giapponese, sotto una forte pioggia.

Medaglia d’oro per Ambra Sabatini, 19enne originaria di Livorno e residente a Porto Ercole (Grosseto), che in 14″11 ha stabilito anche il nuovo record del mondo. Argento per Martina Caironi, 31enne originaria di Alzano Lombardo (Bergamo) con 14″46 e bronzo a Monica Graziana Contrafatto, 40enne originaria di Gela (Caltanissetta) con 14″73. 

L’Italia ha raggiunto 69 medaglie.

Continua a leggere

Altri Sport

Record di medaglie alle Paralimpiadi di Tokyo

Sono 61, superata Seul 1988

Pubblicato

il

Nel decimo giorno di gare l’Italia supera il record di medaglie di 58medaglie di Seul 1988 grazie a 3 ottimi risultati.

Assunta Legnante è argento nel lancio del peso F12

Ndiaga Dieng alla sua prima Paralimpiade è bronzo nei 1500m T20

Federico Mancarella conquista la prima medaglia Azzurra nella canoa nella nella storia,

Continua a leggere

Altri Sport

Paralimpiadi, ancora medaglie per l’Italia

Ottimi risultati per gli azzurri in diverse discipline

Pubblicato

il

Di

Continua in maniera piuttosto positiva ed esaltante la spedizione azzurra alle Paralimpiadi. Anche oggi il medagliere si arricchisce di due ori, un argento e tre bronzi.

Dopo i successi di ieri, il nuoto regala altri due ori alla spedizione azzurra: il primo lo firma sempre Arjola Trimi, questa volta nei 100 stile S3, il secondo è invece quello nei 200 misti SM13 di Carlotta Gilli, che ha anche stabilito il nuovo record del mondo. Argento poi per staffetta 4×100 sl maschile 34 punti  Podio anche nell’atletica con Oney Tapia, bronzo nel getto del peso maschile F11. La giornata si è aperta con altri due bronzi: il primo vinto da Maria Andrea Virgilio nel tiro con l’arco (compound open), il secondo da Andrea Liverani nella carabina mista 10 metri standing Sh2.

In totale, finora, l’Italia ha ottenuto 33 medaglie di cui dieci d’oro. Nel medagliere adesso è ottava. In testa c’è la Cina, seguita da Gran Bretagna e Stati Uniti.

Maria Andrea Virgilio conquista la medaglia di bronzo nel tiro con l’arco (compound open), battendo per 142-139 la russa Stepanida Artakhinova. Andrea Liverani vince il bronzo nella carabina mista 10 metri standing Sh2. Con 230.7 di punteggio il 31enne milanese si è piazzato dietro allo svedese Philip Jonsson (oro) e allo sloveno Francek Gorazd Tirsek (argento). “Poteva essere di un metallo più pesante, ma alla fine il gioco è quello: uno può entrare ottavo e finire primo come può entrare primo e finire ottavo. Sono comunque molto contento della medaglia che è arrivata, perché è stata il frutto di tanti sacrifici e tanto allenamento, quindi non mi lamento. Sono contentissimo”, ha commentato il tiratore, anche lui all’esordio a una Paralimpiade.

Arjola Trimi ha conquistato l’oro nei 100 stile libero di nuoto categoria S3. È la seconda medaglia d’oro individuale della 34enne di Milano (dopo quella di ieri nei 50 dorso), che si è imposta in 1’30″22 precedendo l’americana Leanne Smith (1’37″68) e la russa Iuliia Shishova (1’49″63). 

Oro e record del mondo per Carlotta Gilli nei 200 misti nella categoria Sm13 (ipovedenti) con il crono di 2’21″44. Quella ottenuta dala ventenne di Moncalieri (Torino) è la sua quinta medaglia a questi Giochi.

E’ poi arrivato anche l’argento nella staffetta 4×100 sl maschile 34 punti. La formazione azzurra composta da Antonio Fantin (classe S6), Simone Ciulli (S9), Simone Barlaam (S9) e Stefano Raimondi (S10) ha chiuso alle spalle dell’Australia e davanti all’Ucraina.

Medaglia di bronzo per Oney Tapia nel getto del peso maschile F11. Il lanciatore azzurro ha centrato il suo record personale con 13,60 metri nella finale disputata all’Olympic Stadium. L’oro è andato all’iraniano Mahdi Olad (14,43), l’argento al brasiliano Alessandro Rodrigo da Silva (13,89).

da Virgilio Sport

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group s.r.l.s. | Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€