fbpx
Seguici anche su

Lega Pro

Playoff Serie C: l’Alessandria vince in casa dell’Albinoleffe

Pubblicato

il

A Gorgonzola termina 2-1 la semifinale di andata dei playoff di Lega Pro tra Albinoleffe e Alessandria. I Grigi portano a casa una vittoria fondamentale in vista della gara di ritorno, che si disputerà allo stadio Moccagatta di Alessandria mercoledì 9 giugno. Dopo un primo tempo dominato dall’Albinoleffe, gli ospiti trovano la reazione giusta nel secondo tempo, mettendo a segno due reti che cambiano l’indirizzo della partita e fiaccano l’aggressività dei padroni di casa. Ma ad incoronare questo match è soprattutto il ritorno del pubblico. Gli spalti finalmente riprendono vita tra cori, grida, emozioni. Una spinta emotiva che al calcio e ai giocatori in campo mancava da oltre un anno. Gli spettatori sono potuti entrare prenotandosi e comprando il classico biglietto, per poi distribuirsi nei posti assegnati e distanziati tra loro seguendo le norme anti-Covid. Una gioia per il cuore e per lo sport che dimostra come la presenza dei tifosi sia stata il valore aggiunto in questa gara di andata dei playoff.

Gli highlights del primo tempo – Nei primi 15 minuti di gioco entrambe le squadre si osservano e si studiano, con l’Albinoleffe più pericoloso e incisivo in area avversaria. I padroni di casa sono bravi a chiudersi in fase difensiva, non correndo particolari rischi, con la linea che passa da tre a cinque difensori e con il centrocampo mantenuto basso. L’Alessandria fa fatica a concretizzare le incursioni, perdendo spesso palla a metà campo. I piemontesi propongono un undici molto allungato che lascia spazio alle avanzate dell’Albinoleffe, rapidi e precisi sulle fasce con Giacomo Tomaselli sulla sinistra e Mihai Vasilica Gusu sulla destra. Al minuto ’42 i lombardi hanno l’occasione di firmare la rete del vantaggio. Opportunità sprecata dal numero 9, Sacha Cori, che di testa manda il pallone di poco al lato del secondo palo, dopo il cross puntuale di Tomaselli. Il primo tempo si chiude, quindi, a reti inviolate.

Il secondo tempo – L’Alessandria comincia il secondo tempo con un piglio diverso, trovando una buona palla gol al primo minuto della ripresa. Il colpo di testa, su calcio d’angolo, però, finisce al lato della porta. Al decimo minuto i Grigi sfiorano nuovamente il vantaggio con un bel tiro a giro del numero 11, Andrea Arrighini, che lancia il pallone oltre il sette della porta. L’attaccante dell’Alessandria, però, trova fortuna al ’66 minuto e con una zampata vincente sigla il gol dell’1-0. Arrighini e tutta la squadra esplodono di gioia, festeggiando sotto la curva della propria tifoseria e facendo scatenare il silenzio nel resto dello stadio. All’Albinoleffe ora tocca rincorrere, avendo iniziato il secondo tempo sottotono. Al ’76 minuto arriva il raddoppio degli ospiti, grazie alla rete del numero 28, Francesco Giorno. L’azione nasce da un traversone dalla destra, che arriva sulla testa di Simone Corazza. Quest’ultimo fa sponda per Giorno che a due passi dalla porta concretizza. Poco dopo, al minuto ’81, l’Albinoleffe accorcia le distanze e segna il gol del 2-1 grazie al capitano Carmine Giorgione. Il numero 17 dopo un rimpallo al limite dell’area di rigore tira in porta e buca la rete, riaccendendo le speranze della squadra lombarda. Negli ultimi cinque minuti di gioco il clima diventa sempre più acceso, con i giocatori stanchi e che affrontano il match in maniera sempre più fisica. Dopo quattro minuti di recupero concessi dall’arbitro la partita si chiude con la vittoria in trasferta dell’Alessandria, che ora dovrà essere brava a conservare il vantaggio anche nella gara di ritorno.

Calcio

AS SAMB: Molte voci e confusione totale

Pubblicato

il

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Giorni infuocati e incandescenti quelli in casa rossoblù che oggi si chiama ancora Associazione Sportiva Sambenedettese S.r.l.

A scanso di equivoci contro miriadi di voci che si sentono e leggono in queste ultime ore, l’unica società rossoblù calcistica esistente è quella nata alle ore 18 di due mesi e tre giorni fa (27 maggio) con Presidente Roberto Renzi.

E’ di pochi minuti fa il Comunicato Ufficiale della sopracitata società rossoblù che, come promesso, ha inoltrato ricorso al TAR del Lazio per la riammissione al torneo di Terza Serie.

Secondo il mio parere è un ricorso difficile da vincere ma è lecito aspettare la risposta ufficiale.

Chiaramente le altre voci su una possibile cordata di una ventina? di imprenditori locali? che sarebbero pronti all’iscrizione nel campionato di serie D lasciano perplessi tifosi e sottoscritto.

La situazione è incredibilmente confusa ma tra pochi giorni avremo le idee più chiare a proposito delle strane mosse degli ultimi Presidenti rossoblù e del silenzio e della non partecipazione all’Asta (e dunque all’iscrizione in serie C) di coloro i quali, imprenditori, vogliono che la Samb riparti dalla D quando, invece, avrebbero potuto fare di tutto per non far perdere ai Rossoblù la Terza Serie calcistica, bene prezioso di tutta la città.

Comunque vada è certo che la Samb Calcio è stata di nuovo usata e, non me lo auguro ma lo temo, continuerà ad esserlo nell’immediato futuro.

Male fa, molto male, vederla di nuovo derisa e maltrattata.

I tifosi sambenedettesi ormai sono esasperati da queste buffonate e da tutti questi indecorosi teatrini.

COMUNICATO UFFICIALE (venerdì 30 luglio, ore 18:33)

“L’As Sambenedettese, al fine di difendere i propri diritti, comunica di aver depositato in data odierna il ricorso al Tar del Lazio”.


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Continua a leggere

Calcio

La Samb lascia il ritiro di Sefro

“Rompete le righe” dopo la decisione del CONI.

Pubblicato

il

Il rigetto del ricorso della Samb da parte del Collegio di Garanzia del CONI, con conseguente esclusione confermata dal prossimo campionato di Serie C, ha indotto il nuovo tecnico Massimo Donati a concedere ai suoi giocatori qualche giorno libero dal raduno precampionato nel paesino delle montagne del maceratese. In attesa della decisione definitiva, che avverrà dopo la discussione del ricorso al Tar del Lazio, i calciatori sarebbero liberi di accasarsi altrove in caso di conferma dell’esclusione dai campionati professionistici.

Continua a leggere

Calcio

L’ira dei tifosi Samb si abbatte sul sindaco Piunti

Irruzione di un gruppo di sostenitori rossoblù nel Comune di San Benedetto.

Pubblicato

il

La rabbia dei supporter della Sambenedettese – di base comprensibile – in seguito alla decisione del Collegio di Garanzia del CONI di escludere il club marchigiano dalla prossima Serie C, bocciandone il ricorso, è solamente agli inizi. RivieraOggi riferisce infatti che un gruppo di sostenitori avrebbe fatto irruzione durante una seduta del Consiglio Comunale per contestare il sindaco Pasqualino Piunti con toni molto duri. La seduta è stata sospesa per circa 40 minuti e sono dovute intervenire le forze dell’ordine per placare l’ira dei tifosi, anche se fortunatamente le contestazioni si sono limitate ad accuse verbali senza sfociare in colluttazioni.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group s.r.l.s. | Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€