fbpx
Seguici anche su

Basket

Playoff NBA, day-3: Celtics dominanti, Jazz e Mavs pareggiano la serie

Pubblicato

il

Conferme e sorprese nel terzo giorno dei playoff NBA, in cui consolidano il vantaggio di gara-1 sia i Toronto Raptors che i Boston Celtics. Le sorprese arrivano dalle battute d’arresto dei Nuggets e soprattutto dei Clippers che si fanno raggiungere nella serie da Jazz e Mavs.

TORONTO RAPTORS – BROOKLYN NETS 104-99

Sono degli altri Nets rispetto a gara-1: partono forte, vanno in vantaggio anche di 14 punti nel primo quarto ma alla lunga l’esperienza e la forza dei Campioni in carica esce fuori. Kyle Lowry (21 – 9 assist) è decisivo nel finale, così come Fred Vanvleet (24 con 10 assist) e soprattutto Norman Powell (24) uscendo dalla panchina. A Brooklyn non bastano tre doppie doppie di Jarrett Allen (14 punti, 15 rimbalzi), Joe Harris (14 punti, 15 rimbalzi) e Caris Levert (16 punti, 11 assist).

DENVER NUGGETS – UTAH JAZZ 105-124

Il solito sontuoso Donovan Mitchell, dopo averne segnati 57 in gara-1, ne piazza altri 43 con 8 assist per mandare sull’1-1 la serie. Sugli scudi anche Jordan Clarkson, l’ex Cavs mette a referto 26 punti e 4 triple a segno fa registrare il suo massimo in carriera. Per i Nuggets Nikola Jokic (28 punti con 10/21 al tiro, 11 rimbalzi e 6 assist) e un grande Michael Porter Jr. (altri 28 punti) non bastano per evitare il peggio.

BOSTON CELTICS – PHILADELPHIA 76ERS 128-101

Sempre più dominanti i Celtics o, meglio ancora, troppo pochi 76ers che pesano troppo l’assenza di Ben Simmons. Boston fa lo strappo decisivo nel terzo quarto con un parziale di 33-18, tenendo Phila col 22% al tiro. Jayson Tatum ritocca il suo massimo in carriera nei playoff nba segnando 33 punti con un superlativo 8/12 da tre punti. In generale, ottima prestazione collettiva dei Celtics che mandano in doppia cifra cinque giocatori. Joel Embiid è solo sull’isola: 34 punti, 10 rimbalzi e 11/21 al tiro ma anche -21 di plus-minus.

LOS ANGELES CLIPPERS – DALLAS MAVERICKS 114-127

La differenza tra le due squadre la fa la panchina dei texani con Trey Burke (16 punti), Seth Curry (15) e Boban Marjanovic (13+9). Superlativo il solito Luka Doncic (28 punti, 8 rimbalzi e 7 assist in 28 minuti) che spiega pallacanestro ad Orlando, lo sloveno diventa il più veloce di sempre a raggiungere i 70 punti in carriera ai playoff, superando Kareem Abdul-Jabbar. Serata no per i Clippers: tolto la consueta prestazione da MVP di Kawhi Leonard (35 punti e 10 rimbalzi con 10/21 al tiro in 41 minuti), c’è davvero poca precisione per pensare di impensierire i Mavs.

PER RIMANERE AGGIORNATO CLICCA SU: https://oggisport.it/

Basket

Eurolega, Milano raggiunge le Final Four! Shields e Hines battono uno straordinario Bayern Monaco

Pubblicato

il

L’Olimpia Milano scrive la storia. I ragazzi di Ettore Messina battono il Bayern Monaco per 92-89 in gara-5 e si qualificano alle Final Four di Eurolega raggiungendo l’Efes, il CSKA Mosca ed il Barcellona.

Gli italiani, al contrario delle ultime due gare in Baviera, comandano dall’inizio alla fine, strappando il risultato nei primi minuti del secondo quarto e definitivamente nel terzo quarto. L’Armani Exchange tocca anche il +17, prima della fine dell’inizio dell’ultimo periodo il Bayern tenta la rimonta arrivando a 10 punti di svantaggio ma Hines e Punter ricacciano indietro i bavaresi.

La squadra di Trinchieri non molla mai: a metà del quarto quarto concedono un parziale di 11-1 che li porta sull’83-77 a 3′ 35″ dalla fine. Poi ci pensa Malcom Delaney a cercare di far perdere le certezze con un parziale di 5-0. Il match sembra chiuso: un paio di disattenzioni portano il Bayern ad un possesso di differenza. Baldwin, a 10″ dal termine, tenta il tiro del pareggio ma uno straordinario Hines lo stoppa con un muro a due mani. Shields chiude definitivamente la partita dalla lunetta.

Protagonista assoluto del match è stato Shavon Shields: l’ex Trento si regala il carrer high in Eurolega con 34 punti e 41 di valutazione. Ottima partita anche di Kyle Hines che, dopo una serie ignota, si sveglia e risulta decisivo sia in attacco ed in difesa. Per lui è la nona Final Four della carriera: una leggenda.

Una menzione speciale va ai vinti, al Bayern Monaco. La squadra di Andrea Trinchieri ha giocato una stagione europea meravigliosa, andando oltre i propri limiti di talento con una compattezza di squadra che in pochissimi sanno fare. Chapeau.

Continua a leggere

Basket

Eurolega: Gara 5, AX Milano vs Bayern Monaco. Le pagelle.

Pubblicato

il

L’AX Milano batte in Gara 5 il Bayern Monaco per 92-89 e va alle Final 4 di Colonia.
Le scarpette rosse, dopo una gara dominata, negli ultimi 30″ rischiano buttare tutto all’aria subendo un parziale di 7-0 in poco più di 20″… ci pensano però Hines, con una superdifesa su Baldwin, e Shields, mpv con 34 punti referto, a stoppare la rimonta dei bavaresi

LE PAGELLE AX MILANO
Kevin PUNTER, 6: Una fiammata nel corso del terzo quarto e poco più per l’ex Virtus
Zach LEDAY, 5: Stecca gara 5 e non è da lui ma la sua schiacciata nell’ultimo periodo è da antologia del basket
Vladimir MICOV, 5: Il “professore” in questa serie non è stato realmente un fattore… lo aspettiamo alle Final 4 di Colonia
Michael ROLL, sv
Sergio “Chacho” RODRIGUEZ, 7: Averlo come cambio è un lusso che poche squadre hanno. Entra, fa impazzire chiunque provi a fermalo e cambia la partita… da clonare.
Kaleb TARCZEWSKI, 6: 12 minuti di grande sostanza per l’ex Arizona Wildcats.
Malcolm DELANEY, 6.5: Non è scintillante come in gara 4 ma nell’ultimo periodo respinge il (primo) rientro del Bayern con 5 punti in fila di grossa fattura.
Shavon SHIELDS, 9: Nella serata più importante ne mette 34 con 4/6 da 2, 5/6 da 3 e 11/12 ai liberi.. crediamo non ci sia bisogno di aggiungere altro.
Jeff BROOKS, 6+: 10 minuti ma un impatto in difesa, specie nel primo quarto, che va ben oltre la “virgola” in attacco.
Jeremy EVANS, sv.
Kyle HINES, 7.5: Dopo un primo tempo sonnacchioso, dove soffre Reynolds in particolar modo, esce alla distanza. 12 punti e 7 rimbalzi (5 in attacco) e l’ultima magnifica difesa su Baldwin che è la ciliegina sulla torta su una prestazione maiuscola
Luigi DATOME, 6.5: Per Gigione serie di playoff in crescendo rossiniano. Stasera 7 punti e 5 rimbalzi in 16 minuti di utilizzo e canestri importanti nei momenti cladi della gara.

Coach MESSINA, 7.5: Si attendeva una prova di carattere da parte dell’Olimpia e prova di carattere c’è stata. Note di merito: lo spauracchio Lucic lasciato a soli 8 punti e un partita vinta tirando con oltre il 50% sia da 2 che da 3. Per Messina l’Olimpia è la quarta squadra diversa portata alle Final 4… Chapeau!!!

per info:   https://oggisport.it/category/basket/ –  https://oggisport.it/tag/Euroleaguehttps://www.euroleague.net/

Continua a leggere

Basket

Eurolega: Gara 4, l’AX Milano spreca una ghiotta occasione per chiudere la serie! Martedì gara5 al Forum.

Pubblicato

il

Bayern_Olimpia

Il Bayern Monaco ha sette vite come quelle dei gatti… forse anche di più. Al termine di una gara 4 incerta fino all’ultimo secondo i bavaresi, sul parquet amico dell’Audi Dome, pareggiano i conti contro l’AX Milano e forzano la serie alla decisiva gara 5 di martedì prossimo.

Il punteggio finale di 85-82 premia i ragazzi di coach Trinchieri, bravi a non mollare veramente mai e capaci di fare inceppare gli ingranaggi ad un’AX Milano, magari non perfetta ma sicuramente in palla per buoni 35′ di gioco.

Le scarpette rosse, trascinate dalla serata magica di Delaney, autore di 28 punti di cui 17 nel primo tempo, hanno però il demerito di aver buttato alle ortiche una ghiottissima occasione per qualificarsi anticipatamente alle Final 4.

Dopo un primo quarto interlocutorio (23-19), l’AX nei secondi 10 minuti spiccava letteralmente il volo grazie ad un parziale di 17-31 che lanciava i ragazzi di Messina al 40-50 del 20′, grazie anche a un Datome finalmente incisivo. I punti di vantaggio di Milano salivano anche a 13 (44-57 al 23′) ma l’impressione che si riceveva dal campo era che l’AX ne meritasse anche di più, visto il controllo che aveva sul match.

Nel momento migliore però qualcosa si bloccava. In casa Bayern saliva in cattedra uno strepitoso Zipser che trascinava i suoi a una insperata, almeno fino a qualche minuto prima, rimonta. L’ex giocatore dei Bulls segnava due triple pesantissime, oltre a mettere a segno due schiacciate da antologia, che consentivano ai suoi di chiudere il terzo quarto sul -8 (63-71) e di lanciarsi all’inseguimento delle scarpette rosse nel quarto periodo.

In questo frangente ad affiancarsi a Delaney era Shavon Shields che, oltre ai punti (17 a fine gara), trascinava Milano a suon di rimbalzi e difesa, ma il Bayern minuto dopo minuto si faceva pericolosamente vicino, tanto da sorpassare a 3′ dalla fine (80-79) grazie a un canestro di Reynolds.

Milano, da grande squadra, aveva la forza di rimettere il naso avanti grazie al solito Delaney che segnava il sottomano del +2 (80-82 al 39′) ma, fin lì praticamente perfetto, sbagliava il tiro libero del +3 e 30 secondi dopo il lay-up, a dire il vero neanche troppo difficile, della potenziale vittoria.

Sul capovolgimento di fronte il Bayern confezionava un’azione che andrebbe dritta alla posizione numero 1 della top ten di “Euroleague Action” (semmai ne esistesse una). Zipfer, in stato di grazia, si lanciava in contropiede e entrato in area lanciava Lucic in un clamoroso alley-oop, che il serbo concretizzava in un gioco da tre punti, grazie al fallo subito da Shields (83-82 al 39’36).

Con 24 secondi da giocare Milano si giocava comunque il possesso della vittoria. Shields se lo giocava in isolation, con la colpa però di tenere troppo ferma la difesa. L’ex Trento con 8 secondi sul cronometro si buttava verso canestro subendo un contatto, giudicato in un primo momento falloso, di Gist. Gli arbitri ricorrevano all’instant-replay capovolgendo il fischio ai danni del giocatore di Milano e consegnando di fatto la vittoria agli uomini di Trinchieri. Il Bayern sugella il finale di 85-82 grazie a due liberi del solito Lucic, in ombra per gran parte della gara ma determinante nei momenti decisivi.

Appuntamento per gara 5, martedì prossimo al Forum, per quella che sarà la gara che vale una stagione.

per info:   https://oggisport.it/category/basket/ –  https://oggisport.it/tag/Euroleaguehttps://www.euroleague.net/

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group s.r.l.s. | Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti |