fbpx
Seguici anche su

Calcio

Pirlo a JTV: “Inzaghi si è messo in discussione, è da lodare. Ho deciso con Ronaldo di farlo riposare”

Pubblicato

il

In vista della trasferta di Benevento, Andrea Pirlo ha parlato ai microfoni di JTV. Queste sono le sue parole: “Maradona è stato l’idolo di tutti noi ragazzi che volevamo giocare a calcio, è stato il dio del calcio. I primi mondiali che mi ricordo sono quelli dell’86, dov’era riuscito a vincere i mondiali con l’Argentina e mi ricordo che ero in giardino a provare il gol che aveva fatto contro l’Inghilterra, provando a scartare da solo gli uomini per fare quel tipo di gol. Ricordo indelebile di un giocatore unico, che rimarrà per sempre nella storia del calcio. Ho avuto la fortuna di incontrarlo qualche volta e ho fatto anche una foto ricordo: sono contento di averla nel mio rullino“.

“Contro il Benevento sarà una gara difficile, contro una squadra tosta. Conosco benissimo l’allenatore e so cosa vorrà fare con i propri giocatori. Dovremo essere concentrati sin dal primo minuto, loro faranno una gara importante, cercando di coprire bene il campo e di ripartire in contropiede.

“Inzaghi si è messo in discussione: ha iniziato nel Milan, poi ha fatto un grande passo indietro ed è stato ammirevole andando in serie C, facendo un passo importante per la sua crescita. Poi con i risultati è riuscito a riconquistare la serie A. È un allenatore bravo e preparato. E’ malato di calcio, quindi è uno che arriverà sicuramente“.

“Ci sarà grande equilibrio in campionato, proprio perché ci sono tante partite e i giocatori faranno fatica a recuperare, soprattutto quelli che giocano la Champions. Giocare ogni tre giorni non è facile, devi recuperare le forze sia fisiche che mentali, ed è molto difficile. Sarà un campionato equilibrato, soprattutto in questo periodo“.

“Ci abbiamo creduto fino alla fine contro il Fenercvaros. Volevamo raggiungere il risultato e l’abbiamo fatto spingendo e cercando di arrivarci fino all’ultimo minuto. Sono stati bravi i ragazzi: era importante raggiungere l’obiettivo”.

“Io ho il mio modo di gestire le persone, facevo così anche quando ero calciatore e non è cambiato nulla. Il gruppo sta crescendo in consapevolezza, riesce ad individuare quello che stiamo cercando di proporre fino al primo giorno e poi gli sviluppi in campo si vedono. Ci voleva tempo e queste partite servivano anche un po’ per provare certi tipi di giocatori in certi tipi di posizione. Adesso che abbiamo individuato più o meno qual è la struttura della squadra riusciamo a lavorare meglio“.

“In difesa non giocherà Alex Sandro perchè viene da due mesi di infortunio: ha fatto una grande partita ed è affaticato, però sarà presente e verrà con noi. Rientrerà Bonucci e sarà a disposizione anche lui. Cristiano Ronaldo effettuerà un turno di riposo concordato, perché era un po’ stanco dopo tante partite”.

“Ramsey è un giocatore intelligente. Per me è stato veramente una sorpresa vedere questo tipo giocatore così intelligente, che è sempre messo bene in tutte le posizioni del campo. Lo vedo in quella zona del campo perché è molto bravo a trovare lo spazio”.

Continua a leggere
Pubblicità

Calcio

Coppa Italia: l’Atalanta vince, la Lazio eliminata

3 a 2 per i bergamaschi

Pubblicato

il

Coppa Italia: l’Atalanta vince, la Lazio eliminata. Vittoria per 3 a 2 per i bergamaschi che superano il turno e vanno in semifinale. Eliminata la formazione di Inzaghi. Partita accesa con varie situazioni, ma l’Atalanta, nel secondo tempo in 10, superano con qualche affanno l’ostacolo. Reina para un rigore a Zapata.

Di seguito il tabellino.

ATALANTA (3-4-2-1): Gollini; Djimsiti, Romero, Palomino; Maehle (43′ st Caldara), Pessina, Freuler, Gosens; Malinkovskyi (14′ st Zapata), Miranchuk (14′ st De Roon); Muriel (18′ st Toloi). A disposizione: Gyabuaa, Ilicic, Lammers, Rossi, Ruggeri, Scalvini, Sportiello, Sutalo. Allenatore: Gasperini

LAZIO (3-5-2): Reina; Patric (46′ Parolo), Hoedt (26′ st Immobile), Acerbi; Marusic, Milinkovic-Savic, Escalante (17′ st Correa), Akpa Akpro, Fares (46′ Lazzari); A. Pereira (36′ st Lulic), Muriqi. A disposizione: Alia, Armini, Cataldi, Czyz, G. Pereira, Radu, Vavro. Allenatore: Inzaghi

ARBITRO: Pairetto di Nichelino

MARCATORI: 7′ pt Djimsiti (A), 17′ pt Muriqi (L), 34′ pt Acerbi (L), 36′ pt Malinovskyi (A), 12′ st Miranchuk (A)

NOTE: Espulso Palomino (A) per fallo da ultimo uomo all’8′ st. Ammoniti: Romero, Malinovskyi (A); Patric, Fares, Escalante (L). Recupero: 1′ e 4′

Continua a leggere

Calcio

Coppa Italia, Juventus sul velluto contro la Spal. Sarà semifinale contro l’Inter

Pubblicato

il

La Juventus regola per 4-0 la Spal nei quarti di finale di Coppa Italia, regalandosi una interessante doppia sfida contro l’Inter in semifinale. Tutto molto semplice per i bianconeri che passeggiano sui romagnoli grazie alle reti di Morata, Frabotta, Kulusevski e Federico Chiesa.

Le due sfide contro i nerazzurri si giocheranno il 3 ed il 10 febbraio.

Continua a leggere

Calcio

Coppa Italia, Juventus-Spal: le formazioni ufficiali

Pubblicato

il

Dopo le fatiche ai supplementari contro il Genoa, la Juventus torna ad affrontare la Coppa Italia. I bianconeri all’Allianz Stadium ospitano la Spal, che negli ottavi di finale hanno eliminato il Sassuolo.

Queste le formazioni ufficiali della gara:

JUVENTUS (4-4-2): Buffon, Dragusin, Demiral, De Ligt, Frabotta; Bernardeschi, Fagioli, Rabiot, Ramsey; Kulusevski, Morata. All. Pirlo.

SPAL (3-4-2-1): Berisha, Okoli, Vicari, Ranieri; Dickmann, Esposito, Missiroli, Sernicola; Brignola, Seck; Floccari. All. Marino.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group s.r.l.s. | Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti |