Seguici anche su

Calcio

Napoli, Milan, Verona e quel gusto anni 80 in cima alla classifica

Pubblicato

il

Partenopei, rossoneri e scaligeri in testa: non si vedeva da quei favolosi anni 80

Sembra di essere tornati alla seconda metà degli anni 80: quella del Napoli della meraviglia, Maradona, del Milan delle meraviglie, gli olandesi volanti e di una squadra che lasciava a bocca aperta perché creava meraviglia: il Verona di Osvaldo Bagnoli, il mago della Bovisa. Sarà una strana circostanza della classifica, magari non rimarranno tutte e tre in cima, ma sta di fatto, che per una giornata, quella odierna, la seconda, sono lì, dove osano le aquile, a guardare tutte le altre, dall’alto al basso.

Certo, i tempi e gli interpreti sono cambiati: mica Maradona e Careca, ma Mertens, il redivivo Lozano non sono niente male, non ci son più Gullit e Van Basten, ma anche senza il totem Ibra, ecco l’implacabile Kessie e il giovane e sgusciante Brahim Diaz. Galderisi, Elkjaer e Briegel sono andati in pensione, ma che energia e freschi punti sprizzano i ragazzi, tostissimi, di Juric e se Favilli avesse finalmente trovato la sua piazza dei sogni?

Così, tra antichi gradi di nobiltà, nel 1985 lo scudetto andò in riva all’Adige, due anni più tardi finì invece sul lungo mare di Partenope e l’anno dopo, il 1988, eccolo atterrare sulla sponda rossonera dei Navigli, si cullano nuovi desideri di leadership. Impressionanti le due vittorie di Napoli e Milan. Gli azzurri hanno segnato tra Parma, prima tappa e Genoa, 8 gol, senza incassarne alcuno. Milan che ne ha segnati la metà, 4, uguale il numero di quelli presi: 0. Insomma, Gattuso e Pioli, non sono Ottavio Bianchi ed Arrigo Sacchi, ma sono due allenatori che hanno fatto la loro gavetta, preso le loro botte, ed ora stanno raccogliendo ciò che hanno seminato. Anche Juric non è Bagnoli, ma il bagno di entusiasmo che ha riportato tra i veronesi è davvero palpabile.

Così, Napoli, Milan e Verona, le tre nuove capoliste di questo campionato appena partito, strizzano l’occhio a quel loro passato radioso e vincente e si godono questo presente raggiante. E non è un caso o forse si, il fatto che il primato a braccetto di questo strano trittico, sia avvenuto proprio nel giorno dei 50 anni (auguri!) di una trasmissione che negli anni 80, quando Milan, Napoli e Verona facevano faville (e non ancora Favilli…) andava per la maggiore: 90esimo minuto. Il balcone di Giulietta e Romeo, via Caracciolo, la parte rossonera di piazza Duomo, si godono anche loro la notte in testa alla classifica. Si, magari anche solo per una settimana, ma intanto, adesso, sono un po’ più alte della Mole bianconera.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calcio

Frosinone, ricostruito il crociato anteriore a Riccardo Baroni

Pubblicato

il

Frosinone, ricostruito il crociato anteriore a Riccardo Baroni

Il Frosinone Calcio ha comunicato che nella giornata di ieri il calciatore Riccardo Baroni è stato sottoposto ad un intervento in artroscopia. L’intervento, perfettamente riuscito, è consistito nella ricostruzione del crociato anteriore e per la riparazione del menisco interno ed esterno dell’arto destro.

L’operazione è stata eseguita presso la Clinica Mater Dei dal direttore dell’Unità di Traumatologia dello Sport e Chirurgia del ginocchio del Policlinico Universitario Agostino Gemelli, professor Adriani e dai collaboratori dottor Cialdella e dottor De Fenu. All’operazione ha assistito anche il responsabile dei fisioterapisti di Fisioterm, Luca Lombardi. I tempi di recupero previsti sono di circa 6 mesi.

Al difensore gialloblu auguriamo una pronta guarigione e di rivederlo in campo il prima possibile.

Continua a leggere

Calcio

Serie C, Imolese-Samb 1-1: Maxi Lopez e Polidori i marcatori

Pubblicato

il

VERONA – La Samb non riesce a vincere la terza gara consecutiva.

Dopo il doppio due a zero con Fano e Mantova i rossoblu di Paolo Montero rallentano davanti ai romagnoli imolesi di mister Cevoli.

Sul campo neutro del Gavagnin-Nocini è 1-1 come lo scorso anno in una gara dai contenuti molto simile a quella della scorsa stagione.

Solamente un tiro nello specchio della porta che frutta il risultato di parità.

In vantaggio la Samb a metà primo tempo con Maxi Lopez che dal dischetto trasforma un calcio di rigore assegnato per fallo in area di Tonetto su Mawuli. 1-0 Samb.

Alla mezzora un cross dalla destra di Torrasi è deviato di testa sul secondo palo da Polidori che batte dai cinque metri e mezzo Nobile, nonostante la deviazione di D’Ambrosio. 1-1.

Nella ripresa nulla cambia.

Le due squadre macinano chilometri palla al piede ma non ci sono tiri diretti nello specchio della porta.

Domenica prossima 25 ottobre al “Riviera” arriva il Modena.


IL TABELLINO

IMOLESE – SAMB 1-1 (pt 1-1)

RETI: 24pt rigore Maxi Lopez, 30pt Polidori.

IMOLESE (3-5-2) Siano; Pilati, Rinaldi, Carini; Rondanini, Masala (77′ Boccarsi), Torrasi, D’Alena (67′ Alboni), Tonetto (77′ Ingrosso); Stanco, Polidori (67′ Morachioli) A disp. Rossi, Angeli, Sall, Ventola, Mele, Sabattini, Cerretti, Della Giovanna. All. Cevoli

SAMB (4-3-1-2) Nobile; Scrugli (45′ Lavilla), D’Ambrosio, Di Pasquale, Enrici; Shaka Mawuli (79′ De Ciancio), Angiulli, D’Angelo (64′ Malotti); Botta; Nocciolini (64′ Bacio Terracino), Maxi Lopez A disp. Laborda, Biondi, Occhiato, Serafino, Masini, De Goicoechea, Lescano, Liporace. All. Montero

Arbitro: Francesco Luciani della sezione di Roma 1, coadiuvato dagli assistenti Marco Carrelli (Campobasso) e Antonio Severino (Campobasso).

Quarto ufficiale: Samuele Andreano (Prato).

Ammoniti: 60′ Pilato, 62′ Enrici, 82′ De Ciancio


Imolese-Samb 1-1: l’allenatore Paolo Montero

Pubblicato da Sambenedettese Calcio su Mercoledì 21 ottobre 2020


Imolese-Samb 1-1, Simone Lavilla

Imolese-Samb 1-1, Simone Lavilla

Pubblicato da Sambenedettese Calcio su Mercoledì 21 ottobre 2020



Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Continua a leggere

Calcio

Serie C: tra Potenza e Teramo un buon pareggio

Buon pareggio per gli abruzzesi

Pubblicato

il

Di

la mascotte del Potenza

Serie C: tra Potenza e Teramo un buon pareggio. Biancorossi ospiti del Potenza al “Viviani”
Assenti Bombagi (lombalgia), Gerbi, Lasik (problema muscolare in attesa di esami strumentali), Minelli (distrazione collaterale) e Soprano (in fase di recupero dalla distrazione all’adduttore).
Schieramenti tattici speculari, in campo dal primo minuto l’ex Cianci tra i padroni di casa.
Anche l’ultimo giro di tamponi anti-Covid19, intanto, è risultato essere negativo per l’intero Gruppo squadra. Ecco il tabellino.


POTENZA (4-4-2): 22 Marchegiani, 18 Zampa, 6 Conson (Vk) 15 Boldor, 7 Coccia; 2 Viteritti (89′ 30 Costa Pinto), 23 Coppola (K), 4 Sandri (46′ 8 Iuliano), 21 Di Livio (64′ 26 Di Somma); 9 Cianci (79′ 10 Ricci), 17 Salvemini (89′ 16 Baclet). 
A disp.: 1 Santopadre, 3 Panico, 5 Romei, 11 Compagnon, 13 Lauro, 16 Baclet, 20 Fontana, 24 Volpe.
All.: Somma.

TERAMO (4-2-3-1): 22 Lewandowski, 23 Diakite, 26 Piacentini, 33 Iotti, 3 Tentardini; 6 Arrigoni (K), 21 Santoro; 20 Ilari (Vk), 7 Mungo (62′ 32 Bunino), 8 Costa Ferreira (81′ 9 Cappa); 11 Pinzauti.
A disp.: 1 Valentini, 4 Trasciani, 9 Cappa, 17 Di Francesco, 24 Celentano, 25 Birligea, 27 Di Matteo, 28 Viero.
All.: Paci.

Arbitro: sig. Francesco Carrione di Castellammare di Stabia.
Assistenti: sigg. Emilio Micalizzi di Palermo e Giuseppe Trischitta di Messina.
Quarto uomo: sig. Gianpiero Miele di Nola.

Spettatori
Marcatori: 33′ Cianci (P), 67′ Pinzauti (T).
Ammoniti: Sandri (P), Coppola (P), Diakite (T), Conson (P), Costa Ferreira (T), Cianci (P).
Espulsi: –
Recupero: 0’pt, 4’st.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti