Seguici anche su

Motori

MotoGP: Riflessioni per Suzuki, mercato per Ducati e Petronas

Chi va, chi resta e chi torna nel Moto GP

Pubblicato

il

Stagione MotoGP esaltante per la Suzuki con Joan Mir ad un passo dalla vetta. Davide Brivio parla di ipotesi Dovizioso tester e di un team con Valentino Rossi.

Suzuki vive uno dei suoi migliori periodi dal suo ritorno in MotoGP. Al Montmelò le azzurre di Joan Mir e Alex Rins sono salite entrambe sul podio. A dimostrazione che la GSX-RR si sta rivelando la moto più costante in griglia, su ogni tipo di tracciato: Austria, San Marino, Catalunya. Tanto da fare un pensierino sul Mondiale, ora che la vetta dista appena 8 punti.

Davide Brivio preferisce restare con i piedi a terra, sa che basta un risultato opaco per ribaltare una classifica molto stretta e imprevedibile.
Nel 2019 Rins ha conquistato due vittorie, ma non era così vicino come Mir alla leadership della classifica. “Non siamo i più forti in termini di velocità, ma ora riusciamo a difenderci in quell’ambito – spiega il team manager a Paolo Ianieri de ‘La Gazzetta dello Sport’ -. Se eravamo competitivi in Austria, pista per moto veloci, vuol dire che andiamo forte anche su tracciati sulla carta sfavorevoli“.
A Joan Mir però manca ancora la sua prima vittoria in classe regina, anche se ad Hamamatsu sono già abbastanza soddisfatti. “Il problema positivo è che stanno aumentando le aspettative anche all’interno di Suzuki. In Giappone sono gasati. I manager ci fanno i complimenti, chiedono…“.


Sono giorni importanti per il mercato piloti, in vista del prossimo anno. Dopo l’annuncio dell’approdo di Rossi in Petronas arrivano novità da Ducati: è fatta per il passaggio di Pecco Bagnaia dal team Pramac al team ufficiale, dove affiancherà Jack Miller. In Pramac la coppia sarà invece Martin-Zarco. La Ducati vuole puntare su un pilota di talento, determinato e volenteroso perché come successo con Lorenzo, dopo un anno di apprendistato con la Desmosedici, Pecco ha stabilito una serie di prestazioni convincenti con uno stile di guida che sfrutta la percorrenza in curva che sembrava proprio il punto debole della Rossa da ormai un paio di anni a questa parte.
Pecco conclude il messaggio: “Oggi sono la persona più felice del mondo, per me è un sogno che si avvera: essere un pilota ufficiale Ducati è sempre stata la mia ambizione e ci sono riuscito insieme a tutti coloro che hanno sempre creduto in me anche quando le cose non andavano nel migliore dei modi. Un grazie speciale a Claudio Domenicali, Gigi Dall’Igna, Paolo Ciabatti e Davide Tardozzi per la fiducia, al Pramac Racing Team che mi ha accolto come una famiglia e alla VR46 Riders Academy che mi ha sempre sostenuto in tutti questi anni”.


Motori

Motomondiale: La speranza è l’ultima a morire.

Pubblicato

il

Il recupero precede bene, lo conferma la visita medica a cui si è sottoposto di recente e ce lo fa sapere Honda, che però non fa cenno ai tempi di recupero necessari per rivedere in pista il campione spagnolo. Lo spagnolo aveva “ricevuto” l’infortunio al primo GP della stagione 2020, sul circuito di Jerez de la Frontera ( Spagna) il 18 luglio. La riabilitazione di Marc Marquez, dopo la terza operazione a cui si è sottoposto il 3 dicembre, sembra dunque in fase conclusiva.

Di seguito il comunicato Honda:

Marc Marquez si è recato all’ospedale Ruber Internacional per un controllo medico. L’otto volte campione del mondo si è sottoposto alla visita sei settimane dopo l’intervento chirurgico per una pseudoartrosi infetta dell’omero destro. Nel momento della valutazione è stata confermata una soddisfacente evoluzione clinica e radiografica. Marquez proseguirà con il trattamento antibiotico specifico e con un programma di recupero funzionale adattato alla sua situazione clinica”.

Continua a leggere

Motori

MotoGP: Ultime news da tutto il mondo

Pubblicato

il

18 gennaio 2021 – Mai un manager era passato dalle moto alla F1: si definisce la strada di Davide, scelto dalla Casa Francese Alpine(ex Renault) per una sfida bella e difficile con Fernando Alonso come pilota.

In casa Yamaha si prova a modificare l’esisto della stagione passata:

La Yamaha M1 2022 sarà forse il primo prototipo MotoGP senza l’impronta di Valentino Rossi. Con l’arrivo di Fabio Quartararo al fianco di Maverick Vinales nel team factory l’evoluzione verrà affidata alle “nuove generazioni”. Parla poi Cal Crutchlow, da cui si attendono informazioni importanti anche da casa Honda. “Sarà molto diverso , vedremo se sarà positivo o negativo. Con Fabio cercheremo di migliorare e lavorare un po’ più uniti. Ma anche Valentino contribuirà molto allo sviluppo – sottolinea il pilota catalano -. E in fin dei conti sarà nel box di fianco“.

Novità da Bologna , restano ancora gravi le condizioni di Fausto Gresini, ricoverato per Covid nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale Maggiore Carlo Alberto Pizzardi di Bologna. “Le condizioni cliniche generali di Fausto sono ancora gravi per il perdurare della polmonite da covid che compromette molto l’ossigenazione del sangue, rendendo necessario continuare la ventilazione meccanica concomitante a sedazione per mantenere sufficiente l’ossigeno nel sangue. Fortunatamente gli altri organi non sono attualmente danneggiati. Sono state pianificate delle manovre posturali e l’ausilio di particolari farmaci inalatori con l’obbiettivo di migliorare la respirazione”

Continua a leggere

Motori

Leclerc positivo al Covid

Lo ha comunicato via Instagram

Pubblicato

il

Leclerc positivo al Covid. Dopo Lando Norris un altro pilota positivo.

Il pilota della Ferrari lo ha comunicato attraverso la pagina instagram. Dice di sentirsi bene e di avere solo pochi sintomi.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group s.r.l.s. | Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti |