fbpx
Seguici anche su

Calcio

Modena-Samb: i precedenti in Emilia

Pubblicato

il

Sono complessivamente 15 i precedenti in casa Modena, considerando anche la gara di ritorno dei Sedicesimi di Finale di Coppa Italia del 29 ottobre 2003 quando la Samb di Sauro Trillini esce sconfitta dal “Braglia” 0-2 ed eliminata dopo la prestigiosa vittoria nella gara d’andata (2-1) contro i canarini di Alberto Malesani, quell’anno in serie A.

Nei quattordici incontri di campionato (10 in serie B e 4 in serie C) il bilancio complessivo è di 7 vittorie per il Modena, 5 pareggi e 2 vittorie dei rossoblù.

Il primo scontro si gioca in serie B il 30 dicembre 1956 e termina a reti bianche.

Seguono 3 sconfitte consecutive della Samb che riesce a segnare la prima rete al “Braglia” nel match dell’ 8 novembre 1959: 3-1 è il risultato per i canarini di mister Renzo Magli che passano in vantaggio alla mezzora del primo tempo con Ponzoni e raddoppiano al 42° con Lugli. A sette minuti dal termine è Angelo Buratti ad accorciare le distanze per i rossoblù di Alberto Eliani, prima che il Modena a tempo scaduto mettesse a segno con Tomeazzi la rete del definitivo 1-3.

L’8 aprile 1962 è ancora 0-0 e, purtroppo, questa trasferta viene ricordata dolorosamente per la morte di sei tifosi rossoblù, in un drammatico incidente stradale avvenuto in Romagna, di ritorno dalla gara giocata a Modena: perdono la vita Pardi Leo, 44 anni e suo figlio Giovannino (due giorni dopo avrebbe compiuto 10 anni); Rosati Basilio (27 anni), Viviani Angelo (31 anni), Viviani Giuseppe (27 anni) e Viviani Sante (25 anni).

Undici anni dopo, è il 17 giugno 1973, si gioca in serie C e la “SamBergamasco” finalmente espugna il “Braglia”. E’ l’ultima giornata di campionato e I Ragazzi di Marino Bergamasco passano in vantaggio con Nicola Daleno che al limite dell’area avversaria triangola con Bomber Francesco Chimenti, avanza e all’altezza del dischetto del rigore scarica un rasoterra preciso e molto teso che non dà scampo all’estremo difensore canarino Renato Piccoli: Modena 0, Samb 1.

Dieci minuti più tardi Gregorio Basilico sfugge sulla fascia destra e crossa teso in area per “faina”-Maurizio Simonato che, con perfetto tempismo, incorna di testa e realizza il raddoppio: Modena 0- Samb 2.

Nella ripresa la Samb va vicina al terzo gol, prima con Pasquali e poi, ancora, con l’onnipresente Maurizio Simonato.

Il gol della bandiera gialloblù arriva a dieci minuti dal termine grazie al centrocampista Renzo Corni.

Il 9 giugno 1974 la “SamBergamasco”, due settimane dopo il trionfale ritorno “matematico” in serie B (vittoria al Ballarin contro il Ravenna 1-0 il 26 maggio), cede di misura (0-1) ai canarini di Armando Cavazzuti che realizzano il gol vittoria ad un quarto d’ora dal termine grazie a Giorgio Blasig.

Altra sconfitta di misura il 19 ottobre 1975, 0-1 con gol di Gian Franco Bellotto.

E’ 2-2 il 21 novembre 1976 con i rossoblù che vanno per due volte in vantaggio grazie a Maurizio Marchei prima e Carlo Odorizzi poi, ma che vengono raggiunti da Roberto Bellinazzi e Giovanni Ferradini.

Sull’1-0 per la Samb Ruggero Mascia di Milano assegna un contestatissimo calcio di rigore al Modena che Bellinazzi si fa parare dal portiere rossoblù Flavio Pozzani.

L’anno seguente è 1-1 ed il protagonista della gara è la “giacchetta nera” (Giancarlo Lapi della sezione di Firenze) che, addirittura, assegna due calci di rigore a favore degli emiliani.

Al vantaggio a metà del primo tempo di Bomber Chimenti, infatti, segue un calcio di rigore assegnato al Modena a 20 minuti dal termine: l’estremo portiere rossoblù Antonio Pigino para il tiro debole del canarino Patrizio Bonafè.

Passano altri dieci minuti e Lapi è lesto ad indicare ancora una volta il dischetto del rigore in area sambenedettese: questa volta Bellinazzi realizza per il definitivo pareggio.

E’ memorabile la vittoria del 7 giugno 1987, secondo e ultimo successo rossoblù al “Braglia”. La Samb del compianto Roberto Clagluna sconfigge nettamente 4-0 la compagine di Gigi Mascalaito e, a tre giornate dalla fine, mette una seria ipoteca sulla salvezza raggiunta due settimane dopo con l’elettrizzante e vibrante successo per 4-3 in casa dei “galletti” baresi.

I rossoblù di Clagluna giocano un primo tempo da favola, tanto che vanno negli spogliatoi con un triplo vantaggio grazie alla doppietta di Tiziano Manfrin al 12° e al 20° e alla rete di Roberto Di Nicola al 40°.

Al quarto d’ora della ripresa Sauro Frutti del Modena sbaglia un calcio di rigore mentre sei minuti più tardi Franco Selvaggi non fallisce dagli undici metri e fissa il risultato sul 4-0, vittoria esterna più larga per la Samb nei 21 tornei di B disputati.

Il 27 settembre 1987 la Samb di Angelo Domenghini pareggia 2-2: in vantaggio al quarto d’ora con Fabio Marangon, i rossoblù sul finire del primo tempo subiscono nel giro di 4 minuti la rimonta del Modena a segno con Pierantonio Torroni e Giorgio Boscolo.

La rete del 2-2 viene siglata da Marco Sinigaglia ad inizio ripresa.

Samb rimontata e battuta il sabato di Pasqua (15 aprile) del 2017.

Tutto accade nella ripresa: al 10° Lorenzo Sorrentino servito da Bacinovic porta in vantaggio i rossoblu. Un quarto d’ora dopo gli emiliani di mister Eziolino Capuano pareggiano con Diop da un’azione di calcio d’angolo. E’ Loi alla mezzora a fissare il risultato sul 2-1.

L’ultimo precedente, il 9 febbraio dello scorso anno, coincide con l’ultima trasferta prima della “pandemia da CoViD19”. La Samb di Paolo Montero incappa nella seconda sconfitta consecutiva in campionato (due punti nelle ultime cinque partite): è la striscia più negativa della stagione, peggiorata la domenica successiva con lo stop casalingo contro il Ravenna. Iacopo Cernigoi sciupa un’occasione clamorosa nel primo tempo poi, quando la gara sembra essersi incanalata sul “risultato ad occhiali”, ecco il canarino Spaviero a finalizzare un’azione da calcio d’angolo a tre minuti dal 90°. 

Luigi Tommolini 

TUTTI I PRECEDENTI IN CASA MODENA


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Calcio

Entella-Ascoli: Sottil ne convoca 23

Pubblicato

il

ASCOLI PICENO – Sono 23 i bianconeri convocati da Mister Sottil al termine della seduta di rifinitura, che la squadra ha svolto stamane al Centro Tecnico di Coverciano.

Oltre allo squalificato Saric, il tecnico non potrà contare su Avlonitis (gastroenterite) e Pucino (problema muscolare).

PORTIERI: Leali, Sarr, Venditti

DIFENSORI: Brosco, Corbo, D’Orazio, Ghazoini, Kragl, Pinna, Quaranta

CENTROCAMPISTI: Buchel, Caligara, Danzi, Eramo, Mosti, Sabiri

ATTACCANTI: Bajic, Bidaoui, Cangiano, Dionisi, Parigini, Simeri, Stoian

Squalificati: Saric

Diffidati: Eramo

Indisponibili: Avlonitis, Charpentier, Pucino


ARTICOLI CORRELATI

Entella-Ascoli, Sottil: “Partita fondamentale, ci aspettano dodici finali”


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Continua a leggere

Calcio

Verso Juventus-Lazio, Pirlo: “Non sappiamo se c’è un focolaio nella squadra, lo scopriremo. Domani sarà una partita da non sbagliare”

Pubblicato

il

In vista del big match contro la Lazio, Andrea Pirlo ha parlato in conferenza stampa presentando la partita. Queste sono le parole dell’allenatore bianconero: “La Lazio è una squadra solida, da 6 anni sono quasi gli stessi giocatori, si conoscono molto bene ed i risultati parlano per loro. Sappiamo che incontriamo una squadra che lotterà per arrivare fino alla fine per arrivare in alto, non sarà facile. Con la Juventus tutte le sfide sono importanti, sono abituato a pensare partita per partita e dobbiamo concentrarci con tutte le forze per vincere domani. Ci sono ancora gli indisponibili, abbiamo ancora un giorno per recuperare qualcuno. Dispiace per Bentancur, abbiamo pochi centrocampisti a disposizione per schierare la miglior formazione possibile. De Ligt ancora non si è allenato, vediamo domani come starà. Bonucci ha fatto una parte di allenamento stamattina, viene da 16 giorni di inattività e non è detto che possa partire titolare domani. Morata deve mettere minuti nelle gambe. La visita che ha fatto Arthur ieri è stata positiva, speriamo possa darci una mano nelle prossime partite. Mckennie non ci ha sorpreso, sapevamo che avesse queste caratteristiche: ora che lo abbiamo riscattato non deve montarsi la testa.

I giovani nella squadra si sono inseriti molto bene: non sono loro il problema, così come non lo sono gli anziani che aiutano sempre tutti. Entrare nella Juventus non è semplice, sono fiducioso che faremo tutti un ottimo lavoro. Quando giochi tante partite bisogna anche riposarsi, Ronaldo ha stretto i denti e lo farà ancora perché siamo contati: ha sempre dato l’esempio, lo farà anche in futuro. Non sappiamo se c’è un focolaio all’interno della squadra, lo scopriremo presto. Ramsey sta bene, potrà essere nella partita domani e sarà una risorsa importante. Fagioli non so se giocherà titolare, fino a domani non abbiamo la certezza di chi recupererà: si sta allenando bene, siamo tranquilli anche se dovesse partire titolare. Domani sarà una partita importante per il discorso classifica, c’è tanto entusiasmo perché stiamo affrontando sempre partite di un certo livello.

Fuga dell’Inter? Per noi non è cambiato nulla rispetto a settimana scorsa, dobbiamo vincere tutte le partite sperando in un loro passo falso. La nostra priorità non è la Champions League: siamo in corsa per tre competizioni, se gli altri saranno più bravi di noi faremo loro i complimenti. Quest’anno abbiamo iniziato un progetto importante, gli giudizi cambiano sempre e non abbiamo paura di poter sbagliare. Domani dovremo fare una partita intelligente, abbiamo giocato tante partite e dobbiamo gestire al meglio le nostre energie”.

Continua a leggere

Calcio

Le statistiche di Monza-Pordenone

Si giocherà domani alle 18 con diretta Rai Sport

Pubblicato

il

Di

Monza e Pordenone si incrociano per la terza volta tra Serie B e Coppa Italia: 1-1 nel match d’andata e successo dei brianzoli ai rigori nella Coppa nazionale.

Il Monza ha pareggiato sei delle 10 gare di Serie B giocate nel 2021 (3V, 1N): una in più che in tutte le 16 precedenti del torneo in corso.

Il Monza non ha ancora vinto alcuna partita casalinga nel 2021 (3N, 1P), raccogliendo soltanto tre punti nel parziale: solo il Pescara (un punto) ha fatto peggio dei biancorossi nei match interni del nuovo anno solare.

Il Pordenone ha perso le ultime due trasferte di campionato e potrebbe subire tre KO di fila in esterna per la prima volta in Serie B.

Il Pordenone ha perso le ultime due gare di Serie B contro squadre neopromosse, dopo essere rimasto imbattuto nelle precedenti sei sfide del campionato cadetto contro queste avversarie (3V, 3N).

Tra le prime 10 squadre in classifica, il Monza è, dopo la SPAL (20), quella che ha raccolto meno punti (21) contro le compagini che occupano la seconda parte del tabellone in questo campionato.

Si affrontano la squadra che ha subito meno gol in casa (Monza, otto) e quella che ne ha incassati meno in trasferta (Pordenone, 10) in questo campionato.

Il Pordenone è l’unica squadra di questo campionato a non avere ancora subito gol su rigore; nessuna invece ne ha realizzati più del Monza (quattro) dagli 11 metri.

Nell’ultima gara contro il Frosinone, Christian Gytkjær è diventato il primo giocatore del Monza a prendere parte ad almeno 10 gol in questa stagione in Serie B: cinque reti e cinque assist.

Sebastian Musiolik, a segno nel match d’andata, ha realizzato tre delle sue quattro reti stagionali in gare interne di questa Serie B; l’unico gol messo a segno in trasferta è quello contro il Pescara dello scorso novembre.

Fonte: StatsPerform

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group s.r.l.s. | Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti |