Seguici anche su

Ciclismo

Milano-Sanremo: dove vederla in tv

Pubblicato

il

Milano-Sanremo: dove vederla in tv. La Milano-Sanremo presented by Vittoria sarà trasmessa sugli schermi di 185 diversi Paesi del mondo, con una copertura televisiva in tutti e cinque i continenti.

RAI, host broadcaster che produrrà tre ore di segnale in diretta, proporrà la prima Monumento della stagione agli appassionati del territorio nazionale su RAI 2, dalle 15:50 alle 18:50.

I palinsesti della Milano-Sanremo presented by Vittoria sono disponibili a questo link

Nel panorama europeo, La Chaine L’Equipe trasmetterà la corsa in esclusiva in chiaro in Francia, mentre Eurosport coprirà il resto d’Europa. Gli appassionati belgi potranno seguire la corsa anche su VTM Medialaan in lingua fiamminga e su RTBF in lingua francese. In Svizzera, la Milano-Sanremo presented by Vittoria sarà trasmessa dal network SRG SSR: su SRF in lingua tedesca, su RTS in lingua francese e su RSI in lingua italiana.

Copertura in diretta anche in Sudafrica sugli schermi di Supersport e in tutto il Medio Oriente e Nord Africa sul canale Abu Dhabi Sports.

Oltreoceano, la gara sarà disponibile in live streaming sulle piattaforme Fubo.TV e FloSports in USA e Canada e in onda su TUDN in Messico e America Centrale, mentre il network ESPN coprirà il Brasile (in lingua portoghese), il resto del Sud America (in lingua spagnola) e i Caraibi (in lingua inglese).
In Australia e Sudest Asiatico sarà possibile seguire la diretta su Eurosport Asia Pacific, mentre in Nuova Zelanda la copertura live sarà assicurata dall’emittente Sky Sports.

Collegamento in diretta anche dal Giappone grazie alla piattaforma GCN, mentre i tifosi cinesi potranno seguire la Classicissima live su Zhibo.tv.

Continua a leggere
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ciclismo

Festa per la vittoria di Manuele Martella

Ottimo risultato in mountain bike

Pubblicato

il

Lo svolgimento della Cross Country della Lecceta a Torino di Sangro ha regalato recentemente il primo risultato positivo di questo anomalo 2020 ai giovani della D’Ascenzo Bike in mountain bike.

Artefice di questo risultato è stato Manuele Martella che ha vinto in scioltezza la gara riservata agli allievi davanti a Jarno Camaione e a Christian Di Bucchianico dell’Asd Moreno Di Biase.

A completare l’esaltante spedizione a Torino di Sangro il quarto posto nella medesima categoria di Jacopo Muzi. Si sono comportati in modo egregio ottenendo buoni piazzamenti anche gli esordienti Lorenzo Marcozzi, Lorenzo Gravante, Francesco Di Giuliantonio, David D’Evangelista e Loris Serafini.

La soddisfazione per aver raggiunto il primo posto con Martella e tutti gli altri piazzamenti del resto della squadra ripagano i tanti sacrifici di questa stagione del tutto eccezionale grazie al lavoro certosino dei tecnici Mauro Di Ferdinando (2°livello) coaudivato da Siro Rastelli, Fabio Iezzi e Simone Muzi (1°livello), Alessio Piccioni, Vladimiro D’Ascenzo (strada), Emidio Caterini, Berardo Casalini e Mirco Rastelli (aspiranti maestri tirocinanti).

Un risultato importante per tutta la squadra (in procinto di prepararsi per l’imminente stagione di ciclocross) e anche per gli sponsor che, nonostante le difficoltà del momento, continuano a credere con fiducia al progetto della D’Ascenzo Bike che vede al centro la crescita dei ragazzi e l’attività della scuola di ciclismo fuoristrada intitolata a Darwin Lupinetti.

Continua a leggere

Ciclismo

Van Der Breggen per la storia, Longo Borghini di bronzo

Nel festival del ciclismo olandese femminile, sorride anche l’Italia.

Pubblicato

il

Anna Van Der Breggen è la nuova campionessa mondiale femminile di ciclismo. Sul difficile circuito di Imola l’olandese bissa la vittoria della cronometro di giovedì scorso, impresa riuscita soltanto alla grandissima Jeannie Longo nel 1995. Nel festival orange, 3 atlete nei primi 4 posti la nostra Elisa Longo Borghini conquista un bellissima medaglia di bronzo dopo una corsa condotta da tutta la squadra azzurra in maniera perfetta.

Il circuito: Ci si aspettava una vittoria dell’Olanda dopo i 143 chilometri e 5 giri del severissimo circuito di Imola che aveva in se 2750 metri di dislivello. Il pronostico è stato rispettato e la Van Der Breggen si è dimostrata la più in forma di questo periodo migliorando il gran feeling con l’Italia visto che meno di 15 giirni fa conquistava il Giro d’Italia Rosa.

L’azione decisiva: L’Olanda alzava il ritmo di gara sulla temibile salita della Gallisterna, dove Van Vlauten, Van Der Breggen con Longo Borghini e la danese Ludwig, riprendevano il gruppo delle fuggitive. Dopo pochi km, Van Der Breggen salutava le altre e nessuna riusciva a resistergli. Longo Borghini era l’ultima a cedere marcata dalla Van Vleuten. L’azzurra dopo aver capito di non poter raggiungere l’orange in fuga rallentava la sua azione e le 2 venivano riprese dal gruppo. Nell’ultimo giro la Van Vleuten ripartiva nuovamente in salita con Longo Borghini che non mollava un centimetro e gli andava dietro per giocarsi il podio alle spalle dell’imprendibile Van Der Breggen. Nella volata per i 2 gradini più bassi del podio, Van Vleuten precedeva l’italiana, conquistando l’argento, per la Longo Borghini grandi applausi e una bella medaglia di bronzo.

Continua a leggere

Ciclismo

Ganna: Missile Azzurro

Il ciclista azzurro vince la cronometro iridata sul circuito di Imola, dando all’italia la prima medaglia d’oro in questa disciplina

Pubblicato

il

Filippo Ganna è il nuovo campione del mondo a cronometro su strada ed entra a 24 anni nell’olimpo del ciclismo italiano. Per la nazionale azzurra è il primo titolo iridato in questa disciplina che si disputa dal 1994.

L’impresa : Il 24 anni piemontese, già iridato nell’insegnamento su pista si è letteralmente divorato i 31,7 chilometri del circuito con partenza ed arrivo ad Imola. Il tempo finale del corridore del Team Ineos è stato di 35:54.10, con una media oraria di 52.981 km/h. La sua pedalata è stata qualcosa di speciale che ha sbaragliato tutti i suoi rivali. Medaglia d’argento a 26 secondi è arrivato Wout Van Aert che sognava una storica doppietta iridata, visto che sarà l’uomo da battere nela prova a squadre in linea di domenica. Terzo lo svizzero Kueng, staccato di 29”. Quarto il campione uscente l’australiano Rohan Dennis, quinto l’inglese Geraint Thomas.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti