fbpx
Seguici anche su

Tennis

Miami: l’analisi del match tra Sinner e Hurkacz

Pubblicato

il

Termina in finale il percorso da sogno di Jannik Sinner a Miami. Il tennista altoatesino è stato sconfitto in due set per 7-6(4) 6-4 dal polacco Hubert Hurkacz dopo un ora e 45 minuti di gioco. Entrambi lasciano la Florida con il sorriso stampato sul viso. Il 24enne di Breslavia passa dalla posizione n. 37 alla n. 16, guadagnando 1000 punti e un premio pari a 300.110 dollari. Anche per Jannik il bicchiere non è mezzo vuoto. Dalla posizione n. 31 sale fino alla n. 23, a -3 dall’ingresso in top 20 e con un premio in denaro di 165.000 dollari.

L’analisi del match – La finale di Miami si apre con un break in favore di Hurkacz, che non si lascia sfuggire l’opportunità di passare subito in vantaggio. Il divario è di 3 game a 0 per il polacco. Sinner nella prima fase del match è impreciso, sbaglia troppo. In fase di costruzione del punto è impeccabile ma al momento di chiudere lo scambio commette errori non forzati. Troppi. Il giovane tennista di San Candido, a metà set, riesce a riprendere in mano le redini del gioco e recupera il gap con il polacco fino a portarsi sul 5-5 prima e sul 6-5 dopo. Il break conquistato è fondamentale e arriva in un momento del match cruciale e dove la tensione è palpabile. Il vantaggio però non dura molto. Jannik spreca il proprio turno di servizio, senza vincere nemmeno un punto e conclude il game per 0-40. L’opportunità di chiudere il set in favore va in fumo e subito dopo si entra nel vivo del tie-break. Hurkacz ringrazia e mette la firma su primo parziale, chiudendo il tie-break per 7-4, sempre grazie ad alcune defaillance dell’azzurro.

Il secondo set si apre sulla falsa riga del primo, con un break nei game iniziali. Sinner non appare al massimo della condizione, con scarsa concentrazione. Il 24enne di Breslavia si porta sul 3-0 e mette pressione al tennista azzurro, costretto ancora una volta all’inseguimento. Jannik riesce a ridurre il divario portandosi sul 4-3. Tenta di rimettersi in carreggiata ma Hurkacz tiene l’urto, lotta su ogni punto e non cede il break di vantaggio. Il secondo parziale si chiude per 6-4, con un errore finale di Sinner.

I due hanno dato spettacolo sul campo centrale del Miami Open, senza risparmiarsi. Bel gioco e tanti applausi per due tennisti tanto giovani quanto talentuosi, divisi da soli quattro anni di differenza. Sia Jannik che Hubert hanno modalità di gioco molto simili. Scambi lunghi, cambi di ritmo e accelerazioni imprevedibili. Tattiche a specchio che a questo turno hanno giovato al tennista di Breslavia. I due, inoltre, si conoscono molto bene. Fanno coppia nei tornei di doppio e si allenano anche assieme.

Olimpiadi

Tokyo 2020, tennis maschile: delineato il tabellone degli ottavi di finale, c’è Fognini

Pubblicato

il

Nella notte si sono svolte le ultime gare per completare il tabellone degli ottavi di finale del torneo olimpico di tennis. Nole Djokovic è a caccia dell’oro che gli manca per cercare di completare il Golden Slam, ovvero la vittoria di tutti gli Slam più la medaglia olimpica. L’unico italiano rimasto in gara è Fabio Fognini, il quale avrà l’arduo compito di affrontare Danil Medvedev. I due giocheranno alle 4 questa notte.

Il tabellone completo:

Djokovic vs Davidovich Fokina

Ivashka vs Nishikori

Zverev vs Basilashvili

Chardy vs Broady

Schwartzman vs Khachanov

Humbert vs Tsitsipas

Carreno Busta vs Koepfer

Fognini vs Medvedev

Continua a leggere

Olimpiadi

Tokyo 2020, tennis femminile: strordinaria Giorgi, ai quarti di finale!

Pubblicato

il

Straordinaria Camila Giorgi! La tennista italiana si qualifica ai quarti di finale del torneo di tennis a Tokyo 2020 battendo la ceca Karolína Plíšková, finalista dello scorso Wimbledon. Un’ora e 14 minuti per sbarazzarsi della numero 7 al mondo con il punteggio di 6-4 6-2, ora la Giorgi affronterà Elina Svitolina per la sfida più importante della sua carriera.

Continua a leggere

Olimpiadi

Tokyo 2020, tennis maschile: avanzano Sonego e Fognini, eliminato Musetti

Pubblicato

il

Nella prima giornata di gare nel torneo olimpico di tennis restano nel torneo due italiani su tre. Lorenzo Musetti cede all’australiano John Miilman in due set col punteggio di 3-6 4-6, ma la sua Olimpiade non è finita qui perchè deve giocare ancora in doppio.

Fabio Fognini che supera in un’ora e 50 minuti il giapponese Yuichi Sugita in due set (6-4 6-3), nonostante quest’ultimo abbia lottato tantissimo nei primi 6 game del primo set durati 55 minuti. Poi tutto molto più semplice per Fabio nel resto del match, ora affronterà nel secondo turno uno tra Egor Gerasimov e Gilles Simon.

Primo turno complicatissimo per Lorenzo Sonego, ma il suo cuore sabaudo riesce a superare l’ostacolo Taro Daniel dopo tre ore e 50 minuti. L’italiano perde il primo set 4-6, salva un match point nel tie break vinto 7-6 nel secondo set e mette definitivamente la testa avanti trionfando 7-6 anche nel terzo set. Per l’italiano ora c’è Nikoloz Basilashvili al secondo turno.

Nessuna sorpresa negli altri match: ok Djokovic (doppio 6-2 a Dallien), Medvedev (6-4 7-6 a Bublik), Karatsev (6-2 6-3 a Paul).

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group s.r.l.s. | Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€