fbpx
Seguici anche su

Altri sport

L’Italia cerca un posto nei play-off

Qualificazioni Mondiali 2021 femminili

Pubblicato

il

Maria Enzersdorf, appena 9mila abitanti nell’hinterland viennese. È qui, tra le mura della BSFZ Südstadt e in diretta su Sky Sport Arena, che l’Italia femminile nel fine settimana si giocherà il proprio futuro nelle qualificazioni ai Campionati Mondiali di Spagna 2021.

È la prima fase, quella che di solito – e anche questa volta – si sviluppa con la formula del girone unico raccolto in tre giorni, da oggi (venerdì) al 21 marzo, con partite di sola andata e una mini-classifica.

La particolarità in questa occasione è il numero di pass disponibili: Tre giorni, tre squadre, due posti.

L’Italia di Ljljiana Ivaci ritroverà il campo 538 giorni dopo l’ultima partita ufficiale. Era il 29 settembre 2019, l’avversaria era la fortissima Ungheria e le qualificazioni – poi interrotte – avrebbero portato agli Europei vinti nel dicembre scorso dalla Norvegia. Altra storia. Anche altra Italia, per la verità.

Nel frattempo la nuova guida tecnica, con Ivaci tornata alla guida delle azzurre dodici anni dopo la prima esperienza degli anni scorsi (2005-2008) e assieme alle stesse Elena Barani e Adele De Santis già avute accanto con le selezioni giovanili nel quadriennio scorso.

Proprio da lì, dalle giovanili e in particolare dall’attuale U19, arrivano molte delle new entry di questa Nazionale: Manojlovic (miglior giovane del 2020), Fabbo, Eghianruwa erano azzurrine e oggi sono azzurre, rafforzate anche dalle esperienze maturate nel frattempo coi propri club.

C’è un po’ di domani e anche tanta attualità in questa Italia.

Ci sono le imminenti 91 presenze del capitano Monika Prünster, i 138 gol fin qui segnati in campionato dall’ala Giada Babbo, il ritorno in gara ufficiale di Irene Fanton e Laura Rotondo.

C’è l’Italia col cuore e la determinazione maturate nei dieci giorni di stage tra Mezzocorona e Oderzo. Le azzurre avranno la possibilità di fare da spettatrici per un giorno: domani, quando Austria e Kosovo (ore 18:10) apriranno le danze alla BSFZ Südstadt. Nel pomeriggio del 20 marzo il debutto alle 18:00 contro le kosovare, vera e propria incognita di questo girone.

Avversaria difficile da decifrare, la squadra balcanica è anche la prima a finire nel mirino dell’Italia: fare risultato vorrebbe dire passare verosimilmente il turno.

L’ITALIA. Due volti del tutto nuovi nelle 18 atlete che raggiungeranno Maria Enzersdorf: l’ala destra Ilaria Lain e il terzino Matilde Tisato, entrambe giovanissime (21 e 22 anni) e al debutto in maglia azzurra.

Non ci sarà, dopo lo sfortunato infortunio al ginocchio rimediato in allenamento a Mezzocorona, il centrale Sofia Ghilardi. Le ragazze di Ljljiana Ivaci giocheranno anche per lei. 

“L’approccio mentale, l’atmosfera dello spogliatoio, la carica emotiva della squadra mi rendono molto soddisfatta”, dice l’allenatrice Ljljiana Ivaci dopo l’amichevole di ieri sera contro la Mechanic System Oderzo. 

“Sotto il profilo è inevitabile avvertire la mancanza di partite, di minuti in campo.

Abbiamo avuto la possibilità di lavorare in questi giorni, ma è evidente come i meccanismi necessitino di più tempo per funzionare a memoria .

Questo ovviamente non cambia i nostri obiettivi: andiamo in Austria per ottenere il passaggio del turno. Sappiamo che la partita contro il Kosovo potrà dire molto, quasi tutto, del nostro percorso e sono certa che l’affronteremo con la determinazione giusta”.

I giorni scorsi sono serviti ad amalgamare un organico con qualche novità e qualche gradito ritorno: 

“Innanzittutto rivolgo il mio pensiero a Sofia (Ghilardi ndr): è stata davvero sfortunata nell’infortunio, arrivato in uno di quei movimenti che un giocatore di pallamano fa migliaia di volte.

L’aspettiamo al più presto di nuovo in Nazionale. Come ho detto si è creata un’atmosfera molto positiva in squadra. Le più giovani hanno approcciato bene all’impegno, non stanno soffrendo la differenza d’esperienza e questo è molto positivo. Tutte devono sentire di poter dare un contributo alla causa. Sono positiva e ci credo, come ci credono tutte le ragazze”. 

Nella foto: Irene Fanton, centrale della Nazionale femminile, al tiro (credit: Isabella Gandolfi)

Kickboxing

Kickboxing, bottino di medaglie per l’ASD M.M.A. di Avezzano (AQ)

Pubblicato

il

Un bel bottino di medaglie per gli atleti della ASD MMA di Avezzano (AQ). Sabato 10 Aprile, i ragazzi del Maestro Massimo Persia, hanno preso parte alla fase regionale Lazio di Kickboxing FEDERKOMBAT che si è svolta ad Anguillara Sabazia (RM).

Due ori, due argenti ed un bronzo: questo è il medagliere che i 3 atleti dell’associazione sportiva MMA, hanno riportato a casa dalla trasferta laziale.

Oro per Cesidio Biocca, che si aggiudica il primo posto nella specialita’ del Kick Light, categoria Juniores cinture nere -74kg e vince anche l’argento nella specialità del Light Contact. Doppia medaglia anche per l’esperto senior -63kg Davide Piperni che torna con un argento nella Kick Light ed un bronzo nel Light Contact. Ottima prestazione anche per il Maestro Massimo Persia che riporta a casa la medaglia d’oro nella categoria Kick Light -94kg.

Molto soddisfatti dai risultati ottenuti, anche i tecnici, Vincenzo Giffi Marco Morelli, ed il direttore tecnico Maestro Alessandro Cavidossi.

Continua a leggere

Altri sport

Talk Time. Sport e dintorni (LIVE) #Chapter45

Pubblicato

il

Eccezionalmente alle 18:45 i nostri Adriano|Fabrizio|Luca, come sempre, divagheranno senza peli sulla lingua sui temi sportivi della settimana.

Per intervenire in diretta:

👉 https://www.facebook.com/TalkTimeWeb/
👉 https://www.facebook.com/oggisport2/
👉 https://www.facebook.com/ilMartino.it/
👉 https://www.youtube.com/channel/UCtCIOoECcgpGEtVYoKX1uCg/live
👉 https://www.twitch.tv/talktime_snowice

Continua a leggere

Altri sport

L’Aquila, Città Europea dello Sport 2022

Pubblicato

il

Ieri mattina il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, ha partecipato alla cerimonia promossa da Aces Europe nell’ambito della quale sono state consegnata la targa e la ‘ciotola della benemerenza’ per il conferimento del titolo al capoluogo abruzzese di “Città europea dello sport 2022″.

L’iniziativa si è svolta nel salone d’onore del Coni, a Roma, con la partecipazione del sottosegretario alla presidenza del consiglio dei ministri con delega allo Sport, Valentina Vezzali, il presidente del Comitato olimpico nazionale Italiano, Giovanni MalagòAll’evento, hanno preso parte anche diversi sindaci e amministratori locali italiani. Era presente anche l’assessore regionale allo Sport, Guido Liris.

“Un riconoscimento per il percorso compiuto nel processo di candidatura con cui sono stati premiati gli sforzi per riqualificare e valorizzare gli impianti sportivi della città e delle frazioni. – spiega il sindaco Biondi-  In un momento così complicato per lo sport italiano, con decine di associazioni che svolgono attività essenziale per i nostri giovani e da un anno sono alle prese con i problemi e le conseguenze legate alla pandemia, compito delle istituzioni è quello di far sentire il proprio sostegno e vicinanza. Oltre che elemento di coesione sociale crediamo nello sport quale veicolo di promozione turistica e consolidamento dell’immagine della città. Adesso, con l’assessore allo Sport, Vito Colonna, lavoreremo per la calendarizzazione degli eventi e perché sia tutto pronto per ospitare delegazioni e gare”.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group s.r.l.s. | Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti |