fbpx
Seguici anche su

Sport Invernali

Sport Invernali: Le brevi di Snow&Ice

I risultati di oggi delle discipline invernali

Pubblicato

il

Snow&Ice News

Giornata in chiaroscuro per gli atleti azzurri impegnati quest’oggi nelle gare di Coppa del Mondo delle discipline i vernali. Atleta di giornata per i nostri colori è il fondista De Fabiani che si deve arrendere allo sprint al russo Bolshunov nella 15 km mass start tecnica classica. Giornata da dimenticare per la biathleta Lisa Vittozzi nella sprint 7,5 km.

Sci di Fondo: Il week end conclusivo del Tour de Ski inizia con la prestazione che non ti aspetti. In campo maschile la 15 km mass start tecnica classica vede tra i protagonisti di giornata Francesco De Fabiani, che nella sua gara preferita risorge con una prestazione d’autore. Soltanto il Cannibale Bolshunov, riesce a battere allo sprint il DeFa. A due tappe dalla fine del Tour de Ski guida Bolshunov con 2’37” di vantaggio su Manificat. Primo azzurro a 5’16” è De Fabiani che sale all’undicesimo posto. Domani sprint in classico con Pellegrino in cerca di qualcosa d’importante. In campo femminile la 10 km Mass start tecnica classica è vinta per distacco dalla Nepryaeva, seconda la Hennig, terza e medaglia di bronzo di giornata la Andersson. Diggins resta in testa nella generale con 55″ su Stupak. Migliore delle azzurre in classifica è la Comarella 21esima.

Sci Alpino: Ad Adelboden gli uomini hanno disputato il primo dei due giganti del week end di Coppa del Mondo. Pinturault da lezione di sci a tutti vincendo la gara con 1”04 centesimi di vantaggio su Zubcic e 1″11 sul leader di Coppa del Mondo Odermatt. Quarto il norvegese Kilde. De Aliprandini e Borsotti sono gli unici azzurri che entrano in zona punti, il primo 14esimo, 22esimo Borsotti. Da segnalare la buona prestazione di Tonetti, 12esimo dopo la prima manche. Nota negativa di giornata il grave infortunio del norvegese Lucas Braathen caduto sulla linea d’arrivo a cui salta il crociato e chiude anticipatamente la stagione. Domani ancora gigante, mentre in campo femminile la Valanga rosa affila le lamine per la discesa libera di Sant Anton che potrebbe dare nuove soddisfazioni ai colori azzurri.

Biathlon: Esame di laurea per i biathleti nella pista di Oberhof. In campo femminile Tiril Eckhoffsi si conferma in gran forma e vince la Sprint precedendo di quasi 30 secondi la svedese Hanna Oeberg e la sorpresa austriaca Lisa Hauser al primo podio in coppa del mondo. Male le azzurre, con Wierer che chiude 31esima. La Vittozzi naufraga è chiude fuori dalle 60 non qualificandosi per la pursuit di domani. In campo maschile Johannes Boe vince il solito festival norvegese, arrivando finalmente alla vittoria numero 50 in Coppa del Mondo. Secondo al traguardo l’altro Boe Tarjei, terzo Laegreid. Grande prestazione per Lukas Hofer quarto al traguardo a 32 secondi dalla vetta. Manca poco per Hofer per risalire nuovamente sul podio in Coppa del Mondo. Domani nell’inseguimento partiranno anche tutti gli altri azzurri presenti in Germania, Windisch, Bormolini, Giacomel e Bionaz.

Sci Alpino

Sci Alpino: Lara Gut-Behrami trionfa nel SuperG di Crans Montana ma l’Italia ne piazza tre nelle prime otto.

Pubblicato

il

Lara Gut

Ennesima prova di alto livello per la svizzera Lara Gut-Behrami che sulle nevi di casa di Crans Montana si porta a casa il primo posto, conquistando la seconda vittoria stagionale in SuperG e consolidando la vetta nella classifica di specialità

La svizzera ha preceduto di 93 centesimi l’austriaca Tamara Trippler che ha relegato al terzo posto Federica Brignone (+1.02). L’azzurra, che ha perso un paio di decimi solo sul piano centrale, nella parte finale ed in assoluto nelle parti tecniche ha pennellato linee migliori, perdendo forse il secondo posto solo sul salto finale, dove è stata non troppo pulita.

Quattro centesimi dietro la detentrice della Coppa del Mondo è finita Francesca Marsaglia, che con questo risultato prenota con forza un posto ai prossimi Mondiali di Cortina.

Buona prova di Marta Bassino (+1.41), finita ottava, autrice di una discesa perfetta nella parti più difficili del tracciato, lasciando qualcosa nei tratti veloci, dove deve ancora trovare il giusto feeling.

Peccato per Sofia Goggia che, a causa di un brutto salto finale, ha saltato l’ultima porta, buttando al vento un probabile secondo posto, collezionando così la seconda uscita consecutiva in SuperG.

Brutta giornata per Petra Vlhova che non ha portato a termine la gara, perdendo punti importanti in ottica Coppa del Mondo generale.

Classifica finale
1. Gut-Behrami L. 1:15.63
2. Tippler T. 1:16.56 +0.93
3. Brignone F. 1:16.65 +1.02
4. Marsaglia F. 1:16.69 +1.06
5. Scheyer C. 1:16.75 +1.12
6. Nufer P. 1:16.76 +1.13
7. Haaser R. 1:17.02 +1.39
8. Bassino M. 1:17.04 +1.41
9. Suter C. 1:17.15 +1.52
10. Lie K. V. 1:17.18 +1.55

Per infohttps://www.fis-ski.com/en – https://oggisport.it/category/sport-invernali/sci-alpino/

Continua a leggere

Sci Alpino

Sci Alpino: Lo svizzero Feuz doma la mitica Streiff di Kitzbühel! Innerhofer ai piedi del podio

Pubblicato

il

Beat Feuz

Beat Feuz ci ha preso gusto, e dopo aver rincorso per anni la vittoria sulla mitica Streiff di Kitzbühel, nell’arco di tre giorni ha portato a casa due primi posti nella discesa libera per eccellenza del Circo Bianco, costruendo il trionfo di oggi pennellando come nessuno nella diagonale dell’Hausbergkante. Lo svizzero, tra i più grandi discesisti degli ultimi 20-30 anni, nelle ultime 7 discese a Kitzbühel ha portato a casa ben 6 podi, numeri di eccellenza.

Feuz, dopo aver accusato 42 centesimi di ritardo al secondo intermedio, ha compiuto un capolavoro nella parte finale staccando di 17 centesimi il francese Clarey, che aveva sciato in modo quasi perfetto nella parte centrale. Per il francese tanto amaro in bocca ma la soddisfazione di essere il primo over-40 ad andare a podio sulla Streiff.

Sull’ultimo gradino del podio l’austriaco Matthias Mayer (+0.38), alla terza gara consecutiva a podio, che si è giocato tutto nella parte finale dove non ha sciato in modo impeccabile.

Ottima gara per l’azzurro Innerhofer (+0.86) che, praticamente al rientro in gara, ha conquistato un grande quarto posto rilanciando le sue ambizioni in ottica SuperG di domani. Dietro di lui i tedeschi Romed Baumann (+0. 97) e Andreas Sanders (+1.00).

Prova discreta, ma siamo sicuri che lui non sarà dallo stesso avviso, per Dominik Paris che ha chiuso al settimo posto a 1 secondo e 18 centesimi dalla vetta, ma ha dovuto far fronte ad una visibilità non perfetta nella parte finale.

Attimi di paura per l’austriaco Kriechmayr. Nella traversa un palo si è staccato da terra e gli è finito di traverso sugli sci. L’austriaco si è salvato con tanto mestiere ma la paura è stata molta,

CLASSIFICA FINALE
1. Feuz B. 1:55.29
2. Clarey J. 1:55.46 +0.17
3. Mayer M. 1:55.67 +0.38
4. Innerhofer C. 1:56.15 +0.86
5. Baumann R. 1:56.26 +0.97
6. Sander A. 1:56.29 +1.00
7. Paris D. 1:56.47 +1.18
8. Striedinger O. 1:56.49 +1.20
9. Bailet M. 1:56.51 +1.22
10. Odermatt M. 1:56.61 +1.32

Per infohttps://www.fis-ski.com/en – https://oggisport.it/category/sport-invernali/sci-alpino/

Continua a leggere

Biathlon

Biathlon: Ad Anterselva clamorosa vittoria della Francia. Una buona Italia chiude 5a.

Pubblicato

il

Jacquelin Anterserlva

Si decide in volata la staffetta maschile di Anterselva che premia la Francia grazie alla strepitosa ultima frazione di Emilien Jacquelin, che all’entrata dello stadio ha beffatto il norvegese Johannes Boe (+0.8). Per la Francia seconda vittoria nel giro di un paio di ore, dopo la vittoria di Simon nella mass start femminile.

La gara si è decisa sull’ultimo poligono, quando Boe ha dovuto utilizzare una ricarica che gli ha fatto perdere 6-7 secondi decisivi in ottica vittoria finale, al contrario di Jacquelin autore di un veloce 5/5 e lesto a rimettersi sulla scia del norvergese. Nelle salite finali Boe non è riuscito a staccare il francese, che invece è stato tatticamente più bravo all’ingresso dello stadio, prendendosi il margine sufficiente per vincere la gara.

Al terzo posto la Russia (+50.8) che ha preceduto in volata la Germania, ormai alle prese con un’astinenza da vittorie in staffetta che dura da troppo tempo.

Quinto posto per un’ottima Italia che, priva di Hofer, fino al sesto poligono ha lottato per il podio, per poi cedere nell’ultimo giro della terza frazione con Bormolini e controllare nell’ultima con Windisch, quando ormai i giochi per il podio erano fatti. Da applausi comunque le prime due frazioni dei giovani Bionaz e Giacomel che hanno lanciato l’Italia nelle zone alte. Bionaz è stato fantastico al lancio, chiuso al sesto posto a soli 20″ dalla testa, mentre Giacomel si è superato al poligono, con doppio zero senza ricariche e con tempi di esecuzione molto rapidi, e sugli sci, ottenendo il secondo tempo della frazione, lasciando il testimone a Bormolini con l’Italia in secondo posizione a 6″ dalla Russia, dopo essere uscito addirittura primo da poligono.
Per la prima volta da diversi anni lo staff tecnico azzurro ha 5 atleti su cui costruire una staffetta competitiva

 CLASSIFICA FINALETEMPO
1Francia1h 14′ 25.8
2Norvegia+00.8
3Russia+50.8
4Germania+54.4
5Italia+01:55.1

per infohttps://oggisport.it/category/sport-invernali/ – https://www.biathlonworld.com/ – https://oggisport.it/tag/biathlon  – https://oggisport.it/category/sport-invernali/biathlon/

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group s.r.l.s. | Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti |