Seguici anche su

Basket

LBA: Il punto sulla 9^ giornata di campionato

A|X Milano sempre in testa alla classifica tallonata da Brindisi. Il derby di Bologna numero 109 sorride alle Vu Nere.

Pubblicato

il

Trento-Varese

Questa settimana si sono disputate sei gare su otto in LBA. Detto di Milano che sta facendo un campionato a parte, continua a stupire Brindisi saldamente al secondo posto. Il derby bolognese sorride alla Virtus mentre a Brescia e Roma continua a tirare brutta aria… ma facciamo come di consueto il punto sulla giornata di campionato appena trascorsa.

Il numero 9 è stato un po’ il leitmotiv della gara tra Milano (18) e Venezia (10). Nove sono infatti le vittorie consecutive dell’Olimpia, nove (di cui 6 senior) sono i giocatori che ha potuto schierare la Reyer, in quella che sarebbe dovuta essere il primo banco di prova probante per i biancorossi. Con le rotazioni tirate all’osso i ragazzi di De Raffaele hanno offerto una strenua resistenza (86-72), ma alla lunga poco hanno potuto contro il “trio delle meraviglie” Leday (20 punti), Delaney (16 punti) e Shields (14 punti).

Seppur priva di Leunen, Cantù (6) ha schiantato la Virtus Roma (4) chiudendo il referto su un bel 101-85, frutto di un controllo constante sulla gara, concretizzato in particolare nel secondo periodo (23-15). In casa Pancotto ben 6 giocatori in doppia cifra con la perla del 21+12 di Donte Thomas e dei 15 punti (5/6 dalla lunga) del giovane Procida. Tra le fila virtussine ormai non fanno più notizia le grandi prestazioni di Tommaso Baldasso (19 punti), al quale si è aggiunto questa volta l’ottimo Ygor Biordi (14 punti)

Il Derby 109 sorride alla Virtus Bologna (10) che ha condannato la Fortitudo (2) alla settima sconfitta in campionato. Dopo due quarti tutto sommato in equilibrio (41-47) nei secondi 20′ la Fortitudo è letteralmente scomparsa dal parquet, sciogliendosi come neve al sole. Djordjevic ha potuto invece godersi un Teodosic da 14 assist e ben 6 giocatori oltre i 10 punti, tra cui Pajola (14 punti) che per la prima ha scollinato la doppia cifra. La Effe, con grossi problemi in cabina di regia, deve assolutamente invertire il trend o la salvezza inizia a farsi sempre più complicata

Seconda vittoria consecutiva per Varese (8) che espugnando (74-77) il parquet di Trento (8) ha agganciato in classifica proprio la Dolomiti Energia. La clamorosa prestazione di Toney Douglas (28 punti + 8 rimbalzi) e lo “scontato” ventello di Scola hanno portato in dote a coach Bulleri punti pesanti in ottica classifica. In casa Trento, complici le assenze J. Williams e Luke Maye, il calendario dell’ultimo mese, pesante a livello fisico, ha tolto energie mentali e fisiche per gestire al meglio gli ultimi minuti di gioco.

Continua a volare alto Brindisi (16) che ha regolato non senza soffrire (74-71) una Brescia (4) vogliosa di risalire la china in classica. D’Angelo Harrison con 19 punti è stato il migliore dei suoi ma questa volta sono manati i punti di Willis e Thompson. In casa Brescia, oltre alla panchina bollente di Esposito, pare si sia aperta la “grana” Bortolani, non utilizzato contro Brindisi, che vorrebbe tornare a Biella per recuperare fiducia e minuti.

Pesaro (10) non si ferma e sul parquet di casa ha rifilato un bel ventello (84-63) ad una Reggio Emilia (6), al ritorno in campo dopo quasi 1 mese di stop. Per coach Repesa sugli scudi l’ottimo Filipovity (16 punti) e il “sempreverde” Carlos Delfino (19 punti).
Nota a margine: ha vinto più partite Repesa (5) in questi due mesi che Pesaro nelle ultime due stagioni (4).

RISULTATI (9^ giornata)
Allianz Pallacanestro Trieste – De’ Longhi Treviso Basket Rinviata
Vanoli Basket Cremona – Banco di Sardegna Sassari Rinviata
A|X Armani Exchange Milano – Umana Reyer Venezia 86-72
Acqua S.Bernardo Cantù – Virtus Roma 101-85
Fortitudo Lavoropiù Bologna – Virtus Segafredo Bologna 71-91
Dolomiti Energia Trentino – Openjobmetis Varese 74-77
Happy Casa Brindisi – Germani Brescia 74-71
Carpegna Prosciutto Pesaro – UNAHOTELS Reggio Emilia 84-63

CLASSIFICA (9^ giornata)
1. A|X Armani Exchange Milano 18 9/0
2. Happy Casa Brindisi 16 8/1
3. Virtus Segafredo Bologna 10 5/3
4. Carpegna Prosciutto Pesaro 10 5/3
5. Umana Reyer Venezia 10 5/3
6. Banco di Sardegna Sassari 8 4/4
7. Openjobmetis Varese 8 4/5
8. Dolomiti Energia Trentino 8 4/5
9. UNAHOTELS Reggio Emilia 6 3/3
10. De’Longhi Treviso 6 3/3
11. Acqua S.Bernardo Cantù 6 3/4
12. Allianz Pallacanestro Trieste 4 2/3
13. Vanoli Basket Cremona 4 2/4
14. Virtus Roma 4 2/7
15. Germani Brescia 4 2/7
16. Fortitudo Lavoropiù Bologna 2 1/7

per info:   https://oggisport.it/category/basket/ – http://www.legabasket.it/ – https://oggisport.it/tag/lba

Altri sport

Virtus Arechi, ko in casa della Luiss Roma

Non inizia nel migliore dei modi il girone di ritorno

Pubblicato

il

Non inizia nel migliore dei modi il girone di ritorno per la Virtus Arechi Salerno, dopo aver comandato per trenta minuti in casa della Luiss Roma i blaugrana alzano bandiera bianca proprio nei momenti decisivi (86-69 il finale).

Con Maggio costretto nuovamente a dare forfait, la squadra di coach Parrillo si approccia alla partita nel modo corretto. L’iniziale +3, gestito con relativa tranquillità per qualche minuto, in chiusura di primo quarto diventa +10 con i liberi di Rossi e i 5 punti di Mennella e in avvio di secondo periodo + 11 dopo la tripla di Cardillo.

A seguire Beatrice dall’arco dei tre punti e Valentini nel pitturato trascinano la Virtus anche sul 33-45, ma prima dell’intervallo lungo arriva la reazione della Luiss che con i canestri di Murri (2pt) e Martino (4pt) chiude il primo tempo sul 42-46.

A inizio ripresa, invece, l’ex di turno Sanna riduce ulteriormente il gap, ma proprio nel momento più complicato la Virtus risponde presente con la “bomba” di Rezzano e 4 punti di un reattivo Gallo che obbligano i padroni di casa al time-out al 24’ con il tabellone che recita 48-58.

Ma anche in questa circostanza la Luiss non alza bandiera bianca e ricuce lo strappo, il 63-64 prima degli ultimi dieci minuti di gioco preoccupa sì ma non lascia immaginare a un cambio di rotta.

Ed invece proprio in chiusura tocca alla Virtus sventolare la citata bandiera bianca, i soli 5 punti segnati e i 23 subiti bastano per capire cosa accade nell’ultimo periodo di gioco che obbliga quindi Salerno alla quarta sconfitta stagionale.

Continua a leggere

Altri sport

Virtus Arechi, Sabato trasferta a Roma contro la Luiss

Coach Parrillo: “Il lavoro ci darà ragione”

Pubblicato

il

Imperativo ripartire, immediatamente. Dopo la sconfitta in casa della capolista, la Virtus Arechi Salerno è chiamata a ritrovare subito il feeling con la vittoria.

La prima occasione capiterà sabato pomeriggio, palla a due alle ore 18:00, quando i blaugrana faranno visita alla Luiss Roma.

Quaranta minuti che daranno il via al girone di ritorno del raggruppamento D1, che arriveranno dopo l’ennesima settimana vissuta tra mille problemi fisici che continuano a condizionare il lavoro di preparazione:

Ci aspetta un’altra battaglia dal punto di vista sportivo, ma lo sappiamo bene perché è sempre così quando si affronta una squadra intensa come la Luiss – la vigilia a firma coach Adolfo Parrillo . 

Abbiamo una grande voglia di riscatto dopo la sconfitta dell’andata che ci lasciò l’amaro in bocca, in più ci sentiamo comunque rafforzati dopo la gara con Rieti dove a sprazzi, pur sapendo quindi di non aver giocato a livelli altissimi tutta la gara, abbiamo fatto buone cose dal punto di vista tecnico e dell’intensità.

Sono convinto che il tempo e la continuità di lavoro, che ci auguriamo possa essere svolto finalmente con almeno gran parte della squadra a completa disposizione, ci darà ragione nel corso della stagione”.

Ma intanto, domani, la Virtus si ritroverà la migliore squadra del girone D1 per quello che riguarda i rimbalzi catturati dopo sette giornate di campionato: “Toccherà essere molto attenti e andare sistematicamente a rimbalzo, anche con i “piccoli”.

Sappiamo, infatti, che da questo punto di vista la Luiss ha giocatori con caratteristiche specifiche – il pensiero del capo allenatore blaugrana -. Per cui non dovremo distrarci e non scappare subito via, ma al tempo stesso dovremo essere anche bravi a saper dare fastidio nel loro pitturato”.

Continua a leggere

Basket

Basket: Milano batte il Bayern Monaco

Pubblicato

il

Di

Olimpia Milano

L’Ax batte il Bayern Monaco (75-51) conquista il vantaggio nel doppio scontro diretto e mette insieme la tredicesima vittoria in Eurolega (la quarta consecutiva) con una prova al limite della perfezione, pareggiando anche un record storico: in epoca moderna l’Olimpia aveva subito 51 punti solo due volte nel 2009 con Oldenburg e nel 2014 con l’Olympiacos, l’ultima stagione in cui Milano arrivò ai playoff. (ANSA)

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group s.r.l.s. | Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti |