Seguici anche su

Calcio

Lazio, sconfitta pesante a Genova

Pubblicato

il

Foto dalla pagina Facebook ufficiale della SS Lazio

L’ undici di Simone Inzaghi perde 3-0 contro i blucerchiati.

Genova. Una vera batosta quella subita dai biancocelesti, una buonissima Sampdoria si impone con un sonoro 3-0. I primi 15 minuti di gioco hanno visto una partita giocata a medio-alta intensità. Nella prima fase di gioco infatti entrambe le squadre sono state brave ed attente a non offrire troppi spazi ai due attacchi. La Lazio ha cercato di sfruttare le ripartenze di Correa ma senza riuscire ad incidere. Al diciottesimo del primo tempo la Sampdoria regala un pallone sulla trequarti campo a Luis Alberto che serve Correa con il contagiri, l’argentino però non è fulmineo nel concludere e viene fermato ai margini dell’area piccola dalla retroguardia della Sampdoria.

Nel primo tempo Inzaghi ha chiesto grande pressing ai suoi, riuscendo ad ottenere costante pressione che ha spesso ha portato la difesa blucerchiata a commettere errori; la Lazio ha così avuto modo di tornare velocemente in possesso della sfera, per poter imbastire la sua manovra. Grandissima la chiusura di Audero su Caicedo che al 30′ avrebbe l’occasione di portare i biancocelesi in vantaggio. L’arbitro ferma tutto per un presunto fuorigioco dell’ecuadoregno. Sul successivo ribaltamento di fronte ha vita facile Quagliarella che, servito dal numero 3 con un cross alto trafigge l’estremo difensore laziale che tocca ma non riesce a respingere, l’attaccante stabiese è completamente solo al centro dell’area.

E’ sempre la Sampdoria ad avere un ‘altra grandissima chance grazie ad un altro cross insidioso dalla sinistra di Augello (autore dell’assist che ha sbloccato la partita) che rischia finire in gol ma è bravo Strakosha a smanacciare in corner. Sull’angolo che ne scaturisce però è ancora decisivo il numero 3 Augello, su un pallone rimbalzante al limite dell’area è freddo a battere Strakosha con un sinistro ad uscire. Lazio ancora colpevole di aver lasciato troppo soli gli avversari che anche questa volta hanno modo di agire poco disturbati. Si segnalano due ammonizioni nel primo tempo ( Caicedo e Ramirez).

Nel secondo tempo entra Fares, mister Inzaghi prova a rimescolare le carte. Il cambio da una leggera scossa ed i biancocelesti spingono molto di più sulla corsia sinistra rispetto al primo tempo, ma è una Lazio però ancora molto imprecisa ed incapace di creare soluzioni vincenti, la Samp riesce a fermarla con poche difficoltà. Al cinquantottesimo entrano Vavro e Muriqui, escono Hoedt e Caicedo. Occasione per Correa che servito da Muriqui penetra in area e col destro rasoterra conclude di poco a lato. Al settantaduesimo ancora la Lazio pericolosa, stavolta è Milinkovic a creare qualche preoccupazione agli avversari, il suo destro scagliato dal limite dell’area finisce di poco a lato del palo alla sinistra del portiere Audero. Ma è la Samp ad andare ancora in gol. Gravissimo errore di Patric che fallisce il disimpegno regalando il pallone a Verre che appoggia per Damsgaard, il quale colpisce da posizione molto ravvicinata dopo aver essersi smarcato dal groviglio dei suoi marcatori. Da segnalare un due grandi parate di Strakosha, evitala goleada prima su Damsgaard e poi ancora sulla ribattuta del neo-entrato Keita Balde (altro ex della sfida, dopo Candreva).

Una Lazio che è sembrata alle corde, poche idee e molti errori individuali hanno determinato questa fragorosa sconfitta. Un’unica attenuante può essere quella delle numerose assenze , Ciro Immobile, Manuel Lazzari, Radu per dirne alcune. I tifosi si augurano di rivedere la Lazio instancabile che lo scorso hanno ha saputo regalare tante gioie e soddisfazioni; la Lazio che si è meritata un posto nella Champions League. E proprio dalla sfida contro il Borussia Dortmund si vuole e si deve ripartire per interrompere questo momento no.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calcio

Frosinone, ricostruito il crociato anteriore a Riccardo Baroni

Pubblicato

il

Frosinone, ricostruito il crociato anteriore a Riccardo Baroni

Il Frosinone Calcio ha comunicato che nella giornata di ieri il calciatore Riccardo Baroni è stato sottoposto ad un intervento in artroscopia. L’intervento, perfettamente riuscito, è consistito nella ricostruzione del crociato anteriore e per la riparazione del menisco interno ed esterno dell’arto destro.

L’operazione è stata eseguita presso la Clinica Mater Dei dal direttore dell’Unità di Traumatologia dello Sport e Chirurgia del ginocchio del Policlinico Universitario Agostino Gemelli, professor Adriani e dai collaboratori dottor Cialdella e dottor De Fenu. All’operazione ha assistito anche il responsabile dei fisioterapisti di Fisioterm, Luca Lombardi. I tempi di recupero previsti sono di circa 6 mesi.

Al difensore gialloblu auguriamo una pronta guarigione e di rivederlo in campo il prima possibile.

Continua a leggere

Calcio

Serie C, Imolese-Samb 1-1: Maxi Lopez e Polidori i marcatori

Pubblicato

il

VERONA – La Samb non riesce a vincere la terza gara consecutiva.

Dopo il doppio due a zero con Fano e Mantova i rossoblu di Paolo Montero rallentano davanti ai romagnoli imolesi di mister Cevoli.

Sul campo neutro del Gavagnin-Nocini è 1-1 come lo scorso anno in una gara dai contenuti molto simile a quella della scorsa stagione.

Solamente un tiro nello specchio della porta che frutta il risultato di parità.

In vantaggio la Samb a metà primo tempo con Maxi Lopez che dal dischetto trasforma un calcio di rigore assegnato per fallo in area di Tonetto su Mawuli. 1-0 Samb.

Alla mezzora un cross dalla destra di Torrasi è deviato di testa sul secondo palo da Polidori che batte dai cinque metri e mezzo Nobile, nonostante la deviazione di D’Ambrosio. 1-1.

Nella ripresa nulla cambia.

Le due squadre macinano chilometri palla al piede ma non ci sono tiri diretti nello specchio della porta.

Domenica prossima 25 ottobre al “Riviera” arriva il Modena.


IL TABELLINO

IMOLESE – SAMB 1-1 (pt 1-1)

RETI: 24pt rigore Maxi Lopez, 30pt Polidori.

IMOLESE (3-5-2) Siano; Pilati, Rinaldi, Carini; Rondanini, Masala (77′ Boccarsi), Torrasi, D’Alena (67′ Alboni), Tonetto (77′ Ingrosso); Stanco, Polidori (67′ Morachioli) A disp. Rossi, Angeli, Sall, Ventola, Mele, Sabattini, Cerretti, Della Giovanna. All. Cevoli

SAMB (4-3-1-2) Nobile; Scrugli (45′ Lavilla), D’Ambrosio, Di Pasquale, Enrici; Shaka Mawuli (79′ De Ciancio), Angiulli, D’Angelo (64′ Malotti); Botta; Nocciolini (64′ Bacio Terracino), Maxi Lopez A disp. Laborda, Biondi, Occhiato, Serafino, Masini, De Goicoechea, Lescano, Liporace. All. Montero

Arbitro: Francesco Luciani della sezione di Roma 1, coadiuvato dagli assistenti Marco Carrelli (Campobasso) e Antonio Severino (Campobasso).

Quarto ufficiale: Samuele Andreano (Prato).

Ammoniti: 60′ Pilato, 62′ Enrici, 82′ De Ciancio


Imolese-Samb 1-1: l’allenatore Paolo Montero

Pubblicato da Sambenedettese Calcio su Mercoledì 21 ottobre 2020


Imolese-Samb 1-1, Simone Lavilla

Imolese-Samb 1-1, Simone Lavilla

Pubblicato da Sambenedettese Calcio su Mercoledì 21 ottobre 2020



Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Continua a leggere

Calcio

Serie C: tra Potenza e Teramo un buon pareggio

Buon pareggio per gli abruzzesi

Pubblicato

il

Di

la mascotte del Potenza

Serie C: tra Potenza e Teramo un buon pareggio. Biancorossi ospiti del Potenza al “Viviani”
Assenti Bombagi (lombalgia), Gerbi, Lasik (problema muscolare in attesa di esami strumentali), Minelli (distrazione collaterale) e Soprano (in fase di recupero dalla distrazione all’adduttore).
Schieramenti tattici speculari, in campo dal primo minuto l’ex Cianci tra i padroni di casa.
Anche l’ultimo giro di tamponi anti-Covid19, intanto, è risultato essere negativo per l’intero Gruppo squadra. Ecco il tabellino.


POTENZA (4-4-2): 22 Marchegiani, 18 Zampa, 6 Conson (Vk) 15 Boldor, 7 Coccia; 2 Viteritti (89′ 30 Costa Pinto), 23 Coppola (K), 4 Sandri (46′ 8 Iuliano), 21 Di Livio (64′ 26 Di Somma); 9 Cianci (79′ 10 Ricci), 17 Salvemini (89′ 16 Baclet). 
A disp.: 1 Santopadre, 3 Panico, 5 Romei, 11 Compagnon, 13 Lauro, 16 Baclet, 20 Fontana, 24 Volpe.
All.: Somma.

TERAMO (4-2-3-1): 22 Lewandowski, 23 Diakite, 26 Piacentini, 33 Iotti, 3 Tentardini; 6 Arrigoni (K), 21 Santoro; 20 Ilari (Vk), 7 Mungo (62′ 32 Bunino), 8 Costa Ferreira (81′ 9 Cappa); 11 Pinzauti.
A disp.: 1 Valentini, 4 Trasciani, 9 Cappa, 17 Di Francesco, 24 Celentano, 25 Birligea, 27 Di Matteo, 28 Viero.
All.: Paci.

Arbitro: sig. Francesco Carrione di Castellammare di Stabia.
Assistenti: sigg. Emilio Micalizzi di Palermo e Giuseppe Trischitta di Messina.
Quarto uomo: sig. Gianpiero Miele di Nola.

Spettatori
Marcatori: 33′ Cianci (P), 67′ Pinzauti (T).
Ammoniti: Sandri (P), Coppola (P), Diakite (T), Conson (P), Costa Ferreira (T), Cianci (P).
Espulsi: –
Recupero: 0’pt, 4’st.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti