fbpx
Seguici anche su

Altri sport

La Virtus Arechi viene sconfitta in trasferta da Pozzuoli

Prova da dimenticare per il team salernitano

Pubblicato

il

Al Pala Errico il feeling con i derby non è un alleato e così la Virtus Arechi Salerno è costretta a fare i conti con una sconfitta in casa della Virtus Pozzuoli.

La gara: servono sette minuti per fare in modo che si sblocchi per davvero, periodo nel quale il punteggio resta infatti bassissimo (6-10). Per i padroni di casa (privi di Kushchev) ci pensa l’ultimo arrivato Gueye con 4 punti, per gli ospiti (privi di Beatrice) ci pensa invece De Fabritiis con 5 punti.

Ai quali, subito dopo, ne aggiunge altri 5, che abbinati ai successivi 8 di Tortù lanciano meritatamente la Virtus sul +11. Ma come spesso sta accadendo in un girone equilibrato come il D1, anche al Pala Errico la squadra di coach Parrillo deve fare i conti con la reazione di Pozzuoli.

Che arriva prevalentemente dall’arco dei tre punti, le tre triple consecutive di Forte e le due di Caresta consentono ai puteolani di ribaltare il punteggio e rientrare negli spogliatoi sul 38-36.

Si ritorna in campo per la ripresa e si ritorna alle origini, con gli attacchi che riprendono a fare fatica nelle rispettive metà campo. Questa volta, però, per quasi tutti i dieci minuti del quarto. La Virtus, comunque, costruisce in sequenza ottimi tiri dal perimetro ma la fortuna non decide di assistere i blaugrana, e così negli ultimi dieci minuti tocca rincorrere (-7).

Al 32’ ci prova Cardillo a suonare la carica, proprio con un canestro da tre (54-51). Ma non basta. Al 34’, dopo la “bomba” di Savoldelli, Pozzuoli prova a scappare nuovamente via (60-52 che poi diventa anche 62-52).

Intanto arrivano un po’ di fischi dubbi, così come il tutto per tutto tentato dalla Virtus negli ultimi due minuti. Ma anche questa volta, purtroppo, la reazione non basta e al quarantesimo la partita impone il 74-64 finale.

Ciclismo

Ganna una prima Rosa

A Torino show di Ganna che mette tutti in fila nella prima tappa dell’edizione 104 del Giro d’Italia.

Pubblicato

il

Parla italiano la prima maglia rosa dell’edizione 104 del Giro d’italia. Filippo Ganna da Verbania domina a modo suo la cronometro di Torino. Gli 8km e 600 metri sono stati divorati in 8’47″dal campione del mondo della specialità che stampa il miglior tempo di giornata. Al secondo posto un altro italiano, Edoardo Affini, che chiude la tappa con 10 secondi di ritardo. Sul podio di giornata chiude il norvegese Foss, volto nuovo della Jumbo Visma. Joao Almeida, quarto al traguardo si conferma un grande interprete della specialità risultando il migliore degli uomini di classifica. Buonissima la prova di Evenpoel, nel suo ritorno alle gare che conclude settimo a 19″ da Ganna. Ottimo decimo Gianni Moscon e buone prove da parte di Nibali e Formolo. I due favoriti, Bernal e Yates incassano 38″ e 39″ di ritardo. Domani seconda tappa Stupinigi – Novara di 179 km, subito l’occasione per vedere i velocisti all’opera.

Continua a leggere

Ciclismo

CIAK SI GIRO

Inizia oggi la 104esima edizione della corsa Rosa che attreverserà lo stivale per arivare a Milano il 30 maggio dopo 21 tappe.

Pubblicato

il

Tutto pronto per il via del 104^ Giro d’Italia, che partirà alle 14.00 da Torino, con la cronometro individuale Torino – Torino, di 8.6 km. Filippo Tagliani dell’Androni Giocattoli è il primo a partire per iniziare questo lungo viaggio che porterà il gruppo al traguardo di Milano di domenica 30 maggio. Dopo la vittoria di Teo Geoghegan Hart la Ineos si presenta ancora da favorita con Egan Bernal. Sembra un duello già scritto, quello per la vittoria, tra il colombiano e l’Inglese Simon Yates. Però il Giro ci ha abituato negli ultimi anni alle grandi sorprese. Tra gli outsider di lusso troviamo Remco Evenepoel, il trio d’alta montagna della Bahrein- Victorius, Landa, Caruso e Pello Bilbao, la sorpresa portoghese dello scorso autunno Almeida, senza tralasciare Hindley e Bardet. Discorso a parte merita Vincenzo Nibali, visto l’operazione al polso subita meno di un mese fa.

Gli Italiani: I ciclisti di casa nostra animeranno la gara con molte fughe da lontano a caccia della vittoria di tappa e dovrebbero essere protagonisti soprattutto nelle cronometro con il Campione del Mondo della specialità Filippo Ganna. Elia Viviani, Giacomo Nizzolo e Matteo Moschetti saranno i nostri alfieri in volata, Ulissi, Bettiol e Moscon i finisseur, mentre per un ottimo piazzamento in classifica le chance azzurre saranno riposte su Masnada, Pozzovivo e l’abruzzese Giulio Ciccone.

La rinascita: Sarà il Giro della Rinascita, così sperano gli organizzatori della RCS, di una festa rosa che vuole far dimenticare il momento nero di questa pandemia. Tra divieti, regolamenti nuovi, var, la festa dei 184 corridori al via sarà accompaganta dalla grande voglia degli italiani che stravedono per il Giro e per qella maglia rosa, simbolo del primato della gara, che quest’anno compie 90 anni.

Continua a leggere

Altri sport

C’è gara due di semifinale play off, la Jomi vuol chiudere i conti

Domani alla Palumbo il match di ritorno contro Erice

Pubblicato

il

Torna in campo domani (sabato 8 maggio) alle ore 18:30 la Jomi Salerno. Alla Palestra Caporale Maggiore Palumbo arriva l’Ac Life Style Erice per la gara due della semifinale play off scudetto.

Match point per capitan Napoletano e compagne intenzionate a chiudere subito i conti. Il team salernitano si è imposto, infatti, mercoledì in gara uno al Pala Cardella con il risultato finale di 36 – 31 al termine di una prestazione senza alcuna sbavatura.

Le reti di scarto nella serie non contano, le sensazioni sì: quelle che la Jomi ha lasciato, a sé stessa e alle altre, sono nitide. Domani è in programma il secondo confronto. L’eventuale gara 3 si disputerà sempre alla Palestra Caporale Maggiore Palumbo nella giornata di domenica (9 maggio).

“In gara due – afferma il tecnico Laura Avram al termine della gara uno di semifinale – dobbiamo fare sicuramente meglio rispetto alla gara disputata al Pala Cardella. Abbiamo subito tante reti, abbiamo commesso diversi errori, dobbiamo sicuramente migliorare in occasione della gara in programma sabato (domani ndr)”.

Il tecnico della formazione salernitana si sofferma ed analizza poi la gara uno andata in scena mercoledì al Pala Cardella…

“Sicuramente non abbiamo iniziato nel migliore dei modi. Nei minuti iniziali della gara non abbiamo giocato al meglio e non abbiamo messo in pratica quanto provato in allenamento.

Con il passare dei minuti le ragazze si sono sciolte ed hanno iniziato a giocare come sanno. Abbiamo lavorato tanto, le ragazze ci tengono davvero tanto a raggiungere l’obiettivo.

Nel secondo tempo – termina l’allenatrice della formazione salernitana, Laura Avram – ho effettuato diversi cambi, ho dato spazio a tutte le atlete, ed abbiamo anche abbassato la concentrazione. Cosa questa che non deve capitare, che non mi piace per niente. Dobbiamo ancora lavorare su questo aspetto”

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group s.r.l.s. | Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti |