Seguici anche su

Ciclismo

La Sanremo è di Van Aert

Van Aert vince la 111a edizione della Milano Sanremo. Regola in volata uno straordinario Alaphilippe.

Pubblicato

il

Wout Van Aert bissa le Strade Bianche di sabato scorso e vince la 111a edizione della Milano Sanremo. L’olandese della Jumbo Visma si conferma l’uomo da battere e può intonare felicemente “Sotto questo sole bello pedalare” come cantavano Belli e Baccini tante estati fa. L’arrivo su via Roma è entusiasmante. Si presentano in 2, Van Aert e il vincitore dell’anno scorso, Alaphilippe. Il gruppo è ad una manciata di secondi con i velocisti che non vorrebbero farsi scappare questa ghiotta occasione. I due in fuga dalla discesa del Poggio, dove il “moschettiere” francese aveva scollinato in testa con 4″ su Van Aert, lanciano la volata ai 400 metri dall’arrivo. Il testa a testa è entusiasmante e di una ruota l’olandese regola il compagno di fuga, con Matthews che vince la volata del gruppo giunto a due secondi. Primo degli italiani Giacomo Nizzolo, quinto. Mentre da dimenticare sarà questa Sanremo per l’ex campione italiano Matteo Trentin costretto al ritiro causa caduta. Rimane stregata la Classicissima dei fiori per Peter Sagan. Sabato ultima grande classica sul suolo italiano, il Giro di Lombardia.

La Gara: Sono 162 i partenti alla 111a edizione della Milano Sanremo. E’ un percorso tutto nuovo per la Classica che per la prima volta si corre ad Agosto, senza passare per la provincia di Savona, ma attraversando parte del Piemonte. Dopo pochi Km dalla partenza, si ripete lo stesso canovaccio della Milano Torino di mercoledì scorso e sette corridori scappano in fuga: Mattia Bais (Androni-Sidermec), Manuele Boaro (Astana), Fabio Mazzucco e Alessandro Tonelli (Bardiani-CSF-Faizanè), Damiano Cima (Gazprom-RusVelo), Héctor Carretero (Movistar) e Marco Frapporti (Vini Zabù-KTM). I 7, dopo aver avuto un vantaggio massimo di 7′, sono stati lentamente riassorbiti dal gruppo. A 35 km dal traguardo il gruppo si ricompatta. La Cipressa, penultimo ostacolo di giornata, viene presa ad alta velocità con Caleb Ewan e Fernando Gaviria che si staccano dal gruppo. Sulla salita del Poggio i primi a muoversi sono stati Giulio Ciccone e Gianni Moscon. La Trek-Segafredo scatenata ha lanciato Gianluca Brambilla in avanscoperta, per anticipare lo scatto dello squalo. Nibali prova a lanciarsi sulle ultime rampe del Poggio, ma Alaphilippe tenta il numero dello scorso anno e lo salta a doppia velocità. Gli resiste sol Van Aert, il cliente più scomodo che, nella discesa verso Sanremo, recupera il ritardo per arrivare poi a braccia alzate sul traguardo.

Foto LaPresse – Marco Alpozzi 08 Agosto 2020 Sanremo (Italia)Sport Ciclismo111a edizione Milano-Sanremo – da Milano a Sanremo – 305 km Nella foto: Photo LaPresse – Marco Alpozzi August, 08 2020 Sanremo (Italy) Sport Cycling 111 Edition Milano Sanremo – from Milan to Sanremo- 305 km In the pic:

Il commento del vincitore: “È incredibile vincere la Milano Sanremo dopo aver conquistato la Strade Bianche. Sul Poggio ero al limite, Alaphilippe ha attaccato prima di quando mi aspettassi; non sono riuscito a stargli a ruota e ho dovuto inseguirlo. Ha corso molto bene, per fortuna avevo ancora abbastanza energia e sono riuscito a batterlo allo sprint. Per me è una ripartenza di stagione bellissima.”

Continua a leggere
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ciclismo

Ganna: Missile Azzurro

Il ciclista azzurro vince la cronometro iridata sul circuito di Imola, dando all’italia la prima medaglia d’oro in questa disciplina

Pubblicato

il

Filippo Ganna è il nuovo campione del mondo a cronometro su strada ed entra a 24 anni nell’olimpo del ciclismo italiano. Per la nazionale azzurra è il primo titolo iridato in questa disciplina che si disputa dal 1994.

L’impresa : Il 24 anni piemontese, già iridato nell’insegnamento su pista si è letteralmente divorato i 31,7 chilometri del circuito con partenza ed arrivo ad Imola. Il tempo finale del corridore del Team Ineos è stato di 35:54.10, con una media oraria di 52.981 km/h. La sua pedalata è stata qualcosa di speciale che ha sbaragliato tutti i suoi rivali. Medaglia d’argento a 26 secondi è arrivato Wout Van Aert che sognava una storica doppietta iridata, visto che sarà l’uomo da battere nela prova a squadre in linea di domenica. Terzo lo svizzero Kueng, staccato di 29”. Quarto il campione uscente l’australiano Rohan Dennis, quinto l’inglese Geraint Thomas.

Continua a leggere

Ciclismo

Ciclismo donne: le selezionate per Imola

11 le convocate per prova in linea e crono

Pubblicato

il

Il selezionatore delle Nazionali femminili di ciclismo, Edoardo Salvoldi, ha comunicato i nomi delle convocate per i Mondiali di Ciclismo a Imola la prossima settimana.

Le convocate – Prova in linea: Elisa Balsamo, Elisa Longo Borghini, Marta Cavalli, Elena Cecchini, Tatiana Guderzo, Erica Magnaldi, Soraya Paladin, Katia Ragusa, Debora Silvestri.

 Per la Crono: Vittoria Bussi e Vittoria Guazzini.

Continua a leggere

Ciclismo

Tour: Bennett chiude in verde e tris per Pogacar

Vittoria dell’irlandese a Parigi

Pubblicato

il

Tour: Bennett chiude in verde e tris per Pogacar. Classica volatona finale a Parigi vinta dalla maglia Verde Sam Bennett davanti a Pedersen, Sagan, Kristoff e Viviani.

L’irlandese prende la maglia verde della classifica a punti, che era per anni il “simbolo” di Sagan. Lo slovacco cercherà di rifarsi al Giro.

Di seguito le quattro maglie del Tour 2020. Tre sono di una sola persona, che viene dalla Slovenia e si chiama Tadej POGACAR.

maglia gialla – classifica finale – Tadej POGACAR (UAE Emirates)

maglia verde – classifica a punti – Sam BENNETT (Deceuninck Quick Step)

maglia a pois – classifica degli scalatori – Tadej POGACAR (UAE Emirates)

maglia bianca – classifica miglior giovane – Tadej POGACAR (UAE Emirates)

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti