Seguici anche su

Calcio

La Roma saluta l’Europa League

La squadra giallorossa viene sconfitta 2-0 da un bel Siviglia che domina l’incontro per gli interi 90 minuti.

Pubblicato

il

Non è bastato lo scossone positivo dell’annunciato cambio di proprietà a permettere alla Roma di superare il Siviglia negli ottavi di finale di Europa League. Gli uomini di Fonseca sono stati sconfitti con il punteggio di 2-0, ma il risultato poteva essere ancora più largo soprattutto per le occasioni create dagli andalusi nel finale. Lopetegui conferma di essere un maestro di calcio che cura maniacalmente ogni particolare sia in fase difensiva che in fase offensiva. La squadra andalusa ha chiuso tutti i varchi alle offensive giallorosse gestendo magistralmente il pallone con il duo Banega, Ocampos imprendibili per tutta la partita. Finisce con l’amaro in bocca la stagione della Roma e dell’era Pallotta. Da domani il futuro giallorosso sarà diverso. La nuova gestione Friedkin dovrà far dimenticare gli ultimi 2 anni della gestione bostoniana e, come si augurano i tifosi giallorossi, far tornare la luce sulla loro squadra.

La cronaca: Pronti e via ed Il Siviglia schiaccia i giallorossi nella propria metà campo. Al 12’ Koundè su calcio d’angolo colpisce la traversa. I primi 20’ sono un dominio spagnolo che passano in vantaggio al 22′ con Reguilon. Il miglior terzino dell’ultima liga, imbeccato magistralmente da un cambio di campo di Banega, salta Bruno Peres, arriva in area e con il sinistro batte Pau Lopez che sbaglia totalmente l’intervento su un tiro non irresistibile. La Roma non reagisce, si registra soltanto un tiro di Zaniolo murato dal rude ma insuperabile Diego Carlos. Al 44′, su un recupero di Diego Carlos che travolge Dzeko, Ocampos s’invola sulla fascia destra, supera Ibanez, che commette un errore di esuberanza provando l’intervento in scivolata senza trovare il pallone, ed arriva a tu per tu con Pau Lopez. Sul cross dal fondo l’accorrente En-Nesyri a porta vuota segna il 2-0. Chi si aspetta un colpo d’orgoglio giallorosso ad inizio ripresa rimane deluso. Il Valencia dimostra la propria superiorità tecnica ed anche fisica. La Roma si renderà pericolosa solo con una triangolazione Pellegrini Dzeko con la palla che esce di poco alla sinistra dell’inoperoso Bono. Fonseca prova a cambiare giocatori e modulo ma è il Siviglia a sfiorare nuovamente il goal con una traversa colpita da Banega su punizione allo scadere del secondo tempo.

I commenti dei protagonisti:

DZEKO A SKY

Cosa ti ha deluso di più?
Tutto perché non siamo mai stati in partita. Ci hanno mangiato in tutto: velocità, tecnica e preparazione della gara. Non siamo mai stati in partita.

Come mai un solo tiro?
Non lo so. Ci hanno pressato, noi volevamo giocare ma non era possibile. Noi mi sa che non abbiamo visto che era difficile giocare da dietro e cercarmi. Per novanta minuti ci abbiamo provato e non siamo mai riusciti a fare un tiro in porta.

Cosa manca per il salto di qualità?
Se guariamo questa partita manca tanto. Ci dobbiamo tutti fare qualche domanda in più.

Una risposta in più a queste domande quale può essere?
Non lo so, c’è gente che deve pensare a queste cose. Io sono li per giocare. Sono deluso perché non abbiamo giocato per niente bene. Non essere mai in partita è la cosa che mi ha deluso di più.

DZEKO A ROMA TV

La Roma saluta la stagione forse con la partita meno brillante.
Non siamo stati noi, sicuramente.

Qual è il rammarico più grande?
Non siamo riusciti ad andare in Champions e in Europa League volevamo fare di più. Oggi non siamo mai stati in partita, eravamo sempre in ritardo sul pallone.

È mancato l’approccio?
I ragazzi hanno dato tutto, però sembrava che non riuscivamo a togliere loro il pallone.

FONSECA A SKY SPORT

Giocatori delusi, pensa di aver sbagliato qualcosa nella preparazione della partita?
Anche io sono deluso, abbiamo meritato di perdere. Il Siviglia ha giocato meglio di noi, dobbiamo accettare la loro superiorità. Abbiamo fatto tutto ma è stato difficile giocare contro una squadra che ha giocato meglio. In questo momento è facile trovare spiegazioni, il principale responsabile sono io, senza scuse. Dobbiamo guardare la realtà: il Siviglia è migliore di noi ora.

Farebbe le stesse scelte?
Sì, le stesse. Stavamo giocando bene con questo sistema e non avevo ragioni per cambiare. Se avessi cambiato sistema, non sarebbe stata una scelta equilibrata. E’ difficile accettare la realtà, ma dobbiamo farlo senza scuse. Abbiamo perso contro una squadra che ha giocato meglio di noi.

FONSECA A ROMA TV

Chiedo di spiegarci la partita…
E’ facile, il Siviglia ha giocato meglio, in questo momento è meglio della Roma e dobbiamo accettare la realtà. Niente scuse, io sono il principale responsabile e loro sono migliori di noi

Problema tattico o di testa?
Non serve trovare spiegazioni senza senso, loro ora sono migliori di noi. Non siamo riusciti a contrastarli per merito loro

Bilancio della stagione?
Ora non è il momento, lo farò con calma, ma è una stagione positiva

Come vuole salutare i tifosi?
Dicendo che avevamo aspettative migliori per stasera, ma dobbiamo essere onesti e dire che il Siviglia ha meritato. Dobbiamo pensare alla prossima stagione. Siamo un gruppo con futuro e dobbiamo andare avanti senza depressioni. Pensiamo alla prossima stagione

Calcio

Spezia, Bollettino medico: il punto dall’infermeria

Pubblicato

il

LA SPEZIA – Lo Spezia Calcio comunica che gli esami diagnostici ai quali è stato sottoposto Federico Mattiello, hanno evidenziato una lesione adduttoria alla gamba sinistra, subita in occasione di un contrasto di gioco durante la sfida di Coppa Italia contro il Bologna.

Cristian Dell’Orco prosegue invece nel programma di recupero dopo l’importante trauma da impatto subito in allenamento, che ha comportato una lesione di medio grado al vasto intermedio della gamba sinistra.

Dopo gli infortuni subiti rispettivamente nelle trasferte di Milano e Udine, prosegue a pieno ritmo il recupero di Andrey Galabinov e Jeroen Zoet, seguiti con grande professionalità dal centro FK di Aulla.

Visita di controllo in programma per Leo Sena, che prosegue nel proprio programma personalizzato, mentre Paolo Bartolomei e Luca Mora sono tornati in gruppo. Rientro graduale nei ranghi anche per Daniele Verde e Tommaso Pobega. Differenziato per Juan Ramos


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Continua a leggere

Calcio

Vis Pesaro-Fano, Mainardi: “questa non è una partita come tutte le altre”

Pubblicato

il

FANO – Ludovico Mainardi, attaccante classe 2001, è nato e cresciuto a Fano. Abbiamo chiesto di spiegare ai nostri microfoni al giovane calciatore, che indossa la casacca della squadra della sua città, le sensazioni per il derby con la Vis Pesaro.

“Fin da quando ero piccolo il derby Alma Juventus Fano-Vis Pesaro mi ha trasmesso grandi emozioni. A livello giovanile ne ho giocati tanti di derby, e tutte le volte mi è rimasto un ricordo indelebile. I fanesi sanno che questa non è una partita come tutte le altre, non conta in che campionato si giochi, se sia un’amichevole o una partita di coppa, non conta nemmeno la posizione in classifica, il derby qui a Fano è la partita più importante dell’anno, e noi daremo tutto per i nostri tifosi.

A questo punto questa sfida può veramente essere il punto di svolta del nostro campionato, e sia tutti i ragazzi che lo staff ne sono consapevoli.

Sarà una settimana di grande lavoro e concentrazione che ci preparerà a dare il meglio domenica”.


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Continua a leggere

Calcio

Samb, Serafino: “Orgoglioso della mia squadra”. Sintesi Arezzo-Samb. Interviste del dopo gara.

Pubblicato

il

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Una vittoria importante della Samb del neo presidente rossoblu Domenico Serafino che a fine gara ha voluto mandare un messaggio a tutto l’ambiente:

“Sono orgoglioso della mia squadra: avevamo bisogno di una vittoria ed è arrivata. Sono felice per lo staff che ogni giorno si prodiga per la crescita dei ragazzi, per i tifosi che nonostante “le porte chiuse” fanno sentire il loro calore, per tutti gli sponsor che in questo momento difficile hanno creduto nell’importanza di investire su una realtà del territorio. Sono felice anche per chi non è riuscito a destabilizzare l’ambiente mettendo in giro voci improponibili su cessioni fantomatiche per farsi pubblicità. E ora testa e cuore alla Triestina”. #VamoSamba


La sintesi di Arezzo-Samb 2-3 (Eleven Sports) Clicca QUI


LE INTERVISTE DEL DOPO GARA



ARTICOLI CORRELATI

Samb corsara ad Arezzo dopo 37 anni


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group s.r.l.s. | Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti |