Seguici anche su

Ciclismo

Kristoff imperioso a Nizza.

Il norvegese della UAE EMIRATES è la prima maglia gialla del Tour.

Pubblicato

il

Volata reale quella di Alexander Kristoff, che sulla Promenade des Anglais, regola ciò che era rimasto del gruppo, spezzato in due ai 2900 metri dall’arrivo. Il norvegese della Team UAE EMIRATES, bissa per la propria squadra il sucesso di un ora prima di Valerio Conti al Trofeo Matteotti. Kristoff con un potente allungo ai 200 metri sbaraglia il lotto dei velocisti rimasti e anticipa sulla linea d’arrivo il campione del mondo Pedersen e Cees Bol, conquistando anche la Maglia Gialla.

La Tappa: Era una tappa disegnata per i velocisti questa entree di Nizza per la prima delle sue 3 tappe del Tour che sosterà in Costa Azzurra in questi primi giorni di gara.

Pronti via e come da miglior tradizione francese in 3 attaccavano da subito il gruppo. 3 uomini Michael Schär (CCC Team), Fabien Grellier (Total Direct Energie) e Cyril Gautier (B&B Hotels-Vital Concept) diventavano i primi fuggitivi di questa 107esima edizione del Tour. La pioggia rendeva molto più dura e pericolosa la tappa, con molte scivolate sull’asfalto di numerosi ciclisti sulla strada viscida. In tanti toccavano l’asfalto della Costa Azzurra, Quintana, George Bennett, Nizzolo, Colbrelli, Ewan, Porte, Alaphilippe, Sam Bennett, Miguel Angel Lopez e Sivakov di cui bisognerà controllare le condizioni domani prima della partenza della seconda tappa. Il gruppo negli ultimi 50 km rallentava di molto l’andatura dopo un tacito accordo tra i corridori. Negli ultimi 8 km rettilinei della Promenade des Anglais, le squadre dei velocisti rilanciavano l’andatura.

La caduta finale: Ai 2900 metri dall’arrivo il gruppo di divideva in due dopo una caduta che coinvolgeva tantissimi atleti. Mentre Kristoff vinceva la tappa e diventava la prima maglia gialla, arrivavano attardati fermati dalla caduta, Bernal a 16″ dalla vetta, Quintana a 1’25”, più indietro Pinot, Aru, Valverde, Alaphilippe che usufruivano della neutralizzazione.

Ciclismo

Abruzzo: Federciclismo a Teramo e Chieti

Elezioni dello scorso fine settimana

Pubblicato

il

Tra conferme e alcuni rinnovamenti, si sono svolte nel fine settimana di sabato 28 e domenica 29 novembre le votazioni per la composizione dei comitati provinciali della Federciclismo di Teramo e Chieti per il quadriennio 2021-2024.

Un dettaglio degno di nota è l’avvio del nuovo corso operativo per entrambi i comitati provinciali con la presenza di alcune donne, pronte ad onorare al meglio questo inedito incarico.

Per il comitato provinciale FCI Teramo, infatti, è una donna per la prima volta nella storia ad assumere la presidenza: Maurizia Corradetti, coaudivata dai consiglieri Giuseppina Di Meco, Federica Cesarini, Moira D’Ascenzo e Andrea Di Giuseppe, la cui assemblea elettiva ha avuto luogo a Notaresco.

Dal comitato provinciale FCI Chieti arriva la conferma della presidenza per Michele Cataldo (padre di Dario, professionista della Movistar), al cui fianco figurano come consiglieri Walter De Leonardis, Francesco Sorgini, Filippo Rossetti ed Emanuela Santese, nominati nell’assemblea elettiva che ha avuto luogo nella città teatina.

Tra i delegati chiamati a rappresentare l’Abruzzo in occasione dell’assemblea elettiva ordinaria federale nel febbraio 2021, il comitato FCI Chieti ha designato Antonio Di Lizio e Paolo Festa mentre quello di Teramo ha optato soltanto per Gabriele Di Meco, a sua volta presidente provinciale uscente FCI Teramo.

Tra pochi giorni sarà la volta dei comitati provinciali FCI di L’Aquila e Pescara per i quali si voterà sabato 5 e domenica 6 dicembre, rispettivamente a Sulmona e a Pescara, il nuovo consiglio direttivo e i delegati per l’assemblea nazionale FCI.

Continua a leggere

Altri sport

Ciclocross: Lazio Cross-Trofeo Romano Scotti

Ottimi risultati per gli atleti abruzzesi

Pubblicato

il

Di

Ciclocross: Lazio Cross-Trofeo Romano Scotti. Il ciclocross abruzzese non vuole piegarsi di fronte al nemico Covid-19: tanto di cappello ai giovani che nonostante la situazione difficile a livello emergenziale e sanitario, trovano l’occasione per tenersi in forma e mettere in mostra il proprio talento anche in chiave multidisciplinare.

L’occasione è arrivata dal Lazio Cross-Trofeo Romano Scotti che ha mandato gli archivi la sesta prova solcando i prati di Fonte San Vincenzo alle porte di Aprilia, intitolata alla memoria dell’ex dirigente ciclistico e presidente FCI Lazio Antonio Zanon, in un contesto di alto livello con la presenza dei migliori ciclocrossisti da quasi tutta Italia nella gara riconosciuta di interesse nazionale da parte del Coni.

Dopo un momentaneo salto di catena e rimontando le posizioni perdute durante la sosta, Lorenzo Masciarelli ha messo il proprio sigillo sulla gara juniores imponendosi davanti a Matteo Siffredi e Gabriel Fede.

Il 17enne pescarese Masciarelli, trasferitosi in Belgio dove tutt’ora abita (a Oudenaarde) e studia meccanica, difende i colori della Callant Pauwels Sauzen, diretto da un grande ex del cross come Mario De Clercq e dall’ex professionista belga Gianni Meersman. Con questa maglia ha fatto il suo esordio tra gli juniores ma nel mese di ottobre ha ottenuto una straordinaria affermazione al Cross Internazionale di Beringen. 

Altra conferma ad alti livelli per Gaia Realini: la 19enne pescarese, rivelazione al recente Europeo under 23 in Olanda, si è imposta nella gara open davanti alle élite Silvia Persico e Alessia Bulleri, oramai lanciata sempre più verso traguardi molto ambiziosi da quando è una nuova portacolori della Selle Italia-Guerciotti (la squadra plurititolata a livello nazionale ed internazionale nel ciclocross che ha sede a Milano). Oltre al primato open, Realini ha fatto suo quello riservato alle under 23 davanti a Nicole Fede e a Marta Zanga.

Al culmine di prove contraddistinte da grande impegno e tecnica, buoni piazzamenti ottenuti da Luciano Camplone (Race Mountain Folcarelli – 22°juniores), Lorenzo Sorgi (Team Stipa Milano – 34°juniores), Francesca Sorgi (Cicli Fiorin – 14°donne allieve primo anno), Francesco Musilli (Pedale Rossoblu Truentum – 27°allievi primo anno), Mirko Persico (Pedale Rossoblu Truentum – 30°allievi primo anno), Ivan Taccone (Pedale Rossoblu Truentum – 28°allievi secondo anno), Giada La Cioppa (Cicli Fiorin – 7°donne esordienti), Dario Macchia (Avezzano Cycling Team – 41°esordienti), Andrea Musilli (Pedale Rossoblu Truentum – 43°esordienti), Alessandro Micolucci (Amici della Bici Junior – 22°esordienti), Simone Scocchia (Amici della Bici Junior – 38°esordienti) e Filippo Cerasi (Amici della Bici Junior – 39°esordienti).

Continua a leggere

Ciclismo

Ciclismo: Trek-Segafredo al completo per il 2021

Nibali, Ciccone e Mollema come punte

Pubblicato

il

Ciclismo: Trek-Segafredo al completo per il 2021. La squadra ha annunciato l’ingaggio di Jakob Egholm, promettente danese di 22 anni, che sarà il 29esimo e ultimo elemento della rosa che comprende anche italiani di primo piano come l’abruzzese Giulio Ciccone e Vincenzo Nibali.

Il team manager Guercilena ha parlato così in vista della prossima stagione: “Nel 2021 vogliamo essere solidi nelle classiche e migliorare rispetto a quello che abbiamo ottenuto in questa stagione. Per i Grandi Giri abbiamo Nibali, Mollema e Ciccone ( fermato dal Covid, ndr) che, dopo un’annata difficile, saranno pronti a lottare ancora per centrare grandi risultati. Poi ci concentreremo sul gruppo dei giovani che vogliamo far avanzare di un altro step verso il successo”.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group s.r.l.s. | Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti |