fbpx
Seguici anche su

Altri Sport

Jomi Salerno, la stella cubana Gomez chiude la sua carriera

“A Salerno ho dato tutto, non avrei mai potuto indossare un’altra maglia. Pronta a nuove sfide”

Pubblicato

il

Conserverà per sempre un posto di primissimo piano nella storia della Jomi e dello sport salernitano. Suleiky Gomez, la fuoriclasse cubana, a 37 anni ha deciso di appendere le scarpette al chiodo.

Aveva cerchiato in rosso questa stagione, sapeva che sarebbe stata l’ultima di una carriera straordinaria e l’interruzione dello scorso campionato (2019/20) l’aveva ancor di più motivata e spronata.

Conquistato a maggio l’ennesimo scudetto (il quarto consecutivo) della sua dorata esperienza salernitana, Gomez ha deciso di chiudere con la pallamano giocata nonostante le richieste fioccassero. “C’è un tempo per tutto – sottolinea – il mio tempo da giocatrice è terminato, ora comincia una nuova fase della mia vita”.

Giunta a Salerno, da Nuoro, nell’estate del 2016, la 37enne cubana, stella di prima grandezza dello sport del suo paese, ha fatto incetta di titoli e riconoscimenti personali. Per anni è stata un indiscusso punto di riferimento della Jomi e del Movimento nazionale.

“A Salerno ho dato tutto ed ho ricevuto tutto. Sono stati cinque anni fantastici, cinque anni in cui abbiamo vinto tutto quello che c’era da vincere, cinque anni durante i quali ho avuto la fortuna e l’onore di dividere tante gioie, e qualche amarezza, con una società splendida, allenatori fantastici e straordinarie compagne di squadra.

Poi il rapporto con la città, con i nostri tifosi, con la gente di Salerno. Ringrazio Dio per avermi dato la fortuna cinque anni fa di incontrare sulla mia strada questo tesoro. Per questo – aggiunge – non avrei mai preso in considerazione il trasferimento in un altro club.

Salerno è ormai la città mia e della mia famiglia. Qui ho messo radici e qui trascorrerò la mia vita”.

Realizzatrice straordinaria, giocatrice di classe sopraffina, leader silenziosa e mai ingombrante, Gomez ha le idee molto chiare circa il suo futuro. “Ho cominciato da tempo a programmare il dopo carriera. Ho conseguito il diploma di preparatore atletico, a breve otterrò il riconoscimento di allenatore di primo livello e completerò gli studi per il diploma in Marketing e Finanza.

A settembre, poi, avvierò il mio percorso di laurea in Scienze Motorie già intrapreso a Cuba. Con il Club stiamo già immaginando un percorso tecnico, rimarrò nella famiglia della PDO e a breve stabiliremo con precisione ruolo e incarichi.

Come sempre sono aperta a tutte le soluzioni, lo sono sempre stata, né – aggiunge – mi spaventano le nuove sfide. Quando decisi di lasciare Cuba non avevo certezze sul mio futuro, ma avevo solo tanta fiducia nelle mie capacità e tanta fede.

A distanza di anni posso dire di aver realizzato i miei sogni. Ora trascorrerò un’estate in relax con mia figlia, ricaricherò le batterie e mi preparerò ad una nuova sfida. E’ terminata solo una parte del mio percorso e non vedo l’ora di ripartire”.

Canottaggio

Canottaggio: Cesarini e Rodini d’oro

Seconda medaglia azzurra

Pubblicato

il

Di

Federica Cesarini e Valentina Rodini alla fine di una competizione straordinaria hanno conquistato la medaglia d’oro che sembrava non arrivare mai e hanno rilanciato, con una risonanza che solo l’Olimpiade riesce ad ottenere a livello mediatico, l’attenzione sul canottaggio, sport di fatica e di sofferenza che ha goduto di clamore solo durante l’epoca dei fratelli Abbagnale.

Continua a leggere

Olimpiadi

Tokyo 2020: L’Italia vince ancora

Grazie ai 9 punti conquistati le azzurre vicine al passaggio del turno

Pubblicato

il

Arriva il terzo successo in altrettanti incontri per l’Italia che oggi ha battuto con un netto 3-0 (25-21, 25-16, 25-15) l’Argentina.

Prova di forza per le ragazze di Davide Mazzanti che dopo aver dovuto gestire una parziale resistenza delle sudamericane nel primo set hanno progressivamente preso le misure lasciando sempre meno campo alle avversarie che si sono dovute arrendere alla netta superiorità della formazione tricolore.  

Grazie alle 3 vittorie e ai 9 punti conquistati l’Italia ha fatto un altro importante passo in avanti verso il passaggio del turno.  

Primo set equilibrato con le squadre molto ravvicinate nel punteggio e con l’Italia in grado di piazzare il break decisivo solo nel finale riuscendo comunque ad aggiudicarsi il parziale per 25-21 chiudendo grazie a un ace di Fahr. Nel corso della frazione Mazzanti ha sostituito la palleggiatrice inserendo Orro al posto di Malinov.

Secondo set iniziato con la conferma della palleggiatrice sarda nel sestetto, col passare dei minuti Mazzanti ha poi inserito Folie al posto di Fahr e Chirichella per Danesi. La rotazione degli effettivi da parte del CT ha fatto sì che la squadra proseguisse sulla strada già intrapresa in precedenza riuscendo così a portarsi sul 2-0 grazie al 25-16 decretato da un muro di Folie alla seconda palla set.

Terzo e ultimo set che ha visto scendere in campo anche il capitano Miriam Sylla per una passerella conclusasi sul 25-15 e il conseguente 3-0 senza particolari sussulti.

ITALIA-ARGENTINA: 3-0 (25-21, 25-16, 25-15)

Italia: Malinov, Egonu 17, Danesi 1, Fahr 7, Pietrini 9, Bosetti 10, De Gennaro (L). Orro 1, Folie 8, Chirichella 3, Sylla 3, Sorokaite. All: Mazzanti
Argentina: Rodriguez 5, Nizetich 8, Farriol 2, Lazcano 3, Mayer 1, Mercado 7, Rizzo (L). Bulaich 6, Fortuna, Germanier, Nosach, Herrera 1, All: Ferraro
Arbitri: Rodriguez (ESP), Liu (CHN)
Durata set: 26’, 24’, 22’
Italia: a 6 bs 10 mv 11 et 19.
Argentina: a 2 bs 8 mv 3 et 16.

Continua a leggere

Ciclismo

Solo quinto Ganna a Tokyo 2020

Delusione per il campione del mondo

Pubblicato

il

Il Campione del mondo di Imola 2020 non riesce a vincere il titolo olimpico. Nella gara del pomeriggio Filippo Ganna, a pochi secondi dagli altri ciclisti arriva quinto nella gara di crono.

Oro allo sloveno Roglic, argento all’olandese Dumoulin, bronzo a Dennis.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group s.r.l.s. | Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€