fbpx
Seguici anche su

Pallavolo

Il Volley azzurro sul tetto d’Europa

La Giovane Italia di De Giorgi compie la storia e bissa il successo delle donne issando il tricolore nuovamente sul tetto d’Europa.

Pubblicato

il

La Giovane Italia di Fefé De Giorgi fa la storia e riporta il tricolore sul tetto d’Europa, trionfo che mancava al nostro palmares dal 2005. A Katovice i ragazzi italiani sconfiggono la Slovenia per 3 a 2 al termine di una grande battaglia, 22/25, 25/20, 20/25, 25/20, 15/11. De Giorgi punta sulla spensieratezza di Michieletto e soci mentre Giuliani si fida dell’esperienza di Urnaut e compagni. La Slovenia parte subito forte con i nostri bloccati dalla tensione. Gli azzurri provano a rientrare sul finire del set ma la potenza del servizio sloveno chiude la strada alla rimonta. De Giorgi non cambia spartito ma catechizza i suoi ad essere liberi di testa giocando punto su punto. Lavia e Anzani suonano la carica con Giannelli (votato miglior giocatore del torneo) che ritrovata la ricezione riesce a gestire il ritmo dell’attacco azzurro. 1 a 1 e tutto ancora in gioco.

I set centrali: La Slovenia con Pajenk e Cebulj perfetti si lancia alla conquista del terzo set con Pinali e Michieletto che non trovano ossigeno in attacco. Sul 20 a 20 Stern va al servizio e non si ferma più, 25/20 e terzo set Slovenia. Nel quarto gli azzurri iniziano ancora male, 1 a 4, ma De Giorgi spariglia le carte con l’entrata del giovane opposto mancino Yuri Romanò. Gli sloveni non leggono le sue traiettorie e l’Italia ritrova nuovamente gioco e fluidità in attacco. Lavia con 3 ace consecutivi scava il solco tra le due squadre e gli azzurri pareggiano i conti.

Tie Break: Slovenia con 2 ace va 3 a 0, De Giorgi chiama Time out e da calma si suoi chiedendo punto su punto. Romanò continua la striscia del quarto set ma manca all’appello Michieletto ed il giovane talento entra di prepotenza nel match. Muro, punto in attacco e ace a ripetizione, la Slovenia è in ginocchio, l’Italia non ha paura e vince meritatamente set e titolo europeo.

Continua a leggere
Pubblicità

Pallavolo

Paola Egonu vince il Pallone d’oro del Volley

Riconoscimento per la campionessa italiana

Pubblicato

il

Paola Egonu ha vinto tutto, sia con la maglia dell’Imoco che con la Nazionale, con la vittoria dell’Europeo. Unica delusione i Giochi Olimpici di Tokyo.

Questa sera a Lubiana sarà protagonista anche di una speciale premiazione. 

All’European Volleyball Gala annuale della CEV, verrà premiata con quello che è considerato il “pallone d’oro” della pallavolo, ovvero  titolo di Miglior Giocatrice dell’ultima stagione continentale.

Continua a leggere

Basket

Aperture maggiori negli stadi e palazzetti da ottobre?

Molte voci nel Governo a favore

Pubblicato

il

Andrea Costa, ai microfoni di Rai Radio 1, riferendosi alla capienza negli stadi e nei palazzetti, ha pronunciato queste parole: “Credo che ci possa essere una tappa intermedia che può prevedere il 75% per poi arrivare al 100%”.

Sicuramente un buon segnale per il mondo dello sport che ha sofferto molto in questo periodo di pandemia, basta guardare i bilanci di alcune società del mondo del pallone.

Raggiungere il 75/80% di capienza negli stadi (ora al 50%) e il 50% nei palazzetti (ora al 35%) sarebbe salutare, sempre ovviamente con il green pass.

Anche la Roma, come altre squadre, invita a vaccinarsi i propri tifosi per uno stadio aperto al 100%.

Continua a leggere

Pallavolo

Ragazze l’Europa è vostra.

Una grande Italvolley vince a Belgrado dominando la Serbia riportando dopo 12 anni il titolo continentale in Italia.

Pubblicato

il

L’onda azzurra di questo magnifico 2021 sportivo continua anche a Belgrado dove le ragazze di Mazzanti cancellano Tokyo e salgono sul tetto d’Europa. Le nostre atlete finalmente abbattono la loro bestia nera a casa loro, giocando una pallavolo stellare non avendo mai un passaggio a vuoto. Il match inizia sul filo dell’equilibrio che viene spezzato da Boskovic nel primo set. L’opposto serbo mette giù il set point del 26-24 nella bolgia dei 20000 spettatori presenti. Le azzurre però rientrano subito in campo con la cattiveria giusta guidate da Sylla ed Egonu. Sul 19 pari del secondo set le nostre mettono la freccia grazie anche ad un time out provvidenziale che sistema il muro italiano contro gli attacchi della Boskovic. Con il muro di Pietrini si chiude 25-22 il secondo set.

L’Italia scappa via: Il coach serbo Terzic catechizza le sue atlete che partono forte nel terzo set 8-3. Mazzanti predica calma, cambia Orro con Malinov in regia e punto su punto le italiane pareggiano a 13. Terzic discute con le sue atlete fallose in battute mentre le nostre continuano a fare punto. Chirichella porta le azzurre sul 18-14. Le serbe non sfruttano il cambio palla e Pietrini prima sigla il 24esimo punto con Sylla che mette giù la palla del 25-19. Il quarto set è un monologo azzurro. Egonu mette giù ogni pallone, Sylla, Pietrini e De Gennaro difendono tutto con Chirichella e Danesi implacabili a muro. 25-11 finisce il match con 29 punti di Egonu MVP torneo. Mazzanti ha plasmato le sue azzurre, ha capito gli errori giapponesi e riporta l’Italia 12 anni dopo sul tetto d’Europa.

oznorMB

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group s.r.l.s. | Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€