Seguici anche su

Altri sport

Il silenzio del campo

Pubblicato

il

I pezzi non sono beni di prima necessità naturalmente, ma in questo momento così complicato e particolare sono sicuramente fonte di informazione, di svago, di studio, di socializzazione in famiglia e perché no di evasione.

Adesso i palloni tacciono e gli specchi sono appannati. Si vince in tanti e si perde da soli. Sono sconfitte morbide per i tanti ragazzini che strappano i loro pensieri sulla pelle e sull’anima. I palloni sono andati giù come sassi in uno stagno. Tanti cerchi ed è rimasto tutto come prima.

Il cielo è sereno e blu come l’occhio di una bambina. I pochi uccelli a gruppi disegnano cerchi enormi e astruse forme geometriche, schiacciati dalla voglia di riprendersi il proprio spazio nel cielo. Scelgono il sole, i prati che sono vicini, i fiori, l’immagine dell’acqua che scorre veloce sotto il ponte vicino.

Se è il mondo a smarrirsi o se sono le speranze a perdere terreno è da vedere. Spesso non si è scelti come quando si è sicuri di scegliere. Non sono i fatti che ingannano, quelli sono creati. E’ la fantasia che si aggrappa agli affetti e ne fa armi che proteggono.

Sono tanti nella cittadina gli strani esseri che possono in qualche modo sembrare delle apparizioni. Le parole contano, contano di più del resto, perché sono il pensiero, lo spirito e possono guidare le azioni, le nostre azioni.

Il passato è come un libro che possiamo consultare, leggere, quando ne avvertiamo  il bisogno. E conoscere se stessi è anche questo, un viaggio memorabile. Se uno perde l’immagine della propria origine perde se stesso e finisce per nutrirsi di parvenze.

Orsù dunque aspettiamo la grande squadra chiamata a diffondere i valori dello sport. Quelli che anche Papa Francesco, nuovamente in una intervista alla Gazzetta dello Sport in giornate difficili e complesse ha ricordato:” in questo periodo tante manifestazioni sono sospese, ma vengono fuori i frutti migliori dello sport: la resistenza, lo spirito di squadra o del team, la fratellanza, la vicinanza, il dare meglio di sé. Dunque rilanciamo lo sport per la pace e lo sviluppo”.

Lo sport è cultura e salute fisica. Irrobustisce il corpo e divaga lo spirito. Lo sport è corale ed individuale, ed un’educazione sportiva ci garantisce la possibilità di affrontare con animo sereno e forte tutte le nostre esperienze. Lo sport non può essere ridotto ad una sorta di “aspirina”, ma deve diventare un modo di gestire la propria vita dando il massimo nelle cose che si fanno, nel rispetto di sé e degli altri.

E la sfida dei nostri ragazzi non è a sopravvivere, ma ad usare come mezzo, come fine la sete di conoscenza, di divertimento e di pratica dello stesso, il coraggio, l’impegno, il rispetto, l’amicizia, la fantasia dell’espressione individuale.

La fantasia è una componente indispensabile per il divertimento di ogni ragazzo. Perciò tutte le agenzie formative sono sollecitate maggiormente in quanto agenzie educative a fare qualcosa di più per tutto lo sport perché l’orizzonte aperto sarà la loro idea di libertà e perché per la loro vita servono tutte queste capacità.

Spes ultima dea…

Altri sport

Ciclocross abruzzese Uisp protagonista al Tricolore nelle Marche

In risalto Luca Lupinetti, Massimiliano Bonaduce, Ana Maria Risca, Andrea Tudico e Carlo Tudico

Pubblicato

il

Di

Ciclocross abruzzese Uisp protagonista al Tricolore nelle Marche, questo il comunicato stampa con le informazioni.

Una rappresentanza di atleti abruzzesi, aderenti al Settore di Attività Uisp Abruzzo e Molise, ha preso parte con lusinghieri risultati ai Campionati Nazionali di ciclocross riservati alle categorie master nelle Marche a Torre di Palme.

La 48°edizione della rassegna tricolore Uisp, dedicata al ciclocross e portata avanti in sicurezza sul fronte anti contagio da Covid-19, è stata archiviata complessivamente con un primo posto e quattro podi tricolori con il plauso di Umberto Capozucco (coordinatore regionale Uisp per il ciclismo) che ha presenziato come supervisore dell’evento a supporto degli organizzatori locali marchigiani (capitanati da Rolando Navigli ed Enrico Mezzabotta) e del comitato Ciclismo Uisp Marche di Giancarlo Tordini.

Alla quinta partecipazione in carriera e già sul podio tricolore nell’edizione 2017 a Piane di Rapagnano tra i master 1, il biker di Penne Luca Lupinetti (Team Iachini Cycling) è riuscito a far suo il titolo nazionale nella categoria master 2.

A salire sul podio anche Andrea Tudico (GS Moscufo), Ana Maria Risca (Pro Life No Doping Team) e Carlo Tudico (Pro Life No Doping Team) con i secondi posti conquistati rispettivamente nelle categorie élite sport, master donna 1 e master 6.

Altro protagonista in positivo Massimiliano Bonaduce, l’atleta di Giulianova portacolori di Non Solo Ciclismo, tra i migliori della categoria master 5 riuscendo a cogliere il terzo posto.

La Prolife No Doping Team di Casalbordino ha ottenuto il primato tra le società col maggior numero di partenti (8), sfiorando il podio con Giampietro Cinosi (quarto tra i master 3) e tanti bei piazzamenti all’attivo da parte di Davide Fiorindi (7°M4), Guido Fattore (8°M5), Nicola Delle Donne (9°M5), Domenico Cillini (12°M5) e Amedeo Di Meo (13°M5).

Credit fotografico Gianluca Accattapà

Continua a leggere

Altri sport

Jomi Salerno, Canessa Pérez: “Sarà una sfida intensa”

“Ariosto Ferrara non molla mai”

Pubblicato

il

La Jomi Salerno, messi da parte gli impegni internazionali e salutata l’European Cup, si rituffa in campionato. Sabato 23 gennaio (inizio ore 17:30) capitan Napoletano e compagne saranno di scena al Pala Boschetto per affrontare le padrone di casa dell’Ariosto Ferrara nel match valevole quale terza giornata di ritorno della serie A Beretta.

La partita sarà visibile in streaming sulla piattaforma Eleven Sport. La formazione allenata da Laura Avram che recupererà il prossimo 27 gennaio il match casalingo contro la Santarelli Cingoli, è in testa alla classifica (in condominio con Oderzo) con 24 punti in classifica frutto di dodici vittorie ed una sola sconfitta.

Dal canto suo l’Ariosto Ferrara che recupererà il prossimo 2 febbraio il match casalingo contro Oderzo, ha ottenuto sin qui 14 punti frutto di sei vittorie, due pareggi e cinque sconfitte. All’andata la Jomi Salerno superò in maniera agevole l’Ariosto Ferrara tra le mura amiche della Palestra Caporale Maggiore Palumbo con il risultato di 35 – 13.

“Ci attende una gara dura – afferma Belén Canessa Pérez – una sfida di grande intensità. L’Ariosto Ferrara non molla mai, si tratta di una squadra che lotta sempre sino alla fine. Non dobbiamo farci trarre in inganno dal match d’andata quando vincemmo in maniera agevole, in quell’occasione infatti non avevano il roster al completo. Inoltre, sono migliorate tante ed stanno anche giocando meglio”.

“Stiamo lavorando per farci trovare nelle migliori condizioni fisiche dopo un tour de force di trasferte e gare molto intense. Personalmente credo che gli impegni internazionali disputati in Croazia ci aiuteranno, ci hanno permesso di migliorare la nostra difesa ed anche di testare il nostro attacco contro una squadra davvero molto tosta.

Siamo consapevoli – conclude la giocatrice della formazione salernitana – di potercela giocare e di poter battere qualsiasi squadra in Italia”.

Continua a leggere

Altri sport

Talk Time. Sport e dintorni (LIVE) #Chapter33

Pubblicato

il

Anche oggi alle ore 21:30 i nostri Adriano|Fabrizio|Luca, come sempre, divagheranno senza peli sulla lingua sui temi sportivi della settimana.

Per intervenire in diretta:

👉 https://www.facebook.com/TalkTimeWeb/
👉 https://www.facebook.com/oggisport/
👉 https://www.facebook.com/ilMartino.it/
👉 https://www.youtube.com/channel/UCtCIOoECcgpGEtVYoKX1uCg/live

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group s.r.l.s. | Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti |