fbpx
Seguici anche su

Ciclismo

Il ritiro della nazionale di paraciclismo

Gli atleti si sono ritrovati a Francavilla al Mare

Pubblicato

il

A cura dell’Addesi Cycling, per la settima volta Francavilla al Mare ha ospitato il ritiro della nazionale italiana di paraciclismo che ha tanta voglia di riprendersi lo scettro di regina dello sport paralimpico a livello internazionale, nonostante le difficoltà del momento imposte dalla pandemia.

La preparazione e la programmazione verso le Paralimpiadi di Tokyo 2021 (tra fine agosto e inizio settembre) passeranno necessariamente per i Campionati Italiani su strada a Marina di Massa in Toscana l’11 aprile, la prova di Coppa del Mondo a Ostenda in Belgio tra il 6 e il 9 maggio e i Mondiali a Cascais in Portogallo tra il 9 e il 13 giugno. Quasi certo lo slittamento a data da destinarsi dell’unica prova di Coppa del Mondo in Italia, tra Bassano del Grappa e Marostica, che si sarebbe dovuta svolgere tra il 13 e il 16 maggio in Veneto.

A rispondere alla convocazione del commissario tecnico Mario Valentini, gli atleti  abruzzesi “doc” Pierpaolo Addesi del Team Go Fast (da Torrevecchia Teatina), Emma Marcelli dell’Anmil Sport Italia (da Atri) e Ivano Pizzi della IFI Giant Store Roma (da Lanciano), oltre agli altri azzurri Andrea Tarlao (Team Go Fast), Katia Aere (Anmil Sport Italia), Giorgio Farroni (Anthrophos Asd), Stefano Stacchiotti (Anthrophos Asd), Roberta Amadeo (Bee and Bike), Fabio Anobile (Natura e Sport), Andrea Casadei (Team Equa), Diego Colombari (Polisportiva Passo Asd Onlus), Fabio Colombo (Comolake Team), Davide Giusti (Anmil Sport Italia), Eleonora Mele (Team Equa), Giancarlo Masini (Natura e Sport), Federico Mestroni (Tigullio Handbike Team), Tiziano Monti (Anmil Sport Italia), Luisa Pasini (Team Equa), Fabio Radrizzani (Tigullio Handbike Team), Luca Tettamanti (Comolake Team),Ana Maria Vitelaru (Anmil Sport Italia) e Riccardo Panizza del Team Comobike Asd (guida del tandem con Ivano Pizzi).

Per tutta la durata del ritiro e con tutte le precauzioni necessarie adottate per contrastare il contagio da Covid-19, gli atleti sono stati assistiti dai collaboratori tecnici Fabrizio Di Somma, Gianni Fratarcangeli e Fabio Triboli, coaudivati dallo staff di meccanici e massaggiatori composto da Roberto Loreti, Mario Castello, Roberto Pistilli, Claudia Angela Barone, Alain Lorenzati e Simone Sanclimenti.

A far visita agli azzurri anche il presidente regionale FCI Abruzzo Mauro Marrone e il rieletto presidente regionale del CIP abruzzese Mauro Sciulli, a manifestare il plauso allo svolgimento del ritiro azzurro a Francavilla al Mare, l’assessore comunale Luisa Russo: “Questi ragazzi sono un esempio di forza e di determinazione, fanno capire a noi che da un momento di difficoltà possono nascere grandi opportunità di riscatto. Dobbiamo prendere esempio da loro ed auguriamo ogni bene per il raggiungimento delle loro ambizioni sportive“.

A fare gli onori di casa Pierpaolo Addesi, tra i referenti in loco per l’organizzazione tecnica del ritiro: “Finalmente possiamo ripartire e impostare una stagione importante ma sono stato felicissimo di aver riportato il ritiro a Francavilla al Mare che con Pineto, Roseto degli Abruzzi, Pescara e Rovere sono diventate la casa della nazionale in terra d’Abruzzo per preparare gli appuntamenti che contano. Siamo stati contenti dell’ospitalità eccezionale presso l’Hotel Corallo, ma anche del supporto dell’amministrazione comunale di Francavilla, un grazie anche agli sponsor Emidio e Alfredo de Florentiis, Selmec, Itas Assicurazioni Chieti Scalo, Free Bike, Filodentale e Kemipol. Dobbiamo stringere i denti, andare avanti e non arrenderci a questa pandemia perché il 2020 è stato un anno perso. Bisogna rialzarsi da questa situazione che ha messo a dura prova tutti noi, il paraciclismo può e deve dare un segnale di ripartenza a tutto il movimento sportivo nazionale. Finche sto bene e mi sento ancora competitivo, voglio dare ancora il mio contributo a questa nazionale ma quando smetterò di correre darò un supporto a questo ambiente perché lo merita ed è stato per me di fondamentale importanza in 17 anni di carriera nel paraciclismo. Zanardi? Alex per noi rappresenta tanto, un amico importante, la situazione non è delle migliori ma è un lottatore. A me e a tutti noi della nazionale manca molto“.

Mario Valentini, il commissario tecnico più titolato al mondo di tutti gli sport, è alla guida di una nazionale che ha collezionato numeri da capogiro da circa un ventennio: 99 medaglie all’attivo, di cui 12 d’oro paralimpiche, 75 conquistate ai campionati del mondo.

Entusiasmo e obiettivi da raggiungere – afferma Valentini – sono attualmente lo stimolo di questa nazionale e della nostra ripartenza con la speranza di essere presenti alle Paralimpiadi. Noi siamo sempre annoverati tra le nazioni forti del paraciclismo insieme agli Stati Uniti, al Canada, alla Spagna, alla Francia, alla Gran Bretagna, alla Germania ed anche alla Cina che sta emergendo molto bene in pista. La regione Abruzzo ci porta sempre fortuna per i tanti raduni che abbiamo svolto tra mare e montagna. In più ci agevola tanto la cultura ciclistica di questa regione con la gente che va in bici e che si appassiona sempre di più a questo sport, oltre ad avere sensibilità per il mondo disabile. E a proposito di bicicletta, dico sempre ai tanti ciclisti di stare in fila indiana, di dare il cambio sulla destra, di mettere le luci lampeggianti sia avanti che dietro la bici per non avere problemi con l’assicurazione, inoltre bisogna avere rispetto degli automobilisti ed evitare discussioni. La perdita di una persona non viene compensata da questi incidenti che spesso continuiamo a leggere sui giornali o sui siti internet. Zanardi? Undici anni insieme a noi con la nostra nazionale, Alex è un grande lottatore, è uno di noi ma sono sicuro che diventerà il simbolo del nostro movimento paralimpico“.

Ciclismo

Paraciclismo: a Marina di Massa debutto per Ivano Pizzi nel tandem con Riccardo Panizza di IFI Giant

Dopo il raduno della nazionale in Abruzzo

Pubblicato

il

Di

Il ritiro di Francavilla al Mare di fine marzo ha aperto la strada a una nuova stagione di paraciclismo per la IFI Giant Store Roma che per il 2021 ha confermato il suo atleta di punta Ivano Pizzi.

La Ifi Giant Store Roma (IFI è l’acronimo di Istituto Fisioterapia Integrata – http://www.istitutofisioterapiaintegrata.it) non è nuova nell’accogliere atleti di paraciclismo: nel 2019 fece parte anche la romana Cinzia Brecciaroli che si aggiudicò il tricolore nel triciclo.

Ipovedente dopo due incidenti subiti sia in ambito sportivo che domestico una ventina di anni fa, il lancianese Pizzi è tornato nel giro azzurro della nazionale del cittì Mario Valentini ed ha affinato la preparazione in “sintonia” con il neo componente del tandem Riccardo Panizza, il tutto sotto l’occhio attento di Simone Sanclimenti, presidente del sodalizio con sede a Palestrina (nonché massaggiatiore e componente dello staff della nazionale italiana di paraciclismo) coaudivato dal suo vice Matteo Fiorentini.

Ivano Pizzi: “Il raduno è servito a focalizzare nuovi obiettivi, speriamo che si possa gareggiare quest’anno in maniera regolare e con un buon calendario di avvicinamento alle prossime Paralimpiadi ma anche altri appuntamenti in giro per l’Italia e per l’Europa dove daremo il meglio di noi stessi“.

Lavorando in ottica gare di Coppa del Mondo, Mondiali e Paralimpiadi, il primo vero banco di prova per Pizzi e la guida Panizza è il campionato italiano su strada in programma domenica 11 aprile a Marina di Massa.

Si continua il percorso intrapreso circa 3 anni fa con il paraciclismo – spiega Simone Sanclimenti  – dove proveremo a dire la nostra con il tandem Pizzi-Panizza nelle gare che contano e specialmente quest’anno che si recuperano le Paralimpiadi. Questo sforzo nel paraciclismo lo dobbiamo ai tanti sponsor che ci supportano anche in momenti difficili in piena pandemia e ringrazio per l’occasione IFI Palestrina, Fisioterapia Fiorentini e Giant Store Roma“.

Continua a leggere

Ciclismo

Giro d’Italia Abruzzo, oggi a L’Aquila presentazione ufficiale delle Città di Tappa

Pubblicato

il

Ad un mese dalla partenza, l’Abruzzo si prepara per il Giro d’Italia. Un programma ricco di appuntamenti che occuperà i prossimi giorni.

Ieri, alle ore 19 protagonista la città di L’Aquila, Piazza Duomo, con l’accensione della cattedrale di rosa.

La conferenza stampa di presentazione delle Città di Tappa si sta svolgendo oggi, 9 aprile dalle ore 10.30 nell’auditorium della sede della Regione Abruzzo, palazzo Silone a L’Aquila.

Quest’anno la corsa rosa infatti toccherà l’Abruzzo con tre partenze e un arrivo: 14 maggio Notaresco; 16 maggio Castel di Sangro; 16 maggio Campo Felice – Rocca di Cambio; 17 maggio L’Aquila.

Per questo importante appuntamento sportivo verrà portato in Abruzzo, in esclusiva, l’originale Trofeo Senza Fine edizione 2021 con lo scopo di promuovere al meglio il territorio abruzzese sulle 200 testate giornalistiche internazionali accreditate per il Giro.

Il Trofeo seguirà un programma di esposizione in tutte le città di Tappa:

-9 aprile ore 15.30 Teramo, Provincia di Teramo

-10 aprile ore 11.00 Castel di Sangro, Piazza Plebiscito

-10 aprile ore 16.30 Campo Felice – Rocca di Cambio

Alla conferenza stampa di presentazione, saranno presenti, Davide Cassani, commissario tecnico della nazionale ciclismo e Stefano Garzelli, già vincitore del Giro d’Italia e commentatore sportivo, Giulio Ciccone, ciclista, Mauro Vegni, direttore Giro d’Italia, Gianluca Ginoble, componente del gruppo musicale Il Volo. Per l’occasione sarà esposto il Trofeo Senza Fine.

Continua a leggere

Ciclismo

Paraciclismo, concluso il ritiro della nazionale a Francavilla al Mare

Pubblicato

il

Si è concluso il ritiro della Nazionale Italiana di paraciclismo a Francavilla al Mare (Chieti).

Tra i vari appuntamenti che vedranno gli azzurri impegnati verso le Paralimpiadi di Tokyo 2021, un pensiero speciale va ad Alex Zanardi.

“Alex per noi rappresenta tanto – spiega il capitano Pierpaolo Addesi – è un amico importante, la situazione non è delle migliori, ma è un lottatore. A me e a tutti noi della nazionale manca molto”. Anche il ct azzurro, Mario Valentini ha dedicato un pensiero ad Alex: “Undici anni insieme a noi con la nostra nazionale, Alex è un grande lottatore, è uno di noi ma sono sicuro che diventerà il simbolo del nostro movimento paralimpico”.

La preparazione e la programmazione della nazionale italiana verso le Paralimpiadi di Tokyo 2021 (tra fine agosto e inizio settembre) passeranno necessariamente per i Campionati Italiani su strada a Marina di Massa in Toscana l’11 aprile, la prova di Coppa del Mondo a Ostenda in Belgio tra il 6 e il 9 maggio e i Mondiali a Cascais in Portogallo tra il 9 e il 13 giugno. Quasi certo lo slittamento a data da destinarsi dell’unica prova di Coppa del Mondo in Italia, tra Bassano del Grappa e Marostica, che si sarebbe dovuta svolgere tra il 13 e il 16 maggio in Veneto.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group s.r.l.s. | Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti |