fbpx
Seguici anche su

Calcio

Il Como supera a fatica la Giana Erminio

Due a uno dei lariani

Pubblicato

il

Posticipo serale valido per 26ª giornata di campionato, 7ª del girone di ritorno, giocato al Sinigaglia di Como contro la prima forza del girone, che al cospetto della Giana fatica, difende e approfitta di due occasioni per portare a casa l’intera posta in palio, nonostante una prestazione gagliarda degli uomini di Brevi.

Primo tempo 1-1

Modulo inedito per mister Brevi, che per affrontare la capolista propende per la difesa a 4 con Marchetti e Montesano centrali, Perico a destra e Madonna a sinistra; il centrocampo è affidato a Palazzolo, Pinto e Dalla Bona, con Corti esterno destro e Greselin sinistro; infine Ferrario unica punta. Si parte e al 1′ c’è una punizione per la Giana dai 28 metri: Dalla Bona serve Ferrario, che spizza di testa una palla che sorvola la traversa. Al 5′ primo angolo del match per la Giana, grazie alla deviazione di un difensore di casa sul cross di Greselin, precedentemente servito da Palazzolo: Dalla Bona calcia in mezzo all’area, ma la difesa lariana allontana. Al 9′ punizione per la Giana dai 35 metri, Dalla Bona scodella in area, la difesa allontana ma Perico recupera e serve Palazzolo, che riesce a concludere di prima: Facchin blocca. Al 16′ Corti ruba palla sulla linea di fondo e crossa, deviato in angolo: sugli sviluppi dell’azione, Perico dalla sinistra conclude con un diagonale a giro che esce di poco alla sinistra di Facchin. Nel miglior momento della Giana è però il Como che passa in vantaggio al 18′: Ferrari lancia Gatto, che si ritrova da solo in corsa e batte Acerbis in uscita. Al 27′ punizione per il Como dai 28 metri: Arrigoni calcia sul secondo palo, dove Crescenzi aggancia e prova il tiro cross dalla linea di fondo, Marchetti fa buona guardia e allontana, ma ha la peggio nello scontro e mister Brevi è costretto al cambio obbligato: al 30′ è Zugaro a prendere il suo posto. Al 32′ bella azione personale di Cicconi, che dopo una serpentina sulla trequarti si presenta alla conclusione da fuori, con la palla che esce di poco alla sinistra di Acerbis. Al 35′ punizione per la Giana dai 25 metri sulla sinistra: Dalla Bona calcia sul secondo palo, svetta Montesano di testa, ma non inquadra lo specchio. Al 37′ Giana vicina al vantaggio con Perico, che sugli sviluppi di una punizione aggancia l’appoggio di Palazzolo e di prima intenzione gira a rete, sorvolando di pochissimo la traversa. Al 44′ terzo corner per la Giana: Cicconi salva sulla linea un pallone diretto in rete. Al 45′, al quarto angolo calciato da Dalla Bona, Ferrario di testa appoggia a Palazzolo, che insacca sotto la traversa il gol del pareggio.

Secondo tempo 2-1

Al rientro dagli spogliatoi, mister Gattuso effettua un cambio, sostituendo Dkidak con Allievi. Si riparte e al 3′ il Como passa in vantaggio con Bellemo, che aggancia una conclusione di Gatto murata da Perico, con la palla che però rimane lì e al numero 14 di casa, libero sul primo palo, non resta che appoggiare alle spalle di Acerbis. Al 7′ Ferrario serve Madonna sulla destra, che si invola sulla fascia e crossa in mezzo, dove solo l’intervento sulla linea di Crescenzi riesce a negare il gol allo stesso Ferrario. Ancora Giana in avanti al 9′ con un’incredibile parata di Facchin, che con una mano tocca quanto basta il colpo di testa di Ferrario da pochi passi, che conclude a botta sicura sul primo palo dopo aver agganciato un perfetto cross dalla destra di Madonna. Al 12′ ancora Facchin protagonista nel deviare in angolo un potente tiro dalla distanza di Greselin. Al 15′ cambio per il Como: fuori Terrani per H’Maidat. Al 19′ cambio Giana: dentro D’Ausilio al posto di Dalla Bona. Al 20′ punizione per la Giana dai 25 metri: Pinto scodella in area, dove la palla viene deviata nell’ottavo corner per la Giana: sul cross dalla bandierina, Ferrario di tacco sfiora la traversa. Al 29′ per il Como fuori Gatto per Gabrielloni e fuori anche Cicconi per Toninelli. La Giana continua a fare un pressing alto alla ricerca del pareggio, mentre il Como è chiuso nella propria area. Al 35′ punizione per il Como dai 30 metri: Arrigoni calcia in area, la difesa della Giana allontana ma la palla resta in area, finchè Acerbis la blocca in presa alta. Al 37′ la punizione è per la Giana dai 30 metri: Greselin cerca la conclusione diretta in porta, ma la palla si spegna alla destra di Facchin. Al 38′ fuori Palazzolo per Capano e fuori anche Greslein per Perna. Al 40′ cambio per il Como, sostituendo Ferrari con Walker. Non basta la girandola di cambi, il Como batte la Giana.

COMO-GIANA ERMINIO 2-1

Como (3-4-3): Facchin, Solini, Iovine, Terrani (H’Maidat 15′ st), Gatto (Gabrielloni 29′ st), Cicconi (Toninelli 29′ st), Crescenzi, Bellemo, Arrigoni, Ferrari (Walker 40′ st), Dkidak (Allievi 1′ st). A disp: Bolchini, Bovolon, Celeghin, Koffi. Allenatore: Giacomo Gattuso.

Giana Erminio (4-5-1): Acerbis, Perico, Marchetti (Zugaro 30′ pt), Montesano, Madonna, Corti, Palazzolo (Capano 38′ st), Pinto, Dalla Bona (D’Ausilio 18′ st), Greselin (Perna 38′ st), Ferrario. A disp: D’Aniello, Zanellati, Barazzetta, Finardi, Rossini, Benatti, De Maria. Allenatore: Oscar Brevi

Direttore di gara: Alberto Ruben Arena di Torre del Greco. Assistenti: Federico Fratello e Franco Iacovacci di Latina. Quarto ufficiale: Federico Fontani di Siena

Marcatori: Gatto 18′ pt, Palazzolo 46′ pt, Bellemo 3′ st

Recupero: 2′ pt, 4′ st

Angoli: 0-8

Ammoniti: Perico 27′ pt, Zugaro 31′ pt, Iovine 45′ pt, Ferrari 47′ pt, Dalla Bona 3′ st, Cicconi 19′ st

Calcio

Entella-Ascoli: Sottil ne convoca 23

Pubblicato

il

ASCOLI PICENO – Sono 23 i bianconeri convocati da Mister Sottil al termine della seduta di rifinitura, che la squadra ha svolto stamane al Centro Tecnico di Coverciano.

Oltre allo squalificato Saric, il tecnico non potrà contare su Avlonitis (gastroenterite) e Pucino (problema muscolare).

PORTIERI: Leali, Sarr, Venditti

DIFENSORI: Brosco, Corbo, D’Orazio, Ghazoini, Kragl, Pinna, Quaranta

CENTROCAMPISTI: Buchel, Caligara, Danzi, Eramo, Mosti, Sabiri

ATTACCANTI: Bajic, Bidaoui, Cangiano, Dionisi, Parigini, Simeri, Stoian

Squalificati: Saric

Diffidati: Eramo

Indisponibili: Avlonitis, Charpentier, Pucino


ARTICOLI CORRELATI

Entella-Ascoli, Sottil: “Partita fondamentale, ci aspettano dodici finali”


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Continua a leggere

Calcio

Verso Juventus-Lazio, Pirlo: “Non sappiamo se c’è un focolaio nella squadra, lo scopriremo. Domani sarà una partita da non sbagliare”

Pubblicato

il

In vista del big match contro la Lazio, Andrea Pirlo ha parlato in conferenza stampa presentando la partita. Queste sono le parole dell’allenatore bianconero: “La Lazio è una squadra solida, da 6 anni sono quasi gli stessi giocatori, si conoscono molto bene ed i risultati parlano per loro. Sappiamo che incontriamo una squadra che lotterà per arrivare fino alla fine per arrivare in alto, non sarà facile. Con la Juventus tutte le sfide sono importanti, sono abituato a pensare partita per partita e dobbiamo concentrarci con tutte le forze per vincere domani. Ci sono ancora gli indisponibili, abbiamo ancora un giorno per recuperare qualcuno. Dispiace per Bentancur, abbiamo pochi centrocampisti a disposizione per schierare la miglior formazione possibile. De Ligt ancora non si è allenato, vediamo domani come starà. Bonucci ha fatto una parte di allenamento stamattina, viene da 16 giorni di inattività e non è detto che possa partire titolare domani. Morata deve mettere minuti nelle gambe. La visita che ha fatto Arthur ieri è stata positiva, speriamo possa darci una mano nelle prossime partite. Mckennie non ci ha sorpreso, sapevamo che avesse queste caratteristiche: ora che lo abbiamo riscattato non deve montarsi la testa.

I giovani nella squadra si sono inseriti molto bene: non sono loro il problema, così come non lo sono gli anziani che aiutano sempre tutti. Entrare nella Juventus non è semplice, sono fiducioso che faremo tutti un ottimo lavoro. Quando giochi tante partite bisogna anche riposarsi, Ronaldo ha stretto i denti e lo farà ancora perché siamo contati: ha sempre dato l’esempio, lo farà anche in futuro. Non sappiamo se c’è un focolaio all’interno della squadra, lo scopriremo presto. Ramsey sta bene, potrà essere nella partita domani e sarà una risorsa importante. Fagioli non so se giocherà titolare, fino a domani non abbiamo la certezza di chi recupererà: si sta allenando bene, siamo tranquilli anche se dovesse partire titolare. Domani sarà una partita importante per il discorso classifica, c’è tanto entusiasmo perché stiamo affrontando sempre partite di un certo livello.

Fuga dell’Inter? Per noi non è cambiato nulla rispetto a settimana scorsa, dobbiamo vincere tutte le partite sperando in un loro passo falso. La nostra priorità non è la Champions League: siamo in corsa per tre competizioni, se gli altri saranno più bravi di noi faremo loro i complimenti. Quest’anno abbiamo iniziato un progetto importante, gli giudizi cambiano sempre e non abbiamo paura di poter sbagliare. Domani dovremo fare una partita intelligente, abbiamo giocato tante partite e dobbiamo gestire al meglio le nostre energie”.

Continua a leggere

Calcio

Le statistiche di Monza-Pordenone

Si giocherà domani alle 18 con diretta Rai Sport

Pubblicato

il

Di

Monza e Pordenone si incrociano per la terza volta tra Serie B e Coppa Italia: 1-1 nel match d’andata e successo dei brianzoli ai rigori nella Coppa nazionale.

Il Monza ha pareggiato sei delle 10 gare di Serie B giocate nel 2021 (3V, 1N): una in più che in tutte le 16 precedenti del torneo in corso.

Il Monza non ha ancora vinto alcuna partita casalinga nel 2021 (3N, 1P), raccogliendo soltanto tre punti nel parziale: solo il Pescara (un punto) ha fatto peggio dei biancorossi nei match interni del nuovo anno solare.

Il Pordenone ha perso le ultime due trasferte di campionato e potrebbe subire tre KO di fila in esterna per la prima volta in Serie B.

Il Pordenone ha perso le ultime due gare di Serie B contro squadre neopromosse, dopo essere rimasto imbattuto nelle precedenti sei sfide del campionato cadetto contro queste avversarie (3V, 3N).

Tra le prime 10 squadre in classifica, il Monza è, dopo la SPAL (20), quella che ha raccolto meno punti (21) contro le compagini che occupano la seconda parte del tabellone in questo campionato.

Si affrontano la squadra che ha subito meno gol in casa (Monza, otto) e quella che ne ha incassati meno in trasferta (Pordenone, 10) in questo campionato.

Il Pordenone è l’unica squadra di questo campionato a non avere ancora subito gol su rigore; nessuna invece ne ha realizzati più del Monza (quattro) dagli 11 metri.

Nell’ultima gara contro il Frosinone, Christian Gytkjær è diventato il primo giocatore del Monza a prendere parte ad almeno 10 gol in questa stagione in Serie B: cinque reti e cinque assist.

Sebastian Musiolik, a segno nel match d’andata, ha realizzato tre delle sue quattro reti stagionali in gare interne di questa Serie B; l’unico gol messo a segno in trasferta è quello contro il Pescara dello scorso novembre.

Fonte: StatsPerform

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group s.r.l.s. | Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti |