fbpx
Seguici anche su

Ciclismo

Il 20 marzo torna la Milano-Sanremo

Torna la classica di primavera (in primavera)

Pubblicato

il

Ritorna la Primavera e con lei ritorna la sua Classicissima. Sabato 20 marzo la 112^ edizione della Milano-Sanremo ripropone il percorso classico eccezion fatta per il passaggio da Passo del Turchino che non è percorribile per una frana. Si transiterà quindi dalla salita di Colle di Giovo per poi scendere sull’Aurelia ad Albisola e fare gli ultimi 112 km che da sempre la contraddistinguono con il passaggio sui tre Capi prima di Cipressa e Poggio e arrivo in via Roma. La misurazione totale del percorso sarà di 299 km.

Ultimi KM
A 9 km dall’arrivo inizia la salita del Poggio di Sanremo (3.7 km a meno del 4% di media con punte dell’8% nel tratto che precede lo scollinamento). La salita presenta una carreggiata leggermente ristretta e 4 tornanti nei primi 2 km. La discesa è molto impegnativa su strada asfaltata, ristretta in alcuni passaggi, con e un susseguirsi di tornanti e di curve e controcurve fino all’immissione nella statale Aurelia. L’ultima parte della discesa si svolge nell’abitato di Sanremo. Ultimi 2 km percorrono lunghi rettilinei cittadini. Da segnalare a 850 m dall’arrivo una curva a sinistra su rotatoria e ai 750 m dall’arrivo l’ultima curva che immette sulla retta finale di via Roma, tutto su fondo in asfalto.

Nota a margine la Rai ha preso i diritti in esclusiva per il Giro 2021 e le classiche RCS. Discovery, via Eurosport, i diritti globali fino al 2025.

Ciclismo

Ganna una prima Rosa

A Torino show di Ganna che mette tutti in fila nella prima tappa dell’edizione 104 del Giro d’Italia.

Pubblicato

il

Parla italiano la prima maglia rosa dell’edizione 104 del Giro d’italia. Filippo Ganna da Verbania domina a modo suo la cronometro di Torino. Gli 8km e 600 metri sono stati divorati in 8’47″dal campione del mondo della specialità che stampa il miglior tempo di giornata. Al secondo posto un altro italiano, Edoardo Affini, che chiude la tappa con 10 secondi di ritardo. Sul podio di giornata chiude il norvegese Foss, volto nuovo della Jumbo Visma. Joao Almeida, quarto al traguardo si conferma un grande interprete della specialità risultando il migliore degli uomini di classifica. Buonissima la prova di Evenpoel, nel suo ritorno alle gare che conclude settimo a 19″ da Ganna. Ottimo decimo Gianni Moscon e buone prove da parte di Nibali e Formolo. I due favoriti, Bernal e Yates incassano 38″ e 39″ di ritardo. Domani seconda tappa Stupinigi – Novara di 179 km, subito l’occasione per vedere i velocisti all’opera.

Continua a leggere

Ciclismo

CIAK SI GIRO

Inizia oggi la 104esima edizione della corsa Rosa che attreverserà lo stivale per arivare a Milano il 30 maggio dopo 21 tappe.

Pubblicato

il

Tutto pronto per il via del 104^ Giro d’Italia, che partirà alle 14.00 da Torino, con la cronometro individuale Torino – Torino, di 8.6 km. Filippo Tagliani dell’Androni Giocattoli è il primo a partire per iniziare questo lungo viaggio che porterà il gruppo al traguardo di Milano di domenica 30 maggio. Dopo la vittoria di Teo Geoghegan Hart la Ineos si presenta ancora da favorita con Egan Bernal. Sembra un duello già scritto, quello per la vittoria, tra il colombiano e l’Inglese Simon Yates. Però il Giro ci ha abituato negli ultimi anni alle grandi sorprese. Tra gli outsider di lusso troviamo Remco Evenepoel, il trio d’alta montagna della Bahrein- Victorius, Landa, Caruso e Pello Bilbao, la sorpresa portoghese dello scorso autunno Almeida, senza tralasciare Hindley e Bardet. Discorso a parte merita Vincenzo Nibali, visto l’operazione al polso subita meno di un mese fa.

Gli Italiani: I ciclisti di casa nostra animeranno la gara con molte fughe da lontano a caccia della vittoria di tappa e dovrebbero essere protagonisti soprattutto nelle cronometro con il Campione del Mondo della specialità Filippo Ganna. Elia Viviani, Giacomo Nizzolo e Matteo Moschetti saranno i nostri alfieri in volata, Ulissi, Bettiol e Moscon i finisseur, mentre per un ottimo piazzamento in classifica le chance azzurre saranno riposte su Masnada, Pozzovivo e l’abruzzese Giulio Ciccone.

La rinascita: Sarà il Giro della Rinascita, così sperano gli organizzatori della RCS, di una festa rosa che vuole far dimenticare il momento nero di questa pandemia. Tra divieti, regolamenti nuovi, var, la festa dei 184 corridori al via sarà accompaganta dalla grande voglia degli italiani che stravedono per il Giro e per qella maglia rosa, simbolo del primato della gara, che quest’anno compie 90 anni.

Continua a leggere

Ciclismo

Giro d’Italia, dove in TV

Come seguire l’evento

Pubblicato

il

Come di consueto, RAI racconterà in chiaro al pubblico nazionale ogni giorno di gara senza soluzione di continuità tra le varie trasmissioni.

La giornata televisiva in rosa inizierà con un’ora di “Villaggio di Partenza” su Rai Sport +HD, programma che comprenderà la presentazione dei corridori e le interviste del pre-gara, per cedere il testimone sempre sullo stesso canale ad “Anteprima Giro”, al momento della partenza della tappa e fino alle 14:00.
Per la parte clou della programmazione il palinsesto della Corsa Rosa si trasferisce su Rai 2, con “Giro in Diretta” fino alle 16:15 e “Giro all’Arrivo” immediatamente a seguire, per il racconto delle fasi culminanti di ciascuna frazione fino al traguardo previsto per le 17:15. Subito a ruota, le tradizionali analisi del dopo gara del Processo alla Tappa, generalmente della durata di 45 minuti, senza necessità di cambiare canale.

Completano il quadro tecnico-sportivo su Rai Sport +HD TGiro, a partire dalle 20:00, con interviste, cronaca e commenti, e Giro Notte, alle 00:15, in cui gli appassionati più irriducibili verranno presi per mano nella ricostruzione momento per momento delle fasi salienti della tappa. 

Ricordiamo che potete seguire il Giro d’Italia su Eurosport.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group s.r.l.s. | Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti |