Seguici anche su

Motori

GP Toscana: tre partenze ma è sempre Hamilton

Nuova vittoria del Campione del Mondo al Mugello

Pubblicato

il

GP Toscana: tre partenze ma è sempre Hamilton. Il campione del mondo vince per la sesta volta in stagione e la 90ma in carriera. Poi il compagno di squadra Bottas e terza la Red Bull di Albon.

dal sito F1.com

Male le Ferrari, ottavo Leclerc e decimo Vettel. Male per i 1000 gran premi della Ferrari. Tre incidenti e tre partenze per una gara molto motivata, con grande spavento. Otto auto out per incidente.

da TV8

Hamilto continua la sua battaglia per i diritti umani con una maglietta che chiede l’arresto dei poliziotti che hanno ucciso Breonna Taylor.

Questa è la classifica:

1 Lewis Hamilton GBR MERCEDES 190
2 Valtteri Bottas FIN MERCEDES 135
3 Max Verstappen NED RED BULL RACING HONDA 110
4 Lando Norris GBR MCLAREN RENAULT 65
5 Alexander Albon THA RED BULL RACING HONDA 63
6 Lance Stroll CAN RACING POINT BWT MERCEDES 57
7 Daniel Ricciardo AUS RENAULT 53
8 Charles Leclerc MON FERRARI 49
9 Sergio Perez MEX RACING POINT BWT MERCEDES 44
10 Pierre Gasly FRA ALPHATAURI HONDA 43
11 Carlos Sainz ESP MCLAREN RENAULT 41
12 Esteban Ocon FRA RENAULT 30
13 Sebastian Vettel GER FERRARI 17
14 Daniil Kvyat RUS ALPHATAURI HONDA 10
15 Nico Hulkenberg GER RACING POINT BWT MERCEDES 6
16 Antonio Giovinazzi ITA ALFA ROMEO RACING FERRARI 2
16 Kimi Räikkönen FIN ALFA ROMEO RACING FERRARI 0 2
18 Kevin Magnussen DEN HAAS FERRARI 1
19 Nicholas Latifi CAN WILLIAMS MERCEDES 0
20 Romain Grosjean FRA HAAS FERRARI 0
21 George Russell GBR WILLIAMS MERCEDES 0

Continua a leggere
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Motori

GP di Emilia Romagna: si riapre la corsa mondiale

Pubblicato

il

GP di Emilia Romagna: si riapre la corsa mondiale. MotoGP Misano: Vinales vince, Bagnaia e Rossi a terra inaspettatamente. Dovizioso appena 8°.
Bagnaia cade improvvisamente quando aveva 1.2” di vantaggio su Vinales, seconda posizione per Mir, anche questa settimana in rimonta. Terzo gradino del podio per Pol Espargaro, mentre Fabio Quartararo è 4° in seguito alla penalità di tre secondi.
A Misano-2 il box Suzuki ha vissuto due situazioni contrastanti nei differenti lati del box. Da una parte c’è Joan Mir, sempre più protagonista e ormai a ridosso dei primi anche in classifica generale. Peccato solo per le qualifiche e dunque per il giro secco… Dall’altra c’è Alex Rins che, spalla malandata a parte, da qualche GP sembra non trovare più la quadra con la sua GSX-RR. Due facce di uno stesso box in una stagione così complessa come si sta rivelando quella 2020. Il primo accarezza anche qualche sogno più ambizioso, mentre il secondo deve riuscire a risolvere i problemi riscontrati finora.
Male,a tratti malissimo, per la scuderia Italiana della Ducati,
Andrea Dovizioso solamente 8° a Misano/2 ma preserva la leadership MotoGP 2020. Prossimo round in Catalunya. Alle sue spalle le Yamaha di Maverick Vinales e Fabio Quartararo pressano ad un solo punto di distanza.
Partono dunque le prime critiche nei confronti del pilota italiano,definito addirittura “Leader a caso” .
Il vicecampione MotoGP non può nascondere una certa frustrazione, una sola vittoria in sette gare, nessuna soddisfazione nel doppio week-end di Misano. Una Q2 conquistata in exstremis, quasi al fotofinish, poi nessuna possibilità di giocarsela con i più veloci.
Si dice che le sconfitte seguano lo stile mentale del pilota, eppure per Andrea non è così…il dito resta puntato contro le gomme Michelin che hanno rivoluzionato tutti i parametri degli ultimi anni. “Dico da molto tempo che queste gomme non funzionano… Devi usare una configurazione diversa e devi anche guidare in modo diverso, contro il tuo istinto. Non è una cosa facile quando guidi una MotoGP. Ci provo, ma non ho un buon feeling“.
Si ci avvicina sempre di più alla fine del mondiale,ma le speranze per una vittoria dell’italiano sembrano veramente lontane ….
“Occhio Dovi !” -ci ripetono al club Sky MotoGP- ” El Dyablo e TopGun non molleranno mica facilmente”

Continua a leggere

Motori

MotoGP, Gran Premio di Emilia Romagna

Pubblicato

il

Qualifiche da urlo sul circuito Marco Simoncelli!!

Tutto pronto per le qualifiche del Gran Premio dell’Emilia Romagna al Misano World Circuit “Marco Simoncelli”.Il torinese Bagnaia, dopo l’ottima prestazione dello scorso weekend, si è ripetuto nelle FP3 centrando il primo posto e frantumando il record della pista di Misano con il tempo di 1’31”127. In FP4 Bagnaia si conferma leader con il tempo di 1’32”005, dietro di lui Mir e Viñales. Riflettori puntati su Quartararo e Petrucci, apparso in crescita nelle fasi finali della sessione. Più attardati Rossi e Dovizioso, rispettivamente dodicesimo e tredicesimo. Nei primi minuti della sessione due cadute per Smith e Nakagami, entrambi in curva 15.
La sfida tra Bagnaia e Vinales,in vantaggio poi su Mir, si racchiude sul filo dei millesimi. Nel giro di pochi minuti cambia la classifica finale.
Pole di Vinales!
Peccato per Bagnaia, quinto a causa dell’annullamento del tempo realizzato nell’ultimo tentativo.
Il torinese della Pramac partirà dunque dalla quinta casella in virtù dell’annullamento del tempo realizzato nel finale, quando è stato superato Miller, Quartararo e da Pol Espargarò. Settimo tempo per Rossi. Al fianco del Dottore i connazionali Franco Morbidelli e Danilo Petrucci. Decimo tempo per il leader della classifica generale Andrea Dovizioso.
Non si smuove dalla prima fila e dal terzo posto in griglia Fabio Quartararo, ormai abitudinario delle prime posizioni: “La terza posizione in qualifica qui a Misano è mia, ormai è così. Abbiamo un buon passo per lottare davanti, l’obiettivo era conquistare la prima fila e domani staremo attenti e tranquilli per poter concludere al meglio la gara”.
Per Vinales, che la scorsa settimana ha chiuso sesto, domani è tempo di rivincità: “Domani abbiamo un’opportunità da sfruttare, il passo gara è migliore dello scorso fine settimana e quindi dobbiamo sfruttarlo”.
In fin dei conti caro Maverick, Guido Meda ci ha sempre visto bene ….
“Gas a martello! Giù la testa nella carena”

Continua a leggere

Motori

MotoGP,test ufficiali in vista del prossimo Gran Premio

Si corre la seconda gara domenica alle 14

Pubblicato

il

Piloti della MotoGP impegnati oggi fino alle 18:10 per una giornata di test ufficiali.

Manca all’appuntamento il campione di Misano 1 ,Franco Morbidelli#21,costretto ai box a causa di un problema allo stomaco che non dovrebbe influire sulla sua presenza domenica in gara.
Cambi radicali in casa Yamaha: Rossi#46 al lavoro con un nuovo scarico,Vinales #12 invece tenta di risolvere i suoi problemi all’impianto frenante chiedendo l’istallazione di una leva nuova al freno posteriore tipo scooter.
Grande prova per P.Espargaro che si mette al primo posto nella sessione di mezzogiorno con un super tempo(1:32.05) alle spalle di Vinales(+0.265) e di Fabio Quartararo (+0.299) che ha scavalcato di pochissimo la sorpresa di Misano, “Pecco” Bagnaia,autore di una fantastica in rimonta la scorsa domenica.
Delusione totale per Danilo Petrucci che rischia di chiudere la sua ultima stagione in Ducati senza soddisfazioni;scarso il feeling con la moto come dimostrano i soli 25 punti raccolti fin ora. Parole pesanti al termine della fase 1 dei test odierni: “Non andremo molto lontano con la configurazione attuale”. Ribadisce inoltre la necessità di cambiare il suo stile di guida in favore della Scuderia.
Ottime notizie in casa Honda,che fanno tirare un bel sospiro di sollievo a tutti i fan , Marc Marquez sui social: “Prima sessione di allenamento a sei settimane dall’operazione! 30 minuti di corsa”
Si chiude cosi la prima sessione di test ufficiali.
La ripresa in programma per le ore 14,dalle 16:30 la diretta affidata ai canali ufficiali SKY SPORT MOTOGP dove verrà posta in analisi il nuovo sistema di comunicazione tra piloti e squadre in stile formula,notizia accolta positivamente da Rossi e Vinales che si ritengono soddisfatti delle nuove tecnologie che possono aiutare la gestione della gara,in particolare la comunicazione di eventuali bandiere rosse o gialle che talvolta sono sfuggite alla vista di molti piloti,causandone penalità in gara e a volte squalifiche dirette.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti