Seguici anche su

Calcio

Giuseppe Bisantis:”Raccontare dal vivo è un dovere verso gli ascoltatori”

Interpellato ieri sera, in tribuna stampa prima di Milan – Torino, Bisantis, voce titolarissima di “Tutto il calcio”, si racconta

Pubblicato

il

Domenica scorsa, 10 gennaio 2021, “Tutto il calcio minuto per minuto”, ha compiuto 61 anni. Certo, da quella storica prima volta, quando ai microfoni ci furono a Milano, da San Siro, Nicolò Carosio per Milan – Juventus, a Bologna, al Comunale, Enrico Ameri per Bologna – Napoli e ad Alessandria, stadio Moccagatta, Andrea Boscione per Alessandria – Padova, sono cambiate innumerevoli cose. Il calcio televisivo, come l’alfabeto per il sociologo Marshall Mcluhan, ha fatto esplodere l’occhio, ha fatto esplodere mille occhi di infinite telecamere, quantità, quasi ipertrofica, di partite, ma la radio, che lo stesso Mcluhan definiva il mezzo più caldo, c’è ancora, mai padrona ma sempre ancella del racconto.

La pandemia poi ha riportato molti radiocronisti a narrare da tubo, certo la prevenzione regna sovrana specie con spostamenti gravosi e da codice rosso, ma nulla, all’ascoltatore, arriva meglio come una radiocronaca sul posto. Lo abbiamo constatato proprio a Bergamo, il 6 gennaio, in occasione di Atalanta – Parma. Al microfono di “Tutto il calcio”, c’era Diego Carmignani, ma non era al Gewiss Stadium, con il sottoscritto e gli altri giornalisti, ma a Roma, a Saxa Rubra, dove stava vedendo la partita in studio, senza il profumo del prato, senza la sacralità della diretta, senza, soprattutto, il cronometro del campo.

L’effetto, davvero stridente, per noi presenti lì: per esempio il vantaggio di Muriel, è arrivato con una quindicina di secondi di ritardo, ed anche altri particolari, sono stati annunciati in differita, dopo che erano già avvenuti, non nel vivo, ruspante, dell’evento. Per carità, anche i surgelati saziano, ma non sono la stessa cosa di una pastasciutta cucinata al momento, grondante di sugo fresco.

Anche questo punto tocca una voce consolidata di “Tutto il calcio”, quella di Giuseppe Bisantis, che ieri sera, da San Siro, e non da studio, mentre il termometro climatico della Scala del calcio batteva gli zero gradi, nel pre partita di Milan – Torino, prima gara della tornata degli ottavi ad eliminazione diretta di Coppa Italia, ci ha concesso questa croccante intervista.

Il nostro regalo, per le 61 candeline della trasmissione.  Sola sulla pagina Facebook di Oggisport, la video intervista integrale.

Altri sport

Mandzukic: visite mediche a Milano

Pronto il contratto per sei mesi con il Milan

Pubblicato

il

Mario Mandzukic ha iniziato questa mattina le visite mediche con il Milan. Il croato,atterrato ieri sera nel capoluogo lombardo, si è recato questa mattina alla clinica La Madonnina.

Terminati i test fisici e ricevuta l’idoneità sportiva (è fermo da più di un anno dal calcio agonistico), l’attaccante ex bianconero firmerà il contratto con il club rossonero nelle prossime giornate. 

Continua a leggere

Calcio

Serie C: il Teramo cade in casa della Viterbese

Pubblicato

il

Foto d’archivio

Una brutta sconfitta quella maturata sul campo della Viterbese per l’undici di mister Paci, che ora si vede sfilare anche il quarto posto in classifica dal Catania.

Il verdetto dei 90 minuti è il frutto di una prestazione da parte dei biancorossi che non legittima la posizione ai vertici della classifica del girone C. 

Sebbene nel primo tempo il Teramo ha certamente meritato qualcosina in più, costruendo più dei padroni di casa e arrivando più volte a impensierire l’estremo difensore Daga, chiude la prima frazione sotto di un gol, l’unico di tutto il match, arrivato proprio sulla scadere del primo tempo da un calcio da fermo. La Viterbese infatti, si era fatta vedere in avanti fino a quel momento solo da calci piazzati.     

Nella ripresa i padroni di casa giocano decisamente meglio, complice anche a un Teramo che sembra non essersi ripreso dallo shock del gol subito, e che non riesce a sviluppare il gioco come nel primo tempo. La Viterbese rischia addirittura di raddoppiare con Tounkara, che si divora letteralmente il gol del 2-0. Il Teramo prova a strappare l’ennesimo pareggio nel finale, concitatissimo e con diversi ammoniti, ma non c’è niente da fare, la partita finisce 1-0 per i padroni di casa, che tornano alla vittoria nelle mura domestiche dopo quasi un anno.  

Il Teramo invece, manca l’appuntamento con la vittoria fuori casa ormai dal 31 ottobre scorso.   

Di Simone De Paulis

Continua a leggere

Calcio

Reti bianche tra Atalanta e Genoa, il tabellino

La Dea si ferma contro il Grifone

Pubblicato

il

Di

Reti bianche tra Atalanta e Genoa, il tabellino. Atalanta-Genoa 0-0.

talanta (3-4-2-1): Gollini; Toloi, Palomino, Djimsiti; Hateboer (43′ st Maehle), De Roon, Freuler, Gosens; Malinovskyi (21′ st Miranchuk), Ilicic (43′ st Lammers); Zapata (12′ st Muriel). Allenatore: Gasperini

Genoa (3-5-2): Perin; Masiello (11′ st Goldaniga), Radovanovic, Criscito; Zappacosta (35′ st Onguene), Strootman (11′ st Behrami), Badelj, Zajc (1′ st Lerager), Czyborra; Shomurodov, Pjaca (23′ st Pandev). Allenatore: Ballardini

Arbitro: Marinelli

Ammoniti: Goldaniga, Zappacosta (G), Gosens (A)

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group s.r.l.s. | Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti |