fbpx
Seguici anche su

Calcio

Giana: rimonta a metà e vince la Carrarese

Vittoria dei toscani per 2 a 1

Pubblicato

il

Giana: rimonta a metà e vince la Carrarese. La 13ª giornata di campionato si apre con l’osservazione di un minuto di silenzio, disposto dalla Figc su tutti i campi di ogni categoria per questo weekend, in ricordo di Diego Armando Maradona, scomparso mercoledì 25 novembre, e si chiude con la sconfitta di misura per la Giana.

Primo tempo 0-0

Si parte con il rientro di Perico sulla corsia di destra e di Dalla Bona alla regia del centrocampo. Dopo qualche scambio a centrocampo, al 7′ Manzari prova la conclusione centrale dalla distanza, palla che sorvola la traversa. All’8′ primo angolo della gara per la Giana: Dalla Bona batte corto per Pinto, che scambia con De Maria, ma la difesa ospite allontana in fallo laterale. Al 10′ Cararrese in avanti in area biancazzurra, con la palla che si innalza a campanile, ma Acerbis fa sua la sfera. Al 15′ punizione centrale per la Giana dai 30 metri: Pinto cerca la conclusione diretta in porta, ma la palla esce di poco alla destra di Mazzini. Al 20′ Carrarese in avanti nell’area biancazzurra, con Imperiale che serve Piscopo, il qual prova il cross per l’accorrente Infantino, che viene anticipato da Montesano. Al 25′ punizione per la Giana dalla trequarti di sinistra: De Maria calcia in area, Mazzini svetta su tutti per afferrare la palla con le mani, ma gli sfugge e nella mischia che si crea attorno a lui l’arbitro fischia un fallo in attacco. Al 28′ errore di disimpegno della Giana a centrocampo, con palla recuperata da Marzari che sfugge a Montesano e crossa in mezzo per Foresta, il quale di testa manda fuori di pochissimo. Al 29′ primo angolo anche per la Carrarese, Luci aggancia il cross e manda sull’esterno della rete. Al 42′ angolo per gli ospiti, cross in area, dove c’è Perna a stoppare di petto e appoggiare ad Acerbis. Al 43′ ribaltamento di fronte, con Perna che prova la conclusione in corsa dal limite dell’area, ma non inquadra lo specchio.  Al 44′ punizione per la Giana dai 35 metri, Dalla Bona prova una parabola che sorvola di poco la traversa.

Secondo tempo 1-2

Stessi ventidue in campo al rientro dagli spogliatoi. Al 4′ Carrarese in vantaggio con Manzari, che aggancia il passaggio in verticale di Luci e in corsa conclude con un tiro teso che non lascia scampo ad Acerbis. La Carrarese, galvanizzata dal gol, spinge sull’acceleratore e al 5′ Infantino arriva al tiro, ma è disturbato da Montesano e calcia alto. Al 9′ corner per la Giana, Perico di testa aggancia il cross e serve Marchetti davanti alla porta, ma Mazzini salta qualche centimetro più in alto e fa sua la sfera. Al 12′ raddoppio della Carrarese con Piscopo, che riceve palla da Infantino in posizione di fuorigioco e va a segno: vibranti proteste da parte dei giocatori della Giana. Al 20′ girandola di cambi: per la Carrarese fuori Piscopo per Pavone e fuori anche Calderini per Pasciuti; per la Giana 4 cambi, con Rossini per Capano, fuori Corti per D’Ausilio, fuori Perico per Palazzolo e infine fuori Dalla Bona per Maltese. Sulla mezz’ora la gara si fa nervosa, nel giro di 5′ vengono espulsi dalla panchina per proteste sia il medico sociale della Giana che l’allenatore della Carrarese Baldini. Al 32′ la Giana sostituisce capitan Pinto con Finardi e la Carrrarese inserisce Cais per Marzari e Schirò per Foresta. Al 33′ punizione per la Giana dal vertice sinistro dell’area: D’Ausilio calcia direttamente in porta, ma Mazzini blocca tra le mani. Al 36′ Infantino in posizione di sospetto fuorigioco arriva alla conclusione dalla sinistra, chiamando Acerbis ad una gran parata in tuffo. Al 40′ Giana vicinissima al gol con D’Ausilio, che riceve un cross dalla sinistra di De Maria, toccato da Perna e sul tiro viene raggiunto per un soffio da Mazzini, che devia. Al 44′ cambio per la Carrarese: Ermacora per Infantino. Al 45′ ancora D’Ausilio ad un soffio dal gol, con una conclusione dal limite che Mazzini devia di un nonnulla sopra la traversa. Al 47′ primo gol stagionale di Montesano, che accorcia le distanze mettendoci la punta del piede su un cross di Capano. Purtroppo non basta.

GIANA EMRINIO-CARRARESE 1-2

Giana Erminio (3-5-2): Acerbis, Marchetti, Bonalumi, Montesano, Perico (Palazzolo 20′ st), Pinto (Finardi 32′ st), Rossini (Capano 20′ st), Dalla Bona (Maltese 20′ st), De Maria, Corti (D’Ausilio 20′ st), Perna. A disp: Zanellati, D’Aniello, Barazzetta, Benatti, Pirola, Marcandalli, Di Maira. Allenatore: Cesare Albè

Carrarese (4-2-3-1): Mazzini, Valietti, Imperiale, Agyei, Borri, Luci, Manzari (Cais 32′ st), Calderini (Pasciuti 20′ st), Foresta (Schirò 32′ st), Infantino (Ermacora 44′ st), Piscopo (Pavone 20′ st). A disp: Pulidori, Caccavallo, Fortunati. Allenatore: Silvio Baldini

Direttore di gara: Marco Acanfora di Castellammare di Stabia. Assistenti Emanuele Bocca di Caserta e Fabio Mattia Festa di Avellino. Quarto Ufficiale: Marco Monaldi

Marcatori: Manzari 4′ st, Piscopo 12′ st, Montesano 48′ st

Recupero: 0′ pt, 4′ st

Angoli: 2-4

Ammonizioni: Calderini 14′ pt, Montesano 41′ pt, Agyei 43′ pt, Infantino 10′ st, Foresta 25′ st, Pinto 29′ st, Pasciuti 41′ st, Finardi 48′ st, Pavone 48′ st

Espulsi: Mandelli (medico sociale Giana) 25′ st, Baldini (allenatore Carrarese) 29′ st

Calcio

Coppa Italia: l’Atalanta vince, la Lazio eliminata

3 a 2 per i bergamaschi

Pubblicato

il

Coppa Italia: l’Atalanta vince, la Lazio eliminata. Vittoria per 3 a 2 per i bergamaschi che superano il turno e vanno in semifinale. Eliminata la formazione di Inzaghi. Partita accesa con varie situazioni, ma l’Atalanta, nel secondo tempo in 10, superano con qualche affanno l’ostacolo. Reina para un rigore a Zapata.

Di seguito il tabellino.

ATALANTA (3-4-2-1): Gollini; Djimsiti, Romero, Palomino; Maehle (43′ st Caldara), Pessina, Freuler, Gosens; Malinkovskyi (14′ st Zapata), Miranchuk (14′ st De Roon); Muriel (18′ st Toloi). A disposizione: Gyabuaa, Ilicic, Lammers, Rossi, Ruggeri, Scalvini, Sportiello, Sutalo. Allenatore: Gasperini

LAZIO (3-5-2): Reina; Patric (46′ Parolo), Hoedt (26′ st Immobile), Acerbi; Marusic, Milinkovic-Savic, Escalante (17′ st Correa), Akpa Akpro, Fares (46′ Lazzari); A. Pereira (36′ st Lulic), Muriqi. A disposizione: Alia, Armini, Cataldi, Czyz, G. Pereira, Radu, Vavro. Allenatore: Inzaghi

ARBITRO: Pairetto di Nichelino

MARCATORI: 7′ pt Djimsiti (A), 17′ pt Muriqi (L), 34′ pt Acerbi (L), 36′ pt Malinovskyi (A), 12′ st Miranchuk (A)

NOTE: Espulso Palomino (A) per fallo da ultimo uomo all’8′ st. Ammoniti: Romero, Malinovskyi (A); Patric, Fares, Escalante (L). Recupero: 1′ e 4′

Continua a leggere

Calcio

Coppa Italia, Juventus sul velluto contro la Spal. Sarà semifinale contro l’Inter

Pubblicato

il

La Juventus regola per 4-0 la Spal nei quarti di finale di Coppa Italia, regalandosi una interessante doppia sfida contro l’Inter in semifinale. Tutto molto semplice per i bianconeri che passeggiano sui romagnoli grazie alle reti di Morata, Frabotta, Kulusevski e Federico Chiesa.

Le due sfide contro i nerazzurri si giocheranno il 3 ed il 10 febbraio.

Continua a leggere

Calcio

Coppa Italia, Juventus-Spal: le formazioni ufficiali

Pubblicato

il

Dopo le fatiche ai supplementari contro il Genoa, la Juventus torna ad affrontare la Coppa Italia. I bianconeri all’Allianz Stadium ospitano la Spal, che negli ottavi di finale hanno eliminato il Sassuolo.

Queste le formazioni ufficiali della gara:

JUVENTUS (4-4-2): Buffon, Dragusin, Demiral, De Ligt, Frabotta; Bernardeschi, Fagioli, Rabiot, Ramsey; Kulusevski, Morata. All. Pirlo.

SPAL (3-4-2-1): Berisha, Okoli, Vicari, Ranieri; Dickmann, Esposito, Missiroli, Sernicola; Brignola, Seck; Floccari. All. Marino.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group s.r.l.s. | Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti |