fbpx
Seguici anche su

Calcio

Giana Erminio-Pergolettese 2-0

Prima vittoria per mister Brevi

Pubblicato

il

La 18ª giornata di campionato, prima dell’anno e penultima del girone di andata, giocata oggi al Città di Gorgonzola contro la Pergolettese, porta in dote la prima vittoria per mister Brevi.

Primo tempo 0-0

Si parte con un buon ritmo e al 3′ c’è un calcio di punizione per la Giana: dai 25 m a sinistra, Pinto crossa in area per l’inserimento di Corti, che viene anticipato da Ghidotti. Dopo qualche scambio, al 10′ altra punizione per la Giana sempre dai 25 m, più centrale rispetto alla precedente, ma la difesa ospite riesce a chiudere gli spazi al termine dell’azione. Al 13′ bella occasione per la Giana con Corti, che raccoglie un passaggio in profondità, protegge palla, si gira e al volo calcia in porta dal limite, sfiorando di poco il palo. Al 18′ cross dalla destra di Candela per Bortoluz, la cui conclusione di testa viene disturbata da Bonalumi e la palla termina tra le mani di Acerbis. Al 19′ al termine di un’azione insistita della Giana in aree ospite, Zugaro crossa sul secondo palo per Perico che di testa conclude dalla destra, Ghidotti respinge d’istinto e Corti è pronto per il tap-in da distanza ravvicinata, ma il portiere ospite c’è e in ogni caso l’assistente alza la bandierina del fuorigioco. Al 23′ altra punizione per la Giana dalla sinistra: Pinto con un tiro cross chiama Ghidotti alla presa alta. Al 24′ sul ribaltamento di fronte è Bortoluz che aggancia in corsa un cross di Villa dalla sinistra e va al tiro, ma viene disturbato da Bonalumi e non inquadra lo specchio. Al 29′ primo angolo del match per gli ospiti, battuto corto, e la difesa della Giana allontana. Al 39′ punizione centrale sulla trequarti per la Pergolettese, Panatti crossa in area, ma la retroguardia biancazzurra controlla e allontana. Al 40′ Zugaro crossa dalla sinistra in centro all’area per Perna, che viene in contatto con Bakayoko e finisce a terra, chiedendo il rigore, ma per l’arbitro è tutto regolare. Al 44′ Bortoluz raccoglie un cross da dietro e dalla distanza prova a girarsi e a concludere, ma il suo tiro è ampiamente largo.

Secondo tempo 2-0

Stessi 22 in campo al rientro dagli spogliatoi. Al 5′ bella azione della Giana con Corti che porta palla a centrocampo e passa a Perico, che avanza e prova la conclusione dalla destra, non di molto alta. Al 7′ Giana in vantaggio con il 5° gol stagionale di Perna: Pinto crossa al limite dell’area dove trova Palazzolo, che appoggia a Perna, il quale si gira e approfittando dell’uscita di Ghidotti deposita in rete. Al 9′ Andreoli di testa prova la conclusione in porta, ma è troppo debole e Acerbis fa sua la sfera. All’11’ pericolo per la Giana: Varas aggancia un cross di Villa e dalla destra avanza fino alla conclusione rasoterra da distanza ravvicinata, ma Acerbis para con i piedi. Al 12′ doppio cambio per l Pergolettese: fuori Panatti per Duca e fuori anche Figoli per Ciccone. Al 13′ la Giana sfiora il raddoppio con Corti, che aggancia il cross di Palazzolo e conclude alto. Al 16′ cambio anche per la Giana: Marcandalli rileva Marchetti, che non riesce a proseguire dopo aver subito una gomitata alla tempia nei primi minuti della ripresa. Al 17′ Giana ancora vicinissima al gol: Rossini conclude con un rasoterra dalla destra, ma Ceccarelli respinge sulla linea, Pinto aggancia e conclude nuovamente verso la rete, ma Ghidotti si distende e con una mano manda in corner; sul cross, Rossini di testa conclude di poco alto. Al 25′ punizione per la Pergolettese dai 20 metri: Varas calcia direttamente sulla barriera. Al 27′ dentro Capano per Rossini tra le fila della Giana. Al 32′ Villa di testa raccoglie un cross dalla destra e prova la conclusione, blocca Acerbis. Al 39′ punizione poco oltre la linea sinistra dell’area di rigore per la Pergolettese: Varas calcia sul primo palo, dove Perna allontana. Al 41′ raddoppio della Giana con il 3° gol in stagione di Palazzolo, che raccoglie il perfetto passaggio di Corti e con un pallonetto batte Ghidotti. Al 42′ triplo cambio per la Giana: fuori Palazzolo per Finardi, fuori Zugaro per De Maria e fuori anche Capano per Dalla Bona. Cambio anche per la Pergolettese, fuori Varas per Longo. Al 45′ il neoentrato Longo prova una conclusione in girata, ma Acerbis blocca tra le mani. Al 47′ punizione per la Giana dalla destra, causa atterramento di Corti da parte di Bakayoko lanciato a rete da solo, ma la difesa ospite controlla.

GIANA ERMINIO-PERGOLETTESE 2-0

Giana Erminio (3-5-2): Acerbis, Marchetti (Marcandalli 16′ st), Bonalumi, Montesano, Perico, Rossini (Capano 27′ st, Dalla Bona 42′ st), Pinto, Palazzolo (Finardi 42′ st), Zugaro (De Maria 42′ st), Corti, Perna. A disp: D’Aniello, Barazzetta, Benatti, D’Ausilio. Allenatore Oscar Brevi

Pergolettese (4-3-3): Ghidotti, Candela, Bakayoko, Panatti (Duca 12′ st), Ceccarelli, Andreoli, Varas (Longo 42′ st), Figoli (Ciccone 12′ st), Bortoluz, Villa, Morello. A disp: Soncin, Lucenti, Tosi, Ferrari, Piccardo, Ferrara, Lamberti, Bariti. Allenatore: Luciano De Paola.

Direttore di gara: William Villa di Rimini. Assistenti: Giuseppe Cesarano di Castellammare di Stabia e Paolo Cipolletta di Avellino. Quarto ufficiale: Leonardo Tesi di Lucca

Marcatori: Perna 7′ st, Palazzolo 41′ st

Recupero: 0′ pt, 5′ st

Angoli: 1-2

Ammoniti: Pinto 39′ pt, Ceccarelli 16′ st, Marcandalli 21′ st, Palazzolo 25′ st, Bakayoko 47′ st

Espulsi: nessuno

Calcio

Pioli Guida il Milan al secondo posto

I rossoneri violano l’Olimpico rimanendo in scia dell’Inter. La Roma perde tra i rimpianti un nuovo scontro diretto.

Pubblicato

il

Il Milan viola l’Olimpico vincendo 2 a 1 contro la Roma e rimane in scia dell’Inter capolista. La prima mezz’ora della squadra rossonera è perfetta, soffoca la Roma con un grande pressing ma non sfrutta le occasioni per passare in vantaggio che sono numerose. Dopo i primi trenta minuti entra in campo anche la squadra di Fonseca che con le triangolazioni dei suoi trequartisti impensierisce Donnarumma. Il match si sblocca al 43’. Fazio contrasta Calabria in area. Guida richiamato al Var assegna il rigore che Kessie realizza.

La ripresa: Il Milan perde per infortunio prima Calhanoglu poi Ibra e la Roma pareggia. Spinazzola trova Veretout che dal limite trova la rete del pari. Decimo gol stagionale per il francese. Il pareggio sembra far cambiare inerzia alla partita ma Pau Lopez sbagliando un rilancio mette in crisi la difesa con Rebic che riporta in vantaggio il Milan. La Roma accusa il colpo, ha le sue occasioni per pareggiare e si lamenta per le decisioni di Guida che a dieci minuti dalla fine nega un rigore su Mkhitaryan, invertendo il fallo. Il Milan vince e si rilancia, Fonseca perde l’ennesima partita contro una big perdendo anche l’imbattibilita casalinga.

Continua a leggere

Calcio

Fano-Ravenna, un pareggio amaro per entrambe

Un 1-1 con retrogusto di occasioni sprecate.

Pubblicato

il

La sfida salvezza tra Fano e Ravenna doveva risolvere alcuni dati allarmanti da una parte e dall’altra. Il Fano non vince due partite consecutive in regular season dai primi di dicembre del 2018 (contro Rimini e Renate) e il Ravenna non vince in trasferta da più di un anno, dalla vittoria per 2-1 a San Benedetto del Tronto del 16 febbraio 2020. Alla fine i romagnoli hanno incassato il terzo pareggio consecutivo in trasferta dopo le 11 sconfitte di fila (12 se contiamo il playout di questa estate perso proprio a Fano) ma nel secondo tempo hanno nettamente preso sempre di più il gioco in mano e recriminano sull’ennesima parata salva-risultato di Viscovo in questa stagione, stavolta su Ferretti.

Due squadre che si sono presentate a specchio, entrambe con il 3-5-2, con le assenze pesanti in casa Ravenna di Caidi e Boccaccini in difesa, di Papa a centrocampo e soprattutto di Mokulu in attacco. Fano e Ravenna hanno entrambe avuto l’occasione per vincere la partita: i granata hanno avuto con Barbuti la palla per arrotondare sul 2-0 nel primo tempo dopo il capolavoro balistico di Gentile, che ha calciato al volo su un’uscita fuori area leggermente scomposta di Tomei. Dall’altro lato, però, è stata una partita che ha confermato i progressi di entrambe in fase difensiva.

Il Ravenna non ha quindi approfittato del pareggio dell’Arezzo a Trieste, ma il gol di Martignago nel secondo tempo consente ai romagnoli di conservare comunque 4 punti sull’ultimo posto dei toscani. Resta ancora in zona playout il Fano, che non è riuscito a chiudere la partita nel momento più favorevole ma che è stato bravo a limitare i danni in una partita dove, per lunghe fasi, è sembrato in balia dell’avversario.

Continua a leggere

Calcio

Nestorovski segna e la Fiorentina è ko

tre punti pesanti per i friulani

Pubblicato

il

Nestorovski segna e la Fiorentina è ko, vittoria dell’Udinese per uno a zero. Ecco il tabellino.

MARCATORI: Nestorovski (86′)

UDINESE (3-5-2): Musso; Becao, Nuytinck, Bonifazi; Molina (91′ De Maio), De Paul, Walace, Makengo (70′ Arslan), Stryger Larsen; Llorente (77′ Braaf), Nestorovski. A disposizione: Scuffet, Gasparini, Samir, Okaka, Micin. All.: Gotti

FIORENTINA (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella (88′ Montiel), Martinez Quarta; Malcuit (79′ Caceres), Eysseric (88′ Valero), Pulgar, Castrovilli (79′ Amrabat), Biraghi; Ribery (68′ Kokorin), Vlahovic. A disposizione: Terracciano, Rosati, Olivera, Venuti, Barreca, Callejon, Igor. All.: Prandelli

ARBITRO: Volpi (Arezzo)

AMMONITI: Llorente (Udinese); Martinez Quarta, Kokorin (Fiorentina)

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group s.r.l.s. | Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti |