fbpx
Seguici anche su

Calcio

Franchi: contento della fiducia del Matelica

I tifosi lo chiamano “Speedy”

Pubblicato

il

Franchi: contento della fiducia del Matelica. Costante spina nel fianco della difesa ospite, l’attaccante  classe 1998 Filippo Franchi è stato uno dei migliori in campo sabato scorso nella sfida in notturna tra Matelica e Ravenna, nella quale i biancorossi sono riusciti a prevalere al fotofinish grazie all’incornata vincente di Moretti,dopo le marcature nella prima frazione di Bordo e De Santis.

“Una gara molto difficile.  All’intervallo sul 2-0  – ha commentato – negli spogliatoi ci eravamo ripromessi di rimanere concentrati, cercando di evitare di fare lo stesso errore che avevamo commesso con l’Arezzo che era stato capace di rimontarci due gol.  Purtroppo è ricapitato, ma alla fine, nonostante l’inferiorità numerica, siamo stati bravi a crederci fino al novantesimo e a portare a casa tutta la posta in palio”.

“Il mister mi sta dando fiducia – ha proseguito l’estroso numero 23, alla sua seconda esperienza al Matelica  –  io cerco di ripagarla sul campo. Sabato abbiamo fatto una buona prestazione, ne siamo orgogliosi, ma già oggi dobbiamo resettare tutto ed iniziare a pensare al Legnago. Settimana dopo settimana questo campionato si sta dimostrando competitivo e difficile, ma secondo me noi abbiamo tutte le carte in regola per provare a dire la nostra ovunque”.

“Qui sto veramente benissimo – ha concluso l’attaccante – conoscevo bene l’ambiente, come ho già detto mi ero pentito di essere andato via due anni fa e non vedevo l’ora di tornare. Questa Società è veramente speciale, permette di lavorare in serenità e nel massimo rispetto, senza far mancare niente, con entusiasmo, passione e umiltà. Speriamo di continuare così e di toglierci insieme tante soddisfazioni”.

Calcio

Davide Vitturini dalla Feralpisalò al Teramo

Pubblicato

il

Nuovo acquisto per la squadra abruzzese, ecco il comunicato stampa ufficiale.


La S.S. Teramo Calcio rende noto di aver acquisito a titolo definitivo dalla Feralpisalò il diritto alle prestazioni sportive del calciatore Davide Vitturini, che si è legato al Diavolo fino al prossimo 30 giugno.
Per il classe 1997 originario di L’Aquila, si tratta di un gradito ritorno in maglia biancorossa dopo la precedente esperienza targata 2015/16.
Laureato in Economia Aziendale, cresciuto nelle Giovanili del Pescara, con gli adriatici Davide ha disputato anche 19 partite in Serie B e 3 in Serie A, vestendo in seguito anche le casacche di Carpi tra i Cadetti, Carrarese e Fano in Serie C, con l’aggiunta di un gol siglato con i granata.
Contestualmente saluta il sodalizio biancorosso dopo le 19 occasioni in cui è sceso in campo in questa stagione e mezza, proprio in direzione del club salodiano, il pari ruolo Luca Iotti, classe 1995.
«È un ritorno sulla carta – le prime dichiarazioni di Vitturini – perché di fatto non sono mai sceso in campo nella mia precedente avventura a Teramo, lo definirei pertanto un nuovo inizio. Dalla società allo staff tecnico adesso è cambiato tutto, ma con l’entusiasmo creatosi per gli ottimi risultati conseguiti ed il gruppo, ci sono tutte le premesse per far bene. La trattativa è nata la settimana scorsa e appena ho saputo dell’opportunità creatasi, ho iniziato a prenderla seriamente in considerazione. Mi ritengo un esterno difensivo che fa dell’attenzione, dell’applicazione tattica e della velocità i suoi punti di forza. Per caratteristiche sono maggiormente portato a difendere, anche se a Fano, ad esempio, ho giocato l’intero campionato da tuttofascia, ma so di dover migliorare nella fase di spinta. Teramo rappresenta l’occasione di mettermi in mostra in un contesto serio e favorevole alla crescita, una ghiotta opportunità per riaffermarmi. Conosco bene l’ambiente e qualche compagno come ad esempio Tentardini, con il quale mi lega l’emozionante esperienza delle Universiadi, quando arrivammo terzi perdendo in semifinale contro il Giappone, quindi sarà più facile inserirsi in corso d’opera. Massimo impegno e voglia di far bene non mancheranno, per il club, la squadra e la tifoseria».

Continua a leggere

Calcio

Mercato: Fernando Llorente all’Udinese

Passa dal Napoli ai friulani

Pubblicato

il

Mercato: Fernando Llorente all’Udinese.

Calciatore dal curriculum di altissimo livello e dal palmares formidabile (campione del mondo 2010 e campione d’Europa 2012 con la Spagna, una Europa League, 2 scudetti, 2 coppe Italia, 1 Supercoppa italiana), arriva per rinforzare la formazione bianconera.
    Llorente, nato a Pamplona il 26 febbraio 1985, si è formato calcisticamente all’Athletic Bilbao con cui ha debuttato in Liga nel gennaio 2005 dove, tre giorni dopo, ha realizzato una tripletta in Copa del Rey. Dopo una grande carriera, Llorente approda in Italia, alla Juventus, nel 2013 dove resta poco più di due stagioni segnando 27 gol in 92 partite. Tornato in Spagna, al Siviglia, per un anno, nel 2016 vola in Premier indossando la maglia dello Swansea con cui segna 15 gol in 33 partite di campionato; poi si trasferisce al Tottenham per due stagioni (66 partite e 13 reti). Nell’estate 2019 accetta la chiamata del Napoli (29 partite, 4 gol).
    Llorente, che giocava nella Spagna che fu campione del mondo nel 2010 e d’Europa nel 2012, a Udine indosserà la maglia numero 32. 

Continua a leggere

Calcio

Coppa Italia: l’Atalanta vince, la Lazio eliminata

3 a 2 per i bergamaschi

Pubblicato

il

Coppa Italia: l’Atalanta vince, la Lazio eliminata. Vittoria per 3 a 2 per i bergamaschi che superano il turno e vanno in semifinale. Eliminata la formazione di Inzaghi. Partita accesa con varie situazioni, ma l’Atalanta, nel secondo tempo in 10, superano con qualche affanno l’ostacolo. Reina para un rigore a Zapata.

Di seguito il tabellino.

ATALANTA (3-4-2-1): Gollini; Djimsiti, Romero, Palomino; Maehle (43′ st Caldara), Pessina, Freuler, Gosens; Malinkovskyi (14′ st Zapata), Miranchuk (14′ st De Roon); Muriel (18′ st Toloi). A disposizione: Gyabuaa, Ilicic, Lammers, Rossi, Ruggeri, Scalvini, Sportiello, Sutalo. Allenatore: Gasperini

LAZIO (3-5-2): Reina; Patric (46′ Parolo), Hoedt (26′ st Immobile), Acerbi; Marusic, Milinkovic-Savic, Escalante (17′ st Correa), Akpa Akpro, Fares (46′ Lazzari); A. Pereira (36′ st Lulic), Muriqi. A disposizione: Alia, Armini, Cataldi, Czyz, G. Pereira, Radu, Vavro. Allenatore: Inzaghi

ARBITRO: Pairetto di Nichelino

MARCATORI: 7′ pt Djimsiti (A), 17′ pt Muriqi (L), 34′ pt Acerbi (L), 36′ pt Malinovskyi (A), 12′ st Miranchuk (A)

NOTE: Espulso Palomino (A) per fallo da ultimo uomo all’8′ st. Ammoniti: Romero, Malinovskyi (A); Patric, Fares, Escalante (L). Recupero: 1′ e 4′

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group s.r.l.s. | Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti |