Seguici anche su

Motori

Ferrari out, polemiche.

Pubblicato

il

Max Verstappen ha vinto il Gran Premio del Brasile di Formula 1. Terza la Mercedes di Lewis Hamilton (poi penalizzato e sostituito sul podio dalla McLaren di Carlos Sainz) dietro alla Toro Rosso di Pierre Gasly, seconda. Quarta posizione nel Gran Premio del Brasile per la McLaren di Carlos Sainz davanti alle Alfa Romeo Racing di Kimi Raikkonen e Antonio Giovinazzi. Settima piazza per la Renault di Daniel Ricciardo che ha preceduto la McLaren di Lando Norris e la Racing Point di Sergio Perez. Chiude la top ten la Toro Rosso di Daniil Kvyat.

Costa cara, dunque,  la manovra al limite di Lewis Hamilton che nel finale del Gp del Brasile ha speronato la Red Bull di Alexander Albon. Il campione del mondo inglese arrivato terzo al traguardo è stato penalizzato di cinque secondi e così si vede costretto a scendere dal podio sul quale sale Carlos Sainz (McLaren). Le Alfa Romeo Racing sono di conseguenza rispettivamente quarta con Kimi Raikkonen e quinta con Antonio Giovinazzi. La Renault di Daniel Ricciardo è sesta davanti proprio a Hamilton retrocesso al settimo posto.

Pasticcio tra Sebastian Vettel e Charles Lecler nel finale del Gran Premio del Brasile ed entrambi sono costretti al ritiro. Il pilota monegasco della Ferrari si tocca con il suo compagno durante un controsorpasso per la quarta posizione bucando la gomma anteriore destra. Danni anche alla posteriore destra di Vettel che come il compagno si deve fermare. 
   ”E’ una situazione da analizzare, siamo tutti e due dispiaciuti per il team, lui ha provato ad andare verso l’interno. L’episodio non condiziona il nostro rapporto, siamo abbastanza maturi”. Così Charles Leclerc dopo l’incidente nel finale del Gp del Brasile con il compagno Sebastian Vettel che ha estromesso entrambe le Ferrari. ”Sono molto dispiaciuto – aggiunge Leclerc ai microfoni di Sky – ma sono sicuro che i rapporti con Seb resteranno invariati”.

”Siamo delusi e dispiaciuti, i due piloti si devono rendere conto che hanno danneggiato l’intera squadra. Erano liberi di gareggiare tra di loro, però sono piccoli errori che si pagano come squadra e non va bene”. Il team principal della Ferrari Mattia Binotto bacchetta entrambi i suoi piloti, Vettel e Leclerc, dopo il pasticcio nel finale del Gran Premio del Brasile che estromesso entrambe le Ferrari. ”Ognuno di loro – aggiunge ai microfoni di Sky – avrà una parte di colpa”. ANSA.

Ci saranno conseguenze per i due piloti della Ferrari? I principali quotidiani sportivi e non sono alla ricerca delle conseguenze di questo incidente.

Motori

Ducati-2025, affare fatto. Occhio al ciclone in casa Honda.

Pubblicato

il

Si parte con il botto, la presenza della scuderia bolognese in prima classe per altri 5 anni. Le parole del Ceo Domenicali: “Le corse restano centrali nel nostro progetto. Esse rappresentano un modo per alimentare la passione e il tifo dei ducatisti di tutto il mondo, ma anche un laboratorio di ricerca avanzata. È anche la palestra dove facciamo crescere i giovani ingegneri per fornire ai nostri clienti moto sempre all’avanguardia per riguarda la tecnologia ed emozionalità d’uso. Questo rinnovato accordo è una conferma che, pur avendo in programma una continua espansione della nostra gamma di prodotto anche al di fuori del mondo delle sportive, la pista e le moto ad alte prestazioni rimangono per Ducati un elemento centrale. Ringrazio la Dorna Sports per il loro grande lavoro”.

Carmelo Ezpeleta, Ceo della Dorna: “Dorna Sports è orgogliosa di poter continuare la sua partnership con Ducati e ringrazia l’azienda italiana per aver confermato la fiducia nel campionato. Non vediamo l’ora di condividere insieme questo nuovo capitolo della storia Ducati, con due promesse come Jack Miller e Pecco Bagnaia: il loro talento sarà uno degli aspetti più interessanti del mondiale MotoGP 2021 che sta per iniziare”.

Nel frattempo nel motorsport risuonano grandi “autoaccuse” nella speranza di un futuro migliore. A Jerez il maltempo sta alterando il lavoro del team Honda.

Potremmo aver riconosciuto i problemi con le nuove gomme posteriori troppo tardi“, ammette a Speedweek.com. “Poi abbiamo girato in tondo. Quando è iniziata la stagione, non abbiamo trovato il motivo per cui non ha funzionato e perché la situazione fosse così nettamente diversa dal 2019“. -Stefan Bradl,HONDA.

Continua a leggere

Motori

Motomondiale: La speranza è l’ultima a morire.

Pubblicato

il

Il recupero precede bene, lo conferma la visita medica a cui si è sottoposto di recente e ce lo fa sapere Honda, che però non fa cenno ai tempi di recupero necessari per rivedere in pista il campione spagnolo. Lo spagnolo aveva “ricevuto” l’infortunio al primo GP della stagione 2020, sul circuito di Jerez de la Frontera ( Spagna) il 18 luglio. La riabilitazione di Marc Marquez, dopo la terza operazione a cui si è sottoposto il 3 dicembre, sembra dunque in fase conclusiva.

Di seguito il comunicato Honda:

Marc Marquez si è recato all’ospedale Ruber Internacional per un controllo medico. L’otto volte campione del mondo si è sottoposto alla visita sei settimane dopo l’intervento chirurgico per una pseudoartrosi infetta dell’omero destro. Nel momento della valutazione è stata confermata una soddisfacente evoluzione clinica e radiografica. Marquez proseguirà con il trattamento antibiotico specifico e con un programma di recupero funzionale adattato alla sua situazione clinica”.

Continua a leggere

Motori

MotoGP: Ultime news da tutto il mondo

Pubblicato

il

18 gennaio 2021 – Mai un manager era passato dalle moto alla F1: si definisce la strada di Davide, scelto dalla Casa Francese Alpine(ex Renault) per una sfida bella e difficile con Fernando Alonso come pilota.

In casa Yamaha si prova a modificare l’esisto della stagione passata:

La Yamaha M1 2022 sarà forse il primo prototipo MotoGP senza l’impronta di Valentino Rossi. Con l’arrivo di Fabio Quartararo al fianco di Maverick Vinales nel team factory l’evoluzione verrà affidata alle “nuove generazioni”. Parla poi Cal Crutchlow, da cui si attendono informazioni importanti anche da casa Honda. “Sarà molto diverso , vedremo se sarà positivo o negativo. Con Fabio cercheremo di migliorare e lavorare un po’ più uniti. Ma anche Valentino contribuirà molto allo sviluppo – sottolinea il pilota catalano -. E in fin dei conti sarà nel box di fianco“.

Novità da Bologna , restano ancora gravi le condizioni di Fausto Gresini, ricoverato per Covid nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale Maggiore Carlo Alberto Pizzardi di Bologna. “Le condizioni cliniche generali di Fausto sono ancora gravi per il perdurare della polmonite da covid che compromette molto l’ossigenazione del sangue, rendendo necessario continuare la ventilazione meccanica concomitante a sedazione per mantenere sufficiente l’ossigeno nel sangue. Fortunatamente gli altri organi non sono attualmente danneggiati. Sono state pianificate delle manovre posturali e l’ausilio di particolari farmaci inalatori con l’obbiettivo di migliorare la respirazione”

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group s.r.l.s. | Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti |