fbpx
Seguici anche su

Basket

Eurolega – Final 4: AX Milano beffata da una magia di Higgins! Barcellona in finale.

Pubblicato

il

Barcelona-Milano

COLONIA – Il sogno dell’AX Milano di conquistare la finale di Eurolega si è spento a soli 8 decimi dalla sirena finale, quando Higgins ha inchiodato il jumper del definitivo 84-82. Adesso sarà la formazione di Jasikevicius che contenderà all’Anadolu Efes lo scettro di migliore d’Europa nella finale di domenica.

Milano ha lottato caparbiamente, costringendo la squadra migliore della stagione a sudare le proverbiali sette camicie. Alla fine la squadra di coach Messina è stata punita solamente dagli episodi, vedasi l’ultimo clamoroso minuto di Higgins (stoppata su Delaney a 50″ dalla fine e canestro della vittoria) e l’errore al tiro di Punter, che ha sbagliato la tripla più aperta tra quelle tirate nella sua serata. Per l’Olimpia il rammarico di essere arrivata a un passo dal mettere la ciliegina sulla torta, ma la consapevolezza di avere un gran carattere e di meritare ampiamente di essere tra le grandi d’Europa.

La partita, seppur dall’andamento a strappi, è stata dominata dal grande equilibrio visto sul parquet. Il Barça, giocando un basket offensivamente sontuoso, cercava di prendere il largo grazie ai suoi top player Mirotic e Gasol (10 punti nei primi 20′), senza dimenticare Calathes, vero metronomo dell’attacco spagnolo e vincitore del duello con Delaney. Dalle mani dell’ex Pana partivano infatti tutte le iniziative più pericolose dei blaugrana. Milano però dimostrava un gran cuore, rintuzzando ogni tentativo di fuga. Micov, Shields e Punter consentivano di rimanere in scia (27-24 al 10′) ma poco potevano di fronte allo strapotere fisico e a rimbalzo del Barça che al 19′ toccava il massimo vantaggio di 11 punti (49-38), prima di andare al riposo sul +9 (51-42).

Al ritorno in campo dopo la pausa lunga Milano inizialmente andava a strappi poi, sul terzo fallo di LeDay, Messina cambiava le carte in tavola giocando con i 4 piccoli e Tarczewski al centro. Il lungo americano, pur non segnando, occupava benissimo l’area in entrambi i lati del parquet, consentendo di aprire il campo alle scorribande di Rodriguez e di un clamoroso Punter. Milano letteralmente volava, tanto da mettere a segno un parziale monstre di 8-25 che la catapultava al 28′ sul 59-67. Calathes, sempre lui, suonava la carica, dando fiato ai suoi (67-71 al 30′).

Come però spesso è accaduto in stagione, alla ripresa del gioco Milano accusava un passaggio a vuoto consentendo al Barça di rimettere il naso avanti (72-71 al 32′). La partita si faceva ancora più intensa e le difese alzavano decisamente i giri. Gli spagnoli, con Mirotic in gran serata, cercavano il break ma Milano era sempre lì. Shields impattava sul 78-78, poi ci pensava Punter a segnare una tripla irreale che fissava il punteggio sul 82-82. Nonostante l’uscita per infortunio di Calathes, out al 37′, il Barcellona non si disuniva e grazie alla difesa negli ultimi 100″ impediva all’Olimpia di trovare la via del canestro. Nell’ultimo possesso Punter, fin lì tarantolato, spediva sul ferro la tripla della vittoria mentre in 8″ Higgins si faceva tutto il campo e da 6 metri trovava il Jumper che infrangeva i sogni di gloria delle scarpette rosse.

BARCELONA – AX MILANO 84-82 (27-24, 51-42, 67-71)
Barcelona: Davies 2, Hanga 2, Bolmaro 4, Smits 3, Gasol 10, Oriola, Abrines 6, Higgins 11, Kuric 8, Claver, Mirotic 21, Calathes 17.
Milano: Punter 23, LeDay 8, Micov 14, Roll, Rodriguez 11, Tarczewski, Delaney 9, Shields 13, Brooks, Evans, Hines 4, Datome.

per info:   https://oggisport.it/category/basket/ –  https://oggisport.it/tag/Euroleaguehttps://www.euroleague.net/

Basket

LBA – SuperCoppa: La Virtus Bologna batte Milano e si riprende la Coppa dopo ben 26 anni.

Pubblicato

il

Si scrive SuperCoppa, si legge Virtus Bologna. E’ andata infatti tra le mani dei ragazzi di coach Sergio Scariolo la SuperCoppa 2021, primo atto ufficiale della stagione.

Le Vu Nere nella sfida, che ormai a ragione si può definire infinita, contro l’Olimpia Milano (84-90) hanno bissato lo scudetto di giugno, grazie ad una gara praticamente sempre in mano e con la coppia Pajola/Jaiteh sugli scudi.

Per Bologna, che con questa ha portato a 5 le vittorie consecutive contro Milano, si tratta della prima vittoria dal 1995, anno della creazione della competizione. Milano invece rimane ferma a quota 4, l’ultima proprio contro la Virtus nella scorsa edizione.

Dopo una primo quarto in sostanziale equilibrio (20-23), per l’Olimpia la partita si complicava già dal secondo quarto, quando la Virtus provava la prima fuga (+9). Le scarpette rosse, troppo legate alle “folate” offensive del Chacho Rodriguez, e alle triple messe a segno nella seconda metà di gara, poco però potevano contro una Bologna solida da entrambe le parti del campo e capace di portarsi anche sul +17.

Armani Exchange Milano – Virtus Segafredo Bologna 84-90. Boxscore: 19 Shields, 17 Rodriguez, 13 Hall, 10+10r Melli per l’Olimpia; 18p+9r Jaiteh, 14p+7as Pajola, 13 Alibegovic, 10 Weems per la Virtus.

per info:   https://oggisport.it/category/basket/ – http://www.legabasket.it/ – https://oggisport.it/tag/lba

Continua a leggere

Basket

Doppio Capitano per l’Olimpia Milano

Una eccezione per i milanesi

Pubblicato

il

La squadra di Basket, l’Olimpia Milano ha nominato due capitani.

Questa stagione saranno Nicolò Melli e  Sergio Rodriguez.

Queste le parole del general manager dei milanesi Christos Stavropoulos“Abbiamo preso questa decisione a livello collegiale, investendo del ruolo due giocatori che rappresentano tanto per la nostra società: Nicolò per la sua storia, Sergio per quello che ha significato il suo arrivo da noi. La loro non è e non sarà una carica simbolica: sono due esempi di professionalità e dedizione nei quali tutto il mondo Olimpia si riconosce”.

Continua a leggere

Basket

L’Olimpia Milano saluta Cinciarini

Il ringraziamento della società

Pubblicato

il

La Pallacanestro Olimpia Milano desidera ringraziare Andrea Cinciarini per tutto quello che ha fatto nei suoi sei anni di permanenza nel nostro club e augura a lui e alla sua famiglia tutto il meglio possibile per il futuro. Lo si legge sul sito della società milanese.

Andrea Cinciarini è arrivato a Milano nell’estate del 2015: in sei stagioni, le ultime cinque da Capitano, ha vinto nove trofei (due scudetti, tre Coppe Italia, quattro Supercoppe) e raggiunto una Final Four di EuroLeague, nel 2021. In questi sei anni ha superato i 1.000 punti in biancorosso, i 3.000 punti segnati in Serie A, è diventato primo di sempre negli assist in finale scudetto del campionato italiano e in gare di Supercoppa, inoltre è diventato il secondo di sempre nella storia del club per assist in carriera alle spalle del solo Mike D’Antoni.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group s.r.l.s. | Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€