fbpx
Seguici anche su

Basket

DERBY Virtus – Fortitudo : Vincono i favoriti Bianconeri

Stracittadina numero 110 a porte chiuse per Basket city

Pubblicato

il

Virtus Segafredo Arena. Incomincia il 110 esimo incontro della stracittadina con un 7 a zero delle V nere. Complice un ispirato Belinelli al suo primo Derby in maglia Virtus. Fortitudo in evidente difficoltà , trova i primi due punti a seguire con Banks ma poi già a metà del primo tempo ha un disavanzo di 10 punti. Belinelli entra nel derby con grande freddezza e concretezza, sul 23 a 8 per la Virtus al 6′ , 16 punti a referto sono a firma dell’ex e 100% dal campo di tutta la compagine bianconera. Il primo quarto si conclude 26 a 13. Un fallo sul tiro da tre a due secondi dalla sirena consentono a Banks di tenere in piedi una partita che sembra aver già preso un brutta piega per i Biancoblù. Un ottima Virtus sia in attacco che in difesa in questo primo tempo.

Una tripla della Fortitudo sembra dare forza alla F ma dopo un Amen, l’azione più spettacolare della partita: Teodosic trova un lob per la schiacciata al volo a ristabilire il dominio Segafredo. Anche il secondo quarto non ha musica diversa: 37 – 20 a metà del secondo quarto per il massimo vantaggio Virtus. Dall’altra parte ci prova concretamente solo Banks; 10 punti su 23 della Fortitudo sono suoi. Lo segue anche Baldasso e la F fa un mini break di 6-0. 37-26 quando un antisportivo a Teodosic riporta il divario a 10 punti. La Virtus incomincia a sbagliare e la Fortitudo ne approfitta , Djorjevic chiama il primo time out sul 37-31. Aradori completa la rimonta 41 -41 con un coast to coast e manda le squadre al thè in completo pareggio.

Ricci porta subito sopra la Virtus con una tripla all’inizio del terzo quarto , ma Gamble porta il primo vantaggio Fortitudo della partita. La Fortitudo mantiene il coraggio e vola sul +6 a 3′: 46-52. Weems riaccorcia con una tripla , Baldasso aggiunge punti in cascina per la F. Stefan Markovic si infortuna a metà quarto. Abbas e Pajola ripotano la V nera sopra con un 5-0: 58-56 quando mancano 2 ‘ alla fine del terzo tempo. Virtus che torna ad essere incisiva , ma Banks è on fire. Un bel Derby a Bologna , più vivo che mai ; termina il terzo quarto: 60 – 61.

Stavolta tocca a Baldasso aprire le danze da tre, ottima prova per lui con 24 punti. Massimo vantaggio Fortitudo con Aradori fa il canestro del 60 – 66. Time out Djorjevic. La Virtus tira moltissimo da tre con percentuali inferiori ai cugini: 10/30 contro 8/16 della F. Fallo tecnico alla panchina F per poteste per il 65-66. Teodosic firma il nuovo sorpasso bianconero con un bel sottomano :67-66. Controsorpasso Fantinelli , Teodosic mette la tripla, + 2 virtus. Belinelli entra per Abbas a 4′ dalla fine. Totè per il pareggio. Milos su un fallo porta nuovo +2 dalla lunetta e va a riposare per Abbas. Belinelli centra il +4. Pajola +7 Virtus. Time out Dal Monte. La F ha fatto solo 9 punti in 9 minuti del quarto quarto, troppo pochi per padroneggiare l’ultimo quarto contro i cugini. Intanto le V nere macinano ancora. Dal Monte prende il secondo tecnico e viene espulso dalla gara. 81-70. il Derby è già segnato, Banks mette la tripla del 81-73 , ma la Virtus deve semplicemente tenere il pallone per la vittoria .

Derby combattuto, quando la Virtus mette il turbo si capisce che è terza in classifica mentre la Fortitudo lotta per evitare la retrocessione.

Basket

LBA: Il punto sulla 26^ giornata di campionato

Giornata con il botto in LBA… al PalaPentassuglia Brindisi batte Milano e si prende il primo posto con la Virtus Bologna che, dopo la vittoria contro Trieste, sabato darà l’attacco alla seconda posizione. In coda pesante vittoria di Reggio Emilia mentre Cantù vede la salvezza lontana quattro punti .

Pubblicato

il

Brindisi-Milano

Giornata con il botto in LBA… al PalaPentassuglia Brindisi batte Milano e si prende il primo posto con la Virtus Bologna che, dopo la vittoria contro Trieste, sabato darà l’attacco alla seconda posizione. In coda pesante vittoria di Reggio Emilia mentre Cantù vede la salvezza lontana quattro punti .

Fortitudo Lavoropiù Bologna – Carpegna Prosciutto Pesaro 77-79*
Torna alla vittoria (con giallo perchè la Fortitudo Bologna ha presentato ricorso) la VuellePesaro che espugnando Bologna si rilancia in ottica play-off, blindando di fatto la salvezza.
Dopo un gran secondo quarto Pesaro scappava nel punteggio ma i padroni di casa rimontavano mettendo anche il naso avanti.
Nel finale Baldasso prima segnava la tripla del pareggio (77–77) ma poi si dimentica colpevolmente Robinson che appoggiava il 77-79 che avrebbe chiuso la gara, nonostante Bologna avesse avuto in mano per due volte il pallone della vittoria. Nel post gara la F ha presentato ricorso per la presenza in campo di Robinson

De’ Longhi Treviso Basket – Banco di Sardegna Sassari 89-85
Sesta vittoria consecutiva per Treviso che ha battuto Sassari toccando con mano la certezza dei playoff. Per i ragazzi di coach Menetti 30 minuti di grande basket ma negli ultimi 10 la rabbiosa rimonta di Sassari rimescolava le carte in tavola. Ci pensavano poi le triple di Imbrò e Sokolowski a ricacciare indietro gli ospiti. Per Treviso ottima prova del lungo Mekowulu che ha messo a referto un pesante 21+12 rimbalzi.

UNAHOTELS Reggio Emilia – Openjobmetis Varese 95-77
In ottica salvezza pesantissima vittoria di Reggio Emilia che ha vinto di 18 contro Varese, stoppando a quattro la striscia di vittorie consecutive dei ragazzi di Caja. Con questa vittoria Reggio aggancia Brescia portandosi a +4 su Cantù.

Umana Reyer Venezia – Germani Brescia 94-87
Decisivi per la Reyer i 30 punti di Mitchell Watt che consentono ai padroni di casa di conquistare, complice la sconfitta di Sassari, due punti importanti in ottica classifica. Per Brescia si tratta dalla quinta sconfitta consecutiva. Gara dai due volti, con un primo tempo scoppiettate e secondi 20 minuti dominati dalle difese. Venezia brava a gestire il vantaggio accumulato nei quarti centrali dalla gara, non facendosi travolgere dall’ottima prestazione in casa Brescia di Wilson (21 punti).

Acqua S.Bernardo Cantù – Dolomiti Energia Trentino 75-76
Cantù perde in casa contro Trento e vede la LegaDue sempre più vicina. Nonostante una gara sempre di rincorsa i canturini a 10 secondi dalla fine, grazia ad un pazzesco canestro di Leunen, passavano addirittura in vantaggio, se non fosse che nel capovolgimento di fronte Williams segnasse il definitivo 75-76 per Trento. Per Cantù i punti da recuperare su Brescia rimangono 4 ma le partite ancora da giocare non autorizzano sogni di gloria.

Virtus Segafredo Bologna – Allianz Pallacanestro Trieste 81-67
Senza Belinelli, Markovic e Teodosic e in panchina per 40’ Hunter, la Virtus Bologna con le seconde linee ha avuto vita facile su Trieste. Bologna, grazie alle ottime prove di Abass e Adams, è stata sempre avanti nel punteggio, contenendo il ritorno nel terzo periodo dell’Allianz e allungando definitivamente negli ultimi 10 minuti fino al +17 finale. e chiudendo senza stress una partita da vincere per tenere vive anche le speranze di mettere le mani sul primo posto della stagione regolare.

Happy Casa Brindisi – A|X Armani Exchange Milano 80-71
Brindisi si dimostra ancora una volta la realtà più bella della stagione. Pazzesca vittoria in casa contro Milano, 2-0 nei confronti diretti e primo posto in classifica agguantato. La vittoria che regala il primo posto a Brindisi è arrivata nella partita che meno ci si aspettava, anche perchè le assenze legate al Covid-19 di Harrison, Thompson, Perkins e coach Vitucci, non facevano presagire nulla di buono. Grande prova del collettivo contro un’Olimpia stanca e con la necessità di ricaricare le batterie in vista del finale di stagione e dei play-off di Eurolega.

Risultati
Fortitudo Lavoropiù Bologna – Carpegna Prosciutto Pesaro 77-79*
De’ Longhi Treviso Basket – Banco di Sardegna Sassari 89-85
UNAHOTELS Reggio Emilia – Openjobmetis Varese 95-77
Umana Reyer Venezia – Germani Brescia 94-87
Acqua S.Bernardo Cantù – Dolomiti Energia Trentino 75-76*
Virtus Segafredo Bologna – Allianz Pallacanestro Trieste 81-67
Happy Casa Brindisi – A|X Armani Exchange Milano 80-71
*ricorsi in atto

CLASSIFICA
1. Happy Casa Brindisi 36 18/5**
2. A|X Armani Exchange Milano 36 18/6**
3. Virtus Segafredo Bologna 36 18/7**
4. Umana Reyer Venezia 30 15/9**

5. Banco di Sardegna Sassari 28 14/8
6. De’Longhi Treviso 28 14/11
7. Allianz Pallacanestro Trieste 22 11/13
8. Dolomiti Energia Trentino 20 10/14
9. Carpegna Prosciutto Pesaro 20 10/14
10. Fortitudo Lavoropiù Bologna 18 9/15
11. Openjobmetis Varese 18 9/15
12. Vanoli Basket Cremona 18 9/15
13. Germani Brescia 18 9/15
14. UNAHOTELS Reggio Emilia 18 9/16
15. Acqua S.Bernardo Cantù 14 7/17

per info:   https://oggisport.it/category/basket/ – http://www.legabasket.it/ – https://oggisport.it/tag/lba

Continua a leggere

Basket

LBA: Il punto sulla 25^ giornata di campionato

In LBA vittorie pesanti per Trento, all’overtime contro la Reyer Venezia, di Cremona contro Reggio Emilia e della Fortitudo contro Brescia. Cantù perde contro Brindisi e resta ultima in classifica.

Pubblicato

il

Eimantas Bendžius

In LBA vittorie pesanti per Varese, che ha sbancato Milano, per Trento, all’overtime contro la Reyer Venezia, di Cremona contro Reggio Emilia e della Fortitudo contro Brescia. Cantù perde contro Brindisi e resta ultima in classifica.

Dolomiti Energia Trentino – Umana Reyer Venezia 90-84
Trento vince in rimonta grazie ad una grande prova di squadra e di carattere dopo una partita che sembrava già indirizzata verso Venezia. Dopo 20′ tutti di marca Reyer i ragazzi di Molin hanno ripreso per i capelli la gara, portandola ad un insperato overtime. A dettar legge in casa Trento Jarvis Williams (33-5-2) e Victor Sanders (20-2-1) mentre tra le fila Reyer solita grande prova Mitchell Watt (14-5-2)e di Stefano Tonut (16-5-7), che però è reo di aver sbagliato in tiro della vittoria.

Acqua S.Bernardo Cantù – Happy Casa Brindisi 71-93
Cantù perde e rimane ultima in classifica, al confronto di una Brindisi solida e concreta che ha portato a referto ben 6 giocatori in doppia-cifra.
I canturini solo durati soli 10′ e poi man mano hanno perso le redini della gara candidandosi ad essere i “favoriti” la retrocessione. Brindisi, degli ottimi Riccardo Visconti (13-3-0) e Derek Willis (13-3-0), espugnando il parquet dell’Acqua San Bernardo, hanno messo prepotentemente le mani sulla seconda posizione in classifica, ottimo premio per una stagione straordinaria

Carpegna Prosciutto Pesaro – De’ Longhi Treviso Basket 89-97
La squadra di Menetti è ormai una sicurezza. Ha espugnato con piglio deciso Pesaro e ha blinda, con questa vittoria, il sesto posto in classifica con 4 punti di vantaggio su Trieste. Guidata da Logan, Russell, Sokolowski, Imbrò Treviso ha ormai gerarchie chiare e stabilite, oltre ad un attacco spumeggiante. Pesaro, che dopo le Final 8 ha perso il bandolo della matassa, dopo un buon orimo tempo nei secondi 20′ è stata rullata da Treviso, subendo ben 97 punti in trasferta e continua a stupire. Anzi, non stupisce più. Al termine della partita ci sono state dichiarazioni roventi da parte Pesaro per alcune decisioni arbitrali, tutte a danno di Pesaro: il “non fischio” sul fallo di Lockett su Eboua e il tecnico per flopping sanzionato a Tambone, che sa molto di “fischio punitivo”.

Vanoli Basket Cremona – UNAHOTELS Reggio Emilia 90-71
Gira malissimo per Reggio che ne ha presi 19 sul campo di Cremona, in quello che era un vero e proprio spareggio. La cura Caja non sta funzionando; Reggio è una squadra sulle gambe e con poche idee. Una situazione bruttissima in vista delle prossime 5 giornate, dove Reggio dovrà osservare un turno di riposo e affrontare corazzate come Venezia e Sassari.

Fortitudo Lavoropiù Bologna – Germani Brescia 88-78
La Fortitudo Bologna ha vinto le scontro tra le deluse del campionato portandosi in piena zona playoff, nel gruppone a 5 con Pesaro, Trento, Cremona e proprio Brescia. La strepitosa gara di Adrian Banks (34 punti) ha consentito ai bolognesi di punire una Brescia mai realmente capace di trovare soluzioni difese efficaci contro l’ex Sassari

Banco di Sardegna Sassari – Virtus Segafredo Bologna 77-108
Serataccia per Sassari, letteralmente demolita dalla Virtus Bologna. Se la gara di andata costò la panchina (momentaneamente) a Djordjevic, il match di ritorno è stato praticamente a senso unico con troppi giocatori sassaresi sottotono come Burnell, Happ e Spissu. Bologna dopo un primo quarto di assestamento nei successivi 30′ ha dominato la gara mettendo a segno un parziale pazzesco di 95-52 (!)

A|X Armani Exchange Milano – Openjobmetis Varese 05/04 83-81
Clamorosa vittoria di Varese che ha espugnato con merito il Forum, fermando un spenta A|X Milano e regalandosi la quarta vittoria consecutiva.
Grazie al tandem Douglas-Ruzzier, Varese è stata quasi sempre avanti nel punteggio, suggellando la vittoria proprio con una giocata dell’ex Cremona. A Milano non sono bastati Hines e Rodriguez che hanno guidato la rimonta negli ultimi 10′ di gioco.

RISULTATI
Dolomiti Energia Trentino – Umana Reyer Venezia 90-84
Acqua S.Bernardo Cantù – Happy Casa Brindisi 71-93
Carpegna Prosciutto Pesaro – De’ Longhi Treviso Basket 89-97
Vanoli Basket Cremona – UNAHOTELS Reggio Emilia 90-71
Fortitudo Lavoropiù Bologna – Germani Brescia 88-78
Banco di Sardegna Sassari – Virtus Segafredo Bologna 77-108
A|X Armani Exchange Milano – Openjobmetis Varese 83-81

CLASSIFICA
1. A|X Armani Exchange Milano 36 18/4
2. Happy Casa Brindisi 34 17/5
3. Virtus Segafredo Bologna 34 17/7
4. Banco di Sardegna Sassari 28 14/7
5. Umana Reyer Venezia 28 14/9
6. De’Longhi Treviso 26 13/11
7. Allianz Pallacanestro Trieste 22 11/12
8. Fortitudo Lavoropiù Bologna 18 9/14
9. Dolomiti Energia Trentino 18 9/14
10. Carpegna Prosciutto Pesaro 18 9/14
11. Germani Brescia 18 9/14
12. Vanoli Basket Cremona 18 9/15
13. Openjobmetis Varese 18 9/14
14. UNAHOTELS Reggio Emilia 16 8/16
15. Acqua S.Bernardo Cantù 14 7/16

per info:   https://oggisport.it/category/basket/ – http://www.legabasket.it/ – https://oggisport.it/tag/lba

Continua a leggere

Basket

Basket, la vittoria di Cremona

Pubblicato

il

VANOLI  CREMONA – UNAHOTELS REGGIO EMILIA  90-71
Parziali:  29-17, 44-40, 61-52

VANOLI CREMONA: J Williams 17 ,   Lee 3,   Barford  17,  Mian 13,  Tj Williams 6 ,  Poeta 8 ,   Hommes 24, Zacchigna 2, Trunic, Donda.  All. Galbiati
UNAHOTELS R.EMILIA:  Kyzlink  5, Taylor 9,  Sims 14, Lemar  14, Baldi Rossi,  Candi  10, Johnson 6, Koponen 11. Porfilio,   Giannini , Diouf e Bonacini ne.   All.  Caja

La Vanoli Cremona con una prestazione molto determinata e   caparbia, ha battuto al PalaRadi l’UnaHotels Reggio Emilia 90-71   compiendo un passo importante  verso la salvezza. I locali molto concentrati, hanno capito l’importanza della posta in palio e nonostante le poche rotazioni non si sono mai disuniti sino alla fine. Hanno dominato i primi due quarti lasciando il terzo agli ospiti che nell’ultimo,  in ritardo di 20 lunghezze al 36′, hanno ammainato bandiera. Cremona ha ritrovato la sua star Hommes che era reduce da prestazioni opache. Questi ha siglato 24 punti frutto di  7 su 7 nei tiri liberi e 5 su9 da tre punti.  La squadra di casa ,  ha visto il rientro in extremis di Cournooh   uscito dalla negatività al Coronavirus in mattinata,  ma non l’ha rischiato sul parquet.  Potrà meglio recuperarlo nelle prossime due settimane in quanto il sodalizio di patron Aldo Vanoli osserverà domenica il turno di riposo.
Primo Quarto: Domina Cremona che parte benissimo con canestri da tre punti con Mian ed Hommes portandosi 10-3. Time-out per coach caja che prova a trovare un quintetto equlibrato  ma la Vanoli tiene alta la percentuale di realizzazione dal “grande arco” e si porta sul 27 a 13  e 29-17 al 10′.
Secondo quarto: Galbiati inserisce Trunic ma non ha gli effetti sperati. Jarvis Williams blocca Sims ma questi quando l’avversario va in panchina si mette in mostra ed insieme a Koponen infila un parziale di 8-2 per il 35-33 al 16′. Barford è ben marcato e cala la percentuale di realizzazione dei biancoazzurri. Break positivo degli emiliani con Candi in difesa a contenere i tiratori di casa e Taylor che eseguono il sorpasso al 19′ 39-37. Colpo d’orgoglio di Poeta e compagni e 44-40 all’intervallo.  
Terzo Quarto: Hommes commette il terzo fallo. L’UnaHotels è anemica di punti sino al 25′ confermando le percentuali stagionali. Cremona non si disunisce e torna a dettare legge 61-52 al 30′.
Quarto Quarto: E’ sempre Hommes il protagonista assoluto che segna con continuità.  Reggio Emilia accusa il colpo  sul 80-60 al 36′ e cerca di limitare i danni. Ottimo sotto canestro Jarvis Williams che si è battuto da leone a rimbalzo in attacco. Ha  messo a referto 17 punti.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group s.r.l.s. | Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti |