fbpx
Seguici anche su

Calcio

Davide Vitturini dalla Feralpisalò al Teramo

Pubblicato

il

Nuovo acquisto per la squadra abruzzese, ecco il comunicato stampa ufficiale.


La S.S. Teramo Calcio rende noto di aver acquisito a titolo definitivo dalla Feralpisalò il diritto alle prestazioni sportive del calciatore Davide Vitturini, che si è legato al Diavolo fino al prossimo 30 giugno.
Per il classe 1997 originario di L’Aquila, si tratta di un gradito ritorno in maglia biancorossa dopo la precedente esperienza targata 2015/16.
Laureato in Economia Aziendale, cresciuto nelle Giovanili del Pescara, con gli adriatici Davide ha disputato anche 19 partite in Serie B e 3 in Serie A, vestendo in seguito anche le casacche di Carpi tra i Cadetti, Carrarese e Fano in Serie C, con l’aggiunta di un gol siglato con i granata.
Contestualmente saluta il sodalizio biancorosso dopo le 19 occasioni in cui è sceso in campo in questa stagione e mezza, proprio in direzione del club salodiano, il pari ruolo Luca Iotti, classe 1995.
«È un ritorno sulla carta – le prime dichiarazioni di Vitturini – perché di fatto non sono mai sceso in campo nella mia precedente avventura a Teramo, lo definirei pertanto un nuovo inizio. Dalla società allo staff tecnico adesso è cambiato tutto, ma con l’entusiasmo creatosi per gli ottimi risultati conseguiti ed il gruppo, ci sono tutte le premesse per far bene. La trattativa è nata la settimana scorsa e appena ho saputo dell’opportunità creatasi, ho iniziato a prenderla seriamente in considerazione. Mi ritengo un esterno difensivo che fa dell’attenzione, dell’applicazione tattica e della velocità i suoi punti di forza. Per caratteristiche sono maggiormente portato a difendere, anche se a Fano, ad esempio, ho giocato l’intero campionato da tuttofascia, ma so di dover migliorare nella fase di spinta. Teramo rappresenta l’occasione di mettermi in mostra in un contesto serio e favorevole alla crescita, una ghiotta opportunità per riaffermarmi. Conosco bene l’ambiente e qualche compagno come ad esempio Tentardini, con il quale mi lega l’emozionante esperienza delle Universiadi, quando arrivammo terzi perdendo in semifinale contro il Giappone, quindi sarà più facile inserirsi in corso d’opera. Massimo impegno e voglia di far bene non mancheranno, per il club, la squadra e la tifoseria».

Calcio

Pioli Guida il Milan al secondo posto

I rossoneri violano l’Olimpico rimanendo in scia dell’Inter. La Roma perde tra i rimpianti un nuovo scontro diretto.

Pubblicato

il

Il Milan viola l’Olimpico vincendo 2 a 1 contro la Roma e rimane in scia dell’Inter capolista. La prima mezz’ora della squadra rossonera è perfetta, soffoca la Roma con un grande pressing ma non sfrutta le occasioni per passare in vantaggio che sono numerose. Dopo i primi trenta minuti entra in campo anche la squadra di Fonseca che con le triangolazioni dei suoi trequartisti impensierisce Donnarumma. Il match si sblocca al 43’. Fazio contrasta Calabria in area. Guida richiamato al Var assegna il rigore che Kessie realizza.

La ripresa: Il Milan perde per infortunio prima Calhanoglu poi Ibra e la Roma pareggia. Spinazzola trova Veretout che dal limite trova la rete del pari. Decimo gol stagionale per il francese. Il pareggio sembra far cambiare inerzia alla partita ma Pau Lopez sbagliando un rilancio mette in crisi la difesa con Rebic che riporta in vantaggio il Milan. La Roma accusa il colpo, ha le sue occasioni per pareggiare e si lamenta per le decisioni di Guida che a dieci minuti dalla fine nega un rigore su Mkhitaryan, invertendo il fallo. Il Milan vince e si rilancia, Fonseca perde l’ennesima partita contro una big perdendo anche l’imbattibilita casalinga.

Continua a leggere

Calcio

Fano-Ravenna, un pareggio amaro per entrambe

Un 1-1 con retrogusto di occasioni sprecate.

Pubblicato

il

La sfida salvezza tra Fano e Ravenna doveva risolvere alcuni dati allarmanti da una parte e dall’altra. Il Fano non vince due partite consecutive in regular season dai primi di dicembre del 2018 (contro Rimini e Renate) e il Ravenna non vince in trasferta da più di un anno, dalla vittoria per 2-1 a San Benedetto del Tronto del 16 febbraio 2020. Alla fine i romagnoli hanno incassato il terzo pareggio consecutivo in trasferta dopo le 11 sconfitte di fila (12 se contiamo il playout di questa estate perso proprio a Fano) ma nel secondo tempo hanno nettamente preso sempre di più il gioco in mano e recriminano sull’ennesima parata salva-risultato di Viscovo in questa stagione, stavolta su Ferretti.

Due squadre che si sono presentate a specchio, entrambe con il 3-5-2, con le assenze pesanti in casa Ravenna di Caidi e Boccaccini in difesa, di Papa a centrocampo e soprattutto di Mokulu in attacco. Fano e Ravenna hanno entrambe avuto l’occasione per vincere la partita: i granata hanno avuto con Barbuti la palla per arrotondare sul 2-0 nel primo tempo dopo il capolavoro balistico di Gentile, che ha calciato al volo su un’uscita fuori area leggermente scomposta di Tomei. Dall’altro lato, però, è stata una partita che ha confermato i progressi di entrambe in fase difensiva.

Il Ravenna non ha quindi approfittato del pareggio dell’Arezzo a Trieste, ma il gol di Martignago nel secondo tempo consente ai romagnoli di conservare comunque 4 punti sull’ultimo posto dei toscani. Resta ancora in zona playout il Fano, che non è riuscito a chiudere la partita nel momento più favorevole ma che è stato bravo a limitare i danni in una partita dove, per lunghe fasi, è sembrato in balia dell’avversario.

Continua a leggere

Calcio

Nestorovski segna e la Fiorentina è ko

tre punti pesanti per i friulani

Pubblicato

il

Nestorovski segna e la Fiorentina è ko, vittoria dell’Udinese per uno a zero. Ecco il tabellino.

MARCATORI: Nestorovski (86′)

UDINESE (3-5-2): Musso; Becao, Nuytinck, Bonifazi; Molina (91′ De Maio), De Paul, Walace, Makengo (70′ Arslan), Stryger Larsen; Llorente (77′ Braaf), Nestorovski. A disposizione: Scuffet, Gasparini, Samir, Okaka, Micin. All.: Gotti

FIORENTINA (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella (88′ Montiel), Martinez Quarta; Malcuit (79′ Caceres), Eysseric (88′ Valero), Pulgar, Castrovilli (79′ Amrabat), Biraghi; Ribery (68′ Kokorin), Vlahovic. A disposizione: Terracciano, Rosati, Olivera, Venuti, Barreca, Callejon, Igor. All.: Prandelli

ARBITRO: Volpi (Arezzo)

AMMONITI: Llorente (Udinese); Martinez Quarta, Kokorin (Fiorentina)

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group s.r.l.s. | Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti |