fbpx
Seguici anche su

Altri sport

C’è gara due di semifinale play off, la Jomi vuol chiudere i conti

Domani alla Palumbo il match di ritorno contro Erice

Pubblicato

il

Torna in campo domani (sabato 8 maggio) alle ore 18:30 la Jomi Salerno. Alla Palestra Caporale Maggiore Palumbo arriva l’Ac Life Style Erice per la gara due della semifinale play off scudetto.

Match point per capitan Napoletano e compagne intenzionate a chiudere subito i conti. Il team salernitano si è imposto, infatti, mercoledì in gara uno al Pala Cardella con il risultato finale di 36 – 31 al termine di una prestazione senza alcuna sbavatura.

Le reti di scarto nella serie non contano, le sensazioni sì: quelle che la Jomi ha lasciato, a sé stessa e alle altre, sono nitide. Domani è in programma il secondo confronto. L’eventuale gara 3 si disputerà sempre alla Palestra Caporale Maggiore Palumbo nella giornata di domenica (9 maggio).

“In gara due – afferma il tecnico Laura Avram al termine della gara uno di semifinale – dobbiamo fare sicuramente meglio rispetto alla gara disputata al Pala Cardella. Abbiamo subito tante reti, abbiamo commesso diversi errori, dobbiamo sicuramente migliorare in occasione della gara in programma sabato (domani ndr)”.

Il tecnico della formazione salernitana si sofferma ed analizza poi la gara uno andata in scena mercoledì al Pala Cardella…

“Sicuramente non abbiamo iniziato nel migliore dei modi. Nei minuti iniziali della gara non abbiamo giocato al meglio e non abbiamo messo in pratica quanto provato in allenamento.

Con il passare dei minuti le ragazze si sono sciolte ed hanno iniziato a giocare come sanno. Abbiamo lavorato tanto, le ragazze ci tengono davvero tanto a raggiungere l’obiettivo.

Nel secondo tempo – termina l’allenatrice della formazione salernitana, Laura Avram – ho effettuato diversi cambi, ho dato spazio a tutte le atlete, ed abbiamo anche abbassato la concentrazione. Cosa questa che non deve capitare, che non mi piace per niente. Dobbiamo ancora lavorare su questo aspetto”

Altri sport

Jomi Salerno, la stella cubana Gomez chiude la sua carriera

“A Salerno ho dato tutto, non avrei mai potuto indossare un’altra maglia. Pronta a nuove sfide”

Pubblicato

il

Conserverà per sempre un posto di primissimo piano nella storia della Jomi e dello sport salernitano. Suleiky Gomez, la fuoriclasse cubana, a 37 anni ha deciso di appendere le scarpette al chiodo.

Aveva cerchiato in rosso questa stagione, sapeva che sarebbe stata l’ultima di una carriera straordinaria e l’interruzione dello scorso campionato (2019/20) l’aveva ancor di più motivata e spronata.

Conquistato a maggio l’ennesimo scudetto (il quarto consecutivo) della sua dorata esperienza salernitana, Gomez ha deciso di chiudere con la pallamano giocata nonostante le richieste fioccassero. “C’è un tempo per tutto – sottolinea – il mio tempo da giocatrice è terminato, ora comincia una nuova fase della mia vita”.

Giunta a Salerno, da Nuoro, nell’estate del 2016, la 37enne cubana, stella di prima grandezza dello sport del suo paese, ha fatto incetta di titoli e riconoscimenti personali. Per anni è stata un indiscusso punto di riferimento della Jomi e del Movimento nazionale.

“A Salerno ho dato tutto ed ho ricevuto tutto. Sono stati cinque anni fantastici, cinque anni in cui abbiamo vinto tutto quello che c’era da vincere, cinque anni durante i quali ho avuto la fortuna e l’onore di dividere tante gioie, e qualche amarezza, con una società splendida, allenatori fantastici e straordinarie compagne di squadra.

Poi il rapporto con la città, con i nostri tifosi, con la gente di Salerno. Ringrazio Dio per avermi dato la fortuna cinque anni fa di incontrare sulla mia strada questo tesoro. Per questo – aggiunge – non avrei mai preso in considerazione il trasferimento in un altro club.

Salerno è ormai la città mia e della mia famiglia. Qui ho messo radici e qui trascorrerò la mia vita”.

Realizzatrice straordinaria, giocatrice di classe sopraffina, leader silenziosa e mai ingombrante, Gomez ha le idee molto chiare circa il suo futuro. “Ho cominciato da tempo a programmare il dopo carriera. Ho conseguito il diploma di preparatore atletico, a breve otterrò il riconoscimento di allenatore di primo livello e completerò gli studi per il diploma in Marketing e Finanza.

A settembre, poi, avvierò il mio percorso di laurea in Scienze Motorie già intrapreso a Cuba. Con il Club stiamo già immaginando un percorso tecnico, rimarrò nella famiglia della PDO e a breve stabiliremo con precisione ruolo e incarichi.

Come sempre sono aperta a tutte le soluzioni, lo sono sempre stata, né – aggiunge – mi spaventano le nuove sfide. Quando decisi di lasciare Cuba non avevo certezze sul mio futuro, ma avevo solo tanta fiducia nelle mie capacità e tanta fede.

A distanza di anni posso dire di aver realizzato i miei sogni. Ora trascorrerò un’estate in relax con mia figlia, ricaricherò le batterie e mi preparerò ad una nuova sfida. E’ terminata solo una parte del mio percorso e non vedo l’ora di ripartire”.

Continua a leggere

Altri sport

La Jomi Salerno progetta il futuro

Il Presidente Pisapia: “Un ciclo fantastico è terminato, ora bisogna voltare pagina”

Pubblicato

il

Tempo di bilanci e programmazione in casa Jomi Salerno. Calato definitivamente il sipario sulla stagione 2020/2021, il club salernitano è già a lavoro per preparare la prossima stagione agonistica.

“E’ stato un anno difficile ma ricco di soddisfazioni – osserva il presidente Mario Pisapia – abbiamo centrato grandi risultati e valorizzato ancor di più il nostro brand.

Non era facile farlo, ma siamo riusciti nell’intento grazie allo sforzo profuso da tutti quanti.

Un ringraziamento particolare va al nostro sponsor group che da anni ci segue con attenzione e partecipazione e che nonostante le difficoltà ben note non ha fatto mancare il suo impegno e poi come dimenticare lo staff dirigenziale, quello tecnico e le atlete.

Sono stati tutti encomiabili nel loro sforzo.

E’ stata dura ma abbiamo portato a buon fine una delle stagioni più belle di questo straordinario ciclo”.

La Jomi archivia la stagione con uno Scudetto, una Supercoppa e una Finale di Coppa Italia, il terzo posto nell’Under 17 e il quarto posto nell’Under 20.

“Siamo l’unico club femminile italiano ad aver centrato questi risultati, segno evidente che stiamo lavorando bene a tutti i livelli. Purtroppo non prenderemo parte alle Finali Nazionali Under 15 ma per le più piccole della famiglia PDO è stata un’annata davvero particolare. Appuntamento solo rinviato al prossimo anno”.

Appunto, il prossimo anno. “La programmazione – prosegue Pisapia – è partita da tempo, così come nelle nostre abitudini.

Già a gennaio, mentre era in corso il campionato ed ancora non sapevamo quale sarebbe stato il risultato finale, la società progettava la prossima stagione.

Il secondo ciclo della PDO Salerno cominciato nel 2016, era praticamente giunto al termine.

Cambieranno molte cose in queste settimane, siamo convinti che per rimanere al vertice di un movimento che sta crescendo e sta diventando sempre più competitivo è necessario cambiare passo.

I cambiamenti riguarderanno un po’ tutti i settori perché a nostro avviso c’è bisogno di rilanciare il progetto PDO a tutti i livelli.

Abbiamo messo un punto esclamativo ed è tempo di andare a capo”.

Continua a leggere

Ciclismo

Giro d’Italia 2021 Awards, partono le votazioni

Da domani 15 giugno alle 11 si può votare

Pubblicato

il

A due settimane dalla chiusura della 104^ edizione del Giro d’Italia, RCS Sport lancia i Giro d’Italia Awards per scegliere insieme a tutti i tifosi i migliori momenti della Corsa Rosa 2021.

A partire dalle 11.00 di domani 15 giugno la community del Giro d’Italia potrà votare sul canale ufficiale Instagram del Giro d’Italia, tramite le stories. Per 24 ore si potranno votare le 12 categorie, con 4 candidati ciascuna. Da questa prima votazione usciranno i due finalisti per ogni categoria e, a partire da mercoledì 16 fino al 23 giugno, si succederanno le votazioni per scegliere i best of della Corsa più dura del mondo nel Paese più bello del mondo.

LE 12 CATEGORIE E I 4 CANDIDATI
Migliore Corridore Protagonista 
Egan Bernal, Simon Yates, Damiano Caruso, Peter Sagan

Miglior Gregario
Daniel Martinez, Pello Bilbao, Daniel Oss, Mikel Nieve

Migliore Squadra
Ineos Grenadiers, Team Qhubeka Assos, Israel Start-Up Nation, Bahrain Victorious

Migliore Fuga
Alberto Bettiol, Daniel Martin, Taco van der Horn, Gino Mader

Miglior Arrivo in salita
Zoncolan, Sega di Ala , Alpe di Mera, Alpe Motta

Miglior Volata
Novara (Tim Merlier), Termoli (Caleb Ewan), Foligno (Peter Sagan), Verona (Giacomo Nizzolo)

Miglior Rivelazione 2021
Victor Lafay, Attila Valter, Tobias Foss, Lorenzo Fortunato

Miglior Attacco 
Edoardo Affini (Tappa 13), Egan Bernal (Tappa 16), Simon Yates (Tappa 19), Damiano Caruso (Tappa 20)

Miglior spirito di squadra
Damiano Caruso ringrazia Pello Bilbao nella Tappa 20, Daniel Martinez incita Egan Bernal sulla salita di Sega di Ala, Vincenzo Albanese che si ferma ai 3KM dall’arrivo per guardare sul maxischermo il compagno di squadra Fortunato vincere sullo Zoncolan, Joao Almeida che si ferma ad aspettare Remco Evenepoel in difficoltà sullo sterrato della Brunello di Montalcino Wine Stage

Premio Amore Infinito 
Vincenzo Nibali che parte e finisce tutto il Giro nonostante l’infortunio al polso, Attila Walter che perde e bacia la Maglia Rosa a Campo Felice, Alessandro De Marchi che veste la sua prima Maglia Rosa, Egan Bernal si toglie la mantellina per vincere in Maglia Rosa a Cortina

La tappa più spettacolare
Lo sterrato di Campo Felice, le strade bianche della Brunello di Montalcino Wine Stage, la salita di Sega di Ala, la salita all’Alpe Motta 

Miglior “Città di Tappa” City dressing
Notaresco e il cielo di ombrelli Rosa, Canazei e il Trofeo Senza Fine Gigante, Milano e il mapping con le proiezioni “90 Anni Maglia Rosa”, Bagno di Romagna con le gigantografie delle 103 prime pagine della Gazzetta dello Sport 

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group s.r.l.s. | Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€