fbpx
Seguici anche su

Biathlon

Biathlon: Evgeny Ustyugov squalificato per doping, Lukas Hofer diventa argento mondiale!

Il biathleta russo è stato privato dal TAS di tutti i risultati ottenuti dal 2010 al 2014. L’azzurro Hofer sale quindi al secondo posto nella mass start iridata di Khanty-Mansiysk 2011

Pubblicato

il

Evgeny Ustyugov

Terremoto nel biathlon! Anche se si parla di una sentenza ampiamente attesa. Il TAS ha infatti privato Evgeny Ustyugov di tutti i risultati ottenuti dal 2010 al 2014. L’ex biatleta russo è stao dichiarato colpevole di violazione delle norme antidoping, sentenza già emessa dall’IBU.

Evgeny Ustyugov viene privato dell’oro olimpico nella 15 km partenza in linea dei Giochi di Vancouver 2010, ad appannaggio di Martin Fourcade che si ritrova a quota sei titoli olimpici, con lo slovacco Pavol Hurajt argento e Christoph Sumann bronzo. Rimendo in argomento Vancouver 2010, la squalifica di Ustyugov costa alla Russia anche il bronzo nella staffetta a vantaggio della Svezia che si toglie dal collo la medaglia di legno.

A Sochi 2014, i Giochi olimpici di casa, la squalifica di Ustyugov priva la Russia dell’oro della staffetta facendo salire di una posizione Germania, Austria e Norvegia.

Sorride anche l’azzurro Lukas Hofer che si vede consegnare l’argento mondiale nella mass start iridata di Khanty-Mansiysk 2011. Gara vita da Svendsen davanti a Ustyugov con Hofer terzo e Tarjei Boe che dal quarto posto sale al bronzo.

Evgeny Ustyugov ha comunque preannunciato ricorso

per info: https://oggisport.it/category/sport-invernali/https://www.biathlonworld.com/https://oggisport.it/tag/biathlon 

Biathlon

Laegreid MVP di Pokliuka. Hofer chiude settimo la mass start.

Chiusi i mondiali di Biathlon senza Medaglie per gli azzurri. Norvegia padrone con Laegreid nuovo fenomeno.

Pubblicato

il

Laegreid

Sturla Holm Laegreid vince la gara conclusiva dei Mondiali di Biathlon di Pokljuka 2021. Il norvegese fa sua la mass start e conquista la sua seconda medaglia d’oro di questi mondiali dopo quella dell’individuale. Dietro Laegreid imbattibile sui 4 poligoni, medaglia d’argento per il connazionale e coetaneo Johannes Dale, grazie ad un ultimo giro a velocità doppia che gli permette di superare Fak ed Eder e regolare nella volata lunga il francese Quentin Fillon Mallet medaglia di bronzo. Lukas Hofer è rimasto con i migliori per tutta la gara, facendo il ritmo nelle prime 2 frazioni. Purtroppo l’errore in piedi nell’ultimo poligono lo ha privato di una medaglia che avrebbe meritato per l’ottima stagione di quest’anno. Finisce ottavo lo sconfitto di questi mo diali, il leader di coppa del mondo Johannes Boe.

Continua a leggere

Biathlon

Biathlon, Mondiali Pokljuka 2021: Lisa Hauser vince l’oro nella Mass Start. Vittozzi chiude quinta dopo aver lottato per l’argento.

Pubblicato

il

Lisa Hauser

Si conferma il grande momento di forma per Lisa Hauser che ha vinto l’oro nella Mass Start, un oro praticamente mai in discussione, dal secondo poligono in avanti, visto il 20/20 al tiro per l’austriaca.
Dietro la Hauser un terzetto norge con Tandrevold, seconda, Eckhoff, terza e Roeiseland, quarta. Per l’Italia grande prestazione per Lisa Vittozzi che uscita per seconda dall’ultimo poligono, si è però dovuta accontentare della quinta posizione, raggiunta dalle tre norvegesi più fresche e performanti sugli sci. Ottava piazza per Wierer, imprecisa al poligono.

Al primo poligono si presentavano tutte in gruppo, dopo che Wierer e Eckhoff avevano provato a fare un po’ di selezione nelle prime salite, ma il poligono non sorrideva alla due, oltre che a Oeberg, che rimediavano un giro di penalità. Lisa Vittozzi dal canto suo, al contrario dell’andamento stagionale, era infallibile e risaliva in quinta posizione (+5 secondi), dopo essere partita ventottesima. Sedici atlete, inclusa l’azzurra, trovavano lo zero fra cui anche Davidova e Hauser. Male invece Julia Simon con addirittura tre errori.

A metà gara in testa c’era Hauser mentre Eckoff e Wierer, infallibili nella seconda serie di tiro a terra, si riportavano verso le posizioni di vertice. Quarta la norvegese (+5.3) e ottava l’italiana (+12.7), mentre Roiseland e Vittozzi, con un errore al poligono, erano costrette al giro di penalità, perdendo una ventina di secondi dalla testa dalla gara. Eckoff impiegava però poco per prendere le redini del gruppo di testa capitanato da Hauser e Tandrevold.

Al terzo poligono sia Eckoff che Wierer commettevano un errore mentre Hauser si confermava infallibile, uscendo in prima posizione, davanti alla lettone Bendika. Ottima Lisa Vittozzi, anche lei senza errori al tiro, risalita fino alla quarta piazza (+0:22) dietro Eckhoff. Settimo posto invece per Dorothea Wierer a 30 secondi dalla vetta.

La corsa all’ora si decideva nell’ultima serie. Hauser con lo zero blindava la prima posizione mentre Vittozzi, anche lei con lo zero, ripartiva in seconda posizione a 18 secondi dall’austriaca ma da dietro Tandrevold, Roeiseland facevano paura sugli sci.

Dopo un km Tandrevold e Roeiseland si riportavano su Vittozzi, che non ne aveva veramente più. Poco dopo era il turno di Eckhoff che si lanciava all’inseguimento delle compagne di squadra.

Hauser gestiva il vantaggio vincendo il titolo mondiale della Mass Start, precedendo Tandrevold, seconda in solitaria, e Eckhoff che sul traguardo bruciava Roeiseland per il bronzo. Buon quinto posto comunque per Vittozzi, alla fine molto stanca, mentre ottava è finita Wierer.

 CLASSIFICA FINALETEMPO
1Lisa Theresa Hauser36′ 05.7
2Ingrid Landmark Tandrevold+21.7
3Tiril Eckhoff+23.0
4Marte Olsbu Røiseland+23.6
5Lisa Vittozzi+48.9
6Franziska Preuß+52.6
7Hanna Öberg+57.7
8Dorothea Wierer+01:05.3

per infohttps://oggisport.it/category/sport-invernali/ – https://www.biathlonworld.com/ – https://oggisport.it/tag/biathlon  – https://oggisport.it/category/sport-invernali/biathlon/

Continua a leggere

Biathlon

Biathlon, Mondiali Pokljuka 2021: una Norvegia in surplace vince la staffetta maschile. L’Italia fa sognare ma chiude sesta.

Pubblicato

il

Pokljuka 2021, Staffetta Norvegia

Il quartetto formato da Sturla Laegreid, Tarjei Boe, Johannes Boe e Vetle Christiansen riporta la Norvegia sul tetto del Mondo, vincendo in maniera netta e indiscutibile la Staffetta Maschile ai Campionati mondiali di Pokljuka.

Dietro i maestri norvegesi è finita la Svezia (+33.1), che con un gran Samuelsson nell’ultimo ha raggiunto e staccato la Russia (+50.9), accontentatasi del bronzo.

Ai piedi del podio la Francia, autrice di una gara opaca, che ha preceduto l’Ucraina (+1:12.7), tra la seconda e la terza posizione per gran parte della gara, e un’intraprendente Italia, sesta al traguardo, ma fino all’ultimo poligono in lotta per la terza posizione.

Purtroppo per gli azzurri, molto competitivi sugli sci, i problemi sono arrivati al poligono, specie nella sessione in piedi, dove Bionaz e Hofer hanno dovuto utilizzare le ricariche mentre gli ultimi due frazionisti: Giacomel e Windisch hanno accusato un giro di penalità.

Tutto sommato per l’Italia è stata un’ottima prova perchè i giovani Bionaz (0+3), schierato al lancio, ha chiuso la frazione in quarta posizione, e Giacomel (1+3), in terza, nonostante il giro di penalità, fino alla sessione in piedi è stato da applausi, chiudendo comunque a 15″ dal podio. Hofer in seconda è stato magistrale, seppur con 5 ricariche utilizzate ha chiuso in seconda posizione, risultando sugli sci di gran lunga il migliore del lotto. Windisch (1+3), in netta ripresa, ci ha portato fino ad un passo dalla medaglia mondiale. Dopo il 5/5 a terra però nell’ultimo poligono in piedi è saltato, rimediando un giro di penalità e dicendo purtroppo addio ai sogni di gloria.

Alla fine ha vinto la più forte: la Norvegia, che ha chiuso tutte le frazioni in testa, percorrendo gli ultimi due giri in surplace. Ha da recriminare invece la Svezia che, portando a casa comunque un ottimo secondo posto, ha dovuto disputare una gara di rincorsa dovendo risalire dall’ottava posizione di metà gara. Deludente la gara della Francia, che ha pagato caro la seconda frazione dell’incolore Fillon-Maillet, e la Germania, fuori dai giochi fin dalla prima frazione, con Lesser praticamente piantato sugli sci giunto a oltre un minuto e venti dai primi.

 CLASSIFICA FINALETEMPO
1Norvegia1h 12′ 27.4
2Svezia+33.1
3RBU+50.9
4Francia+01:02.0
5Ucraina+01:12.7
6Italia+01:35.5

per infohttps://oggisport.it/category/sport-invernali/ – https://www.biathlonworld.com/ – https://oggisport.it/tag/biathlon  – https://oggisport.it/category/sport-invernali/biathlon/

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group s.r.l.s. | Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti |