fbpx
Seguici anche su

Basket

Basket City: Virtus schiaccia la Fortitudo

La stracittadina senza la cornice del pubblico va alla Virtus

Pubblicato

il

DerbyBASKETCITY

Va in scena un inedito derby tra Fortitudo e Virtus a porte chiuse.
Alcuni striscioni sono presenti ma non possono sostituire nessuna tifoseria, il loro colore e calore.
La Virtus di Djordjevic, senza Abass, parte comunque favorita contro la Fortitudo che si presenta con assenze importanti: Fantinelli , l’ex Aradori e il suo appassionato pubblico di supporto, sempre un sesto uomo in campo in queste occasioni.

Pronti via, Alessandro Pajola apre le danze con una tripla a conferma della meritata recente convocazione in Nazionale.
Il primo quarto si contraddistingue per una sostanziale parità 22-25 tra le due squadre che si marcano a uomo. Molti tentativi da tre per entrambe le compagini.

Nel secondo quarto tante palle perse. Banks prova a entrare in partita; si carica la F sulle spalle, senza particolare successo.
La Virtus prende il largo con massimo vantaggio +10 in schiacciata con Gamble. Le V Nere concedono spazio ai Bianco-blù che però sprecano troppe occasioni. La Fortitudo prova ad accorciare ma Teodosic la tiene alla larga con i suoi assist.
Si chiude al thè 41-47.

La Virtus vola in avvio del terzo quarto con Ricci e Pajola dando un parziale con 7 punti in un Amen.
Sacchetti vuole parlare subito ai suoi giocatori ma il risultato non cambia molto.
Nel massimo vantaggio Virtus, accade curiosamente un diverbio tra Teodosic e Djordjevic.
Milos viene cambiato e la Fortitudo prova a recuperare con Ethan Happ ma sbaglia sempre troppo.
Markovic segna il nuovo massimo vantaggio Virtus +11.
A 1 minuto e 44″ a fine terzo, Sabatini fa il quarto fallo e Banks trova una tripla, ma la serata incomincia ad essere tutta in salita per la F.

Tre triple portano a +16 la Virtus nel quarto quarto e dilaga con azioni da spettacolo.
Sacchetti chiama due time out in due minuti per la Fortitudo, il secondo sul 60 a 80.
Ma la partita è già finita. Alibegovic esce con 10 punti a referto sul +22. Esce Markovic sul +24. Esce Teodosic, entrano i giovani della Virtus.
Il resto è solo giocato per riempire i tabellini dello score e perchè la partita dura comunque 40 minuti.

71-91 è il risultanto finale. La Virtus schiaccia la Fortitudo in un ultimo quarto da dimenticare.

Un derby con tanti errori, non bello in particolare per la Fortitudo incluso per l’assenza del pubblico, sostanzialmente equilibrato per poco più di venti minuti, poi la Virtus ha amministrato prima e dilagato poi.
Tutte le statistiche sono a favore della Virtus: percentuali al tiro e rimbalzi. 5 giocatori in doppia cifra. Pajola top scorer .
Milos Teodosic chiude con 14 assist e eguaglia il record degli assit in un derby assieme Pozzecco.

Buon basket

LAVOROPIU’ FORTITUDO BOLOGNA-SEGAFREDO VIRTUS BOLOGNA 71-91

FORTITUDO BOLOGNA: Saunders 20, Cusin 0, Fletcher 13, Withers 10, Banks 9, Sabatini 0, Tote 0, Palumbo 0, Mancinelli 2, Dellosto 0, Happ 17, Fantinelli 0.

VIRTUS BOLOGNA: Weems 10, Barbieri 0, Ricci 9, Deri 0, Pajola 14, Markovic 5, Hunter 10, Gamble 11, Alibegovic 10, Teodosic 7, Adams 13, Tessitori 2.

Altri sport

Virtus Arechi, ko in casa della Luiss Roma

Non inizia nel migliore dei modi il girone di ritorno

Pubblicato

il

Non inizia nel migliore dei modi il girone di ritorno per la Virtus Arechi Salerno, dopo aver comandato per trenta minuti in casa della Luiss Roma i blaugrana alzano bandiera bianca proprio nei momenti decisivi (86-69 il finale).

Con Maggio costretto nuovamente a dare forfait, la squadra di coach Parrillo si approccia alla partita nel modo corretto. L’iniziale +3, gestito con relativa tranquillità per qualche minuto, in chiusura di primo quarto diventa +10 con i liberi di Rossi e i 5 punti di Mennella e in avvio di secondo periodo + 11 dopo la tripla di Cardillo.

A seguire Beatrice dall’arco dei tre punti e Valentini nel pitturato trascinano la Virtus anche sul 33-45, ma prima dell’intervallo lungo arriva la reazione della Luiss che con i canestri di Murri (2pt) e Martino (4pt) chiude il primo tempo sul 42-46.

A inizio ripresa, invece, l’ex di turno Sanna riduce ulteriormente il gap, ma proprio nel momento più complicato la Virtus risponde presente con la “bomba” di Rezzano e 4 punti di un reattivo Gallo che obbligano i padroni di casa al time-out al 24’ con il tabellone che recita 48-58.

Ma anche in questa circostanza la Luiss non alza bandiera bianca e ricuce lo strappo, il 63-64 prima degli ultimi dieci minuti di gioco preoccupa sì ma non lascia immaginare a un cambio di rotta.

Ed invece proprio in chiusura tocca alla Virtus sventolare la citata bandiera bianca, i soli 5 punti segnati e i 23 subiti bastano per capire cosa accade nell’ultimo periodo di gioco che obbliga quindi Salerno alla quarta sconfitta stagionale.

Continua a leggere

Altri sport

Virtus Arechi, Sabato trasferta a Roma contro la Luiss

Coach Parrillo: “Il lavoro ci darà ragione”

Pubblicato

il

Imperativo ripartire, immediatamente. Dopo la sconfitta in casa della capolista, la Virtus Arechi Salerno è chiamata a ritrovare subito il feeling con la vittoria.

La prima occasione capiterà sabato pomeriggio, palla a due alle ore 18:00, quando i blaugrana faranno visita alla Luiss Roma.

Quaranta minuti che daranno il via al girone di ritorno del raggruppamento D1, che arriveranno dopo l’ennesima settimana vissuta tra mille problemi fisici che continuano a condizionare il lavoro di preparazione:

Ci aspetta un’altra battaglia dal punto di vista sportivo, ma lo sappiamo bene perché è sempre così quando si affronta una squadra intensa come la Luiss – la vigilia a firma coach Adolfo Parrillo . 

Abbiamo una grande voglia di riscatto dopo la sconfitta dell’andata che ci lasciò l’amaro in bocca, in più ci sentiamo comunque rafforzati dopo la gara con Rieti dove a sprazzi, pur sapendo quindi di non aver giocato a livelli altissimi tutta la gara, abbiamo fatto buone cose dal punto di vista tecnico e dell’intensità.

Sono convinto che il tempo e la continuità di lavoro, che ci auguriamo possa essere svolto finalmente con almeno gran parte della squadra a completa disposizione, ci darà ragione nel corso della stagione”.

Ma intanto, domani, la Virtus si ritroverà la migliore squadra del girone D1 per quello che riguarda i rimbalzi catturati dopo sette giornate di campionato: “Toccherà essere molto attenti e andare sistematicamente a rimbalzo, anche con i “piccoli”.

Sappiamo, infatti, che da questo punto di vista la Luiss ha giocatori con caratteristiche specifiche – il pensiero del capo allenatore blaugrana -. Per cui non dovremo distrarci e non scappare subito via, ma al tempo stesso dovremo essere anche bravi a saper dare fastidio nel loro pitturato”.

Continua a leggere

Basket

Basket: Milano batte il Bayern Monaco

Pubblicato

il

Di

Olimpia Milano

L’Ax batte il Bayern Monaco (75-51) conquista il vantaggio nel doppio scontro diretto e mette insieme la tredicesima vittoria in Eurolega (la quarta consecutiva) con una prova al limite della perfezione, pareggiando anche un record storico: in epoca moderna l’Olimpia aveva subito 51 punti solo due volte nel 2009 con Oldenburg e nel 2014 con l’Olympiacos, l’ultima stagione in cui Milano arrivò ai playoff. (ANSA)

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group s.r.l.s. | Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti |