fbpx
Seguici anche su

Tennis

Atp & Wta: Musetti out a Nur-Sultan, Sakkari spietata

Pubblicato

il

Dopo gli Us Open vinti (a sorpresa) da Daniil Medvedev, prosegue la stagione sul veloce in vista delle Atp Finals in scena a Torino dal 14 al 21 novembre. A Metz e Nur-Sultan si stanno giocando in contemporanea due tornei Atp 250. Tra i protagonisti del torneo kazako c’è anche l’azzurro Lorenzo Musetti, che ha però dovuto abbandonare la competizione agli ottavi di finale, sconfitto dal serbo Laslo Djere. Dall’altra, il circuito femminile ha scelto come tappa di punta Ostrava, Wta 500. dove a dare spettacolo ci sono tenniste del calibro di Iga Swiatek, Maria Sakkari e Petra Kvitova. Tutte e tre approdate ai quarti di finale senza troppe difficoltà.

Musetti perde a Nur-Sultan – Esce di scena il beniamino di casa. Arrivato agli ottavi di finale dopo aver battuto in tre set, per 6-4 2-6 6-4, il numero 165 Atp, Marc Polmans, Musetti ha dovuto arrendersi nel match di mercoledì 22 settembre contro Laslo Djere. Il serbo, numero 49 del mondo, ha vinto contro il toscano classe 2002, per 6-4 6(3)-7 6-4. Il tennista di Carrara non è mai entrato veramente in partita. Troppo falloso e poco concentrato, ha ceduto nei momenti chiave dell’incontro. A remare contro è stato anche il diritto dell’azzurro, troppo impreciso. L’arma vincente di Musetti si è così rivelata essere controproducente, favorendo i contrattacchi di Djere. A fare notizia è anche l’uscita di Aslan Karatsev. Il numero 25 Atp ha perso per mano del finlandese Emil Ruusuvuori, n. 84 del ranking. Un avversario alla portata del tennista russo ma in forte ascesa in quest’ultimo periodo. Il 22enne di Helsinki è stato un avversario scomodo per Karatsev che ha sofferto per tutta la durata del match. Estremamente falloso, il russo ha cercato di invertire le sorti della gara ma senza esito positivo. Ruusuvuori è riuscito a chiudere il match dopo quasi due ore di gioco per 7-6 6-4. 

La rinascita di Murray a MetzAndy Murray torna e lo fa in grande stile. Lo scozzese ex numero uno del mondo, ora 113, è approdato ai quarti di finale dell’Atp 250 di Metz. Per arrivare a questo step il 34enne di Glasgow ha sconfitto Ugo Humbert (n. 26) ai sedicesimi di finale per 4-6 6-3 6-2 e Vasek Pospisil (n. 66) agli ottavi col punteggio di 6-3 6-3. Una rinascita quella dello scozzese che sta avendo tempistiche lunghe e che necessita di grande pazienza. Ora Murray se la vedrà con Hubert Hurkacz (n. 13). Il polacco è un avversario ostico e ha dimostrato in più occasioni che il 2021 è il suo anno. In questi mesi ha vinto due trofei, il Masters 1000 di Miami e l’Atp 500 di Delray Beach, guadagnando oltre 1.400.000 dollari. 

Le top Wta brillano a Ostrava – A Ostrava in Repubblica Ceca le migliori tenniste del circuito si affrontano per la conquista del torneo Wta 500 e di un montepremi da 51.000 dollari. A concorrere c’è Maria Sakkari. La greca, n. 12 del mondo, ha sconfitto in due set la lettone, n. 29 Wta, Jelena Ostapenko, per 6-4 6-2. Dopo un avvio grintoso la tennista di Riga non ha saputo reggere i ritmi martellanti di Sakkari, che ha mantenuto un equilibrio tattico e psicologico impeccabile per tutto il match. Sguardo fisso, determinato, colpi precisi e potenti. Un ritmo di palla sempre alto e costante che ha spezzato il gioco offensivo di Ostapenko. Gli animi si sono scaldati soprattutto nel primo parziale, quando in un cambio campo Sakkari ha accusato l’avversaria di averla insultata. La greca ha spiegato la situazione sia al giudice di sedia che alla supervisor che però non avendo sentito nulla hanno fatto proseguire la partita senza alcun intervento di penalizzazione.

Nel secondo set la lettone ha continuato a commettere molti errori, troppi. Negli scambi lunghi la numero 12 del mondo ha sempre avuto la meglio, riuscendo a conquistare ben due break di vantaggio e dominando anche il secondo parziale. La sua avversaria ai quarti di finale sarà Tereza Martincova, n. 61 Wta, che agli ottavi ha avuto la meglio su Anastasia Pavlyuchenkova (n. 13) con un doppio 7-6. Nel resto del tabellone spuntano altrettanti nomi di spessore come Iga Swiatek (n. 6) contro Elena Rybakina (n. 16), Anett Kontaveit (n. 30) contro Belinda Bencic (n. 11) e Jil Teichmann (n. 42) contro Petra Kvitova (n. 10).

Tennis

Coppa Davis: a Torino va in scena Italia-Croazia

Pubblicato

il

Il PalaAlpitour di Torino si tinge nuovamente di azzurro e apre le porte agli appassionati del tennis per i quarti di finale di Coppa Davis. Dopo la vittoria contro la Colombia per 2-1, gli azzurri di Filippo Volandri affrontano la Croazia. Un avversario ostico che parte come favorito, avendo sconfitto l’Italia due volte su tre incontri totali e vinto la Coppa Davis appena tre anni fa, nel 2018. L’ultima gara, però, sorride agli italiani che nel 2013 sono riusciti a strappare una vittoria pesante per 3-2.

Ora come otto anni fa la Croazia si affida a Marin Cilic, il miglior tennista in squadra sia per esperienza che per ranking. Numero 30 Atp, ex n. 3 del mondo, vincitore degli Us Open nel 2014, finalista a Wimbledon e agli Australian Open. Negli ultimi anni è stato fermato diverse volte per un problema congenito al ginocchio ma nonostante gli acciacchi fisici rimane comunque un grande professionista capace di mettere in difficoltà anche i migliori del circuito. Servizio dirompente e diritto lungolinea le sue armi migliori. Oltre che nelle partite di singolare, i croati rappresentano un pericolo anche e soprattutto nel doppio, dove hanno la (quasi) certezza di vincere. La coppia Nikola Mektic/Mate Pavic è la numero uno del ranking mondiale, vincitrice quest’anno di ben nove titoli Atp, compreso Wimbledon, più la medaglia d’oro ai giochi olimpici di Tokyo. Si prevede, quindi, un quarto di finale aperto a qualsiasi esito in cui gli azzurri dovranno puntare tutto sugli incontri di singolare e in particolare sul talento di Jannik Sinner.

Chi gioca – Non avendo chance nel doppio, l’Italia dovrà dare il 100% nel singolare con Jannik Sinner e Lorenzo Sonego. Il torinese numero 27 Atp gioca (partendo favorito) contro Borna Gojo, numero 276 e con un best ranking raggiunto il 20 settembre 2021 alla posizione 208. Il 23enne di Split ha vinto un solo incontro su sei nel circuito maggiore ma con la maglia della nazionale riesce a esaltare maggiormente il proprio gioco nonostante i diversi problemi fisici che lo hanno frenato per sette mesi. A dover giocare con attenzione le proprie carte sarà soprattutto il 20enne di San Candido. Sinner contro il senatore del circuito e di Coppa Davis, Marin Cilic, dovrà mantenere i nervi saldi e armarsi di pazienza. Cosa non troppo difficile per il tennista azzurro che in quest’ultimo anno ha dimostrato di saper mantenere la concentrazione anche nei momenti più delicati ed esprimere il suo miglior tennis proprio nei match più complicati.

La vittoria sulla Colombia – Italia-Colombia è terminata con il punteggio di 2-1. Sinner e Sonego hanno fatto il loro dovere nel singolare. Senza troppe difficoltà hanno sconfitto un avversario modesto. L’altoatesino si è imposto per 7-5 6-0 su Daniel Galan, classe 1996 e numero 111 del ranking. Sonego, invece, ha sconfitto in rimonta Nicolas Mejia, 21enne numero 275 Atp, con il punteggio di (5)6-7 6-4 6-2. Dopo un primo set giocato alla pari, il 27enne di Santa Rita (quartiere di Torino non molto distante dal PalaAlpitour) ha ripreso in mano le redini del gioco, mettendo alle strette il suo avversario e realizzando diversi punti spettacolari, trascinato dal calore del pubblico azzurro.

Il doppio è stata l’unica nota stonata. La coppia inedita Fabio Fognini/Jannik Sinner si è arresa al terzo set con il punteggio di 2-6 7-5 6-7(8) contro Juan Sebastian Cabal/Robert Farah. Una sconfitta che non fa male visto che gli azzurri avevano già raggiunto la qualificazione con le vittorie nei singolari e che ha permesso a Volandri di sperimentare un doppio diverso dal solito, con Lorenzo Musetti e Simone Bolelli non ancora al top della condizione.

Continua a leggere

Tennis

Coppa Davis: partita difficile contro la Croazia per Volandri

Pubblicato

il

Di

Filippo Volandri, capitano della Coppa Davis ai colleghi della “Gazzetta dello Sport”, ha parlato della sfida dell’Italia contro la Croazia.

“Sarà una partita difficile, non ce lo nascondiamo. Loro hanno un campione Slam come Cilic che la Coppa Davis l’ha pure vinta e dunque sa come gestire questo tipo di tensioni. Il doppio è fortissimo, sono i campioni olimpici: sarà una battaglia dura. Noi abbiamo rispetto di tutti, ma paura di nessuno. Sinner e Sonego hanno impattato benissimo la competizione, il doppio Fognini-Sinner ha superato il test”.

Continua a leggere

Tennis

Zverev “maestro” 2021 a Torino

Pubblicato

il

Zverev “maestro” 2021 a Torino.

Il tedesco ha trionfato nella finalissima del torneo dei ‘maestri’ contro Daniil Medvedev e il risultato di 2-0 certifica la sua supremazia durante tutta la gara.

Vittoria veloce, la più veloce delle finali. 6-4 6-4 per il tedesco, campione olimpico, sul russo.

“Venivo da cinque sconfitte di fila contro Medvedev, ora posso andare felicemente in vacanza – dichiara il tedesco- E’ stato il modo migliore per chiudere la stagione: è stato un anno meraviglioso, non vedo l’ora di ricominciare”

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group s.r.l.s. | Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€